menu

Città di Reggio Calabria

Informazioni di Interesse Turistico non Georeferite

elenco dei punti di interesse storico-turistico non georeferiti

Informazioni addizionali

Statoactive
Creato14-12-2015
LicenzaItalian Open License 2.0

Preview dati


NOMEDESCRIZIONETIPOLOGIA
NOMEDESCRIZIONETIPOLOGIA
Dal Mito allo Sbarco dei MilleUna terra, tanti popoli. La storia di Reggio Calabria storia di colonie dominatori. Secondo Antioco, furono i Calcidesi, nel 730 a.C., ad occupare per primi i lidi reggini e a fondarvi la citt che in Grecia fu conosciuta con il nome di Esperia: linizio della dominazione greca, che segner un periodo di grande splendore. I romani avranno il sopravvento solo nel 270 a.C., quando i reggini, per difendersi da Pirro, chiederanno aiuto allUrbe. Da allora la citt sar sede di una flotta romana, ospiter il grande Cicerone e si freger del titolo di Reghium Julii per il suo ruolo strategico nella difesa dellImpero. I Goti e i Bizantini Il crollo dellImpero romano travolge anche la citt di Reghium: gli Ostrogoti estendono il loro dominio fino a Leucopetra (oggi Lazzaro), con lotte e saccheggi finch, nel 475 d.C., lImpero romano dOriente ha la meglio sulle popolazioni barbariche. Inizia lera bizantina: Reggio rifiorisce e diviene uno dei centri commerciali, culturali e religiosi pi importanti dellItalia meridionale, di cui rimane traccia nei numerosi insediamenti dei monaci greci. Arabi, Saraceni e Normanni Ad opera di Hassan, emiro arabo, nel 952 Reggio cade nelle mani dei Mori, per poi essere riconquistata dai bizantini, scacciati nel 1060 dal potente Roberto il Guiscardo. La citt diviene cos roccaforte dei Normanni, che la difenderanno fino all'ultimo dagli attacchi degli Arabi, proclamandola capitale della Calabria. Svevi, Angioini ed Aragonesi La consegna della citt nelle mani degli Svevi avviene diplomaticamente, grazie al matrimonio fra il feroce Enrico VI di Svevia e la figlia del re normanno Ruggero. Al sanguinario Enrico succede un sovrano illuminato: Federico II. Ma la scelta infelice di mettere il suo successore, il piccolo Corradino, sotto la tutela del Pontefice Clemente IV decreter la fine dellimpero. Sar proprio il pontefice ad agevolare lavvento di Carlo dAngi nel sud. Reggio diviene teatro della lotta cruenta tra Angioini ed Aragonesi, stanziati in Sicilia, per la conquista dellItalia meridionale.Le battaglie si susseguono fino al 1283, allorch Pietro dAragona entra a Reggio, accolto da una citt stremata. Sulla scena si affacciano presto i francesi, che divengono i primi nemici degli stessi Aragonesi. Il periodo spagnolo e i Borboni Il francese Carlo VIII, riuscito ad entrare a Napoli, cerca di estendere a tutto il meridione la sua potest. Ferdinando II dAragona chiede allora laiuto spagnolo per contrastare lavanzata dei francesi. Le truppe varcano lo Stretto e conquistano Reggio senza difficolt: i francesi sono costretti alla resa e gli spagnoli suggellano il loro potere sul Regno di Napoli, finalmente unificato, per mantenerlo, con brevi parentesi, fino allUnit. Saranno secoli travagliati per Reggio: la peste ed i terremoti, le scorrerie dei turchi, le devastazioni del terribile Barbarossa. Un breve periodo di dominazione austriaca (1707-1734) non lascia segni, e gli spagnoli tornano sul trono di Napoli con Carlo il Borbone. Il suo successore, Ferdinando IV, cacciato dai rivoltosi nel 1799, quando a Napoli proclamata la Repubblica. LUnit dItalia Finita la rivoluzione si ritorna al passato: il Congresso di Vienna riporta i Borboni su quel trono che tanto sangue era costato ai repubblicani. Reggio diviene capoluogo di provincia della Calabria Ultra Prima ed inizia a risorgere: i commerci fioriscono, il capoluogo attira funzionari, commercianti e imprenditori. Ma la voglia di libert prende presto il sopravvento ed esplode nei moti del 1847/1848. Il regime borbonico tenta il colpo di coda ma, ormai indebolito, capitola nel 1860: con la battaglia di Piazza Duomo i garibaldini cacciano definitivamente i Borboni e si insedia il Governo Rivoluzionario. Reggio Calabria entra nello Stato Unitario Italiano. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Culti e Miti dellantica ReggioApollo, divinit tutelare dei Calcidesi, ed Artemide, venerata come Phakelitis nel santuario extraurbano, furono le divinit eminenti del pantheon reggino. Fu l'oracolo di Delfi, voce del dio Apollo, ad indicare ad un gruppo di Calcidesi il luogo dove fondare la nuova citt. Secondo Varrone, invece, fu Oreste a portare in quest'area il culto del dio; infatti, presso Reggio scorrevano sette fiumi non confluenti in cui Oreste si sarebbe purificato del matricidio costruendo, successivamente, un tempio in onore di Apollo. Da varie fonti si deduce l'esistenza, nella citt, di una festa annuale dedicata dai Reggini ad Apollo, alla quale partecipavano anche gli abitanti della dirimpettaia Messana, che durava circa due mesi e doveva essere particolarmente solenne. La centralit del culto di Apollo nella vita della polis reggina provata anche dalla documentazione archeologica. Dalla fine del V sec. a.C. la monetazione della citt vede l'uso pressoch continuo dell'effige del dio e dei suoi attributi (tripode, lira, foglia di alloro, delfino); sotto la tirannide di Dionisio II la citt assume il nome di Phoibia proprio in onore del dio. Il culto di Apollo continu ad avere a Rhegion un ruolo fondamentale anche in et romana, quando esiste notizia dell'esistenza di un tempio dedicato ad Apollo Maggiore; ad et giulio-claudia, infine, si datano alcuni bassorilievi iscritti raffiguranti edicole sacre con i simboli di Apollo ed Artemide. Il culto di Artemide, a Reggio, strettamente collegato a quello del fratello divino, Apollo, e alla tradizione stessa della fondazione della citt. Strabone, infatti, ci tramanda che a fondare la citt furono un gruppo di calcidesi insieme ad alcuni Messeni che erano stati allontanati dalla madrepatria perch avevano preso le difese di Spartani che avevano attaccato loro concittadini rei di aver usato violenza ad un gruppo di fanciulle spartane che si stavano recando a compiere sacrifici nel santuario di Artemis Limnatis (al confine tra Messenia e Laconia). Apollo, attraverso l'oracolo di Delfi, aveva ordinato a questo gruppo di esuli messeni di accompagnare i calcidesi a Reggio e di ringraziare Artemide perch in tal modo si sarebbero sottratti alla rovina della loro patria che doveva essere, di l a poco, conquistata dagli Spartani. A Reggio Artemide fu venerata col titolo di Phakelitis e il suo tempio sorgeva, a detta di Tucidide, al di fuori delle mura urbiche. L'epiteto Phakelitis viene spiegato con riferimento al mito di Oreste: l'eroe, infatti, avrebbe trafugato dal tempio in Tauride il simulacro della dea, avvolgendolo in fasce lignorum, per portarlo appunto nel territorio reggino, dove si sarebbe purificato. Dalle fasce lignorum sarebbe derivato l'epiteto della dea in uso a Reggio. Oltre alla documentazione numismatica, anche quella archeologica ci aiuta a ricostruire la presenza del culto della dea nell'antica Rhegion. Si possono riferire al culto della dea e del fratello divino alcune iscrizioni che enumerano alcune cariche municipali riconducibili al culto stesso. Sono da ricondurre al culto di Artemide anche alcune raffigurazioni fittili della cosiddetta signora delle fiere (spiegabili con l'appartenenza della dea alla sfera della natura selvaggia e con il suo antico rapporto con la dea di Massalia e quella di Efeso), scoperte nella citt di Reggio, oltre a varie statuette fittili raffiguranti la dea seduta nuda con i capelli raccolti in un alto chignon, scoperte nell'area del cd Santuario Griso Laboccetta. Anche il culto di Atena, dea della sapienza, ebbe a Reggio un ruolo importante, come possiamo dedurre dalla presenza della figura della dea sulla monetazione della citt. Una ulteriore conferma della presenza del culto della dea viene dai ritrovamenti di statuette fittili raffiguranti la dea e di antefisse raffiguranti Gorgoni. Anche Asclepio, figlio di Apollo e dio della medicina, appare sulla monetazione reggina pi di una volta. Il culto di Asclepio ed Igea era presente in tutta l'area dello Stretto, come dimostrato dalla documentazione epigrafica ed archeologica rinvenuta a Messina. A Reggio, per, la documentazione archeologica molto esigua; dal territorio della citt, infatti, proviene un solo reperto collegato indiscutibilmente alla figura di Asclepio: un frammento marmoreo rappresentante il bastone del dio con il serpente attorcigliato. Eracle, il pi famoso tra gli eroi greci, fu assunto nell'antica polis di Reggio come divinit protettrice dei confini del suo territorio tanto che sia sul versante ionico che su quello tirrenico della chora reggina esistono elementi indicativi della presenza di luoghi di culto dedicati a tale divinit. Ad esempio la scoperta di una lamina bronzea sul versante tirrenico, presso Castellace di Oppido Mamertina; il rinvenimento avvenne presso la riva sinistra di uno dei principali affluenti del fiume Metauros che, tra il VI ed il V sec.a.C., costitu il confine settentrionale del territorio reggino. In questo luogo, con ogni probabilit, era stato eretto un santuario a Eracle, protettore del confine. Anche presso il confine meridionale della chora reggina, laddove era il famoso Capo Herakleion e il fiume Alece (attestato da molte fonti come confine tra i territori locrese e reggino) presumibile l'esistenza di un altro luogo di culto dedicato ad Eracle. La presenza dell'eroe divino in quest'area attestata anche da un mito tramandatoci da Diodoro Siculo in cui si narra che le cicale del territorio locrese erano canterine mentre quelle del territorio reggino no e di questa caratteristica fece le spese il sonno di Eracle il quale si trov a sostare da quelle parti per una notte; non riuscendo a chiudere occhio per il canto continuo delle cicale locresi, l'eroe chiese ed ottenne dagli dei che esse scomparissero e, da quel giorno, in effetti le cicale scomparvero da quel luogo. Il culto dell'eroe divino attestato, per l'et ellenistica e repubblicana, nel territorio reggino, dal rinvenimento di un numero consistente di statuette fittili e bronzee raffiguranti il dio con i suoi attributi (la pelle di leone e la clava). In et ellenistica si diffuse a Rhegion anche una serie di culti provenienti dall'Oriente: quello degli dei egizi Iside e Serapide e quello anatolico di Cibele e Attis. Arpocrate, figlio di Iside, sarebbe raffigurato in due statuette bronzee pubblicate dal Turano ed in una testa marmorea che presentano la caratteristica capigliatura ornata da una treccia che va dalla fronte al vertice del capo. L'esistenza di un tempio eretto in onore della coppia divina egizia Iside-Serapide a Reggio stata confermata dal rinvenimento di un grande frammento dell'architrave del santuario che presenta un'iscrizione in latino dedicata a queste due divinit da un Q.Fabius Titiani lib. Ingenuus e da Fabia Candida sacrorum. Sempre in et ellenistica alcune terrecotte raffiguranti il giovane dio Attis in atto di suonare la siringa, col tipico copricapo frigio, attestano nella citt la presenza del culto della Grande Madre frigia Cibele. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Localizzazione geograficaLa citt si estende per 23 chilometri lungo le rive orientali dello Stretto di Messina e si arrampica lungo le pendici dell'Aspromonte fino a 1708 m. del monte Basilic. Le sue coordinate geografiche sono di 3805'20 di latitudine Nord e di 1538'36 di longitudine Est. Reggio, il centro urbano pi popoloso della Calabria, situata all estremit meridionale della penisola, tra le pendici dellAspromonte e la sponda orientale dello Stretto di Messina. E' una zona fertile grazie al clima mite e alla ricchezza di acque, in cui si sviluppano le colture dellulivo, della vite e degli agrumi, in particolare del bergamotto, pianta che cresce esclusivamente nella fascia costiera che va da Reggio a Gioiosa Jonica. Pi volte rasa al suolo da catastrofici terremoti, ha sempre saputo rinascere dalle sue rovine, costruendosi via via un immagine proiettata nel futuro senza dimenticare mai la propria storia. Una citt singolare e luminosa le cui ricchezze architettoniche, artistiche e ambientali ne fanno uno dei luoghi pi interessanti del meridione. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
La magia delle tradizioniLe atmosfere pi autentiche di Reggio Calabria sono quelle in cui si manifesta pienamente lanima del popolo: le antiche tradizioni conservano intatto il mistero di una storia a tratti tragica, ma carica di male. Nel secondo sabato di settembre e nel mese di novembre la citt vive il momento culminante della sua intensa religiosit popolare: quando viene portata a braccia la pesantissima Vara con l'effigie della Vergine, un fiume di gente segue la propria protettrice e si unisce nellinvocazione. questa leredit pi vera della travagliata storia reggina: la ricchezza delle tradizioni che si tramandano da secoli. Musiche, balli, riti, antichi mestieri: ogni aspetto della tradizione legato a precisi periodi e stagioni. Lelemento costante nella vita del reggino il piacere della buona tavola: La festa non tale se non suggellata da un buon bicchiere di vino. Tra i piatti pi tipici spiccano le frittole: carne di maiale cucinata in unenorme caddara (caldaia) per circa 8/10 ore. Salumi, formaggi, insaccati di vario genere, pomodori secchi, melanzane sottolio, i pi piccanti peperoncini, i Maccarruni i casa ed il pesce spada della costa Viola: ogni pietanza ha il pregio di conservare intatto il profumo della terra e del mare. Una piacevole tradizione, in cui ogni periodo dellanno ha il suo dolce tipico: i petrali natalizi, le pastiere pasquali, la pignolata del carnevale, la nzuddha nella festa del santo patrono. Anche la ricorrenza dei morti ha il suo dolce, che anche una piccola opera darte. La frutta martorana. Una variet infinita di sapori ed aromi indimenticabili, unesperienza da vivere e ricordare con nostalgia SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Basilica Cattedrale Maria SSLa Cattedrale intitolata a Maria SS. Assunta in Cielo, sorge nell'area centrale del Comune, precisamente di fronte piazza Duomo e fa parte della I Zona Pastorale di Reggio Centro. La chiesa ritrova la sua storia allinterno di quella pi complessa della citt, pi volte danneggiata da eventi bellici e catastrofi naturali. Le origini della cattedrale si fanno risalire alla fondazione della chiesa da parte di San Paolo, che sost a Reggio durante il viaggio che in catene lo portava da Cesare a Roma nel 56 d. C.. Atti 28,13 ...( ) ..\Di qui, costeggiando, giungemmo a Reggio. Il giorno seguente si lev lo scirocco e cos l'indomani arrivammo a Pozzuoli. Reggio stata soggetta a diverse dominazioni, tra le quali quella bizantina che sottrasse la chiesa reggina al pontefice romano, ponendola sotto il patriarca di Costantinopoli, per poi proseguire con l'avvento dei normanni (1061), che l'hanno restituita all'antichit ecclesiastica romana, quindi lasciata ai greci l'antica cattedrale con il titolo di cattolica, costruirono la cattedrale con tipologia a tre navate. Fu ricostruita e riconsacrata nel 1580 dall'arcivescovo Gaspare Ricciulli Del Fosso dopo un incendio dei turchi (1574) che si ripete nel 1594 e per questo subisce diversi interventi di restauro tra cui quello dell'arcivescovo Annibale D'Afflitto nel 1599, dell'arcivescovo Gaspare Creales nel 1665 e dell'arcivescovo Martino Ybanez Y Villanueva nel 1682. Furono realizzati ulteriori interventi di restauro dopo il terremoto dei 1783 dall'ingegnere Giovan Battista Mori fino ad arrivare all'altro terremoto dei 1908 che ne provoc notevoli danni e che ne consegu la decisione di ricostruire integralmente l'edificio religioso adeguandosi al piano di ricostruzione della citt. La Cattedrale odierna su progetto iniziale dell'ingegnere P. Carmelo Umberto Angiolini e successivamente modificato dall'ingegnere Mariano Francesconi stata consacrata nel 1928 dall'arcivescovo Mons. Carmelo Pujia. Ledificio realizzato in uno stile ove si mescolano motivi neoromanici e neogotici, presenta un impianto basilicale con tre navate interrotte da tre pseudo transetti alti quanto la navata centrale e terminati con abside poligonale per una lunghezza di 93 metri e larghezza di 26 metri rappresentando il pi vasto edificio della regione. Sulla scalinata esterna si ergono due statue dello scultore Francesco Jerace, realizzate nel 1929, a sinistra e quella di San Paolo a destra quella di Santo Stefano di Nicea. Il portale a destra, che rappresenta la vita di San Paolo, stato realizzato da Nunzio Bibb, mentre quella a sinistra e dedicato alla Madonna della Consolazione ed opera di Biagio Poidimani. Il portale centrale inaugurato in occasione del XXI congresso eucaristico nazionale del 1988, e opera di Luigi Venturini, ed dedicato a Maria SS. Assunta in cielo. La navata centrale separata da quelle laterali da due file di colonne rivestite in marmo con base in pietra di trani con distanza diversa in corrispondenza dei transetti e lungo le navate laterali si aprono, al di sotto del presbiterio, otto cappelle contenenti beni mobili di notevole interesse storico-artistico. Mentre allinterno a sinistra dellingresso principale murata a una epigrafe di Papa Paolo VI con la quale si eleva la chiesa a Basilica minore, mentre sulla destra unaltra epigrafe di Papa Giovanni Paolo II proclama San Paolo patrono principale e Santo Stefano di Nicea patrono secondario dellArcidiocesi di Reggio Calabria. Sono custodite inoltre preziose opere darte come lAltare Maggiore in bronzo, le tele ottocentesche del Crestadoro e del Minali, la cappella del Sacramento monumento barocco della citt, edificata nel 1655 da Placido Brandamonte di Messina , mentre sullaltare si trova un pregevole olio su tela che raffigura il sacrificio di Melchisedeck, di Domenico Maroli (1665), nella Cappella di San Paolo posta al centro una tela del pittore siciliano Carlo Maria Rinaldi, rappresentante la Consacrazione di Santo Stefano da Nicea e realizzata nel 1828. Davanti allaltare maggiore collocata la Cattedra arcivescovile, opera di Alessandro Monteleone. Larchitettura Ledificio realizzato in uno stile ove si mescolano motivi neoromanici e neogotici, presenta un impianto basilicale con tre navate interrotte da tre pseudo transetti alti quanto la navata centrale e terminati con absidi. In occasione del 50 anniversario della ricostruzione, nel 1978 elevata a basilica minore. Sulla scalinata esterna si ergono due statue dello scultore Francesco Jerace, realizzate nel 1929, a sinistra e quella di San Paolo a destra quella di Santo Stefano di Nicea. Il portale a destra, che rappresenta la vita di San Paolo, stato realizzato da Nunzio Bibb, mentre quella a sinistra e dedicato alla Madonna della Consolazione ed opera di Biagio Poidimani. Il portale centrale inaugurato in occasione del XXI congresso eucaristico nazionale del 1988, e opera di Luigi Venturini, ed dedicato a Maria SS. Assunta in cielo. Sul lato sinistro della facciata si trova lAuditorium San Paolo. La copertura voltata della Cattedrale, poggia su capriate decorate per tutta lestensione della navata centrale, mentre le navate laterali sono coperte con volte a crociera. A sinistra dellingresso principale murata a una epigrafe di Papa Paolo VI con la quale si eleva la chiesa a Basilica minore, mentre sulla destra unaltra epigrafe di Papa Giovanni Paolo II proclama San Paolo patrono principale e Santo Stefano di Nicea patrono secondario dellArcidiocesi di Reggio Calabria. Le pareti della navata, del coro e dellabside dipinte con motivi che si ispirano ai mosaici bizantini, sono opera di Eugenio Cisterna e sono stati restaurati nel 1984. Sulla parete della navata a destra murata unepigrafe fatta incidere dallArcivescovo Ibanez nel 1682 a testimonianza dei lavori di restauro fatti nella cattedrale. Lungo la stessa navata e collocata la cappella nella quale sono sepolti gli Arcivescovi Francesco Converti, Carmelo Pujia, Rinaldo Camillo Rousset, ed il cardinale Gennaro Portanova. Nella Cappella di San Giuseppe sepolto lArcivescovo Giovanni Ferro che ha retto lArcidiocesi reggina dal 1950 al 1977. Bisogna ricordare, poi i sacelli degli Arcivescovi Matteo di Gennaro (1660 - 1674) e Annibale dAfflitto (1593 - 1638), la Cappella del Crocefisso ornata da un crocifisso settecentesco e quella del Sacro Cuore di Ges. Interessante nella cappella il dipinto del transito di San Giuseppe. (Tratto da Reggio Citt d'Arte - Daniele Castrizio, Maria Rosaria Fasc, Renato G.Lagan). SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Universita degli Studi Mediterranea di Reggio CalabriaL'Universit degli Studi Mediterranea un'universit statale con sede nella citt di Reggio di Calabria. Fu fondata nel 1968, come Libero Istituto Universitario di Architettura, con 81 studenti iscritti. Nel 1970, venne istituito lo IUSA (Istituto Universitario Statale di Architettura), che nel 1982 divenne Universit Statale. Nascono le nuove facolt di Ingegneria e Agraria a Reggio, mentre a Catanzaro, Medicina e Chirurgia e Giurisprudenza vengono istituite come sedi distaccate. Il primo Rettore il Prof. Antonio Quistelli. Le tre facolt reggine erano inizialmente ubicate in locali presi in affitto e sparse sul territorio. Oggi, invece, le strutture sono accentrate nella Cittadella universitaria a Feo di Vito: una creazione, grande esempio di architettura moderna, in fase di completamento, che ha radicalmente trasformato l'Ateneo reggino. Il complesso si affaccia sul torrente Annunziata, con il fabbricato della facolt di Agraria, che sorge in posizione dominante sopra un poggio. Poco pi in basso, troviamo la facolt di Ingegneria, situata tra due collinette, e la facolt di Architettura, il cui palazzo, dalle linee semplici e funzionali, si fa notare per il colore bianco mediterraneo e per la sua imponenza Nel 2001 il Polo didattico di Giurisprudenza si stacca da Catanzaro e diventa la quarta Facolt. Con Alessandro Bianchi, l'Universit di Reggio cambia denominazione in Mediterranea con l'ambizione di essere il riferimento culturale e scientifico nel bacino mediterraneo. Oggi l'Universit comprende circa 11.000 studenti in quattro facolt Architettura, Ingegneria, Giurisprudenza ed Agraria, che ha una sede anche a Lamezia Terme. L'attuale rettore il Prof. Massimo Giovannini, gi preside della Facolt di Architettura. Facolt di Agraria La Facolta' di Agraria stata istituita nell'anno 1983, con l'attivazione dei Corsi di laurea in Scienze Agrarie e in Scienze Forestali. Con la costruzione delle nuove strutture del polo universitario dell'Ateneo reggino, a partire dall'anno accademico 2000-2001 i servizi generali della Facolt e la didattica sono stati trasferiti dalla sede storica di Gallina alla nuova sede di Feo di Vito. Le strutture dipartimentali e di ricerca, si trovano ancora presso il vecchio complesso, ubicato all'interno di un'area estesa circa 13 ha, che incorpora anche i campi didattico-sperimentali. Facolt d'Architettura La Facolt d'Architettura il polo iniziale attorno al quale si venuta configurando la realt universitaria di Reggio Calabria. La facolt ha sviluppato negli anni, un'offerta didattica articolata in pi Corsi di Laurea. Oltre al Corso di Laurea in Architettura, a partire dall'anno accademico 1974-75, sono stati attivati, il Corso di Laurea in Pianificazione Urbanistica, Territoriale e Ambientale e, dal 1985, quello in Storia e Conservazione dei Beni Architettonici e Ambientali. Francesca Fatta, professore ordinario di Disegno, l'attuale preside della Facolt. Facolt di Giurisprudenza La Facolt di Giurisprudenza nasce originariamente nellA. A. 1997 1998, come polo didattico decentrato dalla Facolt di Giurisprudenza dellUniversit Magna Grecia di Catanzaro. La decisione viene presa dopo la forte domanda di un polo scientifico-umanistico in materie giuridiche. Esigenza avanzata in particolare da famiglie, associazioni di categoria, organismi professionali, datori di lavoro e studenti, e che ha avuto come interlocutori gli Enti locali (Comune e Provincia) e gli esponenti della comunit scientifica reggina. In seguito, considerando il crescente numero di iscritti e sulla base dellautorevole parere/studio di fattibilit fornito da una commissione nominata dal Rettore dellAteneo reggino venne istituita, nel 2001, la nuova Facolt, che ha come sede Palazzo Zani, sul lungomare cittadino. Facolt d'Ingegneria La Facolt d'Ingegneria nasce nel 1982, in seguito all'istituzione dell'Universit degli Studi di Reggio Calabria, . Rappresenta oggi una realt dinamica, che guarda ai giovani e alla loro necessit di ritagliarsi un ruolo da protagonisti nella societ di oggi, nonch un ruolo attivo nel determinarne levoluzione. In tal senso, la facolt ha delineato il proprio assetto didattico per il prossimo futuro, con i corsi di laurea in ingegneria civile, elettronica, delle telecomunicazioni, ambiente e territorio. Elettronica e Telecomunicazioni, Trasporti, Idraulica, Strutture e Ambiente e Territorio. Ad essa afferiscono il Dipartimento di meccanica e materiali (MECMAT) e il Dipartimento di informatica, matematica, elettronica e trasporti (DIMET). SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Circolo Tennis FaraoneIndirizzo: ViaAnita Garibaldi, 21 89055 ReggioCalabria Telefono e Fax: Tel: 0965 371817 DIVERTIMENTO E RELAX
Pizzeria PeperoncinoIndirizzo: Via Card. Portanova, 32 Telefono e Fax: Tel: 0965 892756 E-Mail: vincenzow@alice.it Servizi: OSPITALITA'
La storiaReggio (Rhegion) fu fondata verso la met dell'VIII secolo a.C. da coloni calcidesi. Nell'89 a.C. divenne municipium romano. Nel IV secolo d.C. divenne residenza del governatore (corrector) della Lucania e del Bruzio. Nel 61 d.C. San Paolo, nel corso dei suoi viaggi, fece tappa anche a Reggio. Sub il saccheggio dei Visigoti di Alarico nel 410 lassedio degli Ostrogoti di Totila nel 549. Per pi di cinque secoli rimase sotto il dominio dei Bizantini. Dal IX secolo, Reggio fu oggetto di ripetute incursioni e razzie da parte degli Arabi di Sicilia. Nel 1060 Reggio fu conquistata dai Normanni di Roberto il Guiscardo; venne istituito il primo arcivescovato latino. Nel 1267 posso sotto il dominio degli Angioini. Nel 1433 il re aragonese Alfonso il Magnanimo conquist Reggio. Nel 1502 ad opera del Gran Capitano Consalvo di Cordova fu assoggettata al potere del re di Spagna, Ferdinando il Cattolico. del 1543 il terribile saccheggio ad opera del condottiero turco Khayr al-Din come nel 1594 un altro saccheggio fu operato da Scipione Sinan Cicala. Passata sotto il governo dei Borbone, la ripresa economica avvenne nel corso del 700. Due tragici eventi segnarono per la storia di Reggio in questo periodo: lepidemia di peste del 1743 e il terremoto del 1783 che causo ingentissimi danni e dovette essere praticamente ricostruita su progetto di Mori. Sotto il governo di Gioacchino Murat venne istituito il primo Liceo cittadino e furono iniziate numerose opere pubbliche. Nel 1814 Reggio ritorn sotto il dominio borbonico. Il 2 settembre del 1847 scoppia la rivolta antiborbonica, ma la reazione del governo fu durissima: morirono Domenico Romeo ed altri, come Paolo Pellicano, Agostino e Antonino Plutino finirono in esilio. Il 21 agosto 1860 Reggio fu conquistata dai garibaldini. Il 28 dicembre 1908 Reggio venne devastata da un altro terribile sisma e dal maremoto. Della ricostruzione, lenta e difficile si occup l'ingegnere Pietro De Nava e Giuseppe Valentino sindaco della citt nel periodo compreso fra 1918 al 1923. Sotto il governo fascista fu creata la Grande Reggio con laccorpamento di ben 14 comuni limitrofi ad opera del Potest Giuseppe Genoese-Zerbi. Durante la Seconda Guerra Mondiale la citt fu ripetutamente bombardata. Fino a quando le truppe alleate non entrarono a Reggio. Il primo sindaco fu Priolo. Il 2 giugno 1946 a Reggio i maggiori consensi per lelezione dellAssemblea costituente li raccolse la Democrazia Cristiana. Fra il luglio 1970 e il settembre 1971 esplosero in citt dei moti di protesta poich il Capoluogo di Regione divenne Catanzaro. Dagli anni 60 in poi si deline un fenomeno di emigrazione verso il Nord Italia che si prolung per tutti gli anni 70. Negli anni 80 la citt attraverso una fase difficile dovuta al ripercuotersi sul tessuto sociale degli eventi legati alla cosidetta guerra di mafia che semin centinaia di morti e ad inchieste giudiziarie che coinvolsero le amministazioni comunali dellepoca. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Chiesa Cattolica di San Giuseppe In stile gotico-italiano, si sa che esisteva gi nel 1598 e che venne rasa al suolo due volte dal terremoto del 1783 e del 1908. Si conserva una pala daltare che si trova presso le Salesiane e che raffigura la Madonna della Vittoria e, in basso, la citt di Reggio Calabria. In sacrestia vi sono custoditi la tela di S.Filippo Neri, e due quadri della Madonna Assunta. Il tempio fu progettato da R.Pedace. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
GiosueIndirizzo: Via Tripodi Francesco, 193 89015 Palmi (RC) Telefono e Fax: Tel: 0966 52066 - 0966 479018 - 0966 0479235 OSPITALITA'
Miti e leggende dello StrettoI miti e le leggende si addicono allo stretto per l'ambiente che provoca fenomeni naturali, le cui motivazioni, un tempo, sconfinavano nell'inconoscibile, nel mistero. Una prima leggenda vuole Ulisse approdare qui in attesa di pi adatte condizioni atmosferiche perch lo stretto gli era stato indicato da Nausica come passaggio obbligato per ritornare ad Itaca. Sulle due opposte sponde la presenza terrificante di Scilla (costa calabra) e Cariddi (costa sicula). Scilla, secondo la mitologia, era la splendida ninfa marina amata da Glauco che disdegn le attenzioni della maga Circe che, per vendetta, avvelen la fonte ove Scilla si bagnava trasformandola in un furioso mostro marino con sei terribili teste armate di denti mortali fagocitava i naviganti incauti che si avvicinavano alla rupe ove Scilla dimorava sedotti dal canto di procaci sirene. Cariddi era un grande gorgo limaccioso che ogni sei ore ingurgitava e rigettava onde nere o fragili legni (imbarcazioni). Mutua il nome dalla splendida fanciulla che os sottrarre i buoi di Gerione ad Ercole che indispettito chiese al padre Zeus di punirla: fu fulminata da Zeus e cadde aprendo nel mare una voragine. Il Dio del vento Eolo soffiava forte verso lo stretto, Nettuno sbrigliava le correnti del suo mare determinando, a volte, condizioni atmosferiche proibitive per i naviganti costretti secondo la leggenda a chiedere lumi alla Vatessa Manto dimorante in un antro di capo Vaticano ove vaticinava ai tremebondi navigatori le condizioni meteo dell'insidioso stretto. Altra leggenda riguarda Peloro, (da cui Peloritani) grande condottiero della flotta punica di Annibale, punito per aver sbagliato la rotta subendo un imboscata della flotta romana proprio sullo stretto. Fu ucciso dal cartaginese mentre doppiavano il capo estremo della Sicilia che ha preso il suo nome. Secondo la mitologia la falce con cui Zeus evir il prolifico padre Kronos cadde nello stretto creando il porto naturale falcato (ricurvo) di Messina. E poi la leggenda di Colapesce, un campione subacqueo messo a dura prova dall'imperatore Federico II di Svevia. E' leggenda, che la Fata Morgana avesse un palazzo in fondo allo stretto e che Lei regina delle acque creasse costruzioni ed effetti fantastici utilizzando elementi naturali per creare ingannevoli miraggi. Fu un suo miraggio a far annegare, grazie ad immagini fallaci una parte dell'esercito Arabo intervenuti ad arginare i Normanni? Ritornando al mostro di Scilla era forse la risacca a determinare l'effetto sonoro del latrare di una cagna? I sibili emessi dal mostro altro non era che il vento che si insinuava nelle anfrattuosit della mitica rocca. E le sei lunghe teste del mostro forse sono i sei capi (promontori) che vanno da Scilla a Villa S. Giovanni osservati da lontano dai naviganti fra le brume del mattino. Era tutto, dunque, frutto di una trasposizione mitologica di normali effetti naturali. Fu storia o leggenda il passaggio sullo stretto di S. Francesco da Paola sul proprio mantello non avendo trovato alcuno disposto a traghettarlo da Catona a Messina? SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo del Consiglio RegionaleI Reggini lhanno ribattezzata Astronave, ed in effetti il palazzo che ospita il Consiglio Regionale ha un aspetto del tutto avveniristico: otto piani, con facciate a vetri che riflettono il cielo terso della citt, per un volume di ben 145 mila metri cubi, in un susseguirsi di costruzioni sovrapposte e spigolose, dal design moderno ed aereo. Il cuore di questo importante complesso laula del Consiglio Regionale, tra le pi moderne dEuropa. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Pizzeria Chez JoeIndirizzo: Loc. Parco Pentimele Telefono e Fax: Tel: 0965 650034 Sito Web: www.ristorantechejoe.com Servizi: OSPITALITA'
La via di SReggio Campi il balcone sullo Stretto: collegato alla Via Marina da una serie di scalinate artistiche, un luogo particolarmente panoramico da cui possibile ammirare lintera citt. Sorge in questarea una splendida Basilica, dedicata a San Paolo, con alle spalle un piccolo Museo dai grandi tesori: custodisce, tra gli altri, un prezioso bozzetto attribuito a Raffaello. La Basilica di S. Paolo alla Rotonda indiscutibilmente una delle pi graziose e curate della citt. I tre Portali in bronzo, intarsiati con arte non comune, introducono in una chiesa dallatmosfera particolarmente raccolta: da destra a sinistra possibile ammirare la porta del Male, la vita di San Paolo e la porta del Bene, con raffigurazioni sullAmore ed il peccato, nonch sugli episodi salienti della biografia del Santo. Il mercoled ed il sabato possibile visitare il caratteristico Museo di San Paolo, cui si pu accedere da un ingresso adiacente alla chiesa, ricco di pregevoli oggetti darte: una raccolta di icone russe, greche e balcaniche; un gran numero di oggetti religiosi in argento, creati nel XVII sec. in citt, ed ancora sculture, avori, paramenti sacri. Straordinaria anche lesposizione di quadri, tra cui spicca una rappresentazione del 400 di San Michele che uccide il drago attribuita ad Antonello da Messina. La Basilica, posta in uno dei punti pi alti di Reggio Calabria, offre una splendida visuale che abbraccia tutta la citt, dallinsenatura di Occhio di Pellaro fino al porto. Poco pi gi, seguendo la strada che da San Paolo porta al centro, si trova lantico Convento di San Domenico. Inaugurato nel 1871, fu affiancato, quindici anni dopo, dalla chiesa omonima. Al suo interno trovano posto pregevoli opere darte, tra cui il tabernacolo ed il crocefisso realizzato in smalto con argento e oro dal pittore Frate Leonardo Gristina. Le vetrate, gli affreschi e il mosaico sullaltare sono opera di Nik Spatari, lartista e fondatore del Parco-Museo di Mammola. Il vero tesoro di San Domenico la biblioteca: circa 18.000 volumi pregiati, con riviste e testi del 500, 600, 700 e 800, letteratura e saggistica, scienza, storia, teatro, musica e scritture religiose. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Chiesa di SantAgostino La sua struttura risulta singolare per le sue cupole e cupolette che si ergono ai lati, sulle navate, sullabside, sul campanile. E a tre navate e di un certo interesse sono laltare maggiore, i lampadari in ferro battuto, il confessionale ed un Crocefisso in cartapesta. Sulla navata di sinistra si trova un dipinto di Sebastiano Conca raffigurante la Madonna della Cintura. Lambone, in bronzo ornato a bassorilievo di Michele Di Raco. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Ecosistema dello StrettoLo stretto di Messina ha una forma ad imbuto con imbocco dal lato del Mar Jonio e la strozzatura dal lato del Mar Tirreno.Tale meraviglioso braccio di mare misura 33 Km., la larghezza massima di 16 Km. fra Capo Pellaro e Al Terme, ed di circa 3 Km. fra Capo Peloro (ME) e Torre Cavallo in Calabria. Il profilo sottomarino dello stretto simile ad un grande canalone dalle pareti ripide, sopratutto sul versante siculo. Tale orografia sottomarina, determina un grande, bizzoso gioco di correnti poich Jonio e Tirreno si scontrano pi volte al giorno raggiungendo un picco di 12 Km. orari di velocit, un vero fiume in mare. Tale impressionante travaso di acque stato immortalato dal Pascoli nel 1898 laddove le onde greche vanno a cercare quelle latine. La profondit dello stretto raggiunge gli 800 mt. dinanzi a Pellaro, circa 400 mt. nella zona del lungomare di Reggio Calabria; poco pi a nord, vi una cresta (sella) sottomarina che si eleva progressivamente fino a toccare la prominenza di Capo Cavallo (Villa S.Giovanni) che emerge fino a 72 mt. sul livello del mare. Le correnti principali, sono quelle che, ogni sei ore, sono determinate dall'influsso degli astri (magnetismo) sulla terra. I due mari hanno fasi opposte nelle escursioni dei livelli delle rispettive maree; inoltre gli ostacoli frapposti al normale scorrimento delle correnti determinano un forte rimescolamento delle acque insieme a moti ascensionali delle acque di fondo. E' palese che, l'incontro-scontro di correnti mutevoli e contrapposte determini un infinit di gorghi, vortici di varie dimensioni, spume, onde incrociate, colori cangianti. Il vento quasi sempre presente ha alimentato nel conscio - inconscio degli antichi naviganti il terrore di dover affrontare tale complesso ecosistema legato alla estrema dinamicit delle acque. Ci ha fatto fiorire miti e leggende legate, non solo, alla presenza inquietante dei mostri Scilla e Cariddi. Le correnti pi veloci sono quelle che scorrono da Sud a Nord dette montanti, le altre vengono chiamate scendenti. Lo stretto un tratto di mare ambito dalla fauna ittica; sciami di pesci si immettono in tale area perch riscontrano una presenza di plancton superiore rispetto alle aree contigue. Il principe dello stretto il pescespada predilige tali acque, il mare temperato, ama guazzare tra gli innumerevoli rivoli di corrente per trovare in primavera la compagna. Lo stretto stato definto il paradiso degli zoologi, fu esplorato nel 1979 da Jacques Piccard, scienziato svizzero-francese, che col suo batiscafo Forel scese fino a 500 mt. Ha censito 140 specie ittiche di grande rilevanza ed riuscito a disegnare la fisionomia dinamica dei fondali dello stretto. Molti sono i Diving center che propongono al turista di cogliere con il supporto di esperti le meravigliose realt presenti nei nostri fondali. Lo stretto riserva al turista il fenomeno degli spiaggiamenti quando i grandi vortici sdradicano dal fondo creature abissali per depositarle stordite sulle rive frammiste alle alghe marine. L'escursione delle due maree, determina una strana alta-bassa marea detta marrobio. Percorrendo su un imbarcazione lo stretto si colgono i tagli di corrente, innumerevoli garofali cio piccoli gorghi che assumono la fisionomia del fiore; il cosiddetto mare scalinato quando una corrente contrapposta prevale sull'altra; il mare che ribolle quando una corrente non riesce a superare l'altra; i cosiddetti sorgimenti aree marine limpide e calme nel mare increspato sostenute dal moto ascensionale delle correnti comunemente definite macchie d'olio. Tutto intorno calette, spiagge dorate, scogliere, mitici promontori rocciosi, contrafforti aspromontani che si armonizzano col mare, leggiadre insenature, luoghi segnati dalla storia, dai miti e dalle leggende. La pesca del pescespada, antichissima, oggi viene praticata perlopi con grandi reti pur tuttavia permangono alcuni equipaggi che proseguono con grandi barche feluche munite di antenna per l'avvistatore e passerella per il fiocinatore, a dare la caccia a tale teleosteo in maniera scenografica e a volte poco proficua. La fauna ittica dello stretto vanta presenze quali la cernia, il pesce di San Pietro, la vipera del mare, il pesce nastro, rana pescatrice, delfini, tonni, pesce sciabola, pesce trombetta, saraghi, pesci fotofori ecc. La flora dei fondali offre la visione del corallo nero di Scilla, gorgonie variopinte, nuvole rosa di Anthias, tunicati, spugne, alghe, Astroides, cerianthus, claveline, vaccarelle di mare, alcionarie o mani di morto, poseidonie, madrepore, ascidie, spirografi e alice mirabilis ecc., specie rare che a volte vivono in simbiosi con vari microrganismi.Quindi, qui, nello stretto si coniugano incredibili aspetti ricchi di cromatismi, di curiosit, di spunti scientifici che possono indurre il turista a tuffarsi in questa meravigliosa avventura rappresentata da lunghe immersioni nei nostri paradisiaci fondali. Sul far della sera, il mare e circostanti aspetti paesaggistici assumono un cromatismo tendente al violaceo, da qui la definizione Costa Viola colore ottenuto da un gioco di luci e rifrazioni e dal melange del verde delle montagne incombenti sul mare e le varie tonalit dello stesso mare; il colore violaceo viene tonificato dalle particelle sulfuree gassosse emesse dal sempre attivo e vicino vulcano Stromboli. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Il bergamottoE' un raro agrume il cui nome scientifico citrus bergamia risso (o auruntium) della famiglia botanica delle rutacee, un frutto simile ad una arancia che ha eletto come habitat la fascia jonica reggina, nota per il suo microclima. Tale clima, non provoca eccessivi sbalzi di temperatura e consente al frutto di maturare e riprodursi. Oltre al microclima incontra altri fattori ambientali favorevoli quali: terreni freschi, argillosi, alluvionali, depositi di brezze marine su zone soleggiate, terreni con limite altimetrico di 100 mt. slm. ricchi di calcio e potassio. Il bergamotto esige frequenti irrigazioni, il 90% della produzione mondiale si ottiene in provincia di Reggio Calabria, il resto distribuito in paesi preequatoriali dell'Africa (Guinea, Costa d'Avorio, Mali) e il 2% in Sud America (Brasile e Argentina). Gli studiosi discutono ancora se trattasi di pianta autoctona visto che rifiuta di vivere altrove o se importata dal Centro America o dalle Canarie, dalla Cina o dalla Turchia confuso col Bergamundi il pero del Signore, che per ha una dimensione superiore ed lungo e rugoso. Il bergamotto si assesta sui 100 gr. di peso, ha una forma ovale e scorza liscia. Molti ritengono che qualcuno della ciurma di C.Colombo port dalle Americhe qualche virgulto, lo coltiv vicino Berga di Barcellona e quindi un creolo, dopo tanto girovagare riusc a piazzare a Reggio Calabria per 18 scudi alcuni arbusti al nobile Valentino agli inizi del 1500, epoca quindi di introduzione in Calabria dell'agrume. Tale pomo d'Afrodite regalato da Paride ad Elena sembra essere il portatore di un felice ibrido tra il limone-limetta e l'arancio amaro piuttosto che conseguenza di una mutazione spontanea. Solo qualche tempo dopo l'introduzione il reggino Nicola Parisi nel 1750 cre un esteso bergamotteto coltivandolo nella rada di Giunchi in Reggio Calabria. Il frutto di tre tipi con le denominazioni di: femminello, fantastico e castagnaro e giunge a maturazione fra ottobre e dicembre. Ci che pi richiesto di questo frutto la sua essenza giallo-verde che viene fatto fuoriuscire dagli otricoli (pori) del frutto pienamente maturo. L'essenza ormai da secoli la base di preparazione di tanti pregiati profumi. Il 7% dell'essenza non si volatilizza e serve a fissare ed armonizzare il bouquet aromatico nel quale interviene stabilizzando ed armonizzando le fragranze che vengono combinate quando sono latenti, stemperare, invece, quando sono troppo forti conferendo inoltre toni di freschezza e fragranza oltra ad una notevole durata nel tempo. L'essenza fu portata dal piemontese G.Paolo Femins a Colonia alla corte di Ottone II di Sassonia dove speriment e compose la prima acqua di colonia nel 1676, chiamata in origine acqua admirabilis, immettendo oltre all'essenza di bergamotto altre fragranze quali la lavanda, neroly, rosmarino, rosa ecc. Un profumo, poi, conosciuto ovunque grazie alla prima clamorosa applicazione del bergamoto. Il profumo f poi brevettato nel 1704 da Giovanni Maria Farina, compaesano di Femins entrambi esperti del settore. In provincia di Reggio Calabria si producono mediamente 120 tonnellate all'anno: per ottenere 1 kg. di essenza, necessitano 200 frutti circa. Per tale motivo il costo si rivelato piuttosto alto. Il frutto ha permesso l'impiego di circa 5000 addetti in una zona a basso tasso di occupazione. Agli inizi del 900 Reggio Calabria si gemellata con le francesi Grasse e Parigi (versailles) che richiedevano la preziosa essenza per griffare nuovi straordinari profumi a tutt'oggi presenti sul mercato mondiale. Oggi i 1500 ettari di aree coltivate sono insufficienti a soddisfare la crescente domanda proveniente da varie parti del globo. Nell'800 lo scrittore inglese Swisturn descrive la raccolta fatta a mano e il metodo a spugna adottato, consistente nello strizzare la scorza del frutto con una pinza lignea; l'essenza si depositava su una spugna veace che poi, strizzata, la depositava in un cuccume di terracotta o caolina di porcellana (u bauni) dove veniva filtratta da saccotti di lana che la separavano dalla feccia; l'essenza pura veniva depositata in ampolle o contenitori di rame. I contadini lavoravano spesso di notte per evitare che la luce alterasse l'essenza. Il frutto, allora veniva cavato, spolpato con un ingegnoso coltello-cucchiaio i rastrello. Tali arcaici metodi furono superati nel 1844, dal reggino Nicola Barill, il quale produsse la prima macchina calabrese, costituita da una simil scodella alla base, un sostegno con 2 coclee di ghisa dentate atte a camprimere e raschiare i frutti, la scorza abrasa secerneva l'essenza che si depositava alla base filtrata e raccolta in saccotti di lana e infine in contenitori di rame adatti alla conservazione.Oggi moderne macchine pelatrici raccolgono i frutti immessi caldi mediante un tapis roulant dove vengono abrasi, separati e infine distillati. La macchina solubilizza l'essenza con fitta pioggia d'acqua per ottenere l'emulsione (con centrifuga. Recentemente la moderna scienza ha capito quanti sorprendenti propriet e potenzialit inespresse presenti tale agrume che ha cos allargato il campo di applicazione. Infatti si preparano dentifrici, lozioni per capelli, saponi, sali da bagno, creme ed olii abbronzanti, altri prodotti per l'igiene personale e cosmetici. Nel campo della farmacopea: utile per reumatismi, vasculopatie, affezzioni farigno-tonsillari, in detrmatologia, utilizzato nella sepsi chirurgica, risulta essere cicatrizzante, revulsivo, vasodilatatore, contro la colesterolemia, utilizzato nel passato dal principe di Salina Don Fabrizio Cortese cos come riporta Tomasi di Lampedusa e pi recentemente Dacia maraini quando Ludovica protagonista del romanzo Voci trova godimento dall'odore inebriante dell'essenza che allenta l'ansia e rigenera i sensi. In gastronomia si preparano oggi liquori essenzialmente digestivi, canditi, dolci vari, bab, caramelle, sorbetti, granite, gelati, the, amaretti, marmellate, torte denominate Nosside grande poetessa locrese. Prodotti definiti una delizia del palato, dello spirito, dell'olfatto. Il succo molto agre va ingerito commisto con bevande e biscotti dolci. Il bergamotto presente in ricettari rinascimentali fra i desserts di Carlo V e nel tardo 500 lo si scopre nei ricettari di Bartolomeo Scappi cuoco di Pio V e in quelli di Spinelli e Sandicchi. Nella citt di Reggio Calabria possibile visitare l'Ente Regionale Consorzio del Bergamotto per cogliere da vicino il processo di lavorazione dell'agrume, i nuovi e i vecchi macchinari che si possono osservare anche presso il Museo del bergamotto sempre a Reggio Calabria, insieme ad una cospicua documentazione fotografica. Si esorte il turista a tuffarsi nell'avventura cognitiva di questo straordinario unicum che ha eletto qui il suo habitat. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Il lungomareIl parterre posto tra i due viali (Corso Vittorio Emanuele II e Viale Matteotti) ricco di piante tropicali e sub-tropicali ultracentenarie. Si possono ammirare specie come: il Fico Magnolioide, la Palma delle Canarie, la Washingtonia, la Erytrina crista-galli, il Pittosporum tobira; la palma nana; il Citrus sinsnsis. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
La BaronessaIndirizzo: Via Spirito Santo vico Salemi, 8 Telefono e Fax: cell: 345/7649835 Categoria / Stelle: 1actg. Prezzo: Min: 30,00 Max: 45,00 OSPITALITA'
Pizzeria SpaccanapoliIndirizzo: Via Fata Morgana, 83 Telefono e Fax: Tel: 0965 312276 Servizi: OSPITALITA'
La costa TirrenicaLinsenatura di Scilla un quadro unico al mondo, in uno scenario da 'Mille e una notte', con il Castello dei Ruffo appollaiato sullerta rupe a ridosso delle acque, spesso sede di convegni e rassegne espositive. Ai piedi del Castello si adagia la Marina Grande: una baia da sogno, con gelaterie, pizzerie, disco-pub e numerosi ristoranti dove possibile assaporare ottimo pesce appena pescato. In prossimit del porticciolo si trova la Chiesa dello Spirito Santo, un pregevole esempio di barocco calabrese. Giunti sotto il Castello, proseguiamo fino alla darsena, dove si scopre la vera perla nascosta di Scilla: Chianalea, un borgo fiabesco che sembra essere emerso dalle acque. L'ora del tramonto ideale per recarsi al quartiere di San Giorgio: ad oltre sessanta metri di altezza sulla Marina Grande, permette di intravedere la costa siciliana che si nasconde dietro Ganzirri, tra cielo e mare tinteggiati di viola e di arancio. A pochi minuti da Scilla si trova Bagnara. questa la patria delle matriarche calabresi, le bagnarote dalle vesti drappeggiate alla maniera greca e la tempra virile. Da cartolina il Castello Emmarita, sullo sfondo blu intenso del mare, con le case del paese che digradano fino ai terrazzi ricchi di vitigni. Lasciata Bagnara e proseguendo in direzione nord, sincontra il Promontorio del S. Elia, splendido luogo di stampo irlandese in cui grandi scorci verdi si alternano a panorami incredibili, con le Isole Eolie a stagliarsi sulla linea dellorizzonte. Declinando verso il mare, incontriamo Palmi: sterminate pianure di uliveti fanno da corona alle spiagge di sabbia fine. La localit offre mare, divertimento, freschi pomeriggi allombra della folta vegetazione a pochi passi dal mare, ma anche loccasione di scoprire la calabresit in tutte le sue forme pi tradizionali. Il Museo di Etnografia e Folklore un piccolo gioiello di antropologia: costumi, ceramiche, terracotte, presepi, strumenti antichi utilizzati per i lavori nei campi, le famose conocchie. Palmi anche luogo dove tradizioni religiose e usi popolari si intrecciano con effetti mirabili: assistere alla processione della varia di certo unesperienza unica. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
La Villa ComunaleLa Villa Comunale nasce come orto botanico, successivamente stata trasformata in giardini pubblici. Lungo i viali possiamo trovare numerosi esemplari di rigogliose palme, alberi di ficus, magnolie e i banani, alberi del pepe, della gomma e della canfora e l'albero della bottiglia. Tra le piante pi rare si possono ammirare alcuni esemplari di Auricaria, tra le quali Auricaria bidwillii e Auricaria excelsa, la Chorisia insignis (o albero antiscimmia), il Ficus elastica (o albero di gomma), il Ficus macrophilla, la Nolina recurvata (o piede di elefante), la Dracaena draco (o tronco della felicit), gli alberi di Giuda, i carrubbi e numerose specie floreali. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Piccolo Museo della civilta contadinaRealizzato dal Dott.Antonino Polimeni e dal Prof.Span una opportunit culturale per le nuove generazioni. E' attraverso il museo che si pu ricostruire la vita che in questo, ma anche in tutti gli altri paesi, si viveva. Nel museo c' la memoria di un passato recente che rappresenta le nostre radici, si estende su una superficie di circa 130 mq. e contiene attualmente pi di 350 reperti. Piccolo Museo della civilt contadina Via S.Angelo, 9 Ort Tel.3294660098 -3290821118 -3891135374 Apertura: domenica ore 15:00/18:00 Per appuntamento SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
EliteIndirizzo: Via Torrione, 79 Telefono e Fax: cell: 346/6216567 Categoria / Stelle: 2 Categoria Prezzo: Min: 40,00 Max: 90,00 OSPITALITA'
La costa JonicaSospesa tra Occidente e Oriente, la costa che cinge il mar Jonio un susseguirsi di spiagge incontaminate e millenarie roccaforti: il primo centro balneare che incontriamo Melito Porto Salvo, dove Garibaldi sbarc con i Mille per ben due volte, per proseguire con Capo Spartivento, Bova, Palizzi, luoghi di grande suggestione e dal mare incredibilmente cristallino. Superata lestrema propaggine meridionale della penisola, ci portiamo in direzione di Bianco, famoso per il suo vino greco. In prossimit di Ardore si trova il suggestivo Santuario della Madonna di Bombile, scavato in una parete di tufo che si affaccia sulla vallata sottostante, dal bel portale in pietra del 1750 circa. Il ritorno sulla costa ci impone una lunga sosta nel cuore della Magna Grecia: Locri Epizephiri la citt della Dea Persefone, con una vastissima zona archeologica con Templi, Necropoli e lAntico Teatro. Sulla costa jonica si trovano localit di inestimabile bellezza, a pochissima distanza le une dalle altre, come ad esempio i centri di Siderno e Gioiosa Jonica. In questa cittadina, in agosto, si svolge la tradizionale festa di San Rocco a passo di tarantella e si conservano i resti della Villa Romana del Naniglio. Superate Caulonia e Riace, attraversiamo Monasterace, per ritrovarci nel cuore della Calabria bizantina: Punta Stilo ne il capolinea obbligato. Deviando verso linterno troviamo la suggestiva Cattolica, con i suoi affreschi preziosi e, poco distante, tra i boschi di Bivongi, la chiesa di San Giovanni Therestis, col santuario dei monaci Greco-Ortodossi del Monte Athos. Nel punto in cui lAspromonte digrada verso il mare, lantico borgo di Gerace conserva, intatto, un ricco patrimonio architettonico ed artistico: la Cattedrale, una delle pi grandi in Calabria, fu costruita intorno allanno Mille e rappresenta una delle meraviglie del patrimonio di chiese di origine bizantina. Da visitare anche la Chiesa di San Francesco, in cui si conservano importanti sculture del 300, ed il maestoso castello di Roberto il Guiscardo, da cui si gode un panorama mozzafiato. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Piazza CarmineEra questa la porta dingresso a sud di Reggio Calabria, attraverso cui i garibaldini entrarono in citt. Si affaccia sulla piazza lomonima Chiesa del Carmine, nel cui interno si conserva un altare del 1787, in ricco stile barocco, decorato con marmo verde e giallo. Laltare, appartenuto un tempo alla cattedrale distrutta nel terremoto del 1908, sormontato da una nicchia e un piccolo tempietto dove si conserva la statua in legno della Madonna del Carmine. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
La Perla Dello Stretto Shopping CenterIndirizzo: Via Zanotti Bianco, 46/48 - 89018 Villa San Giovanni (RC) Telefono e Fax: Tel: 0965 702511 - Fax: 0965 756444 Sito Web: www.laperladellostretto.it Servizi: EVENTI E PROPOSTE
Lido Al TempiettoIndirizzo: Via Rada delle Mura Greche - Lungomare Falcomat Telefono e Fax: Tel: 0965 312925 Tel: 0965 884288 Sito Web: www.ristorantealtempietto.com E-Mail: ristorantealtempietto@ory.it DIVERTIMENTO E RELAX
Palazzo GalileoIndirizzo: Via Largo Ponte Nuovo Calopinace, 20 Telefono e Fax: cell: 320/9172097 Categoria / Stelle: 2 Categoria Prezzo: 30,00/60,00 OSPITALITA'
H 24Indirizzo: Via Tenente Panella, 12 - Reggio Calabria Telefono: cell:328/1727856 Prezzo: Min: 40,00 Max: 80,00 OSPITALITA'
Pizzeria Speedy GonzalesIndirizzo: Via Sbarre Centrali Telefono e Fax: Tel: 0965 55338 Sito Web: www.speedygonzalesrc.com OSPITALITA'
Reggio Calabria tra fiaba e realtaUn paese di ninfe e mostri marini, di fate e di eroi. Terra di incantesimi e sortilegi, cantata da DAnnunzio, celebrata dai viaggiatori inglesi dellOttocento: Reggio Calabria alimenta la sua magia, sospesa tra fiaba e realt... Proiettata verso un futuro mediterraneo, conserva tutto il tepore rassicurante della cittadina di provincia ed il fascino accattivante della localit turistica. I paesaggi, la vegetazione, i colori, il profumo della zagara e del bergamotto: la mediterraneit di Reggio Calabria si manifesta con una sorprendente variet di suggestioni. Il Lungomare ne la sintesi perfetta: unapoteosi di palme, ficus, rarissime specie tropicali ed esotiche, a pochi metri dalla battigia: uno degli scenari pi incantevoli del mondo. Tra natura e storia, cultura e tradizioni, divertimento e curiosit. Un viaggio alla scoperta della citt della Fata Morgana (Fenomeno naturale che genera una magica visione: nelle giornate particolarmente calde e dal mare calmo, la citt di Messina proiettando la propria immagine sulle acque dello Stretto apparirebbe sospesa sull'acqua,pi vicina alla sponda Reggina,creando una fusione d'immagine unica tra le 2 citt). Reggio Calabria una citt di arte e di scienza, gelosa delleredit di un passato glorioso, ma protesa verso un futuro di sviluppo e progresso. Il Museo Archeologico Nazionale custodisce magnifiche ed antiche memorie di et preistorica, greca e romana, ed i vigorosi guerrieri di Riace sembrano difendere tanta ricchezza; l'arte ha il suo luogo simbolo nel Teatro Comunale Francesco Cilea, che rivive oggi gli splendori di un tempo. L'Universit Mediterranea, l'Universit per Stranieri Dante Alighieri, l'Accademia di Belle Arti, il Conservatorio Francesco Cilea, rappresentano i motori del sapere, in una realt che vanta un livello di secolarizzazione tra i pi alti in Italia. Reggio Calabria una realt in pieno fermento culturale: dal cinema alla letteratura, dal sociale allo sport, si moltiplicano circoli ed associazioni, club e gruppi di giovani che si confrontano sui temi pi diversi. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Ranch PegasusIndirizzo: Via Vecchia Miniera Arangea Gallina Telefono e Fax: Tel.0965 682856 E-Mail: info@ranchpegasus.it DIVERTIMENTO E RELAX
Piscine ApanDescrizione: All'interno dell'Apan Hotel troviamo una impianto di piscine, di cui una semiolimpionica omologata CONI e l'altra dotata di idromassaggio. La struttura permette di ospitare manifestazioni di altissimo livello anche grazie all'illuminazione, progettata per consentire riprese televisive professionali. Tipologia: Piscine Uso: Piscine Gestione: Privata Indirizzo: Viale Laboccetta Telefono e Fax: Tel 0965 598813 Fax 0965 598829 Sito Web: www.hotelapan.it E-Mail: info@hotelapan.it Come arrivare: In auto: uscita autostradale Reggio Calabria-Modena-San Sperato dista 500 m DIVERTIMENTO E RELAX
In aereoLAeroporto dello Stretto Tito Minnitidi Reggio Calabria, meglio conosciuto anche come lAeroporto dello Stretto uno scalo europeo in pieno sviluppo, si propone di diventare uno snodo fondamentale del bacino del Mediterraneo grazie innanzitutto alla sua strategica posizione geografica che gli permette di servire utenti di due regioni tra le pi turistiche dItalia. La sua gradevole struttura offre uno splendido panorama che si affaccia sulla vicina Sicilia, ed in totale rinnovamentotendendo a rispettare gli standard di sicurezza, di tutela dellambiente, tenendo conto delle risorse geografiche, economiche e turistiche della regione in cui si trova. Al momento vi sono due piste di atterraggio ed esiste un ambizioso piano di potenziamento delle infrastrutture e dei servizi annessi. Previsti volidiretti settimanali per Milano Linate, Bergamo, Venezia, Roma, Malta. Dal 27 marzo 2011- A/R - Incrementovolida 3 a 4 settimanaliper Venezia(Eagles Airlines) - AttivatovoloRoma-Reggioanche il sabato (Air Malta) - Attivati due voliper Bologna Nell'ambito delProgetto Reggio. Passaporto per l'Europa 2011 oltre alla tratta perun soggiorno-studio aMadrid,labellissima capitale spagnola, dall'estate 2011sarattivato il nuovo volo A/R Reggio Calabria-Nimes, unadelle mete turistiche preferitedel Sud della Franciache dista soltantounora, in auto,da Marsiglia, peruninteressantesoggiorno-studio in Francia. Le capitali europee sono collegate tramite gli scali intermedi di Roma e Milano. Gestore SOGAS SpA - Societ di Gestione per l'Aeroporto dello Stretto Numeri utili - SOGAS - CENTRALINO: Telefono +39 0965 640517 - SOGAS - BIGLIETTERIA: Telefono +39 0965 644394 - 0965 642681 - SOGAS - ASSISTENZA BAGAGLI: Telefono +39 0965 640517 - ALITALIA - BIGLIETTERIA: Telefono +39 06 2222 - ALITALIA - ASSISTENZA BAGAGLI: Telefono +39 0965 638320 - ALITALIA CARGO: Telefono +39 0965 644999 Orario Voli in tempo reale Trasporti pubblici : ATAM S.p.A. Navetta per collegamento marittimo con le FF.SS, frequenza coincidenza voli. Bus ATAM, N 102/103/105/125 collegati con l'aeroporto al centro citt e viceversa www.atam-rc.it Numero Verde 800.433310 Tel. 0965.620121 Fax 0965.620120 Servizio Taxi sempre disponibile nel piazzale antistante l'aeroporto Altri punti Taxi: PIAZZA DUOMO - Tel. 0965 27550 PIAZZA GARIBALDI - Tel.0965 27450 Compagnie aeree Tel. 06 2222 Tel. 02 38591237 Italy@danubewings.com Tel. 02 39192530 www.italiweb.it www.eaglesairlines.com/ Nuovo Servizio Voli Turistici - Air Panarea La societ organizza voli turistici da e per l'aeroporto di Reggio Calabria a Panarea, Lipari, Vulcano e Salina con 200,00 a persona a tratta. Tel: 090-9834428 Sito: Air Panarea Servizio Voli TuristiciCOME RAGGIUNGERCI
In autoda Nord Autostrada A3 (Salerno-Reggio Calabria) da Sud Strada Statale SS106 Jonica (Reggio Calabria-Taranto).Vari gli svincoli che portano direttamente nei punti strategici della citt Il 13 giugno 1974 stata completata l'autostrada A3 Salerno - Reggio Calabria che si estende per 442,9 km nelle province di Salerno, Potenza, Cosenza, Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria, dove si innesta sulla Strada Statale 106 Jonica. Da quel momento si sono susseguiti sempre lavori di ammodernamento. La Strada Statale 106 Jonica percorre 481 km da Taranto a Reggio Calabria, attraversando tutta la costa jonica di Puglia, Basilicata e, soprattutto, Calabria. E' un'arteria fondamentale per i trasporti calabresi poich collega la parte della regione che si affaccia sullo Ionio con l'A14 adriatica per dirigersi verso il nord della Penisola. Inoltre fondamentale per il trasporto interno fra l'area della Sibaritide, il Crotonese, lo Ionio Catanzarese, la Locride e il versante sud-orientale dell'Aspromonte. Per viaggiare informati - Autostrade per l'Italia - Cis - Viaggiare Informati - ANASNumero Verde 80029092COME RAGGIUNGERCI
Palazzetto dello sport BotteghelleDescrizione: Il Palasport Botteghelle (PalaBotteghelle) situato nella zona sud della citt. Prende il suo nome dal vicino Largo Botteghelle. Costruito nei primi anni 80 ha ospitato per pi di un decennio le gare di pallacanestro della Viola Basket militante nella massima serie. Oggi ospita invece i campionati di Calcio a 5 e Hockey. Tipologia: Polivalente, fornito di spogliatoio e parcheggio Uso: Polivalente Capienza: Spettatori 2.500 Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Largo Botteghelle Telefono e Fax: Tel. 0965 625275 Come arrivare: In treno: dalla Stazione Centrale dista 1,5 km In auto: dall'uscita autostradale di Reggio Centro dista 3km DIVERTIMENTO E RELAX
TeatReghion La Residenza Teatrale a Reggio Calabria si chiama TeatRhegion E' lAuditorium Cipresseto la sede di TeatRhegion, una struttura di teatro stabile. Il progetto culturale la Residenza TeatRhegion ideato, gestito e promosso dall' Associazione Culturale Teatrale Scena Nuda, cofinanziato dalla Linea di intervento 5.2.2.2 del POR Calabria FESR 2007-2013 e dal Comune di Reggio Calabria, coinvolger gli artisti del nostro territorio. Indirizzo: Teatro Cipresseto Via G.Melacrino, 34 - Reggio Calabria Telefono e Fax: 3297093091 - 0965491911 Sito Web: www.compagniascenanuda.it E-Mail: info@compagniascenanuda.it DIVERTIMENTO E RELAX
Cine Teatro Politeama SiracusaIndirizzo: Corso Garibaldi ,165 - 89100 Reggio Calabria Tel.: 0965 811222 090 9032738 Sito Web e-mail: info@teatrosiracusa.it info@horcynusorca.it Prevendita e prenotazioni presso il botteghino del Teatro Siracusa: Gioved, venerd e sabato mattina ore 9.00 - 12.30 Gioved pomeriggio ore 17.00 - 22.00 e in concomitanza con l'apertura del Teatro per altri eventi DIVERTIMENTO E RELAX
In trenoLa stazione Centrale di Reggio Calabria il principale scalo ferroviario della citt. E' stata progettata dall'architetto futurista Angiolo Mazzoni ed inaugurata il 18 aprile 1938. E' situata nella famosa Piazza Garibaldi all'inizio del Corso Garibaldi. Famoso il bassorilievo in ceramica dello scultore Michele di Raco raffigurante il miraggio della Fata Morgana. Per visitare il centro storico e le fermate principali che si trovano sul lungomare Matteotti (direzione nord-sud) e su via Torrione (direzione sud-nord), davanti alla stazione ferroviaria c' il servizio di trasporto pubblico urbano che costituito dalla rete di autobus ATAM. La frequenza delle corse garantisce un servizio che copre lintero arco della giornata. Ufficio informazioni - Tel. 0965 899123 Accoglienza clientela e assistenza disabili - tel. 0965 27427 Taxi PIAZZA DUOMO - Tel. 0965 27550 PIAZZA GARIBALDI - Tel.0965 27450COME RAGGIUNGERCI
CatonateatroIndirizzo: Arena A. Neri - Via Marina Catona Reggio Calabria Biglietteria ed Info: Te.:0965301092 -0965304054 - 0965301072 Sito Web: www.catonateatro.it e-mail info@catonateatro.it Servizi: DIVERTIMENTO E RELAX
Hotel ContinentalIndirizzo: Via Florio, 10 Telefono e Fax: Tel: 0965 24990 - Fax: 0965 899903 Sito Web: www.hotelcontinentalrc.it Categoria / Stelle: 3***s Servizi: OSPITALITA'
Hotel LungomareIndirizzo: VialeZerbi, 13/b Telefono e Fax: Tel: 0965 20486 Sito Web: www.hotellungomare.rc.it E-Mail: info@hotellungomare.rc.it Categoria / Stelle: 3***s Servizi: OSPITALITA'
Hotel Regent KalamorganaIndirizzo: Via Mercato, 9 Catona Telefono e Fax: Tel: 0965 301067 - 302761 - Fax: 0965 301626 Sito Web: www.regenthotel.rc.it E-Mail: info@regenthotel.rc.it Categoria / Stelle: 4**** Servizi: OSPITALITA'
Scilla Indirizzo: Via Nazionale, 65 Scilla Telefono e Fax: Tel: 0965 704300 Fax: 0965 704298 Sito Web: www.hotelubais.it E-Mail: info@hotelubais.it Categoria / Stelle: 4**** Servizi: OSPITALITA'
Scilla La struttura ubicata nel centro dell'antico quartiere di Chianalea, uno dei borghi pi belli d'Italia. E' adiacente al Castello dei Ruffo. Si affaccia sulla piazza antistante l'antica Chiesa di Portosalvo, fatta edificare dai pescatori del Borgo. Indirizzo: Via Prof. Zagari n.27 Telefono e Fax: Tel. 39 0965 754881 Fax 39 0965 337683 Cell. 39 3382096727 Sito Web: www.lalocandiera.org www.consorzioturisticoscilla.com E-Mail: info@lalocandiera.org Categoria / Stelle: I Cat. Servizi: OSPITALITA'
Camping Villaggio Magna GreciaIndirizzo: Via Vecchia Provinciale, 101 89062 Lazzaro - Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965 712270 - Fax: 0965 714246 Sito Web: www.camping.it/calabria/magnagrecia E-Mail: magnagrecia@camping.it OSPITALITA'
In naveReggio Calabria ha un porto dotato di strutture ricettive turistiche per imbarcazioni da diporto. Da questo porto ogni giorno partono navi e traghetti per le isole Eolie e per Messina, oltre ad avere una linea che assicura il collegamento permanente con Malta per il trasporto di automezzi e passeggeri. Il porto di Reggio Calabria costituito da un bacino artificiale protetto a ponente da un molo con direzione NS completamente banchinato. Nella zona NE dell'imboccatura vi una darsena turistica riservata al diporto e in concessione alla Lega Navale, con 48 posti barca dai 6 ai 14 metri. La darsena ben attrezzata e offre una completa assistenza nautica.Dal porto di Reggio Calabria e dal porto della vicina localit di Villa San Giovanni, inoltre, partono ogni giorno navi e traghetti per le isole Eolie e la vicina Messina oltre che per Malta. Le questioni sulle trasformazioni della citt-porto sono al centro di un profondo interesse, al fine di studiare e realizzare interventi in grado di migliorare la qualit della vita della nostra citt e di rendere sempre pi efficiente il porto. La darsena turistica situata allingresso del porto offre comode possibilit di ormeggio ed una serie di servizi utili per i naviganti: acqua e carburante in banchina, taxi. Destinazioni dal porto di Reggio Calabria da/per Messina Aliscafo: USTICAlines e Ferrovie dello Stato (compilare Per chi viaggia - Proposte di viaggio alla voce aliscafo) Traghetto: Meridiano Lines e NGI da/per le Isole Eolie Aliscafo: USTICAlines da/per Malta Traghetto:Sea Malta e Ma.re.si. (Tel. 356 233129 - Fax 356 248057) Trasporti sullo Stretto - Orari Traghetti e Aliscafi Numeri utili Reggio Calabria Navette FS - Stazione Marittima - Tel. 0965 863754 Aliscafi S.N.A.V. - Stazione Marittima - Tel. 0965 29568 - 320 0877350 Meridiano Lines - Tel. 0965 810414 - 335 8255908 Ustica Lines - 0923 873813 Villa San Giovanni Tourist FerryBoat - Via Marina - Tel. 0965 751413 Caronte Shipping - Via Marina, 30 - Tel. 0965 756725 Navigazione Marittima FF.SS. - P.zza Stazione - Tel. 0965 758241 Traghetti Pluvia - Tel. 0965 758241 FF.SS. Stazione Marittima Capitaneria di Porto - Emergenza in mare Piazzale Porto - Tel. 1530 Capitaneria di Porto Guardia Costiera Direzione Marittima Piazzale Porto - Tel. 0965 656111 Taxi PIAZZA DUOMO - Tel. 0965 27550 PIAZZA GARIBALDI - Tel.0965 27450COME RAGGIUNGERCI
Palestra Lotta e Pugilato Descrizione: Palestra di Lotta e Pugilato Tipologia: Palestra Uso: Palestra Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Stadio sud Come arrivare: In treno: dalla stazione centrale dista circa 1 Km In auto: dalluscita autostradale di Reggio Centro dista 3 Km DIVERTIMENTO E RELAX
AIndirizzo: Via XXI Agosto, 8 89127 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel:0965 891373 DIVERTIMENTO E RELAX
Lucki Center 3000Indirizzo: Via Stadio a Monte, 17/c Telefono e Fax: Tel.0965 594873 DIVERTIMENTO E RELAX
Vip Club 2000Indirizzo: Via Nazionale Pentimele, 166 89129 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel. 0965 47183 DIVERTIMENTO E RELAX
Alter EgoIndirizzo: Via S. Caterina, 132 89121 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel: 0965 43777 DIVERTIMENTO E RELAX
Servizio MetromareIl 28 Giugno 2010la Metropolitana del mare comincer ad attraversare lo stretto. Il servizio di collegamento veloce gestito dal Consorsio Metromare dello Stretto e l'ATI (Associazione temporanea di imprese) tra Ustica Lines e RFI-Bluvia. Il nuovo servizio di trasporti nello stretto prender il via con nuovi orari e tariffe per spostarsi agevolmentetra Reggio, Messina e Villa San Giovanni. Con questo servizio il collegamento tra le sponde Reggine e Messinesisar pi intenso. Inoltre un collegamento diretto tra Messina e l' Aereoporto dello Stretto, permetter ai pendolari siciliani, di usufruire del Tito Minniti. Orari Metromare Informazioni Call-center: 0923 873813 fax. nr.: 0923 593200 e-mail: info@metromaredellostretto.it Sito web: http://www.metromaredellostretto.itCOME RAGGIUNGERCI
Villa SIndirizzo: Santa Trada di Cannitello Telefono e Fax: Tel: 0965 759804 Fax: 0965 759566 Sito Web: www.altafiumarahotel.it E-Mail: info.altafiumara@montesanohotels.it Categoria / Stelle: 5 ***** Servizi: OSPITALITA'
Villa SIndirizzo: Via Solano Inferiore Telefono e Fax: Tel: 0965 756609 Fax: 0965 751009 Categoria / Stelle: 3 *** Servizi: OSPITALITA'
Ristornate Al FumaioloIndirizzo: Via Bocale Secondo SS. 106 Telefono e Fax: Tel: 0965 677601 Prezzo: Prezzo medio 30,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Symposium OsteriaIndirizzo: viaRoma, 6 Telefono e Fax: Tel:0965 894203 Sito Web: www.osteriasymposiumrc.com E-Mail: nocerapatrizia@tiscali.it Servizi: OSPITALITA'
Eurocamping Costa dei GelsominiIndirizzo: s.s. 106 Jonica km. 83 - Loc. Casignaga 89030 Bovalino (RC) Telefono e Fax: Tel: 0964 911407 -Fax: 0964 911407 OSPITALITA'
Parallelo 38 CharterIndirizzo: Via Ciccarello, 23 Telefono e Fax: Tel:0965 920054 - 0965 920054 Cell: 3496190001 Cell: 3466675406 Sito Web: www.parallelo38charter.it E-Mail: info@parallelo38charter.it OSPITALITA'
Ristorante La CorteIndirizzo: Via Provinciale Armo Gallina, 41 Telefono e Fax: Tel: 0965 680530 Sito Web: www.lacorteristorante.com E-Mail: info@lacorteristorante.com Servizi: OSPITALITA'
B+B RhegionRHEGION di Palamara Pasquale Indirizzo: Via Cimino, 59 - 89127 Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell: +39 329 2825501 Tel: +39 0965 1850864 Sito Web: http://www.bbrhegion.it/ https://it-it.facebook.com/RhegionBB E-Mail: info@bbrhegion.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Doppia Uso Singola 50-60 Doppia/Matrimoniale 70-80 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante La TavernacciaIndirizzo: Via del Seminario, 5 Telefono e Fax: Tel: 0965 594093 Cell: 329 9089514 Prezzo: Prezzo medio 14,00 Servizi: OSPITALITA'
Cappella del SSLa Cappella del SS. Sacramento risale al XVI secolo, essa stata realizzata per volont dellArcivescovo Agostino Gonzaga nel 1539, e rappresenta uno dei pochi esempi di barocco nella Calabria meridionale. Dopo le invasioni turche del 1552 e del 1574, lArcivescovo Gaspare Ricciuli Dal Fosso consacr la cappella nel 1580. Durante i terremoti del 1783 e del 1908 non sub danni, tanto che la Real Sovrintendenza ai Monumenti di Napoli, dopo lultimo terremoto si occup della conservazione del rivestimento marmoreo per farla rimontare identica nellattuale cattedrale. Sulla parete absidale pu ammirarsi laltare monumentale in marmo policromo circondato da colonne di pregiato porfido nero. Al di sopra dellabside collocato il quadro secentesco (1665) del pittore Domenico Marol (1612 - 1676) di Messina, raffigurante il Sacrificio di Melchisedech, il dipinto incorniciato da quattro colonne che sostengono la trabeazione dellaltare. Le pareti della cappella, sono rivestite in marmi intarsiati detti anche marmi mischi. Secondo i documenti reperiti la cappella sarebbe stata realizzata dal marmoraro messinese Placido Brandamonte alla met del 600, anche se i lavori si protrassero per tutto il settecento inoltrato. Recenti sono i dipinti del pittore reggino Nunzio Bava: in basso SantElia nel deserto vegliato dallAngelo, in alto Mos nel deserto fa sgorgare lacqua dalla roccia; a sinistra Ges spezza il pane davanti ai discepoli; la moltiplicazione dei pani e dei pesci. Nelle nicchie delle pareti sono poste otto statue: San Paolo e San Marco dello scultore C. Barca, San Luca, San Matteo, San Bonaventura, San Tommaso dAquino, San Giovanni e San Pietro. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
La Cantina del MacellaioIndirizzo: Via Arcovito, 26/28 Telefono e Fax: tel: 0965.23932 cell: 392.0433549 Sito Web: www.lacantinadelmacellaio.com E-Mail: info@lacantinadelmacellaio.com Categoria / Stelle: 2* stelle Prezzo: 25,00 - 30,00 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria MartDescrizione: Pizzeria all'aperto sul Lungomare di Reggio Calabria per una Pizza in Terrazza Indirizzo: Piazzale della Torre Nervi del Lido Comunale Sito web: www.bartcafe.it OSPITALITA'
B+B La Villa del CiclopeIndirizzo: Via Trapezi, 219 - Croce Valanidi Telefono e Fax: Tel:0965 641561 - Tel: 0965 27019 Cell: 3804206675 E-Mail: info@villaciclope.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 25,00/35,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Da MariaIndirizzo: Via Nazionale, 89 - Gallico- RC Telefono e Fax: Tel: 0965 920796 Cell. 3486466147 - 3489566833 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 30,00/35,00 Doppia: 58,00/62,00 e-mail: mariapostorino@libero.it Servizi: OSPITALITA'
Camping Villaggio CalypsoIndirizzo: Loc. Precariti - SS 106 km 125 89040 Caulonia Marina - Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel:0964 82028 - Fax: 0964 82028 Tel. inv: 0964 82454 - 339/1969830 - Fax inv: 0964 82454 Sito Web: www.calypso.st E-Mail: info@calypso.st OSPITALITA'
Santuario di San Paolo alla RotondaIl Santuario di San Paolo, noto anche come Chiesa di San Paolo alla Rotonda, sorge in via Reggio Campi accanto alla piazza Rotonda, in una posizione che domina dall'alto la parte sud della citt. Ledificio realizzato nel 1932, affonda le sue origini nella visita di San Paolo a Reggio. La facciata delledificio si presenta in stile romanico, con tre portali di bronzo decorati a bassorilievo: - Il portone centrale di Tommaso Gismondi rappresenta la Vita di San Paolo; - Il portone di destra di Nunzio Bibb raffigura la Porta del Male; - Il portone di sinistra sempre di Nunzio Bibb raffigura la Porta del Bene. In alto sulla facciata sono presenti nove nicchie suddivise in tre gruppi che ospitano mosaici raffiguranti: - nelle nicchie di sinistra: Virgilio, Cicerone, Seneca - nelle nicchie al centro: San Luca, San Giovanni Crisostomo, Sant'Agostino, San Paolo - nei cerchi sempre al centro pi in basso: Giulio Cesare, Alessandro Magno - nelle nicchie di destra: Aristotele, Platone, Socrate Sul sagrato vi la Statua di San Paolo opera di A. Berti. Linterno ospita 500 metri quadri di mosaici, in parte opera di Nunzio Bava. Sulle colonne della navata centrale sono raffigurati vari episodi della vita di Cristo, parabole e ben 36 figure di patriarchi. Sulla balaustra vi sono 4 angeli del Correale: lAngelo del mistero, lAngelo della fiamma, lAngelo della meditazione, lAngelo dellannunzio. Nell'abside raffigurato il trionfo di Ges seduto sul trono, con ai lati San Paolo, Santo Stefano da Nicea e gli angeli. Il fonte battesimale di Nicola Berti, autore anche dei due angeli e dei quattro pannelli dedicati a San Paolo. Adiacente al santuario sorge il Museo San Paolo, con una pinacoteca e una vastissima raccolta di oggetti sacri. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
B+B Sole MediterraneoL'atmosfera accogliente e confortevole del BB Sole Mediterraneo, permette di trascorrere piacevoli ore di relax sia ai turisti sia a coloro che viaggiano per lavoro. Il BB fornito di vari servizi pubblici e offre la disponibilit al trasporto da e per aeroporto,ferrovie e porto. Indirizzo: Via SS. 184 Gallico di Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell: 3480512454 Sito Web: www.bbsolemediterraneo.it E-Mail: solemediterraneo@alice.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 25,00/35,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante I Tre FarfalliIndirizzo: Via del Torrione, 47 Telefono e Fax: Tel: 0965 817667 Sito Web: www.itrefarfalli.it E-Mail: info@itrefarfalli.it Prezzo: Prezzo medio 15,00 - 25,00 Servizi: OSPITALITA'
Centro DirezionaleA Reggio meglio conosciuto con la sigla CEDIR, ed il vero cuore amministrativo della citt. E' sede di uffici comunali, uffici giudiziari e aule di tribunale. un esempio di architettura moderna, di tipo monumentale. Situato sullargine destro del torrente Calopinace, si fa notare per limponenza della struttura, costituita da un corpo unico con una corte interna. Caratteristiche le piramidi per lilluminazione con luce naturale, in cristallo verde e la cui sala, denominata Salone delle Piramidi, riservata a centri espositivi. Altro centro espositivo all'interno del palazzo, la Sala Polifunzionale. E' presente anche una sala convegni,Salone Versace. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
B+B Il BB La Maison des Livres parte di una palazzina storica nel pieno centro di Reggio Calabria ed stata progettato per far si che gli ospiti possano conservare del luogo una duratura emozione. Gli interni sono stati integralmente ristrutturati pur mantenendo le caratteristiche strutturali e di design dellepoca. Il BB dispone di pi camere matrimoniali con bagno. La camere sono ampie e ciascuna ha il proprio stile di arredo, colori, richiami artistici e la propria biblioteca, in cui ciascuno potr anche ritrovarsi in una tranquilla e piacevole lettura. Indirizzo: Via Aspromonte, 20 Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell. 3388315992 Sito Web: www.lamaisondeslivres.it Categoria / Stelle: 1 Cat. Prezzo: Singola: 35,00/60,00 Servizi: OSPITALITA'
A Casa di MarcoNel Bed And Breakfast tutto stato organizzato per rendere il vostro soggiorno a Reggio Calabria comodo e rilassante. E' costituito da un appartamento indipendente al 1 piano, in tipico stabile Reggino e recentemente ristrutturato, ubicato in via Carso , una traversa di S.Caterina . Le stanze , singole e doppie con bagno, accoglienti e confortevoli, sono dotate tutte di arredi nuovi, vetrocamera alle finestre, riscaldamento, aria condizionata e TV. A richiesta possono essere allestite con letto matrimoniale o letti singoli, con possibilit di letti aggiuntivi. La n/s struttura si trova a circa 300 mt dal museo dove sono esposti i famosi bronzi di riace, attrattiva principae della citt. E' vicina al centro storico ed al lungomare ove trascorrere qualche ora di relax guardando il panorama dello stretto e lo stupendo effetto fata morgana, ove degustare un ottimo gelato artigianale e ove tracorrere piacevoli serate nei lidi adibiti a disco-pub. Di assoluto interesse e' il corso Garibaldi con i suoi palazzi antichi, il salone dei lampadari presso il palazzo della provincia, il teatro cilea ristrutturato di recente, il castello aragonese, le mura greche e la pinacoteca. Siamo vicinissimi al mare ed al porto. E' facile raggiungere la Sicilia con le navette veloci o in auto con le Caronti, le navette raggiungono anche le isole Eolie con viaggi organizzati andata e ritorno. Per raggiungerci, l'uscita autostradale dalla sa/rc e' reggio nord, per chi proviene dalla ss 106 l'uscita e' via lia. Indirizzo: Via Carso, 4 Telefono e Fax: cell: 329/1479353 cell:346/1040814 E-Mail: acasadimarco@libero.it Prezzo: Singola: 40,00 Doppia: 60,00 Servizi: OSPITALITA'
Tapis RoulantLintervento, nel suo complesso, prevede la realizzazione di un sistema innovativo di mobilit urbana che garantisce il collegamento trasversale della parte centrale della citt tra Via Marina e Via Reggio Campi costituito da: - sei tratte di tapis roulant (tappeti mobili) collocati su Via Giudecca; - un impianto ascensore tra Via Filippini e Via Possidonea; - due ascensori successivi per il collegamento della Via Possidonea con Via Reggio Campi(P.zza delle Tre Fontane) collocati, in maniera invisibile, sotto la scalinata monumentale. La distanza complessivamente servita pari a circa 440 metri con un dislivello totale di circa 5 metri corrispondente ad una pendenza, media maggiore dell11% (al di sopra dei limiti di legge stabiliti per laccessibilit da garantire ai disabili e anziani). La lunghezza della sola Via Giudecca, ove prevista la realizzazione dei tapis roulant e di un impianto di ascensore, pari a circa 375 m. e prevede il superamento di un dislivello di circa 30 m (pari ad una pendenza media maggiore dell8%, anche questo valore si colloca al di sopra dei limiti di legge pe rlaccessibilit dei disabili ed anziani). La scalinata monumentale posta tra Via Possidonea e Via Reggio Campi, invece, supera un dislivello di 20 m in appena 70 m di sviluppo in orizzontale (con una pendenza media di ben il 31% circa). Lintervento oltre a permettere la facilitazione dellaccessibilit della parte centrale della citt, costituisce unoccasione di riqualificazione complessiva di Via Giudecca; prevista, infatti la realizzazione di una copertura dei tapis roulant costituita da una struttura in acciaio preverniciato e cristallo serigrafato con impianto integrato di illuminazione del percorso e delle zone adiacenti e la realizzazione di una pavimentazione di tipo differenziato rispetto a quelle strade trasversali e parallele pe evidenziarne le differenze in termini funzionali (Zona a Traffico Limitato). La prima tratta di Via Giudecca, compresa tra C.so V. Emanuele e Via zecca, essendo di limitata lunghezza, stata opportunamente trattata definendo uno specifico intervento di riqualificazione urbana. CARATTERISTICHE PLANO ALTIMETRICHE DELLE SINGOLE TRATTE MECCANIZZATE Tronco Posizione Lunghezza (m) Pendenza (%) 1 tra V. Zecca e C.so G. Garibaldi 68 6,6% 2 tra C.so G. Garibaldi e V. D. Tripepi 37 9,9% 3 tra V. D. Tripepi e V. Del Torrione 58 10,3% 4 tra V. Del Torrione e V. Aschenez 45 10,0% 5 tra V. Aschenez e V. Filippini 40 13,8% 6 tra V. Filippini e V. Possidonea 50 11,1% SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
New LyceumIndirizzo: Parco Caserta Circonvallazione Nord, 3/A 89100 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel.0965 25905 DIVERTIMENTO E RELAX
Palazzo San GiorgioLedificio, sede dellAmministrazione Comunale intitolato a San Giorgio, che rappresenta il compatrono della citt insieme alla patrona rappresentata da Maria SS. Madre della Consolazione e occupa lisolato tra le vie: Osanna e Miraglia, il Corso Garibaldi e Piazza Vittorio Emanuele II (piazza Italia). In origine il Palazzo Municipale era collocato al posto dellattuale Teatro Comunale. Distrutto in seguito al sisma del 1908, fu ricostruito a partire dal 1918 ed ultimato nel 1921 su progetto dellarchitetto palermitano Ernesto Basile, esponente di chiara fama del liberty internazionale. Per esigenze amministrative il sindaco Giuseppe Valentino dispose l'utilizzazione dell'edificio gi dal 29 dicembre 1921, ma l'inaugurazione ufficiale avvenne il 27 aprile 1922 alla presenza del Re Vittorio Emanuele III. Il manufatto architettonico si presenta a due piani fuori terra con un impianto planimetrico di forma quasi quadrata dove al piano terra diviso in due parti collegate da una galleria che conduce al Corso Garibaldi e via Miraglia. Il piano primo caratterizzato da locali ricchi di decorazioni in stile liberty e precisamente: da un salone denominato sala dei lampadari, dalla sala del Sindaco, dalla sala della Giunta Municipale e nella parte centrale dalla sala del Consiglio a forma di emiciclo con arredi progettati dallo stesso architetto E. Basile. Il prospetto principale si sviluppa su un basamento sormontato da unarticolazione di finestre con arco a tutto sesto e cornice a bugnato (piano terra) e architravate (piano primo) e lesene con capitelli, stemmi e fregi su cui si appoggia un ampio cornicione con balaustra ritmata da paraste. Lingresso principale, su piazza Italia, inserito al centro dellasse architettonico, rappresentato da un corpo avanzato simile alla sagoma di una torre, sormontato da un balcone e rispetto alla quota del cornicione caratterizzato da un orologio, una campana e motivi ornamentali. Negli altri prospetti si ripetono gli elementi architettonici e decorativi classici pi semplificati nella composizione. Allinterno custodita unimportante collezione di opere di artisti dellottocento e primi anni del novecento calabresi, siciliani e napoletani, in particolare vanno segnalati: un altorilievo raffigurante la distruzione ricostruzione (1958) di Alessandro Monteleone; un busto di donna, Rosetta (1948) dello scultore Pasquale Panetta; un busto raffigurante Nosside (1920) di Francesco Jerace, la spina costituita da una coppia di figure di Saverio Gatto; inoltre vi sono i seguenti dipinti ad olio raffiguranti: gruppo di figure (1951) e stretto di Messina di Nunzio Bava, sans famille (Malot) di Rubens Santoro, ritratto di Rocco De Zerbi di Domenico Augimeri, cantico dei cantici (1922) di Enrico Salfi, carovana di zingari (1922) di Raffaele Ursini, stabat mater (1926) di Francesco Raffaele, figura con maschera (1946) di Giovanni Brancaccio; due sanguigne su cartoncino raffiguranti il sogno (1888) e ritratto di Fanny Salazar (1897) di Vincenzo Jerace. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo NesciSi tratta dellunica costruzione del Corso Garibaldi sopravvissuta al terremoto del 1908 e edificata alla fine del sec. XVIII. Tipica architettura neo classica, dallimponente portale in pietra, con atrio interno. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Il Castello AragoneseL'8 Novembre 2015 la cerimonia di riapertura del Castello Aragonese ha regalato ai cittadini un'emozionante momento che gli ha permesso, in uno splendido scenario, di riavvicinarsi alle mura dello storico castello e di varcarne la soglia chiusa ormai da molti anni. Il castello apre le porte alla cultura e a tutti i cittadini e turisti che vorranno visitarlo. Sar luogo di mostre ed eventi culturali e proprio in occasione dell'apertura si tenuta la mostra Beg armudi. Oro verde di Reggio Calabria. Orari di apertura al pubblico: dal marted alla domenica dalle ore 9:00 alle ore 13:30 e dalle 14:30 alle 18:30 La storia La storia del castello ha seguito, di pari passo, quella di Reggio almeno dal VI sec. d.C. in poi. In et greca e, successivamente, in et romana larea collinare, dove oggi insiste quel che rimane del possente castello, dovette avere un ruolo di fondamentale importanza nel sistema di protezione della citt. Durante il VI sec. d.C. forse in epoca anteriore alle invasioni di Totila (549-551 d.C.), si decise di rifortificare larea ma solo in epoca bizantina, tra IX e XI secolo (quando, cio, Reggio divenne capitale del Thema di Calabria), che si cre sulla collina un vero e proprio kastron, un centro fortificato sviluppatosi dallampliamento delloriginario nucleo difensivo bizantino (con ogni probabilit costituito solo da una torre). Nel 1039 la citt pass sotto il dominio dei Normanni di Roberto il Guiscardo e, in questepoca, fu costruito un donjon, in altre parole una torre-fortezza appoggiata alle mura della citt e destinata alle truppe che difendevano Reggio. La costruzione del castello, invece, avvenne probabilmente in et sveva dal momento che la sua struttura originaria (ricostruibile da foto e rilievi dal momento che esso rimase in piedi fin dopo il terremoto del 1908) richiama l'architettura militare di quell'epoca; si trattava, infatti, di un possente edificio a pianta quadrata, con lati di 60 m di lunghezza e con quattro torri angolari, anch'esse di forma quadrata. Secondo alcuni studiosi, per, pensano che la fortificazione avesse assunto tale aspetto gi nel corso del XII secolo. Durante il XIII secolo il castello sub alcune trasformazioni. Nel corso delle ripetute guerre tra Angioini ed Aragonesi venne restaurato nel 1327 e fortificato nel 1381 dalla regina Giovanna I. Un documento del 1382 parla dellesistenza di sei torri lungo il perimetro del castello. Dopo la conquista di Reggio da parte degli Aragonesi (1440) anche il castello fu oggetto del potenziamento delle fortificazioni dellintero Regno di Napoli voluto da Ferdinando dAragona per creare uninespugnabile rete difensiva rispondente anche alle nuove tecniche militari, che prevedevano luso della polvere da sparo. Quindi, a seguito di questi lavori di ristrutturazione, durati quindici anni, furono aggiunte le due torri circolari merlate (oggi unica testimonianza dellantico splendore della fortificazione) e un fossato tutt'intorno alla struttura. Originariamente, la merlatura (innalzata di quota durante il 1600) era pi bassa e, quindi, pi vicina alla sottostante fascia archeggiata. Ogni tre archi era presente una caditoia dalla quale era possibile lanciare sui nemici pietre; il basamento a scarpa garantiva il rimbalzo delle pietre mentre la cornice a profilo arrotondato che la delimitava impediva la risalita degli eventuali nemici. Sul lato orientale della struttura venne aggiunto un revellino, cio un corpo avanzato a cuneo che terminava in un torrione, che serviva a difendere il castello dal fuoco delle armi a lunga gittata che potevano posizionarsi sulle colline e, nello stesso tempo, ospitava le artiglierie. Nel corso del XVI e XVII secolo, si susseguirono gli interventi di restauro resi necessari soprattutto dalle continue incursioni dei Saraceni. Nel 1539 Pietro da Toledo, vicer di Francesco I aument la capienza interna del castello, tanto che vi si poterono rifugiare quasi mille reggini che poi vennero fatti prigionieri, unitamente al governatore, quando, nel 1543, il castello fu espugnato dai Turchi di Barbarossa. Verso la fine del 1500, fu decisa una nuova sopraelevazione delle torri per renderle pi sicure e per ricevere con pi facilit le segnalazioni delle torri costiere del territorio circostante. Nel 1712, il castello pass a Carlo III di Borbone, che adatt l'interno a caserma e ripristin il fossato occupato, periodicamente, da baracche abusive. Il progressivo consolidarsi del potere dei Borboni sullItalia meridionale e la conseguente fine delle ostilit determinarono linutilit di intervenire ulteriormente con opere di restauro e riadattamento sulle fortificazioni di Reggio e, in particolare, sulla struttura del castello. Dopo il terremoto del 1783, il castello fu adibito a carcere e utilizzato in tal senso per lungo tempo. Ancora dopo l'insurrezione del 2 settembre 1847 e l'uccisione del generale Pinelli, governatore della citt, nei sotterranei del castello furono tenuti prigionieri i congiurati. Il 21 agosto 1860 i garibaldini espugnarono il castello. Negli anni successivi all'unit d'Italia, nel 1874, il Comune acquist il castello con lo scopo di abbatterlo e costruire al suo posto una grande piazza. Dopo aspre polemiche, si decise di conservare solo le due torri, ma la demolizione non ebbe luogo per lungaggini burocratiche. A seguito del terribile terremoto del 1908, che danneggi pesantemente la struttura, il Genio Civile la classific come non pi utilizzabile. Si decise, nel nuovo Piano regolatore, di demolirla, permettendo cos la creazione del prolungamento della via Aschenez e lasciando in piedi solo le due torri circolari. La demolizione ebbe luogo nel 1922. Oggi, dopo un restauro statico ultimato nel 2000, il castello viene utilizzato come sede di mostre temporanee ed eventi culturali. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Villa Genoese ZerbiAppartenne alla famiglia del Governatore Genoese Zerbi, il teorico della Grande Reggio che nel 1927 accorp alla citt quattordici comuni della periferia. Il palazzo risale al 1925, e fu costruito sull'area dove sorgeva l'antica villa della famiglia Zerbi prima del 1860, sui modelli veneziani del sec. XIV, con archi in stile gotico. Di signorile e straordinaria bellezza, divenuta location permanente di eventi dalto spessore artistico e culturale, ospitando prestigiose esposizioni darte contemporanea, oltre ad apprezzate sezioni della Biennale di Venezia. Larchitettonico della Villa richiama le forme e gli stilemi del medioevo veneziano, con accenni allo stile rinascimentale e ottocentesco. Unardita commistione di stili quindi, resa ancor pi interessante da unaccurata ricercatezza e ricchezza di particolari sia degli esterni che degli interni delledificio. La facciata definita da contrasti cromatici abbastanza accesi e da giochi di luci e ombre ottenuti attraverso superfici che alternano lintonaco ai mattoni a vista, ampie logge, archi a sesto acuto di stile tipicamente gotico, elementi a torre e colonnine adoperate per le balaustre; lampio terrazzo invece sovrastato da una merlatura tipica dei castelli e delle fortezze di et medievale. Lo stile veneziano, in un ambiente urbano estraneo a queste forme, si spiega probabilmente con la diffusione dellopera di Viollet Le Duc, Pietre di Venezia, e dei disegni di John Ruskin, che ripropongono, secondo una singolare interpretazione, le campiture cromatiche e le geometrie adoperate nei palazzi della citt lagunare, e non solo. Il recente cataclisma che aveva, di fatto, azzerato la storia delle architetture presenti in citt, spingeva le famiglie borghesi dei primi decenni del secolo scorso a ricercare nelle nuove costruzioni una continuit con il passato, unita alla capacit dinterpretare il desiderio di rinnovamento. Pertanto, luso di linguaggi rassicuranti in cui ritrovare una forte componente storica unita a unaltrettanto incisiva valenza espressiva, diviene anche un modo per esorcizzare la catastrofe e dare un vigoroso segno di rinascita. Villa Genoese Zerbi fu edificata secondo le norme determinate dal Piano Regolatore successivo al terremoto, detto poi Piano De Nava dal nome del suo redattore, perci arretrata rispetto al precedente edificio, secondo lallineamento stabilito dalla nuova sistemazione del Lungomare, che prevedeva per tutti i fabbricati una distanza di circa 50 m dal mare e dalla strada ferrata. Per la sua realizzazione furono utilizzati nuovi materiali come il cemento armato, e tecniche costruttive innovative. Elemento di assoluta novit e che rappresenta, in linea di principio, la sintesi della prassi teorica e pratica della contemporaneit, la standardizzazione di tutti gli elementi formali che costituiscono il decoro della facciata. Ledificio rappresenta, infatti, un esempio di prefabbricazione di tutti gli apparati e degli elementi strutturali connessi; ci significa che le varie parti dellapparato, quali colonne, stipiti, archi e balaustre, sono il risultato di una produzione seriale derivata da uno stampo originario, tipica dellindustria moderna e non del lavoro artigianale. Per quanto riguarda gli spazi interni della Villa, un corpo centrale e circolare allingresso e un ampio spazio nella zona lato nord -le cui funzioni non sono ancora molto chiare, probabilmente un grande salone delle feste - accolgono il visitatore, mentre la sensazione di una consapevole incompletezza dellinsieme avvolge e stimola i suoi sensi. Il piano inferiore si connota, infatti, come nuda struttura in cemento armato fin dallorigine, splendido non finito. Il piano superiore, invece, un tempo dimora dei marchesi, si presenta rifinito nellinterno e articolato in diverse zone: dalle piccole sale lato sud attraverso un corridoio tangente al corpo centrale si accede ai grandi ambienti di rappresentanza le cui finestre riflettono sui vetri lazzurro del cielo e del mare. Esposizioni ZOU: Zone d'urgenza Movimento-Movimenti Reghion 2010 Mostra antologica Rabarama. Identit. InCanto - Percorsi celebrativi in ricordo della divina Maria Callas Mostra Figurae (mostra darte moderna e contemporanea artisti italiani) Reggio-Art (Artisti reggini) Mostra Marinai d'Italia Gerardo Sacco Cent'anni dal Terremoto SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Museo Archeologico Nazionale di Reggio CalabriaAperto al pubblico nel 1954, Palazzo Piacentini custodisce le innumerevoli testimonianze delle grandi civilt che, ancora oggi, il sottosuolo continua a restituire con abbondanza. Preistoria e protostoria, numismatica, un lapidario, una pinacoteca e la pi recente sezione di archeologia sottomarina: ogni sala una finestra aperta sul passato, ogni reperto un piccolo gioiello recuperato alla memoria. Anche la Biblioteca del Museo, con oltre diecimila volumi, il laboratorio fotografico e il laboratorio di restauro, sono una riserva di grandi opere del passato. Il Museo Nazionale di Reggio Calabria uno dei musei archeologici pi prestigiosi d'Italia, in quanto ospita numerose e significative testimonianze delle colonie della Magna Grecia fiorite in Calabria. L'istituzione di un museo statale fu promossa dal Soprintendente Paolo Orsi, che intendeva unificare gli oggetti custoditi presso il Museo Civico organizzato dal Comune sin dal 1882 insieme con i reperti frutto delle campagne di scavo da lui condotte sul suolo calabrese. Inaugurato nel 1959, il Museo stato oggetto nel corso degli anni, di trasformazioni di grossa portata, quali l'allestimento, nel 1981, della Sezione di archeologia subacquea, resosi necessario per dare un'adeguata visibilit ai famosissimi Bronzi di Riace rinvenuti nel 1972, nonch la realizzazione del settore al secondo piano dedicato alle colonie della Magna Grecia. La sede che lo ospita, affacciata sulla centrale Piazza De Nava e a breve distanza dall'imbocco del Lungomare I. Falcomat, un edificio progettato, fra i primi in Italia, ai soli fini dell'esposizione museale; opera di Marcello Piacentini, uno dei massimi architetti del periodo fascista, che lo concep in chiave moderna dopo aver visitato i principali musei di Europa Numerosi reperti, la Testa del Filosofo, i Dioscuri, il Kouros e altre opere provenienti dal Museo Archeologico Nazionale della Magna Grecia saranno ospitati presso la Sala Monteleone di Palazzo Campanella (Sede del Consiglio Regionale della Calabria - Via Cardinale Portanova) fino al termine dei lavori di restauro di Palazzo Piacentini. Si comunica che dal mese di luglio e fino al 26 dicembre 2014, tutti i venerd il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria effettuer il prolungamento dell apertura serale dalle 20,00 alle 22,00. L iniziativa stata voluta dal MiBACT per la valorizzazione dei Musei statali pi visitati in Italia. Sito internet: http://www.archeocalabria.beniculturali.it/archeovirtualtour/index.html ------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Le sezioni La sezione preistorica e protostorica documenta che gi nel Paleolitico Inferiore la Calabria era abitata dalluomo. Tra le testimonianze pi interessanti dellera paleolitica vi il Graffito raffigurante un bue, ritrovato nella grotta del Romito di Papasidero(Cs). Oltre alle asce dellet del bronzo, sono senzaltro da vedere alcuni corredi funebri di periodo protostorico provenienti da tombe ritrovate nella localit di Calanna. La parte pi cospicua dei resti conservati al Museo proviene dallarea archeologica di Locri, che si estende per ben 235 ettari. Lantica Locri Epizephiri venne fondata probabilmente da coloni provenienti dalla Grecia centrale, intorno alla fine dellVIII sec. a.C. Da questo primo insediamento si diramarono le successive colonie di Medma ed Hipponion, oggi Rosarno e Vibo Valentia. Gli scavi, condotti da Paolo Orsi nel secondo dopoguerra, fecero ritrovare preziose testimonianze, tra cui vari santuari. Tra i pi importanti, il Santuario dedicato alla Dea Persefone alla Mannella, dove fu scoperta la presenza di un gran numero di Pinakes, tavolette votive in terracotta, impreziosite da altorilievi sapientemente eseguiti. Interessante la ricostruzione di una parte del tempio di Casa Marafioti e le Trentanove Tabelle bronzee provenienti dal Santuario di Zeus, sulle quali riportato lordinamento giuridico della citt di Locri. Anche la sala dedicata al Santuario di Maras merita di essere visitata con attenzione: custodisce le terrecotte decorate che rivestivano le strutture in legno dellantico tempio. Nella stessa sezione sono collocati i reperti del Santuario di Grotta Caruso e Centocamere. Questultimo era il quartiere degli artigiani, da cui provengono ceramiche ed utensili prodotti nelle botteghe, mentre la zona del teatro ha restituito statuette raffiguranti attori ed artisti del V sec. a.C. Abbondanti i gioielli e gli accessori femminili: particolarmente belli gli Specchi in Bronzo che venivano realizzati proprio nella citt di Locri. Infine, tra i reperti pi suggestivi campeggia limponente gruppo dei Dioscuri. Anticamente posti sul frontone del Tempio Jonico di Locri. Le colonie Varie sono le sezioni dedicate alle colonie greche di Reghion, Mtauros, Krimissa, Medma, Kaulonia e Laos. Nella prima sala, dedicata ai reperti provenienti dalla citt di Reggio Calabria, subito visibile la lastra Griso-Labocetta, in terracotta con due figure femminili, databile intorno al VI sec. a.C. Vari e preziosi i reperti ritrovati nei vari santuari e nelle necropoli della citt: statuette, vasi, corredi funerari, specchi...Testa di statuetta fittile con Nella sezione Mtauros si nota, per la sua particolare bellezza, una coppa con decorazioni di uccelli, ed anche anfore e vasi finemente decorati. Da Medma, invece, giunge la testa di donna, con i suoi capelli fluenti e gli orecchini vistosi, alla maniera greca. Ritrovata in una tomba della antica Laos unarmatura completa ed un importante diadema doro.Cratere a figure rosse Dal Tempio di Apollo Aleo, della citt di Krimisa, proviene la testa, ben conservata, della statua dedicata al Dio, ed anche piccoli ex voto. Busto marmoreo maschile di et romana Il Museo Nazionale di Reggio Calabria riserva ancora molte sorprese: la Sezione Numismatica conserva collezioni di monete romane e greche di notevole valore, mentre nel cortile dello stesso museo si possono vedere cippi e basi di statue con interessanti iscrizioni. Una sezione particolare, la Galleria Lapidaria, raccoglie proprio questo genere di reperti, in particolare i resti che riportano antiche epigrafi. Anche la Pinacoteca merita di essere visitata con attenzione: in particolare le due tele di Antonello da Messina, raffiguranti San Girolamo Penitente e I tre Angeli, e Il ritorno del Figliol Prodigo, opera del Mattia Preti. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Bronzi di RiaceI Bronzi di Riace, dopo la lunga permanenza nella sede del Consiglio Regionale della Calabria, da venerd 6 dicembre 2013 sono rientrati al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria (nella centralissima Piazza De Nava). Sono state necessarie particolari operazioni per collocarli sulle basi antisismiche e per completare l'essenziale e provvisorio allestimento museale che far da cornice alle due statue dal 21 dicembre 2013. I Bronzi di Riace, originali scultorei greci di straordinaria importanza, furono rinvenuti, in maniera fortuita, il 16 agosto 1972 nelle acque di Riace Marina, a 200 m dalla costa e ad una profondit di 8 m. Di seguito, tali fondali furono interessati da unindagine stratigrafica (1973) e da prospezioni (1981), che portarono al rinvenimento di 28 anelli in piombo pertinenti alle vele di una nave antica, un frammento di chiglia di nave riconducibile ad un arco cronologico che va dallet romana a quella bizantina e la maniglia dello scudo imbracciato dal Bronzo A. A seguito di un primo intervento conservativo operato presso lallora Soprintendenza alle Antichit di Reggio Calabria, le statue furono sottoposte a restauro strutturale complessivo presso lOpificio delle Pietre Dure di Firenze (1975-1980). Dopo essere state in mostra al Museo Archeologico di Firenze (1980-1981) ed ai Musei Capitolini di Roma (1981), sono, dal 1981, in esposizione permanentemente presso il Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, dove sono state sottoposte ad un ulteriore intervento di restauro tra il 1992 e il 1995. La tecnica utilizzata per la realizzazione dei Bronzi, ha previsto la saldatura di parti fuse separatamente: testa, torace, braccia (distinte in tre settori, mani, gambe, piedi, dita medie dei piedi). Sotto laspetto stilistico, le due statue sono articolate secondo un medesimo schema a chiasmo (alla gamba destra che sostiene tutto il peso del corpo corrisponde il braccio sinistro che sorregge lo scudo) ed arti di scarico (alla gamba sinistra flessa corrisponde il braccio sinistro che tiene la lancia). Esse possono essere state realizzate per essere esposte insieme ad altre in un donario, oppure essere state ex voto presso un santuario greco. Non da escludere, daltra parte, che le due statue siano state accostate solo al momento del trasporto per mare. Alcuni studiosi (G. Dontas) pensano che, nonostante le differenze, si possa attribuire entrambe le statue a uno stesso periodo, intorno alla met del V sec. a.C., e allo stesso ambiente, presumibilmente quello dellAttica. Altri (A. Di Vita) sottolineano le differenze, attribuendo al 460 a.C. il Bronzo A, fortemente legato allo stile di Mirone e al 430 a.C. il Bronzo B, gi influenzato da sculture attiche. Per la collocazione in Grecia di esse, di recente, sulla base dei risultati delle analisi sulle terre di fusione, che indicano come possibile luogo di produzione Argo, stata proposta (P. Moreno) la pertinenza ad un donario innalzato nellagor di questo centro del Peloponneso raffigurante i Sette a Tebe, eroi argivi che attaccarono la citt di Tebe, rimanendo sconfitti e morendo tutti: il Bronzo A sarebbe Tideo, il Bronzo B Anfiarao, i loro autori Agelada ed Alcamene. Per la loro collocazione in Magna Grecia, unipotesi (S. Stucchi) quella che si tratti dellolimpionico locrese Euthymos di Locri, vincitore per tre volte nel pugilato; il Bronzo B, realizzato da Pitagora di Reggio poco dopo il 470 a.C. potrebbe rappresentare latleta dopo aver sconfitto il mostro di Temesa; il Bronzo A, opera di un artista megaloellenico, databile poco prima del 435 a.C., latleta divenuto eroe dopo la morte. Bronzo A Il Bronzo A, alto 1.98 m, si caratterizza per limpiego di molteplici materiali per la realizzazione di dettagli anatomici: i bulbi oculari sono in avorio (le pupille, non conservate, erano presumibilmente realizzate in pasta vitrea o con pietre preziose), le labbra in rame, i cinque denti dellarcata superiore sono resi mediante una lamina dargento modellata. I capezzoli sono realizzati con una lega a bassa quantit di stagno, che conferisce loro un particolare colore rosa tenue. La testa venne originariamente concepita priva di elmo, come dimostra laccuratissima resa dei capelli su tutta la calotta al di sopra della fascia che li trattiene. Sulla sommit del capo, inoltre, presente un foro atto, forse, ad ospitare un meniskos (perno acuminato di bronzo funzionale a tenere lontani gli uccelli dalle statue). In un secondo, tempo, tuttavia, fu alloggiato un elmo corinzio, come attestano segni di appoggi sulla nuca e sulla fascia, oltre che la trasformazione delloriginario foro in un alloggiamento squadrato per lelmo stesso. In quelloccasione le orecchie, ben modellate, furono coperte da ciocche applicate. Bronzo B Anche il Bronzo B, alto 197 m, si caratterizza per limpiego di molteplici materiali per la realizzazione dei dettagli anatomici: locchio destro (lunico conservato) ha la cornea realizzata in pietra bianca con iride ad anelli concentrici bicromi (bianco e rosa) e pupilla nera. Le labbra sono in rame ed capezzoli sono realizzati con una lega a basso quantitativo di stagno che conferisce loro un particolare colore rosa tenue. La scultura presenta segni di rimaneggiamenti: il braccio destro e lavambraccio sinistro presentano segni di rimaneggiamenti apportati mediante limpiego di una lega con forte percentuale di piombo, secondo una consuetudine tipica dellet ellenistica e romana. Il Museo Nazionale di Reggio Calabria uno dei musei archeologici pi prestigiosi d'Italia. La sede che lo ospita, affacciata sulla centrale Piazza De Nava e a breve distanza dall'imbocco del Lungomare I. Falcomat, un edificio progettato, fra i primi in Italia, ai soli fini dell'esposizione museale; opera di Marcello Piacentini, uno dei massimi architetti del periodo fascista, che lo concep in chiave moderna dopo aver visitato i principali musei di Europa. Sito Web Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Bronzi di Riace SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo della ProvinciaPalazzo Foti un importante edificio di ReggioCalabria,sede dell'amministrazione provinciale. E' uno scrigno pieno di tesori, di ispirazione umbertina progettato da Gaetano Spinelli e Camillo Autore nel 1920. Una splendida scala, impreziosita da unara di epoca romana, recentemente restaurata, introduce ai saloni del piano superiore. Si giunge cos nellandrone, dove si conservano alcune opere dello scultore Panetta, e dellartista Francesco Jerace. Nella Sala del Consiglio sono raffigurate alcune scene di storia reggina: una grande pala marmorea di Alessandro Monteleone ritrae il sacrificio dei martiri di Gerace, lo sbarco di Garibaldi, la difesa della citt di Reggio. Due grandi mosaici di A. Mori riprendono il miracolo di S. Paolo e la colonna ardente e la partecipazione dei nobili reggini alle crociate. LUfficio del Presidente ospita una grande tela di Giuseppe Benassai, del 1869, intitolata La raccolta del grano, un olio,Contadini di Domenico Augimeni, e una testa in marmo di donna dormiente di Francesco Panetta. Nel soffitto dellelegante Salone rosso un grande dipinto con lallegoria del fenomeno della Fata Morgana, opera dellartista Galante. Due teste di donna scolpite da Jerace impreziosiscono ulteriormente il salone. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo SpinelliLantica residenza risale al 1920, edificio stile liberty che sorge sul Lungomare di Reggio Calabria. Il palazzo si distingue per lo stile sobrio ed elegante: le finestre ad arco, le colonne, la balaustra, la veranda superiore con il giardino pensile, il grande portale d'ingresso ne fanno un simbolo della Reggio Bella e Gentile del passato. Casa Spinelli rappresenta, infatti, uno degli edifici pi originali di architettura liberty presente sul territorio reggino. Il prospetto principale, su via Zecca, presenta nella parte centrale un corpo avanzato che comprende al piano terra l'ingresso con arco a tutto sesto con decorazioni a motivi floreali e al piano superiore finestre sorrette da mensole e ornate di cornici. Il prospetto sul mare si presenta a due livelli, al piano terra un alto basamento in leggero bugnato ed una serie di finestre ad arco; il corpo centrale presenta una finestratura tripartita divisa da piccole colonne, archi sovrastati da timpani che contengono decorazioni floreali; dalla linea delle colonne si dipartono le paraste che sostengono la balaustra in cemento nel corpo laterale legato a Casa Giuffr, il grande portale di ingresso in ferro contenuto tra due lesene che sorreggono un arco semicircolare sovrastato dalla veranda. Al piano superiore si ripete il ritmo delle finestre sostenute da mensole e ornate da cornici e dopo un fregio scanalato la balaustrata in cemento del terrazzo. Nella soluzione d'angolo, al piano terra tra le due lesene che sinnalzano sino alla veranda, viene utilizzata la stessa finestratura usata nel corpo centrale, mentre al secondo livello si apre un'ampia veranda con giardino pensile che utilizza elementi in ferro battuto in stile liberty. Confina con Villa Zerbi e Palazzo Scordino, nell'area delimitata da via Giulia, via Zecca e via Marina. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Pinacoteca CivicaLa Pinacoteca Civica, concepita negli anni Ottanta, diventa parte integrante di un nuovo circuito culturale, luogo deputato all'eccellenza che, attraverso i suoi tesori esposti, rende merito ad un prestigioso patrimonio artistico finora trascurato. L'adeguamento dei locali alle nuove finalit e lo studio di spazi espositivi, raffinati ed innovativi, consentono di ammirare opere esclusive di collezioni private donate alla Citt da nobili famiglie reggine e da personaggi illustri, custodite per lunghi anni presso il Museo Nazionale. Oltre ad esse, dipinti e sculture, fino ad ora esposte nei saloni di rappresentanza e nei palazzi comunali, completano la collezione formatasi attraverso lasciti e acquisti. Sar cos possibile un viaggio immaginario nell'arte pittorica meridionale: dalle celebri opere di Antonello da Messina a quelle di Luca Giordano, Lavagna Fieschi, Salfi, Jerace, Rodriguez, Covelli, dei grandi artisti reggini Cannizzaro e Benassai. Nella sezione dedicata al '900 custodito un pregevole quadro di Renato Guttuso dedicato al pescatori del pescespada. Collocata nel Palazzo che sede del Teatro Francesco Cilea, la Pinacoteca arricchisce quell'itinerario turistico-culturale immaginato all'interno del Centro Storico. Le splendide collezioni esposte vivono nel loro fulgiso splendore, in una rassegna antologica della storia dell'arte italiana e si propongono quale prezioso strumento didattico per le giovani generazioni. Orario di apertura valido dal07/04/2015 Da marted a domenica: ore 9.00-13.30/ 14.30-19.00 (ultimo ingresso ore 18.40) Luned chiuso SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Athena PromacosIl monumento stato eretto nel punto dove sbarc Vittorio Emanuele III il 30 luglio 1900, toccando per la prima volta il suolo nazionale da sovrano, dopo la morte del padre, Umberto I. Progettato dallArch. Camillo Autore, fu inaugurato nel maggio del 1932, la scalinata e la statua in bronzo, che rappresenta Athena Promacos, sono opera dello scultore Bonfiglio. A conclusione dei lavori che hanno ridato splendore al tratto pi suggestivo della citt di Reggio Calabria, il monumento stato posto sul lungomare, sulle acque antistante lArena dello Stretto, dove sorgeva la cultura, in ricordo dello sbarco di Vittorio Emanuele III a Reggio in veste di nuovo Re dItalia. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Monumento a Corrado AlvaroAccanto al museo della Magna Grecia si erge il riconoscimento della citt e della provincia a Corrado Alvaro, che apport tanto vanto alla cultura italiana. E composto da tre distinti blocchi a forma di cubo sulle cui facciate sono scolpiti pensieri, frasi e personaggi delle sue opere, oltre al busto stesso dello scrittore. Il monumento stato progettato da Alessandro Monteleone (1965) ed costruito in travertino. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Itinerari religiosiItinerario Religioso Un percorso alla scoperta della Reggio Calabria mistica, la cui storia permeata di spiritualit e religione, per ammirare luoghi sacri, chiese, monasteri e un autentico scrigno di ricchezze sparse in ogni angolo, via e piazza della citt. Informazioni utili Partenza e arrivo: Lungomare Falcomat/Corso Matteotti. Con i mezzi pubblici: - Partenza Aeroporto Tito Minniti: possibile usufruire del servizio taxi disponibile alluscita dellaerostazione, o servirsi degli autobus della linea urbana ATAM, disponibili al parcheggio dellaeroporto e diretti in centro citt. La fermata in via Del Torrione, in prossimit del tapis-roulant. Il costo del biglietto urbano di 0,80 e la durata di 90 minuti. -Partenza Stazione Ferroviaria: sulla piazza Garibaldi, antistante la stazione centrale, sono presenti i capolinea di numerose linee urbane di autobus. In alternativa, il tapis-roulant raggiungibile col servizio taxi reperibile di fronte luscita della stazione, o anche a piedi, con una breve passeggiata. -Partenza Porto: dal porto possibile usufruire degli autobus della linea urbana diretti in centro citt. La fermata, in corrispondenza del tapis-roulant, in Corso Matteotti ed raggiungibile anche a piedi, con una breve passeggiata. Con i mezzi privati: - Il Lungomare di Reggio percorribile liberamente con mezzi privati. La sosta a pagamento nei giorni feriali con costo di 0,50 per unora; 2,00 per quattro ore e 4,00 per lintera giornata. Tapis-roulant: - Dal Lungomare possibile salire sul Corso Garibaldi e accedere alla parte alta della citt a piedi o usufruendo del tapis-roulant. La corsa del tapis-roulant parte dalla via Giudecca, angolo Corso Matteotti, e termina in Via Reggio Campi, inizio del percorso religioso. Mattina Chiesa del Sacro Cuore e Convento della Visitazione Il viaggio alla scoperta dei luoghi sacri della citt ha inizio sulla via Reggio Campi, dove, al termine della corsa del tapis-roulant, si pu subito ammirare la Chiesa del Sacro Cuore con lannesso Convento della Visitazione che ha ospitato lordine delle Suore di Clausura. Muovendosi sulla destra si incontrano le antiche Tre Fontane, luogo ricercato dai reggini che vi si fermano per ammirare il panorama dello Stretto, dalla caratteristica prospettiva di Via Giulia, una delle c.d. Strade cannocchiale che, dal cuore della citt alta, giungono sino ai palmizi del lungomare. Sulla sinistra dellattigua Via Giudecca si staglia Villa Nesci, interessante esempio darchitettura stile tardo liberty. Monastero e Chiesa di San Domenico Proseguendo sulla Via Reggio Campi, dopo circa 200 metri, si trovano il Monastero e la Chiesa di San Domenico, ricostruita dopo il tragico terremoto del 1908 che ha raso al suolo lintera citt. A navata unica, ospita uninteressante tela di un ignoto napoletano del sec. XVII, un bassorilievo e le vetrate dellartista mammolese Nik Spatari. Dal sagrato della Chiesa si pu ammirare un ampio panorama dello Stretto di Messina. Risalendo lungo la Via Reggio Campi si giunge ad un incrocio con la Via Vecchia Cimitero. Percorrendo circa 150 metri si arriva alla Chiesa della Madonna dei Poveri al Trabocchetto, ritenuta ledificio cristiano pi antico della citt, comunemente conosciuta come la Chiesa di Pepe, dal nome di colui che la restaur dopo il crollo causato dal terremoto del 1783 e il conseguente abbandono. Al suo interno possibile ammirare una tela ad olio settecentesca raffigurante la Madonna dei Poveri e due antiche finestre adeguate ad altari. Sono presenti, inoltre, diversi elementi interessanti tra cui dei graffiti che raffigurano un nome greco, disegni e simboli apotropaici. Chiesa di San Paolo e Parco della Rotonda Tornando sulla Via Reggio Campi e proseguendo per circa 300 metri si giunge alla Chiesa di San Paolo, che si presenta con una facciata dallo stile neoclassico dispirazione romanica. Sul sagrato si trova la statua del Santo, mentre i tre portali, oltre a rappresentarne la vita, raffigurano una serie di scene bibliche sui temi del bene e del male. Linterno ricco di mosaici e di opere darte dei secoli XVII e XVIII. Adiacente alla chiesa si trova il Piccolo Museo San Paolo che custodisce unampia raccolta di icone, oggetti, arredi sacri e una pinacoteca. Nato grazie alla passione e allimpegno del parroco di S. Paolo, Mons. Francesco Gangemi, il museo aperto al pubblico il mercoled e il sabato dalle ore 9:30 alle 12:30 e lingresso gratuito. Procedendo nel cammino alla scoperta delle bellezze reggine, da non perdere la Rotonda che offre un belvedere sulla citt e sul mare. Sottostante la Piazza della Rotonda, si trova lomonimo Parco, che si estende su una superficie di diversi ettari dal belvedere di S. Paolo sino al quartiere di SantAnna. Dalle eleganti soluzioni architettoniche, il complesso conta un bellanfiteatro, vasche e giochi dacqua, ambienti coperti e gallerie realizzate con efficaci gazebo, offrendo ai visitatori unoasi di verde nel bel mezzo della citt. Santuario del Volto Santo Partendo dal Parco della Rotonda e camminando per circa 400 metri verso monte si imbocca la via Andiloro sulla quale si erge il Santuario del Volto Santo che custodisce la tomba di San Gaetano Catanoso (1879-1963), fondatore della congregazione delle Suore Veroniche del Volto Santo e dellannesso convento. Nel luogo sacro possibile visitare, inoltre, la camera da letto e lo studio contenente scritti e oggetti personali del santo reggino. Pomeriggio La cattedrale Dopo un lauto pranzo a base di piatti tradizionali, presso uno dei rinomati ristoranti tipici della citt, litinerario riprende con limperdibile visita alla Cattedrale. Accessibile (dalle ore 7.00 alle 12.00 e dalle 15.45 alle ore 19.00- Ora legale: 16.00/20.00) sia dalla adiacente Piazza Duomo che dalla laterale via Crocefisso, la Basilica reggina presenta unarchitettura decisamente consona alla natura mediterranea e solare della citt, sia per le forme che per il colore, avvicinabile allo stile neo romanico nella facciata e gotico negli interni. Le origini della Cattedrale, considerata la pi ampia della Calabria, si fanno risalire alla fondazione della Chiesa da parte di San Paolo, che sost a Reggio durante il viaggio che in catene lo portava a Roma nel 56 d.C., in occasione del quale convert la popolazione al cristianesimo. Sulla scalinata antistante la facciata del Duomo si trovano le monumentali statue di S. Paolo e S. Stefano da Nicea, opere dello scultore Francesco Jerace. Linterno, a tre navate, custodisce elementi di una certa rilevanza, tra i quali spicca la Cappella del Sacramento, realizzata nel 1539 per volont dellarcivescovo Agostino Gonzaga, uno dei pochi esempi di arte barocca nella Calabria meridionale. Tutta rivestita in marmi intarsiati, detti mischi, sulla parete absidale ospita un altare monumentale in marmo policromo circondato da colonne di pregiato porfido nero, mentre nella parte alta dellabside collocato il quadro secentesco (1665) del pittore Domenico Marol di Messina, raffigurante il Sacrificio di Melchisedech. presente, inoltre, il pergamo monumentale, originale creazione architettonica di Francesco Jerace fatta erigere dal cardinale Gennaro Portanova, scampata al terremoto del 1908. Allinterno del Duomo sono custoditi, inoltre, sepolcri seicenteschi e i resti della colonna di San Paolo, testimonianza della prodigiosa conversione dei reggini. Chiesa degli Ottimati Uscendo dal Duomo dalla porta laterale che d su Via Crocefisso e svoltando a sinistra sulla Via Cimino, dopo 200 metri si giunge alla Chiesa degli Ottimati (o di Santa Maria Annunziata). Un vero e proprio gioiello architettonico, di origine bizantina, retto dalla comunit dei Gesuiti e aperto al pubblico dalle ore 7:30 alle 11:30 e dalle ore 17:30 alle ore 20:15. Di particolare valore artistico la pala dellaltare che rappresenta lAnnunciazione, opera giovanile di Agostino Ciampelli. Il pavimento a mosaico proviene in parte dalla basilica normanna di Terreti. Nel tempio sono custoditi, inoltre, gli stemmi in marmo degli Altavilla e dei Borboni, nonch quelli delle nobili famiglie reggine Filocamo e Griso. In prossimit della Chiesa degli Ottimati si trova il Castello Aragonese, sede di mostre darte e di pittura, circondato dallomonima piazza attrezzata con panchine e vialetti. Scendendo dalla via Castello e proseguendo lungo la via Bernardino Telesio si arriva, dalla scalinata di Piazza Camagna, sul Corso Garibaldi, arteria commerciale della citt, dove possibile anche assaporare i gustosi gelati, le granite e le altre specialit dolciarie reggine. Sul Corso, inoltre, si trovano molte delle antiche vestigia cittadine (Palazzo Foti, Palazzo San Giorgio, Palazzo della Prefettura), il Teatro Comunale Francesco Cilea e la Pinacoteca Civica, luogo deputato all'eccellenza che, attraverso lesposizione di veri e propri tesori, rende merito ad un prestigioso patrimonio artistico finora trascurato. Chiesa di San Giorgio al Corso e Statua dellAngelo Tutelare Proseguendo lungo il cammino sul Corso Garibaldi, dopo circa 100 metri, si incontra la Chiesa di San Giorgio al Corso dedicata al patrono della citt. La prima chiesa dedicata al Santo fu distrutta durante il terremoto del 1908. Ricostruito nellarea del vecchio orfanotrofio su progetto dellarchitetto Camillo Autore, ledificio fu inaugurato il 26 maggio 1935 da Monsignor Pujia, alla presenza dei Principi di Savoia. Fu denominato anche Tempio della Vittoria, su iniziativa del parroco Demetrio Moscato, futuro arcivescovo di Salerno, il quale propose di onorare con la nuova chiesa la memoria dei caduti della Prima guerra mondiale. Ledificio si presenta con una facciata classicheggiante dove domina un portale monumentale sovrastato da una vetrata nella quale raffigurata limmagine di San Giorgio che uccide il drago. Sul portale si possono ammirare bassorilievi raffiguranti momenti della prima guerra mondiale e i nomi delle localit ove si combatterono le battaglie pi importanti (Monte Negro, Carso, Bligny, Montello, Isonzo, Bainsizza, Monte Grappa, Piave). La pianta della chiesa a croce latina ad una sola navata fiancheggiata da cappelle e nella parte centrale si erge la maestosa cupola alta 32 metri. Il soffitto coperto con volta a botte. Labside, decorata con mosaici, accoglie in alto la figura di Cristo seduto tra sei angeli e in basso la figura di San Giorgio tra i quattro evangelisti. Nella piazza antistante lingresso visibile la Statua dellAngelo Tutelare, opera seicentesca di importante valore artistico, simboleggiante un guerriero con in mano uno scudo raffigurante leffigie di San Giorgio. Allinterno del cortile, in corrispondenza dellabside, sono stati rinvenuti reperti della Chiesa Abbaziale di San Giovanni dAcoliva, pertinente allomonimo convento femminile dellordine Benedettino sorto nel XII secolo. Chiesa Cattolica di San Giuseppe Uscendo dal Tempio della Vittoria, superando il tapis-roulant e procedendo per circa 100 metri, si giunge alla Chiesa Cattolica di San Giuseppe dove si conclude litinerario religioso. Ledificio, progettato da R. Pedace in stile gotico-italiano, gi esistente nel 1598, venne raso al suolo due volte dal terremoto del 1783 e del 1908. Del vecchio edificio si conserva una pala daltare, custodita presso le Salesiane, raffigurante la Madonna della Vittoria e la citt di Reggio Calabria. Allinterno della chiesa si trovano una tela di S. Filippo Neri e due quadri della Madonna Assunta.ITINERARI
Itinerari shoppingItinerario Shopping Un percorso per le vie dello shopping, lungo il Corso Garibaldi e le strade che lo intersecano a scacchiera. Una vera e propria passerella, al centro della movimentata vita cittadina, dove sfilano gli atelier dalta moda, le botteghe artigianali e i negozi di souvenir, ma anche antiche vestigia storiche, pasticcerie e gelaterie dove gustare le specialit reggine. Informazione utili Partenza e arrivo: Piazza De Nava/Piazza Garibaldi. Con i mezzi pubblici: - Partenza Aeroporto Tito Minniti: possibile usufruire del servizio taxi disponibile alluscita dellaerostazione, o servirsi degli autobus della linea urbana ATAM, disponibili al parcheggio dellaeroporto e diretti in centro citt. Il costo del biglietto urbano di 0,80 e la durata di 90 minuti. La fermata proprio accanto al Museo, sulla piazza De Nava, inizio del tour. -Partenza Stazione Ferroviaria: sulla piazza Garibaldi, antistante la stazione centrale, sono presenti i capolinea di numerose linee urbane di autobus. In alternativa, Piazza De Nava raggiungibile con una fermata di treno (Stazione Centrale-Stazione Lido), proseguendo poi a piedi lungo il breve tratto di via D. Romeo, o col servizio taxi reperibile di fronte luscita della stazione. -Partenza Porto: dal porto possibile usufruire degli autobus della linea urbana diretti in centro citt. La fermata in corrispondenza del Museo, ma la piazza facilmente raggiungibile anche a piedi con una breve passeggiata. Con i mezzi privati: - E' possibile raggiungere il centro storico con mezzi privati, usufruendo dei parcheggi disponibili nellarea del Lungomare, del Lido Comunale, o delle vie parallele, e proseguendo a piedi sino al Corso Garibaldi, che isola pedonale. La sosta a pagamento nei giorni feriali con costo di 0,50 per unora; 2,00 per quattro ore e 4,00 per lintera giornata. Mattina Piazza De Nava e Museo Nazionale della Magna Grecia Il tour alla scoperta dellanima commerciale della citt di Reggio ha inizio da Piazza De Nava, sulla quale sorge lomonima statua marmorea del reggino Giuseppe De Nava, giurista, ministro del Regno dItalia negli anni 1916-21 ed accanito difensore dei diritti della sua gente. Tra il basamento e la statua, opera di F. Jerace (1936), si trovano scolpiti due stemmi, di cui uno rappresentante San Giorgio a cavallo che colpisce il drago. Ai lati, invece, si incastona una monumentale fontana a due bocche. Sulla piazza si affaccia il Museo Nazionale della Magna Grecia, uno dei pi importanti musei archeologici dItalia, ospitato nel Palazzo Piacentini, che custodisce un ingente patrimonio di reperti rinvenuti in oltre cento anni di scavi e ricerche sul territorio regionale, attraverso il quale rivivere la millenaria e gloriosa storia della citt. Aperto al pubblico nel 1954, il Museo un autentico scrigno di tesori che non finisce mai di stupire, accogliendo le innumerevoli testimonianze delle grandi civilt che il sottosuolo continua a restituire in abbondanza, la cui visita richiede quasi unintera mattinata. Oltre ai Bronzi di Riace, i due vigorosi guerrieri recuperati nel mar Jonio, in localit Riace, il 16 agosto 1972 che dallalto dei loro 2.500 anni di vita continuano a rappresentare il fiore allocchiello del Museo e, probabilmente, il pi sensazionale ritrovamento archeologico marino dello scorso secolo, esistono uninfinit di preziosi reperti di notevole importanza storico-artistica, suddivisi nelle diverse sezioni in base al periodo storico. Preistoria e protostoria, numismatica, archeologia sottomarina: ogni sala una finestra aperta sul passato, ogni reperto un piccolo gioiello recuperato alla memoria. Tra le testimonianze pi interessanti meritano di essere ricordate: il Graffito dellera paleolitica, raffigurante un bue, ritrovato nella grotta del Romito di Papasidero (CS), i corredi funebri dellet del bronzo rinvenuti nella localit di Calanna, le Pinakes, tavolette votive in terracotta, impreziosite da altorilievi, ritrovate nella ricca area archeologica di Locri Epizephiri; limponente Gruppo dei Dioscuri, provenienti dal Santuario di Maras a Locri, la Testa del Filosofo, magnifico bronzo risalente, probabilmente, al V sec. a.C., ritrovato nella zona di Porticello (RC), e la testa di marmo raffigurante il dio Apollo, rinvenuta nellantica Krimisa, lodierna Cir Marina. Anche la Biblioteca del Museo, con oltre diecimila volumi, il laboratorio fotografico e il laboratorio di restauro, sono una riserva di grandi opere del passato. Palazzo Corigliano e Teatro Siracusa Uscendo dal Museo, inizia il tour vero e proprio sul Corso Garibaldi, arteria commerciale e luogo simbolo della socialit cittadina, dove passeggiare, incontrare gente nei bar e nei tipici caff, ammirare le vetrine e fare shopping, circondati da opere artistiche e storiche di un certo rilievo. Intitolato a Giuseppe Garibaldi nellagosto 1861, dopo la conquista garibaldina di Reggio Calabria, negli anni successivi laccrescersi della citt determin dapprima il suo prolungamento, verso Sud, oltre la Villa Comunale, sino alla nuova Stazione ferroviaria e successivamente, verso Nord dal viale Amendola, nonch la sua ricostruzione con canoni architettonici unitari e il ridisegno delle piazze. La recente pedonalit, il rinnovato sistema di arredi, gli eleganti negozi e ritrovi aperti nei piani terreni degli edifici e le vestigia storiche, ne fanno oggi il salotto della citt. Camminando da nord a sud lungo il Corso, si incontra, sulla destra, il Palazzo Corigliano. Ledificio, sede di un elegante emporio, sub alla fine degli anni settanta del secolo scorso notevoli danni in seguito ad un incendio, ma un recente restauro lha riportato ad essere uno degli esempi degni di nota di architettura stile liberty della citt. Dopo pochi metri, sulla sinistra, si pu ammirare il Teatro Siracusa, altro significativo esempio del liberty reggino, ultimato nel 1925 e caratterizzato da un sobrio equilibrio tra struttura, decorazione e forma. Linterno impreziosito di decorazioni e bassorilievi dello scultore Ezio Roscitano. Da non perdere uno sguardo alle c.d. strade cannocchiale che si intersecano a scacchiera con il Corso Garibaldi, che regalano un piacevole effetto ottico e una splendida vista. Una pausa pranzo in uno dei numerosi ritrovi e ristoranti presenti lungo il Corso Garibaldi e un po di shopping, serviranno a riprendere il fiato prima di proseguire con il tour pomeridiano. Pomeriggio Tempio della vittoria e Statua dellAngelo Tutelare Il tour riprende, circa 300 metri pi a sud, con la Chiesa di San Giorgio al Corso, conosciuta anche come Tempio della Vittoria, in onore dei caduti della prima guerra mondiale. Il precedente luogo di culto dedicato al Santo patrono della citt fu distrutto durante il terremoto del 1908 e il nuovo edificio fu inaugurato nel 1935 alla presenza dei Principi di Savoia. Ledificio si presenta con forme semplici ma imponenti ed una facciata classicheggiante dove domina un portale monumentale sovrastato da una vetrata nella quale raffigurata limmagine di san Giorgio che uccide il drago, simbolo storico della citt di Reggio. Nella piazza antistante lingresso della Chiesa visibile la Statua dellAngelo Tutelare. Importante monumento, di grande valore artistico e storico, la statua in marmo bianco, raffigurante San Michele Arcangelo una delle poche testimonianze della citt seicentesca. Sul lato sinistro della piazza si erge Palazzo Mazzitelli, la cui entrata principale sul lato opposto sulla via Fata Morgana, edificio in stile liberty caratterizzato dalla presenza di colonne, balconi in ferro battuto ed eleganti decorazioni a rilievo. Teatro F. Cilea e Pinacoteca Civica Poco pi avanti si giunge al maestoso Teatro Comunale Francesco Cilea, dedicato al massimo compositore calabrese, la cui storia affonda le radici sul finire del secondo decennio del secolo scorso. La struttura, che ebbe lonore di ospitare artisti del calibro di Maria Callas, si presenta raffinata nellarchitettura e negli arredi, con uno stile classico e sobrio, la cui facciata principale costituita da un corpo centrale sporgente al piano terra al quale si accede attraverso una scalinata centrale e due rampe laterali carrabili. Dal portico si passa allatrio realizzato su due livelli e caratterizzato da colonne raffinate e rivestimenti in marmo. Il teatro stato oggetto di un recente restauro che lha restituito alla citt dopo oltre un decennio. Dal 2008, alcuni locali delledificio ospitano la nuova Pinacoteca Civica che, attraverso gli innumerevoli tesori esposti, rende merito ad un prestigioso patrimonio artistico finora trascurato. L'adeguamento dei locali e lo studio di spazi espositivi, raffinati ed innovativi, consentono di ammirare opere esclusive di collezioni private custodite per lunghi anni presso il Museo Nazionale ed altre gallerie. La visita alla Pinacoteca significa percorrere un viaggio immaginario nell'arte pittorica meridionale: dalle celebri opere di Antonello da Messina a quelle di Luca Giordano, Lavagna Fieschi, Salfi, Jerace, Rodriguez, Covelli, fino ai grandi artisti reggini Cannizzaro e Benassai. Nella sezione dedicata al '900 custodito un pregevole quadro di Renato Guttuso dedicato al pescatori del pescespada. Lorario di apertura 9:30/12:30 16:30/17:30, nei giorni da marted a domenica. Il costo del biglietto dingresso 4,00 (intero); 2,00 (ridotto). Piazza Italia e i Palazzi Di fronte al Teatro comunale si trova Palazzo San Giorgio, sede dellAmministrazione Comunale. Ledificio fu ultimato nel 1921 su progetto dellarchitetto palermitano Ernesto Basile, esponente di chiara fama del liberty internazionale, ma l'inaugurazione ufficiale avvenne il 27 aprile 1922 alla presenza del Re Vittorio Emanuele III. Il manufatto architettonico si presenta a due piani fuori terra con un impianto planimetrico di forma quasi quadrata, suddiviso in due parti collegate da una galleria che si apre su Corso Garibaldi e Via Miraglia. Il primo piano caratterizzato da locali ricchi di decorazioni in stile liberty (sala dei lampadari, sala del sindaco, sala del Consiglio, ecc.). Il prospetto principale si sviluppa su un basamento sormontato da unarticolazione di finestre con arco a tutto sesto e cornice, a bugnato (piano terra) e architravate (piano primo), nonch stemmi e fregi su cui appoggia un ampio cornicione con balaustra. Lingresso principale, su Piazza Italia, inserito al centro dellasse architettonico, rappresentato da un corpo avanzato simile alla sagoma di una torre, sormontato da un balcone e caratterizzato da un orologio, una campana e motivi ornamentali. Allinterno custodita unimportante collezione di opere di artisti meridionali dellottocento e dei primi anni del novecento. Piazza Italia, precedentemente intitolata a re Vittorio Emanuele, stata cos rinominata dai reggini per la presenza del Monumento allItalia, in marmo bianco di Carrara, che lo scultore Rocco Larussa realizz appositamente nel 1868. La piazza fu il centro della citt greca e romana, lantica Agor, con i templi, le terme, gli edifici, i cui resti sono oggi visibili, attraverso larea archeologica recintata che si apre sulla pavimentazione, ancora oggi oggetto di scavi per il recupero di quella che stata definita una citt sotto la citt. Oltre a Palazzo San Giorgio, su Piazza Italia si affacciano anche il Palazzo della Provincia e il Palazzo del Governo. Il primo uno scrigno di tesori progettato da Gaetano Spinelli e Camillo Autore nel 1920. Una splendida scala, impreziosita da unara di epoca romana, recentemente restaurata, introduce ai saloni del piano superiore. Si giunge cos nellandrone, dove sono conservate alcune opere degli scultori Panetta e Jerace. La Sala del Consiglio possiede una grande pala marmorea con altorilievi di Alessandro Monteleone raffiguranti importanti vicende della storia reggina: il sacrificio dei martiri di Gerace, lo sbarco di Garibaldi, la difesa della citt di Reggio. Due grandi mosaici di A. Mori riprendono il miracolo di S. Paolo e la partecipazione dei nobili reggini alle crociate. LUfficio del Presidente ospita una grande tela di Giuseppe Benassai intitolata La raccolta del grano (1869), mentre, nel soffitto dellelegante Salone rosso, un grande dipinto rappresenta lallegoria del fenomeno della Fata Morgana, opera dellartista Galante. Il Palazzo del Governo, sede della Prefettura, fu il primo palazzo edificato con criteri antisismici a Reggio Calabria, nel 1921 dallarch. Gino Zani. Perfettamente in sintonia con lambiente, con le ampie logge, i giardinetti pensili, i portali in ferro battuto, gli ambienti luminosi e i colori mediterranei, la struttura si articola in due corpi di fabbrica su differenti livelli che seguono landamento del terreno. Il prospetto principale sottolineato dai portoni centrali dingresso, in ferro battuto, riccamente decorati e da unampia balconata sormontata da una cornice a motivi floreali e geometrici. Una balaustra arricchita da due coppie di statue ne segna laltezza. Nelle pareti e lungo i prospetti laterali, una serie di aperture ribadiscono i motivi decorativi della parte centrale in forma stilizzata. Allinterno vanno segnalati lo scalone donore e gli affreschi dei saloni, in particolare La ricostruzione, di Andrea Alfano. Castello Aragonese e Cattedrale Proseguendo per circa 200 metri, si arriva a Piazza Camagna, dalla quale, percorrendo la scalinata monumentale, si giunge al Castello Aragonese, uno dei simboli della citt di Reggio Calabria. Del grande castello restano solo due torri e la cortina che li collega. I rifacimenti precedenti erano stati ordinati da Ferdinando DAragona nel 1458. Di certo si pu dire che esisteva gi nel sec. XI, ma probabile che sussistesse sin dal IV-V sec. d.C. Purtroppo, dopo la ricostruzione della citt a causa del sisma del 1908, gran parte della fortezza, venne demolita. Oggi, dopo il recente restauro che ha interessato anche la piazza antistante, il castello viene utilizzato come sede di mostre temporanee ed eventi culturali. In zona, si pu visitare anche la Chiesa degli Ottimati, lunico edificio religioso in stile arabo-normanno della citt. sufficiente varcare la soglia della graziosa chiesetta, per respirare il misticismo delle prime congreghe basiliane giunte da Oriente. La chiesa originaria aveva una pianta quadrangolare, tre absidi orientate nascoste esternamente da un muro rettilineo; le tre navate erano coperte da cinque cupolette secondo un modello bizantino applicato nella regione in edifici tutti databili tra la fine del X secolo e l'XI secolo, tra cui la Cattolica di Stilo. Nellattuale Chiesa si conservano i mosaici dellantico edificio ed un dipinto dellAnnunciazione risalente al 1597. Procedendo lungo la Via Cimino, in direzione sud, si fiancheggia la Cattedrale di Reggio Calabria, il cui ingresso principale si trova nellomonima piazza. Il tempio presenta unarchitettura non rigorosa, ma decisamente consona alla natura mediterranea e quindi solare della citt, sia per le forme che per il colore, avvicinabile allo stile neoromanico nella facciata e influenzata dal gotico negli interni. La Cattedrale fu riedificata sulle rovine del precedente Duomo, esistente gi nel 1453, distrutto dal terremoto del 1908, ed oggi la pi ampia della Calabria. Uscendo dal Duomo e attraversando la piazza, si ritorna sul Corso Garibaldi, dove si pu fare una piccola pausa tra i prestigiosi negozi, le gelaterie e pasticcerie, prima di avviarsi alla conclusione del tour. Villa comunale e Piazza Garibaldi Riprendendo il cammino da Piazza Duomo, a circa duecento metri si giunge alla Villa Comunale Umberto I, inaugurata nel 1896, ma il cui assetto originario venne modificato dal terremoto del 1908. Qui, la vegetazione mediterranea convive con autentiche rarit provenienti da ogni parte della terra, per questo viene considerato dagli esperti un vero e proprio orto botanico. La Villa luogo della natura ma anche della memoria. Camminando, infatti, lungo i viali dagli imponenti alberi si trovano i busti di Umberto I di C. Barca (1907); del patriota Antonino Plutino di G. Scerbo (1872) e di altri illustri reggini, quali Paolo Pellicano e Domenico Tripepi. Nello stesso luogo, visibile anche il Portale neoclassico di Casa Vitrioli (XIX sec.) e una colonna romana alta sei metri realizzata in pietra di Siracusa. La passeggiata volge al termine con Piazza Garibaldi, ultima tappa posta cento metri pi a sud. Al centro si erge il grande monumento alleroe dei due mondi in marmo bianco di Carrara, realizzata nel 1950 a opera di Alessandro Monteleone. La piazza anche nota per la presenza della Stazione Centrale ferroviaria e per la presenza di apprezzati negozi e locali. Per ritornare a Piazza De Nava, possibile usufruire degli autobus urbani oppure fare una passeggiata rilassante lungo lo splendido Lungomare.ITINERARI
Itinerari sole mareItinerario sole e mare Il fascino della memoria e del nuovo. Un viaggio sul Lungomare di Reggio Calabria alla scoperta delle bellezze storiche e moderne della citt dei Bronzi e della Fata Morgana, immersi in uno dei luoghi pi suggestivi al mondo, circondati da alberi secolari, mare cristallino, spiagge bianche e, sullo sfondo la Sicilia e lEtna, cos vicini da poterli quasi toccare. Informazioni utili Partenza e arrivo: Lungomare Falcomat/Piazza Indipendenza. Con i mezzi pubblici: - Partenza Aeroporto Tito Minniti: possibile usufruire del servizio taxi disponibile alluscita dellaerostazione, o servirsi degli autobus della linea urbana ATAM, disponibili al parcheggio dellaeroporto e diretti in centro citt. Il costo del biglietto urbano di 0,80 e la durata di 90 minuti. La fermata accanto al Museo, percorrere lultimo brevissimo tratto di via D. Romeo per giungere in Piazza Indipendenza, inizio del tour. -Partenza Stazione Ferroviaria: sulla piazza Garibaldi, antistante la stazione centrale, sono presenti i capolinea di numerose linee urbane di autobus. In alternativa, Piazza Indipendenza raggiungibile con una fermata di treno (Stazione Centrale-Stazione Lido) o col servizio taxi reperibile di fronte luscita della stazione. - Partenza Porto: dal porto possibile usufruire degli autobus della linea urbana diretti in centro citt. La fermata in corrispondenza del Museo, ma la piazza facilmente raggiungibile anche a piedi con una breve passeggiata. Con i mezzi privati: - Il Lungomare di Reggio percorribile liberamente con mezzi privati. La sosta a pagamento nei giorni feriali con costo di 0,50 per unora; 2,00 per quattro ore e 4,00 per lintera giornata. Mattina Piazza Indipendenza Il tour ha inizio alle 9:30 in Piazza Indipendenza, nel cuore della citt. Posta esattamente di fronte alla Stazione Lido, la piazza, famosa per aver ospitato in passato una vecchia fontana monumentale, durante la stagione estiva, diventa palcoscenico di importanti concerti di artisti di fama nazionale ed internazionale. Dalla stessa possibile scorgere, nascosta tra le palme, la prima opera posta sul Lungomare, dedicata ad uno dei figli pi illustri di Reggio Calabria, il monumento a Corrado Alvaro, realizzato da Alessandro Monteleone (1965), consistente del busto dello scrittore e di tre blocchi cubici in marmo, sulle cui facce sono scolpiti frasi e pensieri tratti dalle sue opere pi rappresentative. Incamminandosi sul Lungomare Falcomat (via Marina bassa), si intravedono gli spazi attrezzati e i filari di palme del Viale Genovese Zerbi. Sulla spiaggia bianca spiccano, come tanti puntini colorati, i rinomati Lidi, dove, durante la stagione estiva possibile, di giorno, rilassarsi su comode sdraio dopo un bagno rinfrescante, assaporare gustosi cocktail, partecipare a divertenti happy hour o praticare sport nautici, e, di notte, divertirsi alle feste, agli spettacoli e ascoltare musica per tutti i gusti, in uno scenario da favola. Dopo una breve sosta nelle storiche gelaterie reggine, per degustare le tipiche brioches con gelato artigianale, si riprende il tuffo nella storia cittadina a due passi dal mare. Tomba ellenistica e Torre Nervi Proseguendo lungo il pi bel chilometro dItalia come lo defin Gabriele DAnnunzio possibile ricostruire i quasi tremila anni di vita di Reggio Calabria, attraverso le innumerevoli statue e i monumenti, dallepoca greca allet contemporanea. A pochi passi dal monumento a Corrado Alvaro, si giunge, infatti, alla Tomba Ellenistica, parallelepipedo di arenaria appartenente alla necropoli greca del rione Santa Lucia ritrovato durante gli scavi per la fondazione del palazzo del Museo Nazionale. Camminando oltre, ci si pu soffermare davanti alla Stele ad Ibico reggino, una lastra di marmo sulla quale, da un lato, raffigurata una musa con la lira tra le mani, e dallaltro, riportato un brano delleccelso cantore dellamore come fu definito dal sommo Cicerone, vissuto nella Reggio magnogreca del VI sec. a.C. Dalla Stele in 2 minuti si giunge in Piazza Rosa dei Venti, dove spicca il monumento piramidale della Meridiana. Poco pi lontano, si arriva alla Torre Nervi, una terrazza panoramica che si staglia dal Lido Comunale Zerbi e che ricorda la vecchia Rotonda sul mare, dalla quale possibile ammirare la rara bellezza dello Stretto, assistendo alle innumerevoli iniziative artistico-culturali ivi ospitate e, magari, allo spettacolo suggestivo della Fata Morgana, raro fenomeno mitologico durante il quale la costa siciliana sembra vicinissima e si riescono, persino, a distinguere le case e gli abitanti. Villa Zerbi e Arena dello Stretto Riprendendo il cammino verso corso Matteotti (via Marina alta) si raggiunge la Stele a Giovanni Pascoli, sulla quale sono riportati i versi con cui il poeta espresse alla citt il suo vivo amore: Questo mare pieno di voci e questo cielo pieno di visioni. Qualche metro pi avanti, si trova la Statua di Francesco Sofia Alessio, monumento eretto in onore dellinsigne latinista di Taurianova (RC). Essa si compone di una base in marmo con iscrizioni latine e di una colonna sulla cui faccia principale collocata una scultura in rilievo realizzata da A. Monteleone. Dopo una breve passeggiata si arriva allaffascinante ed eclettica Villa Zerbi, realizzata in sostituzione della precedente villa ottocentesca distrutta dal terremoto del 1908. La nobile dimora, magnifico esempio di stile neogotico veneziano, oggi un importante contenitore di mostre nazionali ed internazionali, come la Biennale di Venezia. Proprio di fronte a Villa Zerbi, circondate dalle aiuole e dagli alberi secolari del Lungomare, le tre originali statue della nota artista romana Rabarama contribuiscono ad arricchire il patrimonio culturale della citt di Reggio Calabria: Trans-Lettera (bronzo, 2000), Labirintite (bronzo, 2000) e Co-stell-azione (alluminio, 2002). Giunti circa a met percorso, tra il mare e la passeggiata Falcomat, non si pu fare a meno di rimanere incantati dallArena dello Stretto, anfiteatro greco sullo specchio dacqua cristallino dello Stretto, culminante con la statua bronzea di Athena Promacos, posta sul Molo di Porto Salvo, luogo dove sbarc Vittorio Emanuele III toccando per la prima volta il suolo italiano da re. Nella bella stagione, in un tripudio di folla e di colori, larena uno dei luoghi principe degli eventi dellEstate Reggina. Mura Greche e Terme Romane Tornando verso monte sulla Via Marina Alta ci si pu soffermare ad ammirare Le Sirene dello Stretto, imponente scultura lignea realizzata dallartista Ermonde Leone dal tronco residuo di un secolare albero di magnolia. Quasi a conclusione del lungomare, dopo circa dieci minuti di cammino, ci si immerge, con un tuffo nel passato, allinterno del circuito murario della Reggio antica, a testimonianza della vastit della polis di Rhegion. Il sito archeologico delle Mura Greche, databili al IV sec. a.C. e parte, probabilmente, della rifortificazione operata da Dionisio II che ricostru la citt denominandola Febea (la citt del Sole), ripropongono la cinta muraria edificata a doppia cortina con blocchi isodomi di arenaria locale disposti su due file parallele con enklepton (riempimento) di terra e pietrisco, su cui sinnalza il muro in mattoni cotti. Poco pi avanti, dopo una breve sosta al monumento dedicato al latinista Diego Vitrioli, per la cui realizzazione stata riutilizzata una colonna antica rinvenuta nellarea cittadina, arrivati nel tratto finale del Lungomare, si raggiunge larea archeologica delle Terme Romane, porzione, ben conservata, degli otto impianti termali presenti in citt in epoca romana. Probabilmente di uso privato durante la media et imperiale, le terme dovevano trovarsi allesterno della cinta muraria, vicino al sacro Apsia (lattuale Calopinace), dal quale proveniva lacqua per i bagni. Allinterno dei diversi ambienti dellimpianto termale possibile ammirare pavimenti musivi a piccole tessere bianche e nere, il frigidarium (vasca per le immersioni fredde), il calidarium (vasca per le immersioni calde) e il gymnasion (palestra) per gli esercizi ginnici, con portici e strutture di cui si conservano numerose colonne, in parte riutilizzate in palazzi limitrofi, in parte ritrovate in mare. Villa Comunale Umberto I e Piazza Garibaldi Il tour mattutino via mare, sotto il sole splendente in ogni periodo dellanno, si avvia alla conclusione con lingresso gratuito alla Villa comunale Umberto I. L'area rappresenta uno dei polmoni verdi della citt dove crescono specie vegetali rare ed esotiche di notevole valore naturalistico, tale da essere considerata dagli esperti un vero e proprio orto botanico con pregevoli esempi di flora tropicale ed equatoriale. Al suo interno possibile ammirare anche importanti opere artistiche: come i busti in bronzo e marmo di patrioti eccellenti e il neoclassico Portale di Casa Vitrioli (XIV sec.), una delle ultime vestigia della Reggio antica risparmiate dal terremoto del 1908, realizzata in calcare tenero e pietra di Lazzaro, appartenuto al palazzo di propriet dell'insigne latinista reggino. Gli infiniti spazi verdi, caratterizzati da vicoli nascosti e sentieri acciottolati, come il Viale delle Colonne, cos chiamato per la presenza dei resti di numerose colonne romane, che attraversa il grande giardino dal portale di Casa Vitrioli sino al Laghetto dei Cigni, conferiscono alla Villa unatmosfera particolare, quasi surreale. Nel periodo estivo, larea diviene, inoltre, luogo di manifestazioni culturali, tra le quali spiccano le rassegne cinematografiche e teatrali. Il Lungomare volge al termine con la Stazione centrale, esempio architettonico di epoca fascista, il cui prospetto principale affaccia su Piazza Garibaldi, ultima tappa del percorso mattutino, cos definita per la presenza del monumento in marmo bianco di Carrara dedicato alleroe dei due mondi, opera di A. Monteleone. Pomeriggio Corso Garibaldi e Cattedrale Dopo una gustosa pausa pranzo in uno dei ristoranti tipici del centro, il tour riprende lungo la principale arteria cittadina: il Corso Garibaldi. Ricostruito dopo il terremoto del 1908, il Corso il centro nevralgico commerciale della citt su cui si affacciano i migliori esempi di architettura liberty post-ricostruzione. A circa 20 minuti di passeggiata dalla Stazione centrale, si raggiunge ledificio di culto pi significativo di Reggio: il Duomo che, ricostruito pi volte, ripropone oggi unarchitettura romanica e gotica. Ledificio, dimpianto basilicale a tre navate, custodisce allinterno pregevoli opere darte, tra cui il pergamo marmoreo e il bassorilievo del volto di Cristo, opere di F. Jerace, nonch laltare con rilievi bronzei, raffiguranti scene dellAntico e Nuovo Testamento. Nel transetto collocato un frammento di colonna legata alla presenza di San Paolo a Reggio, grazie al quale stata fondata la chiesa reggina. Il prospetto principale, invece, caratterizzato da tre portali bronzei scolpiti, raggiungibili attraverso una scalinata su cui sono poste le statue di San Paolo e Santo Stefano da Nicea. Piazza Camagna e Piazza Italia Proseguendo lungo il Corso Garibaldi si arriva a Piazza Camagna, dedicata allomonimo giurista e uomo politico reggino, il cui storico atteggiamento forense immortalato nella statua bronzea, opera di D. Pellegrino, che troneggia al centro della scalinata monumentale. Dopo qualche minuto di cammino, si giunge in quella che oggi, come in passato, rappresenta il centro politico-amministrativo della citt: Piazza Italia, cos definita per la presenza del monumento allItalia opera di R. Larussa dedicata ai martiri del Risorgimento. Attualmente la Piazza risulta recintata per il rinvenimento di reperti archeologici di diversi periodi storici (greci, romani, angioini). Sulla piazza si affacciano Palazzo San Giorgio, sede dellAmministrazione Comunale, il Palazzo della Prefettura e Palazzo Foti, sede della Provincia, il cui interno risulta molto interessante per la presenza di numerosi busti realizzati dallartista F. Jerace e di sale finemente decorate, come la Sala Rossa dove si trova rappresentata la Fata Morgana del Galante. Teatro Cilea e Museo Nazionale della Magna Grecia Proprio accanto Piazza Italia sorge il Teatro Comunale Francesco Cilea, costruzione che riprende lo schema ottocentesco a ferro di cavallo tipico dei teatri italiani. Al suo interno possibile accedere al Foyer, dedicato allesposizione di opere darte. Accanto allingresso principale del teatro, si trova la Pinacoteca Civica, inaugurata nel maggio 2008 dal Presidente della Camera, Gianfranco Fini, alla presenza di personalit di spicco del mondo artistico, politico e del giornalismo estero. L'adeguamento dei locali alle nuove finalit e lo studio di spazi espositivi, raffinati ed innovativi, consentono di ammirare opere esclusive di collezioni private donate alla citt da nobili famiglie reggine e da personaggi illustri, custodite per lunghi anni presso il Museo Nazionale, nei palazzi comunali e in altre gallerie. Spiccano tra le innumerevoli tele, due preziose tavole di Antonello da Messina e un maestoso quadro di Mattia Preti. Numerosi dipinti e sculture di particolare rilevanza completano la collezione consentendo un vero e proprio viaggio immaginario nellarte pittorica meridionale: dalle opere di Antonello da Messina e Mattia Preti a quelle di Luca Giordano, Lavagna Fieschi, Salfi, Jerace, Rodriguez, Covelli, fino ai grandi artisti reggini Cannizzaro e Benassai. Nella sezione dedicata al '900 custodito, inoltre, limportante quadro di Renato Guttuso Pesca del pescespada dedicato ai pescatori di Scilla. La Pinacoteca aperta da Marted a Domenica, dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 19:30. Il costo del biglietto dingresso 4,00 (intero); 2,00 (ridotto). Dopo aver fatto il pieno darte e cultura, sul corso Garibaldi possibile fare una sosta a base di gustosi gelati, rinfrescanti granite e dolci tipici offerti dalle numerose gelaterie e pasticcerie della zona, oppure approfittare dei tanti negozi presenti per acquistare souvenir e dedicarsi ad un tranquillo shopping. Il tour si conclude con la visita al Museo Nazionale della Magna Grecia, sito a circa dieci minuti di cammino dal Cilea. Esso si articola in varie sezioni contenenti un patrimonio archeologico invidiabile: anfore, terre cotte votive, corredi funebri, lastre fittili, reperti di un grande valore artistico -culturale. Ma ci che cattura lattenzione dei visitatori sono: i famosi Bronzi di Riace, due guerrieri greci realizzati con la tecnica a cera persa diretta, la testa del filosofo e la testa in bronzo denominata da Basilea del V sec. a.C.ITINERARI
Piazza CamagnaGrande oratore e principe del foro, Biagio Camagna rimane nel cuore dei reggini per aver speso la propria professionalit a difesa dei pi poveri e degli indifesi, in un periodo in cui i diritti dei contadini venivano schiacciati dai ricchi proprietari terrieri. Il monumento che lo ricorda, in bronzo, eretto in Piazza Castello, dinanzi al Palazzo di Giustizia, opera di Domenico Pellegrino. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
La processione della Sacra Effige di Santa Maria Madre della ConsolazioneLa storia Durante la pestilenza del 1576, la Madonna, apparve in preghiera al frate Antonio Tripodi, gli annunci la fine dellepidemia ed in seguito al manifestarsi del miracolo i frati decisero di dedicare la cappella del convento alla Madonna della Consolazione. Da quel momento il popolo reggino, al manifestarsi di ogni tragedia, inizi a rivolgersi alla Madonna del Quadro. Furono tanti i miracoli che seguirono, come quando nel 1594, durante lassedio dei Turchi guidati da Bass Sinam Cicala, gli invasori si ritirarono di fronte alle porte del convento. La pestilenza del 1636 segna la data della prima Processione del Quadro, che sorretto da due monaci e seguito dal corteo dei fedeli, venne portato dallEremo al Duomo dove rimase fino al 1638 anno in cui si manifest un altro miracolo, quello della citt che rimase indenne durante un catastrofico terremoto. Fu cos che ebbe inizio il pellegrinaggio al Santuario il 26 aprile di ogni anno. Una seconda Processione del Quadro ci fu intorno al 1656 in occasione di unennesima epidemia, in seguito alla quale si spost la data del pellegrinaggio al 21 novembre con lofferta di un Cero Votivo che ancora oggi si ripropone a settembre nella Cattedrale. Anche alla carestia del 1672, seguir il miracolo della Vergine, infatti in seguito alle preghiere dei fedeli arrivarono navi cariche di cibo. La cornice dargento e lelegante base in legno, che ancora oggi ornano il quadro durante la festa, furono realizzate, nel 1693, con il ricavato della pubblica colletta. Sar solo nel 1752, il 26 agosto, che Papa Benedetto XIV, proclamer Maria Santissima Madre della Consolazione Patrona della citt di Reggio. Ha cos inizio la tradizionale festa che popola le strade reggine ogni anno il secondo sabato del mese di settembre. In occasione del Quarto Centenario della Benedizione del Quadro, nel 1947, lArcivescovo Lanza indisse la Peregrinatio Mariae e il Quadro fu portato in processione per tutta la diocesi. La processione nota con il nome di Festa Madonna, ogni anno si ripropone nel mese di settembre, per quattro giorni i pellegrini gravitano da tutta la provincia verso le due mete religiose (Il santuario dellEremo e il Duomo). La festa inizia il sabato e si conclude il marted seguente. La vara pesa circa quaranta quintali e viene portata in processione da pi di cento fedeli che la reggono a spalla con lausilio di quattro lunghe assi in legno. Il Quadro viene portato dal Santuario dellEremo, attraverso il Corso Garibaldi, fino al Duomo di Reggio, dove rimane esposto fino allultima domenica di novembre, poi viene riportato alla sua sede dove resta custodito fino allanno successivo. La processione La Sacra Effigie della Vergine Maria Santissima della Consolazione, stata dipinta nel 1547 dal pittore Nicol Andrea Capriolo, su commissione del nobile Camillo Diano. Il quadro (circa 120 x 120 cm) raffigura la Vergine seduta su un trono con in braccio il Bambino Ges con ai lati San Francesco d'Assisi e Sant'Antonio da Padova. Da novembre a settembre dell'anno successivo il venerato Quadro custodito presso la Basilica dellEremo, mentre dal secondo sabato di settembre fino alla domenica precedente la prima dell'Avvento si trova esposto nella Basilica Cattedrale. La tradizione vuole che il quadro, trovato da un contadino mentre lavorava la terra sulla collina dellEremo, fosse stato portato nella cattedrale per riapparire, subito dopo, nel luogo in cui era stato trovato. Questo prodigio fu interpretato dai fedeli come segno con cui la Madonna chiedeva di erigere proprio in quel luogo la sua chiesa, e la popolazione cos fece. La festa, particolarmente sentita dai reggini, ha specifici significati e rituali sia per gli anziani che per i giovani, molti dei quali giungono da tutta la provincia in pellegrinaggio. Alla vigilia della festa, il popolo si reca sulla collina dellEremo a vegliare per tutta la notte con preghiere, canti e balli la sacra effigie, che il giorno dopo viene portata in processione, lungo un percorso di circa 5 Km, su una Vara dai Portatori della Vara, lungo la via Cardinale Portanova, via De Nava e il corso Garibaldi, fino al Duomo. L'imponente Vara pesa 3 tonnellate, alta 4,50 metri e larga 2,18 metri , la sua struttura in legno massiccio, rivestita interamente in lamine d'argento. La circonda sempre un intensa commozione, con pianti e richiesta di grazie, le donne, quasi tutte scalze per voto, accompagnano pregando L'Avvocata del Popolo Reggino. Laspetto pagano della festa cittadina rappresentato dalle caratteristiche bancarelle di dolciumi e artigianato. Solo in questa circostanza possibile assaggiare i nzuddhi, dolci a base di farina e miele di origine greca. I Portatori della Vara Sono oltre 500 riuniti nell'Associazione Portatori della Vara, costituita negli anni '70 dal compianto Mons. Italo Calabr, Vicario della Diocesi reggina e grande benefattore degli ultimi, poi ripresa ed ampliata da Don Nunnari negli anni '80/'90. Attualmente il loro Assistente spirituale e guida Don Gianni Licastro, parroco della Parrocchia di S.Maria di Modena. Periodicamente si riuniscono in assemblea per discutere sui loro impegni che non si traducono soltanto nel portare la Vara della Madonna in occasione delle feste settembrine, ma che richiedono una condotta di vita moralmente sana. Non a caso il loro motto : Chi porta la Madonna sulle spalle, la deve portare durante l'anno nel cuore. I primi a trasportare il Quadro in citt, dopo la pestilenza del 1576, sono stati i cosentini, i bagnaresi ed i reggini (fornai e marinai). Nell'anno 1672 una terribile pestilenza si era abbattuta sulla citt, seguita dalla carestia. La venerata effigie venne trasportata in Cattedrale e, mentre la popolazione intonava le litanie, venne annunciato l'arrivo di tre navi cariche di frumento e legumi. Le imbarcazioni erano dirette altrove, ma i venti contrari e una gagliarda rema le avevano costrette a ormeggiare nella rada dei Giunchi. Il popolo lev alti i suoi Viva Maria e i pescatori, sotto i cui occhi si era compiuto il miracolo, fecero voto di portare la Vara. Oggi sotto la vara ci sono tutti i ceti sociali: dall'operaio al medico, dall'avvocato al commerciante, dall'architetto allo studente universitario. A portare la vara si succedono turni di cento uomini, 25 per ogni stanga: dal Santuario partono i pi anziani, poi, lungo la via, cedono il posto ai pi giovani. Gli anziani amano i giovani portatori perch vedono in loro la tradizione che si rinnova e il loro amore verso la Madonna della Consolazione. Fino agli anno '50 i portatori andavano scalzi sotto la Vara e le strade non erano certamente asfaltate come oggi. Erano gli stessi portatori allora a nominarsi un capo che viaggiava durante la processione in groppa alle stanghe e da l impartiva gli ordini. E' stato poi l'Arcivescovo Mons. Ferro a consigliare l'uso delle scarpe per evitare spiacevoli incidenti. La banda accompagna il Quadro suonando diverse marcette. I portatori aspettano quella giusta e 'nnacano la Madonna al ritmo della musica per alcuni secondi perch credono che la Madre di Dio sia contenta di stare in mezzo ai reggini. Anche questa una vecchia tradizione, ma si tratta di passettini leggeri e quasi impercettibili al grosso pubblico. Uno dei momenti pi impegnativi per i portatori, dove alla forza delle braccia deve corrispondere un attenta prontezza di riflessi, la volata che avviene in piazza Duomo e all'interno della Cattedrale. E' uno dei momenti pi suggestivi e emozionanti a cui vorrebbero partecipare tutti i portatori, ma per la pericolosit che incombe, da sotto la vara vengono tolti i meno esperti. Anche questo, dicono i portatori, ha un suo significato la Madonna lieta di entrare in Cattedrale e questa gioia viene espressa alla volata. Sgombrata la parte centrale della piazza, dopo il suono del campanello, centro poderose braccia, girano la vara, la sollevano come un fuscello e con agilit correndo la portano fino dentro la Cattedrale. E I cavalieri della Madonna, come affettuosamente li chiamava Don Nunnari, nonostante lo sforzo compiuto in tante ore di processione, hanno ancora la forza di gridare quella famosa lode che da secoli risuona per le vie della citt e che risuoner, ne siamo certi, fin quando orma di uomo calpester il suolo reggino: E gridamulucu' tuttu ucori: oggi e sempre: Viva Maria.TRADIZIONI
Angelo TutelareIl monumento dell'Angelo Tutelare, oggi collocato nella piazza di fronte la chiesa di San Giorgio al Corso (Tempio della Vittoria), era originariamente ubicato a poca distanza dalla Porta della Dogana, a fianco alla Chiesa dei Carmelitani, come chiaro riferimento allazione di tutela e difesa affidata ad un Angelo Custode. Qui era posto sulla sommit di una colonna che sorgeva su un basamento, andati distrutti con il sisma del 1783. La Statua in marmo bianco, scolpita nel 1637, raffigurante San Michele Arcangelo da considerarsi tra le poche testimonianze a noi pervenute della citt seicentesca. Alcuni studiosi ritengono che lopera sia stata realizzata da abili scalpellini reggini, altri invece la attribuiscono alla scuola dei marmorari messinesi e in tal caso potrebbe essere opera dellartista Placido Brandamonte distintosi a Reggio per altre commissioni. Il monumento ritenuto importante non solo per il valore artistico, ma soprattutto per il complesso di significati in esso contenuti. LAngelo, dalle sembianze di un guerriero, stringe nel braccio sinistro uno scudo che raffigura leffige di San Giorgio a cavallo nellatto di uccidere il drago, simbolo storico della citt di Reggio. La statua stata restaurata nel 1752, dopo il terremoto ha subito vari spostamenti ma dopo quasi cento anni trascorsi nel Museo Civico della citt (1862-1960) stata scelta per l'Angelo la collocazione che ancora oggi lo accoglie. Lultimo intervento di restauro eseguito nel 1998 ha sottoposto lopera a pulitura laser, trattamento biotico, imperniatura, consolidamento e protezione finale, riportando qual che resta della scultura al suo antico splendore. Risale invece al 1999 il rinvenimento del presunto braccio destro dell'Angelo che avrebbe tenuto la spada, ma a tutt'oggi non ancora stato rialloggiato. Il basamento, a testimonianza di alcune tappe importanti che hanno coinvolto lopera, presenta tre iscrizioni: quella sul retro si riferisce alla funzione svolta dall'Angelo, quale custode della citt di Reggio, le due sul fronte si riferiscono, una, al restauro effettuato nel 1752, l'altra, alla collocazione attuale dellopera tornata ad essere custode e guida della citt. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Lido dello StrettoIndirizzo: Via Marina - Lungomare di Catona Telefono e Fax: tel: 0965 301377 Sito Web: www.lidodellostretto.it E-Mail: info@lidodellostretto.it DIVERTIMENTO E RELAX
Teatro PrimoIndirizzo: Via Saracinello, 4/C - Vico Fasc Reggio Calabria Biglietteria ed Info: Tel.: 335 1506494 - 392 5028912 - 328 6572592 Sito Web: www.teatroprimo.it DIVERTIMENTO E RELAX
Lido CalajuncoIndirizzo: Lungomare Falcomat Telefono e Fax: Tel: 0965 20216 Cell: 3475714945 Cell:3939656763 DIVERTIMENTO E RELAX
Colosseum CenterIndirizzo: Via La Boccetta 89134 Reggio Di Calabria (RC) Tel. e Fax: Tel. 0965 595087 Sito web: www.colosseumcenter.it E-mail: info@colosseumcenter.it DIVERTIMENTO E RELAX
Lido Le Tre FontaneIndirizzo: Lungomare di Catona Telefono e Fax: Cell:3382453871 DIVERTIMENTO E RELAX
American BodyIndirizzo: Viale Calabria, 141 89133 Reggio Di Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel: 0965 53103 DIVERTIMENTO E RELAX
Monumento a Giuseppe GaribaldiLa maestosa statua in marmo bianco di Carrara alta oltre tre metri, raffigurante l'eroe dei mille, stata realizzata nel 1950 a opera di Alessandro Monteleone. La statua sostitu quella precedentemente realizzata nel 1884 dallo scultore Rocco Larussa, anchessa in marmo di Carrara, collocata su un piedistallo che a differenza dellattuale era circondato da una ringhiera in ferro battuto arricchita da quattro lampioni a braccio. Il monumento del Larussa, inaugurato nellagosto del 1883, fu danneggiato durante la seconda guerra mondiale e quindi sostituito con lattuale scultura. La statua ottocentesca si trova oggi conservata presso la cittadina natale del suo scultore (Villa San Giovanni). SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Al Castello LuxurySituato al centro storico della citt di Reggio Calabria nasce Al Castello Luxury Bed Breakfast, a pochi passi dal Castello Aragonese, dal Tribunale, dal Corso Garibaldi e a 2 minuti dal Lungomare Falcomat, dal Teatro Comunale, dal Museo Nazionale, dalla Stazione Centrale, dallUniversit per stranieri Dante Alighieri e a 5 minuti dallAereoporto dello Stretto. Al Castello Luxury Bed Breakfast una struttura completamente nuova ed accogliente, che sorge al primo piano di un palazzo dei primi del 900 completamente ristrutturato. Il BB composto da quattro stanze dotate di tutti i comforts: climatizzazione, rete wireless free, bagno in camera, phon, tv con schermo LCD, cassaforte. Lusso contemporaneo nellospitalit, design e un servizio impeccabile sono gli elementi chiave che lo caratterizzano. Un ambiente moderno, elegante e funzionale, dotato delle pi avanzate tecnologie per lutenza business con lobiettivo di rendere quanto pi piacevole il soggiorno dei clienti. Indirizzo: Via Gregorio Palestino, 13 Telefono e Fax: Telefax:0965.26100 cell: 338/5860282 cell: 348/0440651 Sito Web: www.alcastello.info E-Mail: info@alcastello.info Prezzo: Singola: 45,00 Doppia: 65,00 OSPITALITA'
Il Lungomare Italo Falcomata e la sua storiaIl rapporto tra la citt e il mare, che il sistema gradonato delle sue strade privilegia attraverso cannocchiali visivi, si esalta nel suo margine occidentale dove un sistema combinato di percorsi si apre al paesaggio che lo circonda: da Punta Faro attraverso i monti Peloritani sino allEtna ad Ovest; dal litorale di Catona sino ai pianori di Arghill con in primo piano il colle di Pentimele, a Nord; dalla punta di Calamizzi verso lo Jonio, a Sud, e, in mezzo il mare dello Stretto che assume i policromi toni cangianti continuamente nelle ore del giorno e nelle diverse stagioni. La citt nel corso degli ultimi secoli si aperta al mare. Dapprima ha demolito la cerchia delle mura, poi ha costruito una strada litoranea e la ha valorizzata con un fronte unitario di edifici e caserme, la Palazzina, e la ha ingentilita con terrazze e fontane... La nuova definizione dellaffaccio sullo Stretto ha ampliato lo spazio pedonale su due livelli, che ha alternato filari di palme a specie esotiche e mediterranee, che ha realizzato presso lantico molo di Portosalvo larena dello Stretto ed ha raccordato la preesistente struttura del lido comunale, valorizzando la nuova stazione Lido, oggi si propone a chi visita la citt e stimolando una superba visione del mare. Il Lungomare Falcomat (a lui intitolato dopo limmatura scomparsa) diventato lo spazio pi rappresentativo della citt, centro di una intensa stagione turistica estiva e polo della vita culturale tra il Museo della Magna Grecia, il rinnovato ruolo a sede espositiva di Villa Genovese Zerbi, la sede del Rettorato dellUniversit degli Studi Mediterranea, e lauspicata vocazione ricettivo-alberghiera degli edifici che su di esso si affacciano. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
La Via Marina e le sue presenze architettonicheGabriele d'Annunzio lo defin il pi bel chilometro dItalia e, in effetti, la vista sullo Stretto di Messina rappresenta per la citt di Reggio Calabria uno dei punti pi caratteristici. Il viale, ricco di vegetazione, si snoda in un itinerario nel quale possono ammirarsi numerosi monumenti commemorativi, palazzi dautore e viste mozzafiato a ogni ora del giorno. Da questo punto si possono ammirare la Sicilia e lEtna fumante e in particolari condizioni atmosferiche il fenomeno della Fata Morgana. Il Lungomare, realizzato dopo il 1908, a opera dellarchitetto Camillo Autore, incaricato dallassessore Giuseppe Valentino, arricchito dalla presenza di una splendida ringhiera in ferro battuto realizzata su disegno dellingegnere Laviny, recentemente restaurata e integrata delle parti mancanti. La passeggiata a mare, realizzata negli anni novanta, si articola armoniosa tra scalinate e scorci panoramici, lungo il litorale la presenza dei lidianima a ritmo di musica la stagione estiva. I monumenti commemorativi Percorrendo la Via Marina si possono ammirare numerosi monumenti e reperti storico artistici e archeologici, testimonianze della storia locale e delle stratificazioni che hanno reso importante la citt: -Monumento a Corrado Alvaro; -Tombe ellenistiche; -Stele a Ibico; -Meridiana; -Stele a Italo Falcomat; -Stele a Francesco Sofia Alessio; -Sculture di Rabarama; -Stele a Giovanni Pascoli; -Stele a Ciccio Franco; -Monumento di Athena Promachos; -Fontana di Camillo Autore; -Monumento agli eventi degli anni 70; -Scultura del mito delle sirene; -Monumento ai Caduti; -Mura greche; -Terme romane; -Stele a Diego Vitrioli; -Colonna a Giuseppe Valentino I Palazzi di Corso Vittorio Emanuele II Il Corso Vittorio Emanuele II, conosciuto come Via Marina alta, offre una splendida quinta di palazzi novecenteschi in stile Liberty, Neoclassico, Rinascimentale e Veneziano. Tutti portano la firma dillustri architetti e ingegneri del primo novecento, autori delle pi prestigiose realizzazioni nazionali dellepoca. Tra i pi interessanti si possono ammirare: -Palazzo Barbera; -Palazzo Romeo-Retez; -Palazzo De Blasio (Istituto Magistrale); -Ex Hotel Centralino; -Palazzo Fiaccadori; -Villa Genoese Zerbi; -Palazzo Spinelli; -Hotel Miramare; -Palazzo Span Bolani; -Palazzo Poste e Telegrafi; -Palazzo Zani; -Istituto Piria; -Palazzo Del Bufalo; -Palazzo Pellicano. Il fenomeno della Fata Morgana Si tratta di un effetto dovuto alla particolare distribuzione dell'indice di rifrazione della luce del sole in diversi strati d'aria e quindi per certi versi analogo al miraggio. La differenza consiste nel fatto che fino ad una certa altezza l'indice di rifrazione assume un valore crescente con essa per poi tornare a diminuire, per questo a differenza del miraggio le immagini sono molto mutevoli e deformate, difficilmente riconoscibili. Per spiegare tale fenomeno sufficiente immaginare che la luce proveniente da un punto viene per certi versi spalmata in verticale, gli oggetti in lontananza assumono le sembianze di torri, pinnacoli, obelischi. Il fenomeno della Fata Morgana pu verificarsi con differente intensit, in certi casi dalla costa Calabra si pu vedere la Sicilia pi vicina del normale con immagini distorte e riflesse sul mare o sul suolo; in sostanza la distanza sembra essere di poche centinaia di metri e si ha l'impressione di osservare nello Stretto una citt irreale che si modifica e svanisce in brevissimo tempo; talvolta si possono per poco tempo distinguere le case, le auto e addirittura le persone. Tale fenomeno visibile, per le particolari condizioni di luce, al mattino. Il tutto avviene quando sulla superficie del mare, minuscole goccioline di acqua rarefatta, fanno da lente di ingrandimento. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Le Terme RomaneIl settore di terme conservato sul lungomare di Reggio Calabria, considerate le sue dimensioni, faceva con ogni probabilit parte di un edificio privato. Questi resti presentano pi fasi edilizie e, per lungo tempo, furono coperti da un torrione della cinta muraria spagnola (il Bastione di San Matteo), che ne garant la parziale conservazione. Delle terme oggi sono visibili: una vasca ellittica per bagni caldi preceduta da una serie di ambienti riscaldati (tepidarium e calidarium), una vasca quadrata per bagni freddi ed un piccolo spogliatoio semicircolare pavimentato a mosaico in bianco e nero. Il mosaico, datato al II-III sec. d.C., di stile geometrico, con tessere bianche di calcare e tessere nere in pietra lavica, di provenienza siciliana o eoliana. Un piccolo tratto della cornice presenta anche tessere (di restauro) di colore grigio. La decorazione bicroma vera e propria si limita alla parte centrale del pavimento ed riquadrata da una cornice rettangolare nera a sua volta circondata da una larga bordura bianca. Il motivo decorativo centrale costituito da una composizione di file di grandi esagoni allungati, uniti per la base, che danno origine, intersecandosi, a file di piccoli rombi, uniti per gli angoli ottusi, tracciati in nero su fondo bianco. Durante lo scavo di questo settore di terme, si sono recuperati anche alcuni frammenti dintonaci parietali dipinti con motivi marini. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Pub Clan WallaceIndirizzo: Parco Caserta, 25/a Telefono e Fax: Tel: 0965 330681 Servizi: OSPITALITA'
Piazza CastelloCon la riqualificazione di Piazza Castello si completa lintervento di restauro e riqualificazione del Castello Aragonese, attraverso la ridefinizione dello spazio esterno al monumento e del rapporto fra questo e lambito urbano nel quale collocato. La riqualificazione di questo spazio urbano, cos importante per la cittadinanza, stata eseguita in un ottica di rigenerazione urbana gi molte volte praticata in Italia ed in Europa, volta al recupero della vivibilit e della centralit degli spazi pubblici. Il progetto redatto dagli architetti Anna Benedetto e Giuseppe Brigand ha mirato ad una configurazione dello spazio esterno che restituisse prestigio e visibilit alle vestigia del Castello Aragonese, attraverso una profonda rivisitazione dellassetto viario, del giardino, degli elementi architettonici e del patrimonio vegetale (eccessivamente concentrato a causa di operazioni di impianto successive che avevano alterato e congestionato quello originario). Lirregolarit dellarea di intervento ha imposto la creazione di uno spazio pluricentrico articolato nella Piazza, negli spazi di verde organizzato per la sosta e per il passeggio lungo i viali curvi e le strade intorno alla scuola Galilei (che vengono definitivamente pedonalizzate), nella Pineta che ospiter unarea attrezzata per il gioco dei bambini, nella Piazza in corrispondenza dellingresso del castello in via Aschenez, nell isola dei servizi che ospiter il chiosco del fioraio. Tutte le parti del progetto sono organizzate in un continuum di spazi e percorsi che tende a ricomporre al suo interno la molteplicit degli elementi funzionali ed architettonici. Gli elementi materiali preesistenti riutilizzabili (basole in pietra lavica della via Bottari, i cordoli dei marciapiedi in pietra di Macellari) sono stati ricollocati ed integrati con nuovi materiali (mattoni da pavimentazione, basole in pietra di Lazzaro, acciottolato, etc) con una maggiore attenzione al decoro urbano ed allesito formale dellinsieme. La vegetazione preesistente stata per quanto possibile recuperata, in particolare per le specie di maggior pregio anche con il trapianto dal sito originario, ed integrato con nuove esemplari di maggior pregio. Nellarea intorno alla torre nord ad esempio sono stati messi a dimora circa 26 esemplari di Citrus bergamia (bergamotto), emblema della citt e stranamente poco utilizzato nei giardini pubblici cittadini, inoltre sono stati messi a dimora esemplari di Ceratonia siliqua (carrubo), e specie ornamentali quali Punica Granatum (melograni, var. da fiore), Eritryna cristagalli, Phoenix dactilifera , phoenix canariensis. E stato inoltre realizzata un ampia superficie a prato (ca. 2000 mq) con relativo impianto di irrigazione automatizzato. I muretti di delimitazione degli spazi e di contenimento sono stati inoltre rivestiti di un innovativo intonaco a base di biossido di titanio che, se (come auspichiamo) non verr ricoperto dagli spray dei graffitari, potr svolgere la funzione di abbattimento e purificazione delle sostanze inquinanti presenti nellaria e lazione autopulente attraverso il noto processo di fotocatalisi che ne dovrebbe garantire una maggiore durata nel tempo. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Piazza ItaliaPiazza Italia ha origine con le direttive del Piano redatto dallingegnere Giovan Battista Mori dopo il terremoto del 1783. Nel corso dei secoli larea oggi conosciuta come Piazza Italia ha avuto numerose denominazioni, strettamente legate alle vicende e alle epoche storiche di Reggio. Durante il periodo Svevo, tra il XVI e il XVII secolo, era denominata Tocco Piccolo, in relazione alla consuetudine amministrativa di dividere la citt in due Tocchi. Nelle due piazze venivano eletti i tre sindaci della citt: mentre al Tocco Piccolo si eleggeva il rappresentante di estrazione nobiliare, al Tocco Grande, cio la Piazza del Duomo, venivano eletti gli altri due che erano il rappresentante del popolo e quello delle classi artigiane. Nel XIX secolo, tra il 1810 e il 1860 la piazza altern ben sette denominazioni, delle quali tre attribuite dal popolo: si chiam Piazza della Cattolica per la vicinanza alla chiesa distrutta dal sisma del 1783, nel 1810 prese il nome di Piazza Gioacchino Murat, poi divenne Piazza dei Gigli e infine con i Borboni prese il nome di Piazza Re Ferdinando I. Fu in onore del re che il popolo reggino, in segno di gratitudine per aver elevato la citt a terzo capoluogo di provincia con il nome di Calabria Ulteriore Prima (l. 1 maggio 1816), decise di erigere un monumento realizzato dallo scultore napoletano Tommaso Solari ed inaugurato nel 1828. Con lingresso in citt di Giuseppe Garibaldi e lunificazione dellItalia, nel 1860 la statua borbonica venne distrutta nel 1860 e la piazza prese il nome di Piazza Vittorio Emanuele II re del nuovo Regno dItalia. Nel 1869 fu collocata la Statua dellItalia in stile neoclassico, che posta al centro della piazza, tuttora pu ammirarsi. Essa opera dello scultore villese Rocco La Russa (1825 - 1894) e fu realizzata in memoria dei caduti durante i moti del 1847.La statua alta tre metri ed stata realizzata in marmo bianco di Carrara. Essa rappresenta una sovrana con le trecce sciolte sulle spalle nellatto di impugnare una spada con la mano destra, mentre con la sinistra sostiene una corona intrecciata di foglie di alloro. Il monumento posto a ricordo dei martiri del 2 settembre 1847 caduti insieme a tantissimi altri fratelli per essersi ribellati alla ferocia dei regnanti Borboni. Dopo il terremoto del 1908 la piazza fu prevista nel piano di riedificazione redatto dalling. Pietro De Nava. Al 1914 risalgono alcune modifiche relative allampliamento dellarea, condizionate dalla successiva realizzazione di Palazzo San Giorgio, e al riposizionamento centrale della statua dellItalia rispetto al nuovo assetto della piazza. Lassetto scenografico dellinvaso, si complet poi con ledificazione del Palazzo della Provincia al posto delledificio dellIntendenza di Finanza, e con il Palazzo della Prefettura nel sito in cui prima sorgevano il Monastero della Visitazione e lantica Prefettura. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Ristorante Chez Joe Indirizzo: Parco Pentimele Telefono e Fax: Tel:0965 650034 Sito Web: www.ristorantechejoe.com/index.html E-Mail: chezjoe@alice.it Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria Pub Taverna dei PicariIndirizzo: Via Pio XI trav. De Blasio 42 Telefono e Fax: Tel: 0965 592933 Sito Web: www.ipicari.com Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria El PuenteIndirizzo: Via Sbarre Centrali, 765 Telefono e Fax: Tel: 0965 594465 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria Windy HillIndirizzo: Piazza San Francesco di Sales - Gallina Telefono e Fax: Tel:0965 682656 E-Mail: windyhill@live.it Servizi: OSPITALITA'
Villa comunale e Giardini Pubblici Umberto INata come Orto Botanico, la Villa Comunale di Reggio Calabria, fu realizzata per iniziativa della Societ Economica e Comizio Agrario che acquist nel 1850, larea. Al suo interno, nel 1880 venne realizzata una struttura in stile neoclassico che ospitava lOsservatorio Metereologico e Geodinamico. Alla fine del XIX secolo, per linteressamento del Sindaco reggino Demetrio Tripepi, lOrto Botanico divenne di propriet demaniale e venne trasformato in giardini pubblici. Durante la Festa Madonna del settembre 1896, i Giardini vennero inaugurati e aperti al pubblico. Nel 1907, alla presenza del Re Vittorio Emanuele III, fu inaugurato il busto bronzeo del Re Umberto I, realizzato dallo scultore Concesso Barca, da quel momento i giardini presero il nome di Giardini Pubblici Umberto I. Il busto del re Umberto si trova allingresso dei giardini dal lato del Corso Garibaldi. Esso si erge su un basamento di marmo bianco, allinterno di unaiuola. Iniziando la passeggiata allinterno dei giardini, tra le piante esotiche si possono ammirare i busti di eminenti personalit reggine come quello bronzeo di Domenico Tripepi, quello del patriota Antonio Plutino e quello di Rocco Zerbi. Si trovano inoltre la Stele del Partigiano (1944), il Monumento in onore dei caduti per servizio istituzionale (1992), una moderna scultura realizzata negli anni 70, raffigurante dei busti e numerose colonne greche sparse nelle aiuole, rinvenute in mezzo a materiale di riporto. Di rilevante importanza il Portale di casa Vitrioli, in pietra di Siracusa, una delle poche strutture che ha resistito al sisma del 1908. Il portale si trovava nella casa del latinista e poeta reggino Diego Vitrioli,di fronte alla villa, che venne danneggiata durante i bombardamenti e poi demolita nel 1962. Il portale venne messo allingresso della villa comunale e successivamente spostato nella posizione attuale (1974). SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
B+B Elena Indirizzo: Via SS. 106 IV Trav., 487 Bocale RC Telefono e Fax: Tel:0965 29555 - Tel: 0965 897084 Cell: 3203294467 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 30,00/60,00 Servizi: OSPITALITA'
Best SeasonIndirizzo: Via Paolo Pellicano 23/E Telefono e Fax: cell: 388/0559207 Sito Web: www.bestseason.it Categoria / Stelle: 1 Categoria Prezzo: 20,00/70,00 OSPITALITA'
Camping Villaggio Al BoschettoIndirizzo: SS 106 km 40 - Via Nazionale 89030 Condofuri Marina - Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965 784100/415/496 - 784955 (ristorante) - Tel: 0965 784850 Fax: 0965 784496 Sito Web: www.alboschetto.net E-Mail: info@alboschetto.net OSPITALITA'
Ajanca Suite e Miniappartamenti esclusivi con bagno in camera, angolo cottura, frigo bar, TVC sat, climatizzazione, verande vista mare, internet wifi, ingressi indipendenti ed ogni confort. Siate i benvenuti!!! Indirizzo: Via Fiumarine n.7, Lungomare Catona Telefono e Fax: Tel: 0965 301638 Cell: 347 9242222 Sito Web: www.ajanca.com E-Mail: ajanca@libero.it Servizi: OSPITALITA'
Il parco archeologico delle mura grecheSul Lungomare Falcomat, all'altezza di Piazza Camagna, si pu ammirare il pi esteso tratto della cinta muraria ellenistica di Reggio. Le mura sono recintate da una cancellata in ferro battuto. Dal punto di vista storico, dobbiamo osservare come questo tratto delle mura di cinta, chiamato greco, in verit sia stato sempre parte, fino alla ricostruzione di Reggio dopo il terremoto del 1783, del circuito murario della citt in tutti i tempi, restaurato innumerevole volte, per fare fronte al degrado del tempo ed agli adeguamenti alle tecniche di assedio sempre pi sofisticate. Per quanto attiene alla struttura, va detto che le mura, edificate in mattoni cotti di cui non rimasta quasi traccia, poggiano su delle fondazioni in pietra tenera locale, con numerosi marchi di cava. La cinta muraria era costituita da un muro a doppia cortina: solo nella parte bassa, vista la cronica carenza di Reggio di pietra dura, le mura sono costruite con blocchi isodomi di arenaria locale, forse recuperata dalla fiumara Annunziata, disposti su due file parallele, con tratti perpendicolari. I vuoti tra le due cortine venivano riempiti di terra e pietrisco e su questa solidissima base veniva innalzato il muro vero e proprio, fatto in mattoni cotti... La parte conservata di straordinario interesse, perch si tratta del punto in cui le mura occidentali facevano un angolo, deviando verso oriente, chiudendo a meridione la cinta reggina. Incerta la data di costruzione: il Guzzo ha rilevato che negli inclusi dei mattoni siano stati ritrovati frammenti di ceramica, ma ci si pone come un terminus post quem piuttosto ampio; al momento l'ipotesi pi verosimile che si tratti delle mura costruite dopo la met del IV secolo a.C., quando Dionisio II ricostru la citt di Reggio col nome di Febea, la citt di Febo Apollo. La Soprintendenza archeologica ha ipotizzato che, nel circuito murario reggino, le mura in mattoni crudi siano di epoca del tiranno Anassila (V sec. a.C.), mentre quelle in mattoni cotti siano da attribuirsi al tiranno Dionisio II, che rest a Reggio solo tra il 356 ed il 351 a.C., quando fu scacciato, e la libert dei Reggini fu restaurata. Altri studiosi pensano, invece, che le mura, cos come le conosciamo, siano tutte della parte finale del IV sec. a.C., testimoniando gli interventi di Dionisio II, della Repubblica Reggina e del re Agatocle. Un recente restauro non ha migliorato la fruibilit culturale delle mura greche, anche se ne ha consolidato la struttura. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Tratto di muro di cinta in locIl tratto della cinta muraria orientale in loc. Collina degli Angeli fu messo in luce nel 1976, in corso a lavori edili. Realizzato interamente in mattoni crudi (di cm 40x40, realizzati con terra scura impastata con paglia e detriti ceramici e poi lasciata asciugare al sole), lungo circa 15 metri, ha uno spessore di oltre 4 metri ed era impostato (a 100 m s.l.m.) lungo la cresta di una delle dorsali collinari che chiudono a ventaglio la citt. Esso costituisce uno dei rari esempi dell'impiego di mattoni crudi in opere di grande mole nell'architettura magno-greca. Trova uno stringente confronto nel muro di cinta della citt greca di Gela, in Sicilia, e pu essere datato alla fine del V sec.a.C. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Le Tombe Greche sul Lungomare Italo FalcomataSul Lungomare Falcomat, in prossimit del Museo Archeologico Nazionale, sono visibili due tombe costituite da grandi parallelepipedi di arenaria. Esse appartenevano alla necropoli greca del rione Santa Lucia e furono scoperte, nel 1932, nell'area dell'attuale Museo. I primi resti di questa vasta necropoli vennero alla luce tra il 1883 e il 1886 sulla destra del torrente Santa Lucia; successivamente, si pot appurare che essa si estendeva fino all'area dell'attuale Museo, dal momento che, all'avvio dei lavori per la sua costruzione, ne venne alla luce un ampio settore, costituito da 111 tombe databili tra il III ed il II sec. a.C., di diversa tipologia e con corredi di varia importanza. Un gruppo di questi sepolcri ancora oggi conservato in un vano ricavato sotto la via Romeo, accessibile dal cortile interno del Museo Archeologico Nazionale. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Reggio Calabriaun luogo unico, capace di offrire incantevoli scorci e magiche sensazioni in ogni stagione. Pochi altri scenari al mondo regalano una combinazione di paesaggi cos affascinanti e rapidamente mutevoli: solo alcuni minuti e dalle splendide vette dellAspromonte si giunge sulle rive di un mare limpido, turchese, cristallino. Di giorno bello lasciarsi avvolgere dal profumo degli agrumeti, dallaroma di bergamotti e dalla dolce fragranza dei gelsomini. Al tramonto, passeggiare sul Lungomare accarezzati dalla brezza marina vuol dire immergersi in uno scenario fantastico che solo questo splendido scorcio cittadino concede ai suoi visitatori: i colori intensi del cielo e del mare e, in lontananza, il vulcano Etna che fuma, regalano un panorama coinvolgente e suggestivo. In estate la spiaggia si colora vivacemente con il susseguirsi di lidi che di giorno offrono tutti i comfort necessari per godere il mare in pieno relax e, di sera, si affollano al ritmo vivace della musica e del divertimento. Per tutti coloro che non si accontentano di vivere la citt solo di giorno, Reggio Calabria offre la possibilit di scegliere tra mille occasioni per divertirsi sotto le stelle con eventi speciali, Ogni notte una notte speciale per chi vuol fare le ore piccole: sono numerosissimi i locali aperti dopo la mezzanotte dove possibile mangiare, bere,ascoltare musica, ballare e incontrarsi, allinsegna della gioia di vivere caratteristica della citt. INFO: COMUNE DI REGGIO CALABRIA Piazza Italia - 89100 Reggio Calabria Tel. 0965 362111 - Fax. 0965 3623843 www.reggiocal.it - E-mail. staffrete@comune.reggio-calabria.it SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Centrale AffittacamereIndirizzo: Via Brancati 1/c 89100 Reggio Calabria Telefono e Fax: tel: 0965 814515 cell: 333 2628510 Sito Web: www.bbcentrale.rc.it E-Mail: info@bbcentrale.rc.it Prezzo: Camera singola Euro 50,00 Camera matrimoniale Euro 75.00 Camera doppia (2 letti separati) Euro 75,00 Camera doppia a uso singola Euro 60,00 Camera tripla Euro 90,00 Camera quadrupla Euro 100,00 Servizi: OSPITALITA'
Le costeLarea costiera rientrante nel territorio del Comune di Reggio Calabria ha una notevole estensione, che pu riassumersi in 44.008 metri lineari, per un totale di mq. 1.262.579 (esclusa larea portuale di competenza della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria). Le spiagge sono collocate dentro la struttura urbana, come un prolungamento delle strade e delle piazze sino al mare, che consente al cittadino cos come al turista di vivere in un unico contesto caratterizzato da due realt morfologiche e di utilizzo profondamente diverse tra loro. Il litorale del Comune di Reggio Calabria ricompreso tra il Comune di Villa San Giovanni a Nord ed il Comune di Motta San Giovanni a Sud. La costa presenta sia spiagge molto grandi con sabbia fine, localizzate alle estremit del territorio comunale, (Catona e Gallico a nord, Bocale e Pellaro a sud), sia zone caratterizzate da spiagge ghiaiose e strette. Il P.U.A. (Piano Utilizzo Arenili) del Comune di Reggio Calabria ha tracciato dal 2003 le linee programmatiche e dettato le prescrizioni per la disciplina delle iniziative pubbliche e private sulla costa comunale, tendenti a razionalizzare le gestione e la fruizione di tale zona. IlPiano, ha diviso il territorio costiero comunale in 14 diversi compartimenti limitati dalle principali fiumare cittadine e, a sua volta, ciascun compartimento stato diviso in aree con diverse finalit di utilizzo: 1.aree per attivit turistico ricreative pluriennali e stagionali; 2.aree per la sosta e lo stazionamento libero di piccole imbarcazioni da pesca e da diporto; 3.aree per punti di ormeggio attrezzati per la nautica da diporto; 4.aree per circoli sportivi ed associazioni; 5.aree per attivit produttive, artigianali e commerciali; 6.aree destinate alla libera balneazione; 7.aree di interesse naturalistico e paesaggistico; 8.aree pubbliche attrezzate per attivit socio-culturali e ludiche; 9.aree per attrezzature e servizi a carattere stagionale; 10.aree da sottoporre ad interventi di bonifica e rinaturalizzazione, comprendenti le parti del territorio costiero in cui devono essere attuati interventi di riqualificazione ambientale. Tali diverse finalit di utilizzo possono essere raggruppate in due grandi macroaree come di seguito indicate: Aree balneabili -Aree per la libera balneazione, con lunghezza complessiva pari a 11.624 metri lineari e superficie di 335.427 mq; -Aree destinate alla concessione a privati per attivit turistico ricreative sia pluriennali che stagionali, con lunghezza complessiva pari a 3.745 metri lineari e superficie di 171.037 mq. Aree non balneabili - Aree occupate da opere marittime di vario tipo (porti, banchine, opere di difesa, scogliere), con lunghezza complessiva di 2.800 ml, -Aree occupate dalle foci dei fiumi e dei torrenti, con lunghezza complessiva pari a 1.640 ml e superficie di 45.800 mq, - Aree da bonificare, aree per il libero stazionamento di imbarcazioni da diporto e da pesca, aree di interesse naturalistico e paesaggistico,con lunghezza complessiva di 24.190 ml e superficie di 710.315 mq. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Fondali mariniUn viaggio negli splendidi fondali reggini dello stretto, regno della Fata Morgana, un'indimenticabile avventura subacquea. Da Scilla, lungo un tratto di costa che assume un colore che sfuma dal blu intenso al viola scuro (Costa Viola) sino alle bianche scogliere di Capo dell'Armi, passando per il meraviglioso scenario del Lungomare Falcomat di Reggio Calabria, scopriamo veri e propri paradisi naturali di flora e fauna marina. Si resta affascinati dalle distese di Posidonia oceanica, spirografi dalle varie colorazioni e branchi di pesci trombetta, dagli scogli ricoperti di fantastiche spugne colorate, dalle foreste di gorgonie rosse e gialle, corallo nero e alcionari, da misteriosi e affascinanti relitti adagiati sul fondo marino. Invertebrati come Pennatule, Gorgonie, Alicia Mirabilis, che altrove sono rari, qui brillano nelloscurit delle immersioni notturne, alla luce dei fari, in tutta la loro maestosit. I Pesci trombetta, solitamente visibili a grandi profondit, nelle acque reggine si possono ammirare quasi in superficie. Diving Center Scuba Point Via Gebbione a mare - Reggio Calabria Tel. 0965 626897-333 2719223 Fax 0965 626897 www.scubapoint.it Calabria: Mediterraneo Sconosciuto Francesco Turano, fotografo, illustratore, esperto in biologia marina, ma soprattutto amante della natura e del mare, ha pubblicato il volume Calabria: Mediterraneo Sconosciuto. (Iiriti Editore) Il volume una splendida raccolta fotografica dei fondali marini della Calabria ed il risultato di anni di immersioni, di appostamenti, di sacrifici, e di un grande amore e rispetto per il Mare Nostrum. Il volume dopo una presentazione dell'autore di Angelo Mojetta e una prefazione, ci introduce alla scoperta delle meraviglie del mare calabrese. Nell'ordine vengono presentati: Filtratori del mare; Vermi con il ciuffo; I corazzati del mare; Molluschi e conchiglie; Fiori del mare; Pesci, signori del mare. Sfogliare le pagine di questo volume fotografico significa anche riflettere, rendersi conto che tante delle specie fotografate non si incontrano facilmente come poteva accadere qualche tempo fa. Riflettere su come il nostro Mare si stia progressivamente impoverendo, aggredito sempre pi dalle mille attivit dell'uomo. La vista di cos tanta bellezza fa nascere in noi un desiderio, una speranza di poter cambiare le cose, di poter salvaguardare gli abitanti del mare. Speranza che molte di queste specie non sopravvivano solo sulla carta fotografica, ma che possano continuare a nuotare libere nel loro meraviglioso mondo blu. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
La faunaNegli ultimi anni in cittsi possono avvistareanimali che prima era pi frequentetrovare in campagna. Questo perch la pressione antropica, anche in aree poco abitate, notevolmente aumentata, mentre nellarea urbana alcune specie riescono a reperire pi facilmente risorse alimentarie, paradossalmente, sono meno disturbate. Inoltre grazie allaumento dellearee di verde urbanotrovano nuovi posatoi e ripari. Oggi tra palazzi e piazze, oltre agli immancabili piccioni e gabbiani incontriamo sempre pi merli (Turdus merula), gazze (Pica pica), tortore (Streptopelia orientalis) e balestrucci (Delichon urbis). Lungo le coste, occasionalmente, possibile osservare qualche cormorano (Phalacrocorax carbo) che pesca, o il veloce frullare dali del martin pescatore (Alcedo attis). Lo scorso anno sono nati sulla spiaggia cittadina nei pressi di Torre Lupo alcuni esemplari di tartaruga comune (Caretta caretta). Nelle zone pedemontane del territorio comunale i pi attenti potranno scorgere gufi (Asio otus), barbagianni (Tyto alba), faine (Martes foina) e anche alcuni, seppur rari,esemplari di falchi e gheppi, che continuano avivere lungo le vallate delle fiumare. La presenza di questi animali indica anche una forte presenza di roditori di cui si nutrono. Parte del territorio del Parco Nazionale dellAspromonte ricade entro i confini comunali. Chi interessato allosservazione degli animali e abbia voglia di fare una passeggiata non troppo lontano dallacitt, avr sicuramente loccasione divedere da vicino le specie tipiche della punta estrema della Calabria, enei periodi giusti, i grandi e piccoli migratori, includendo in questa categoria anche quelli marini, come i grossi balenidi (es. La balenottera minore Balenoptera acutorostrata) e odontoceti del Mediterraneo (es. Il capodoglio Physeter macrocephalus) che transitano nello Stretto di Messina. Tra i mammiferi presenti nel parco troviamo il lupo (Cani lupus) nella parte centro-orientale, il cinghiale (Sus scrofa), il gatto selvatico (Felis silvestris), la martora (Martes martes), il tasso (Mele meles), la volpe (Vulpes vulpes), la faina (Martes foina), la donnola (Mustela nivalis), il ghiro (Glis glis), il driomio (Dryomys nitedula), e lo scoiattolo nero (Sciurus vulgaris meridionalis), sottospecie conla pelliccia nera anzich rossa o marrone. Tra i rapaci troviamo l'aquila del Bonelli (Hieraetus fasciatus), l'aquila reale (Aquila chrysaetos), e specie pi comuni quali lo sparviero (Accipiter nisus), l'astore (Accipiter gentilis), il falco pecchiaiolo (Pernis apivorus), il falco pellegrino (Falco peregrinus), la poiana (Buteo buteo) e il biancone (Circaetus gallicus). Tra i rapaci notturni vanno segnalati il gufo reale (Bubo bubo), (il pi grande rapace notturno europeo), l'allocco (Strix aluco) e il barbagianni (Tyto alba). Altri uccelli presenti sono la rara coturnice (Alectoris graeca) ed il picchio nero (Dryocopus martius). Tra i rettili troviamo la vipera dellHugyi (Vipera aspis hugyi), sottospecie dalla caratteristica livrea grigia percorsa da una fascia bruna a zig-zag, il cervone (Elaphe quatuorlineata) e la biscia d'acqua o natrice dal collare (Natrix natrix). Tra gli anfibila salamandra pezzata (Salamandra salamandra), l'endemica salamandrina dagli occhiali (Salamandrina terdigitata), l'ululone dal ventre giallo (Bombina variegata) e la raganella (Hyla arborea). Nei corsi d'acqua del parco vive inoltre la trota fario (Salmo trutta fario). Tra gli insetti vanno segnalati il cerambice delle querce (Cerambyx cerdo), la rosalia delle Alpi (Rosalia alpina) e lo scarabeo rinoceronte (Oryctes nasicornis). SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Parco EcolandiaIl Parco Ludico Tecnologico Ambientale di Ecolandia si trova in localit Arghill di Reggio Calabria, in Via Antonio Scopelliti, ed ospita al proprio interno lEx Forte Gull. Il Parco si estende su una superficie di circa 100.000 mq, su una vasta altura areata da cui possibile ammirare il panorama mozzafiato dello Stretto di Messina. Il Parco ECOLANDIA rappresenta un caso unico di Parco Ludico Tecnologico Ambientale, non solo nel contesto italiano, ma anche in quello europeo. Lontano dal parco di solo puro divertimento, destinato ad ospitare al suo interno giochi, attrazioni e installazioni sperimentali dallindubbia valenza educativa-promozionale legata alla crescita di una nuova cultura sociale ed ecologica. Al suo interno si trovano aree destinate ad attivit culturali, allallestimento di spettacoli e di attivit ludico/tecnologiche, oltre che punti di ristoro e spazi in cui poter praticare liberamente attivit allaria aperta. Con in cantiere unintensa attivit di sperimentazione in vari campi - dallecologia pratica, al giardinaggio biologico, dalla bioarchitettura, allagricoltura permanente, in grado di automantenersi e rinnovarsi nel tempo il Parco punta su valori e competenze orientate ad uno sviluppo che rispetti le risorse naturali e lambiente, ma anche alla riscoperta delle radici profonde della cultura del territorio. Essendo un progetto a lungo respiro, prevede ancora ladozione di impianti per la produzione di energie alternative e lagricoltura biologica come impulso per nuove iniziative economiche a tutela dellambiente. Lorganizzazione di circuiti e percorsi tematici attrezzati, che sispirano ai quattro elementi (Aria Terra Acqua Fuoco) della mitologia greca, elemento caratteristico e distintivo del Parco ECOLANDIA e contribuisce a renderlo attraente meta per le famiglie e per i giovani, da visitare anche pi volte lanno. Unicit e polifunzionalit e una posizione geografica strategica invidiabile, nel cuore dello Stretto, sono senza dubbio i maggiori punti di forza del Parco, accessibile con diversi mezzi di trasporto, per via stradale, aerea e ferroviaria. Visita il Sito www.parcoecolandia.it/ SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Planetario Provinciale di Reggio Calabria PythagorasIl Planetario una struttura di propriet della Provincia di Reggio Calabria. La direzione scientifica del Planetario affidata alla Sezione Calabria della Societ Astronomica Italiana. Il Planetario consente di riprodurre quasi tutti i fenomeni astronomici, osservabili sia di giorno che di notte , ed a tutte le latitudini, ma soprattutto di poterli vedere accelerati nel tempo.E' un apparecchio che proietta l'immagine ed i movimenti della volta celeste come apparirebbero ad un osservatore in un istante ed in un luogo assegnato. Il proiettore consente inoltre di riprodurre il movimento diurno o annuale dei vari corpi celesti, di simulare il cielo per una qualsiasi latitudine della terra e la precessione dell'asse terrestre. I moti possono essere anche combinati in modo da visualizzare particolari effetti come l'osservazione del cielo stellato da una stazione spaziale o dalla luna. L'apparecchio corredato da sistemi di proiezione che utilizzano tecnologie informatiche, mentre la sala dotata di impianto sonoro e di amplificazione. Con la costruzione del Planetario, tra l'altro, per le dimensioni e bellezza del Geode esterno uno dei pi belli d'Europa (secondo solo a quello di Parigi) la Provincia di Reggio Calabria, la Calabria, entrano nel numero di quelle citt europee che possono usufruire di un mezzo spettacolare ed efficace per l'insegnamento e le divulgazione delle discipline scientifiche. La realizzazione di questa struttura non costituisce soltanto un arricchimento culturale ma, in questa Regione che affonda le sue radici in quei popoli antichi che hanno costruito il sapere astronomico, il Planetario diventa il testimone di questo iter culturale iniziato millenni fa. Questo Geode che risplende in tutta la sua bellezza nel cielo di Reggio Calabria e sar la testimonianza pi vera di quanto sia vincente investire nella scuola, nella cultura risorse morali capaci di raccogliere e valorizzare, attraverso processi innovativi assecondati da un impegno politico lungimirante, quanto di meglio di cultura, di intelligenza, di seriet, di attaccamento al proprio dovere si esprime, malgrado tutto, nella realt calabrese. Per info Planetario Pitagora Via Salita Zerbi 89125 Reggio Calabria RC Segreteria Planetario Tel. +39 0965 324668 www.planetariumpythagoras.com SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
B+B Villa MariaIndirizzo: Via Fiume, 2 - Gallico Telefono e Fax: Tel: 0965 372633 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 20,00/35,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Le Stanze di Anna e CaterinaIndirizzo: Via Chiesa Pepe, 11/13 Telefono e Fax: Cell:3331987925 - Cell:3357597055 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 20,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B La PinetaIl BB si trova sul lungomare della citt, in pieno centro storico, nelle vicinanza del porto, della stazione fs e dell'autostrada SA-RC A3. La struttura nuova e le camere, fornite di bagno proprio e climatizzatore, si affacciano sullo splendido stretto affollato di lidi dai quali possibile assistere al fenomeno della Fata Morgana per il quale la citt dirimpettaia si vede riflessa,come in uno specchio, sulla superficie del mare. Indirizzo: Viale Zerbi,13 2 piano Telefono e Fax: Tel: 0965 811104 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it E-Mail: giuseppe_morabito4@virgilio.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 30,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
La Cinta Muraria di Eta’ GrecaVista la scarsit e la frammentariet dei rinvenimenti riguardanti la cinta muraria ellenica della citt di Reggio, gli studiosi che si sono cimentati nella sua opera di ricostruzione hanno abbozzato tracciati molto differenti tra loro, soprattutto per quanto riguarda il lato meridionale ed orientale. Il fianco occidentale delle mura urbiche, cio quello che fronteggiava il mare, era rettilineo e con andamento nord-sud; esso sintersecava col fianco settentrionale all'estremit nord del Corso Garibaldi mentre a sud, secondo la Barbaro Tropea, continuava fino all'incrocio con via Tommasini, piegando verso est nei pressi dell'antico forte Lemos. Tale ipotesi, per, non stata confermata da alcun dato archeologico. Per quanto riguarda il lato settentrionale delle mura, esso era tutto in salita e dall'estremit nord del Corso Garibaldi arrivava fino alla collina del Trabocchetto. Esso abbastanza documentato: un tratto di una decina di metri fu individuato nel 1956 durante la costruzione di una palazzina che confinava con la via Vollaro e con la via Tripepi; all'incrocio tra via Vollaro e via Veneto fu rinvenuto, poi, un altro tratto di muraglione in parallelepipedi di arenaria. Nel 1915 nell'area compresa tra gli sbocchi di via Verona e via Vicenza furono rinvenute mura a blocchi squadrati di arenaria con direzione est-ovest. Nella stessa zona, un po pi a sud di via Verona, furono rinvenuti due tratti di muro in blocchi di arenaria che formavano tra loro angolo retto e seguivano uno la direzione NW/SE verso la collina e l'altro quella NE/SW verso via Aschenez. Tale tratto si unisce idealmente ai due scoperti negli anni successivi sulla Collina degli Angeli e sulla sommit della collina del Trabocchetto. Il tratto meridionale della cinta meridionale, secondo Arillotta, all'altezza del palazzo del Genio Civile cambiava direzione, dirigendosi verso est, attraversando l'ex Piazza Camagna e giungendo in via Campanella; dal pianoro del Castello, poi, si dirigeva verso l'alto fino a congiungersi col tratto orientale sulla collina del Trabocchetto. La cinta in blocchi di arenaria stata datata alla met del IV sec. a.C. mentre i tratti in mattoni crudi sono stati datati tra la met del VI e la fine del V sec. a.C. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Noemi e FabianaIndirizzo: Via Vecchia Provinciale, 101 Archi di Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell:347/4243760 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Min/Max: 25,00/50,00 OSPITALITA'
B+B StellasBB Stellas Indirizzo: Via Castello,6 - Punta Pellaro (RC) Sito web: http://www.bbstellas.it/ Categoria: 2 Categoria Telefono e Fax: Cell: 3317703344-3895783425 OSPITALITA'
Night and DayIndirizzo: Via Torrione 1/E Telefono e Fax: Tel. 0965/21377 Cell. 328/1918208 Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Min/Max: 30,00 / 60,00 OSPITALITA'
Caffe Camagna Al Gazebo ResturantIndirizzo: Corso Garibaldi, 415 (Piazza Camagna) Telefono e Fax: Tel: 0965 324535 E-Mail: caffcamagna@interfree.it Prezzo: Prezzo medio 15,00 Servizi: OSPITALITA'
BagnaraE famosa nel mondo per la sua tradizione marinaria e per la pesca del pescespada, le cui delicate carni sono apprezzate fi n dai tempi dellantica Grecia. Sorge alla fi ne di una lunga discesa che parte dai piani dellAspromonte, rappresentando da sempre lo sbocco a mare per il territorio retrostante. Il monumento pi insigne la chiesa della Abbazia di Santa Maria e dei Dodici Apostoli, fondata da Ruggero il Normanno, il grande sovrano che ha dato il nome alla suggestiva Torre di Ruggero, o di Cacil, che garantiva la sicurezza della marina in tempi antichissimi. Suggestive le spiaggette di Favazzina, piccolo borgo a Sud del centro, e le frazioni collinari, che incombono sul centro, di Pellegrina, rinomato per il pane di grano duro, e Ceramida il cui nome evoca la ancora esistente tradizione della ceramica. Nella frazione di Solano Inferiore si trova intatto il borgo contadino, tipico abitato agricolo aspromontano. Info: COMUNE DI BAGNARA Corso Vittorio Emanuele, 89011 Bagnara Calabra Tel. 0966 374011 - Fax. 0966 371454 www.comunebagnara.it - E-mail. urp@comunebagnara.it SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
PalmiLa sua pianta caratterizza il centro che sovrasta le meravigliose spiagge sottostanti, quella della Tonnara, dove si trova il caratteristico scoglio dellUlivo, e della Marinella, piccola cala di ghiaia bianca, completamente sovrastata dal bastione montuoso del SantElia, e di PietreNere, con la sua fantastica leggenda. Ma Palmi non offre al turista solo la possibilit di una meravigliosa vacanza marittima. Il sito pieno di testimonianze storiche e archeologiche. Innanzittutto la Petrosa,suggestiva grotta abitata fi n dallantichit, che ha restituito reperti protostorici e greci; il sito di Taureana, lantica Palmi, esistita fino al X secolo e oggi fruibile nel Parco Archeologico dei Taureani; il Ninfeo di San Fantino, di et tardo romana; e infi ne la ricca collezione della Casa della Cultura, dove si trovano reperti archeologici trovati nel territorio, un importantissimo museo etnografi co che presenta le tracce della cultura contadina e raccolte di arte moderna, fra cui la pi rilevante la pinacoteca appartenuta al grande scrittore palmese Leonida Repaci, oltre alla collezione di Francesco Cilea, grande compositore palmese. INFO: COMUNE DI PALMI Piazza Municipio, 89015 - Palmi RC Tel. 0966 374011 - Fax. 0966 371454 www.comune.palmi.rc.it SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Agave B+BIndirizzo: via Verderame 10/D Telefono e Fax: tel: 0965/621361 cell: 329/1989548 cell: 338/4592125 Sito Web: www.agave-rc.com E-Mail: info@agave-rc.com Categoria / Stelle: 1 Categoria Prezzo: Singola: 35,00/50,00 Doppia: 60,00/80,00 Servizi: OSPITALITA'
Le Dune BluIndirizzo: Loc. Baia dei Pini 89026 San Ferdinando (RC) Telefono e Fax: Tel: 0966 765167 - Fax: 0966 765167 Periodo di chiusura Cell: 348 7661111 - Fax: 0963 81397 Sito Web: www.leduneblu.it OSPITALITA'
Allombra del NoceBB All'ombra del Noce Indirizzo: Via Sabauda,5 fraz. di Salice di Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 3297363959 Categoria: 1 Categoria OSPITALITA'
ScillaLa suggestiva rupe di Scilla saluta il visitatore che si avvicina a questo antichissimo centro dal mare. Cantato da Omero, Virgilio e Ovidio, Scilla uno dei luoghi pi famosi del mondo, grazie alla leggenda della ninfa Scilla che pag con la trasformazione in mostro lamore di Glauco. La rupe di Scilla fu popolata da epoche precedenti allet greca e da allora ha sempre segnato il punto di arrivo per chi, uscito dalle acque pericolose dello Stretto, sbarcava alla Marina Grande per trovare riposo. Omero narra che Ulisse, giunto qui, lasciasse sei dei suoi compagni vittima del tremendo mostro che si rifugiava nelle cavit sotto la Rupe. Nel corso dei secoli Scilla ha vissuto tutte le dominazioni che sono state presenti in Calabria, e tutte hanno avuto nella sua rupe un punto di riferimento. Lultima traccia limponente castello dei Ruffo, la cui mole sovrasta Marina Grande e Chianalea, il caratteristico borgo dei pescatori dallincantevole struttura urbana. A Scilla il visitatore potr godere di un mare dai rifl essi violacei, terso e caldo, di un panorama incantevole con limboccatura dello Stretto a Sud e le isole Eolie ad Ovest, e delle bellezze artistiche delle chiese, specialmente quella dello Spirito Santo alla Marina Grande. Nella frazione di Solano si trovano le suggestive Grotte di Tremusa, uno dei pochi siti di interesse speleologico della Calabria. INFO: COMUNE DI SCILLA Piazza San Rocco, 1 89058 Scilla Reggio di Calabria Tel. 0965 754003 - Fax. 0965 754704 http://scilla.asmenet.it/ - E-mail. segreteria@comune.scilla.rc.it SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Monumento ai CadutiIl Monumento che commemora i caduti della prima guerra mondiale stato inaugurato nel Maggio del 1930 alla presenza del re Vittorio Emanuele III. Realizzato a opera dellartista Francesco Jerace, esso composto da una colonna rostrata, con alla sommit una statua in bronzo raffigurante la vittoria alata che sostiene il gladio latino e la palma del martirio. Le due statue in bronzo poste alla base del monumento rappresentano un antico guerriero Bruzio che regge in braccio un vistoso scudo e un fante armato di fucile e di bomba a mano posto sopra una bocca di cannone. Il monumento posto lungo il Corso Vittorio Emanuele II in Via Marina. Sui lati della piazza che accoglie il monumento recentemente sono stati posti due lampioni in ferro battuto a forma di vascello, un tempo collocati sul vecchio ponte dellAnnunziata. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo Miccoli Ledificio, sede di residenze, occupa la parte ad angolo dellisolato che affaccia sulle vie: Tagliavia ed Arcovito. Il progetto fu redatto nel 1930 dagli ingegneri G. Sacerdote e Giuseppe Bonifati e realizzato negli stessi anni trenta del XX secolo. Il manufatto architettonico costituito da un piano seminterrato e due piani fuori terra con un impianto planimetrico a forma di c che racchiude un cortile e risulta caratterizzato da un linguaggio architettonico classico con elementi decorativi in stile liberty. I prospetti si presentano, al piano terra con un basamento in cui sono collocate le finestre del seminterrato, architravate e dotate di inferriate, segue una fascia di pareti trattata a bugnato con una sequenza di finestre ad arco e ingresso su via Tagliavia preceduto ai lati da colonne con capitelli che sorreggono il balcone in stile classico con lo stemma nobiliare della famiglia; inoltre, sempre al livello superiore si ripetono le aperture architravate talune complete di balconi con la caratteristica soluzione ad angolo di un balcone che rigira e aperture a bifora. Lungo tutte le facciate corre una fascia riccamente decorata a motivi floreali seguita dal cornicione, dalle falde aggettanti e dalla balaustra lineare allaltezza del piano attico. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Tratto di muro di cinta in locI resti di mura in localit Trabocchetto furono rinvenuti fortuitamente nel 1980, a seguito di lavori edilizi. Situati nel settore in cui la cinta raggiungeva la massima altitudine (114 m s.l.m.), dominavano l'area centrale della citt e costituiscono la prosecuzione dei resti murari individuati, pi ad nord, in loc. Collina degli Angeli poich risultano perfettamente allineati ad essi. In questo tratto documentata la sovrapposizione di due fasi successive di edificazione del muro: la prima (databile alla fine del V sec.a.C.) in mattoni crudi e la seconda (databile alla met del IV sec.a.C.) ottenuta mediante il sezionamento della cortina muraria precedente, che venne parzialmente riutilizzata come riempimento di una doppia cortina di blocchi isodomi in arenaria. Si conservano, inoltre, i buchi di palo dell'impalcatura utilizzata per l'innalzamento del muro in blocchi e la fondazione di una torre quadrata in blocchi di arenaria. Gli scavi hanno documentato la presenza di fosse di spoglio della cortina in blocchi, praticate in et romana per reperire materiale da costruzione; si spiegherebbe cos la mancanza del rivestimento in blocchi dell'estremit del muro sul lato nord-est. Anche qui, come nel tratto conservato in via Marina, alcuni dei blocchi in arenaria mostravano, al momento della scoperta, evidenti contrassegni di cava, successivamente cancellati dall'erosione. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Villa SIndirizzo: Via U. Zanotti Bianco, 9 Telefono e Fax: Tel: 0965 795600 Fax: 0965 795640 Sito Web: http://www.grandhoteldelaville.eu/ E-Mail: info@grandhoteldelaville.eu Categoria / Stelle: 4**** Servizi: OSPITALITA'
Villa SIndirizzo: Via Marina Telefono e Fax: Tel: 0965 759445 Fax: 0965 798046 E-Mail: boccaccio2@tim.it Categoria / Stelle: 3 *** Servizi: OSPITALITA'
Museo dello Strumento MusicaleGli spazi dellex stazione ferroviaria Lido ospitano la raccolta privata del dott. Spagna, fondatore dell Associazione Culturale Museo dello Strumento Musicale, ente che rivolge le sue azioni alla conservazione e valorizzazione degli strumenti musicali, la concertistica e la musicoterapia. Interessante lo spazio riservato agli strumenti della tradizione popolare calabrese, dalla zampogna agli scacciapensieri, fino ai tipici tamburelli utilizzati per le note della tarantella. Museo dello Strumento Musicale Viale Genoese - Zerbi alla Pineta Tel. 0965 893233 www.mustrumu.it info@mustrumu.it Orario di apertura: Tutti i giorni (Sabato e Domenica inclusi)10:00 - 12.00 Biglietto 2,50 Visite guidate Tel. 333 2284935 - 320 0631250 SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo Zani Ledificio, sede di residenze, occupa la parte ad angolo dellisolato che affaccia sulle vie: Aschenez e Giulia. Il progetto stato redatto dalling. Gino Zani, anche se porta la firma delling. Pietro Spinelli. Rappresenta uno degli esempi pi originali di architettura con canoni stilistici riconducibili allart nouveau e liberty. Il manufatto architettonico si articola su due livelli con unimpianto planimetrico di forma quadrangolare con doppi ingressi ed una scala allinterno che serve gli alloggi che affacciano sui due lati. I prospetti si presentano al piano terra con un basamento con motivi geometrici a rilievo per assorbire i dislivelli dellandamento del terreno ai cui angoli sono collocati gli ingressi con arco a tutto sesto, e due finestre tripartite con colonnine, di cui quello principale affaccia su via Giulia, ci sono poi le finestre architravate di forma rettangolare con originali inferriate in ferro battuto in stile liberty; al piano superiore in asse con i due ingressi corre ad angolo un balcone con balaustra con colonnine ed aperture bifore e trifore con archi e per i restanti prospetti si ripetono aperture ad arco a tutto sesto talune complete di balcone della stessa tipologia di quello ad angolo; lungo tutte le facciate corre una fascia riccamente decorata con motivi floreali sormontata dal cornicione e dagli elementi aggettanti delle falde che terminano con una balaustra lineare. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
LAspromonteIn vetta ai due mari, Jonio e Tirreno, custode silenzioso di luoghi sacri e foreste incantate, di grotte misteriose e ripide cascate di acqua pura. Linverno lo tinge di bianco, lautunno lo colora di rosso: lAspromonte, ad un passo dal cielo, affacciato sul mare. Selvaggio, a tratti inesplorato, lAspromonte affascina per le sue contraddizioni: una natura scontrosa che cela meraviglie inattese.Il Parco Nazionale dAspromonte una vera e propria riserva, un luogo di relax totale per i visitatori, unoasi verde per gli animali: la macchia fittissima di abeti, faggi e castagni lhabitat ideale per molte specie in via destinzione. Gambarie la sede del Parco, un luogo in cui possibile trascorrere una fresca estate ed un piacevole inverno, tra natura, sport e divertimento. Giunti nella localit Tre Aie, si attraversa un lungo viale tra i boschi: la sosta alla fontanella dobbligo, per assaporare lacqua leggera che proviene dalle pi pure sorgenti della montagna. Simpatici chioschetti di prodotti tipici, confezionati artigianalmente dalle contadine del posto, si snocciolano lungo il percorso per arrivare al centro del paese. un quadro di particolare effetto: con gli abiti tipici ed i classici fazzoletti in testa, le donnine vendono, orgogliose, ricotte, formaggi, salumi, insaccati e lodorosissimo origano. La piazza di Gambarie circondata da hotel e ristoranti, aperti in tutte le stagioni. La seggiovia permette di raggiungere in pochi minuti la vetta, che offre uno spettacolo magnifico: tra i monti si pu scorgere il mare e lEtna. La cima pi alta quella di Montalto, che tocca i 1956 m., dove si trova una Rosa dei Venti ed un monumento al Redentore eretto nel 1901. Escursionismo e trekking, sci e ippica: difficile annoiarsi. Destate possibile recarsi al vicino laghetto per la pesca delle trote; dinverno la localit diviene meta prediletta degli sciatori. Ma il fascino di questi luoghi non legato esclusivamente alla natura: anche la storia vi ha lasciato un segno importante: a pochi chilometri dalla localit SantEufemia dAspromonte si trova il Cippo Garibaldi, dove leroe rimase ferito durante uno scontro con i piemontesi. Ancora oggi esiste il gigantesco pino cui Garibaldi si appoggi dopo il ferimento. Nello stesso luogo, in un piccolo museo, si conservano oggetti e foto di epoca garibaldina. Da Gambarie si pu raggiungere il luogo simbolo della religiosit e del folklore reggino: il Santuario di Maria di Polsi, in cui possibile ritrovare latmosfera mistica che port i monaci Greci a rifugiarsi tra queste montagne. Il centro pi vicino a Polsi San Luca, il paese che diede i natali ad uno dei massimi scrittori calabresi: Corrado Alvaro. La capacit di svelare liricamente la realt umile e dolorosa della sua terra ne ha fatto uno degli autori calabresi pi conosciuti nel mondo. Pietra Cappa e Lago Costantino Il Lago Costantino, o degli Oleandri, si form nel 1972 a seguito di una grossa frana che, cadendo a valle, ostru il corso della fiumara Bonamico. Risalendo il torrente, che alimenta il lago vicino allabitato di San Luca, si possono ammirare splendide gole, le cui pareti si affacciano a strapiombo su di essa. Poco lontano da questa oasi, si stacca maestosa Pietra Cappa, un enorme monolito di oltre cento metri di altezza, sulla cui origine si narrano varie leggende. Il nome deriva dal medioevale cauca, vuota. La vallata, definita la Cappadocia della Calabria, caratterizzata da questi enormi blocchi di roccia, erosi dalle pioggia e dal tempo. Un corridoio naturale, creatosi per una frana, permette di attraversare la parte sottostante, nelle cui vicinanze si trovano i resti della chiesa di San Giorgio. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo dei TribunaliProgettista Farinelli 1915 - 1926 Il progetto venne consegnato nel 1915 e completato nel 1926. Ha un impianto tipologico a doppia corte chiusa con copertura a terrazza e due piani fuori terra. Il prospetto principale presenta unimponente gradinata che da accesso allingresso tripartito. Il basamento in bugnato contiene le aperture del seminterrato. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Piccolo Museo San PaoloIl Piccolo Museo San Paolo nasce negli anni 70 per volont di Monsignor Francesco Gangemi, parroco della Parrocchia di San Paolo della Rotonda, sacerdote colto, fine collezionista di opere darte, autore di pubblicazioni, testi teatrali, fine conoscitore del greco antico e del latino. Trasformatosi in Fondazione con riconoscimento giuridico ufficiale nel 1984, la sua collezione oggi ospitata nei locali adiacenti alla chiesa di San Paolo e attende di essere collocata in una sede definitiva. Nellattuale spazio le opere risultano suddivise in sale, genericamente denominate: sala A o di Antonello, sala B o delle Icone, sala C o delle Pergamene. Le opere esposte, di gran pregio storico e artistico, sono state raccolte in un arco di tempo di oltre sessantanni dallo stesso Francesco Gangemi, con grande amore per l'arte e tenacia straordinaria nella ricerca. La collezione, incrementata negli anni da donazioni acquisti, risulta del resto estremamente eterogenea sia per gli artisti, non solo calabresi e meridionali, sia per la natura stessa dei generi esposti, si possono infatti individuare: Icone, Argenti, Sculture, Avori e Dipinti. Il settore pi cospicuo e importante della collezione del Museo rappresentato dalle Icone, collocate nella Sala B, dalle quali prende appunto il nome. Esposte in quattro bacheche a muro, sono suddivise in icone russe, greche e di altra provenienza, come serba o bulgara. In totale sono169 e tra le pi significative di provenienza russa, vi sono: San Nicola il Taumaturgo, sec. XIX, Madre di Dio detta Consola la mia pena, sec. XVIII-XIX, Madre di Dio dalle tre mani, sec. XIX-XX, Madre di Dio Tichoniskaja, sec. XIX, Crocifisso con quattro scene, del XV sec.; dalla Grecia: Trittico. Madonna dOdigitria del XVI sec. e San Giorgio del XVIII- XIX sec. Ancora molto interessanti sono il San Michele Arcangelo, icona bulgara del XVI sec. e il dittico dellAnnunciazione, icona del XVI-XVII sec. proveniente da Creta o dal Dodecanneso. Lituana invece unicona particolare, perch su una superfici di cm. 42 x 48, sono inserite le immagini dei santi di tutto un mese (calendario Mensile). Infine numerose sono le icone del Cristo Pantocrator di varia epoca e provenienza: dalla icona detta Dodecaorton, con una scena centrale attorno alla quale girano altre dodici scene pi piccole, alle icone calabresi, come quella della Madonna col Bambino e S. Gerasimo del XV sec. e qualche altra di fattura e carattere popolare. La sezione degli argenti, ricchissima e comprende, infatti, circa duecento oggetti fra ostensori, calici, patene, turiboli con le navicelle, pissidi, corone e lampade, distribuiti allinterno delle due grandi sale del Museo, in apposite vetrine. Provenienti sia dallItalia che dallestero, sicuramente sono altamente rappresentativi della maestria raggiunta dalle botteghe orafe soprattutto napoletane, siciliane e messinesi. Troviamo, infatti, pezzi creati da orafi meridionali come Filippo Juvarra, Pietro Juvarra, suo padre, il Martinez, il Donia, il DAngelo, ma anche stranieri, vista la presenza di una Coppa e di un Uovo finemente lavorati dal francese Faberg. Fra gli oggetti, distribuiti tra le diverse sale, i pi rilevanti per qualit e manifattura sono: lOstensorio dargento di Pietro e Filippo Juvarra, del 1770, un gruppo di ostensori dargento di bottega napoletana del XVIII sec., un calice russo de XIX sec. e una croce filigranata macedone del XVI secolo. Numerose sono le sculture e i bassorilievi, collocati anche nella sala dingresso, databili dal periodo medievale al XVII secolo, fra le quali: una Testina in pietra che molto probabilmente raffigura Federico II, giovane e con la corona in testa, ritrovata a Reggio, appartiene a periodo gotico; due formelle a bassorilievo di epoca medievale, databili tra il XIII e XIV sec., e di provenienza centro- settentrionale, raffiguranti rispettivamente la Crocifissione e la Deposizione; due frammenti di colonne anchesse medievali, ma di provenienza probabilmente locale e di cultura bizantina; un bassorilievo in arenaria del San Michele, del XVIII secolo; una Madonna in trono col Bambino, databile nel XV sec., in marmo rosa di Taormina; una statuetta che rappresenta la Madonna col Bambino, in alabastro del XVIII secolo, di bottega siciliana. Ancora allinterno della collezione del museo un piccolo ma rilevante spazio occupano gli avori, fra i quali emergono: una Madonna col Bambino, scolpita su un frammento di zanna dippopotamo, che, custodita allinterno di una vetrinetta con altri oggetti, risale al gotico francese, un Crocefisso di grandi dimensioni del XVI secolo e un cofanetto in avorio raffigurante Santa Rosalia del XVII sec. Infine vi sono oltre un centinaio di dipinti, riconducibili ad un vasto arco di tempo, definibile dal XIV al XIX secolo, e distribuiti fra la Sala A e quella B. Tra le opere vi sono alcune che annoverano delle importanti attribuzioni, ancora non confermate dalla critica ufficiale, come il San Michele Arcangelo che uccide il drago (200 X 105 cm) attribuito ad Antonello da Messina; la Madonna col Bambino, olio su tela di scuola veneta databile nel sec. XVI; San Francesco riceve le stimmate, olio su tavola, schedato come scuola umbra del sec. XV, ma in realt opera del XVI meridionale, ultimamente messo in relazione con un dipinto dallidentica iconografia attribuito a Vincenzo da Padova; un piccolo dipinto che rappresenta la Visione di santa Teresa d Avila, databile nel XVIII sec, di Sebastiano Conca, artista presente in citt anche con pala raffigurante la Madonna della cintura nella chiesa di SantAgostino. Ancora importante lolio su tela di Antonino Cilea, lAddolorata fra gli angeli, opera autografa e datata 1711. Ancora vi sono Il Prometeo e SantAndrea, attribuiti entrambi al Ribera e databili nel XVII sec.; un Transito di San Giuseppe, olio su tela, bozzetto per unopera che si trova nel Duomo di Reggio Calabria, sec. XVIII; un SantAndrea, olio su tela, databile al sec. XVII., anchesso attribuito al Ribera, ma non vi sono elementi che conducano con certezza a tale autografia e si pu pensare pi genericamente ad un ambito di cultura naturalista della prima met del Seicento e una Deposizione, olio su tela, schedato come sec. XVII, ma invece del sec. XVIII. Il museo contiene anche una sezione archeologica e numismatica, un fondo libraio e una miscellanea di materiale cartaceo rappresentatola. Informazioni Indirizzo: Vico Sorgon, 4/C - 89100 Reggio Calabria Orari: Mercoled: 9.00/ 12.00; Sabato e Domenica: 9.00/ 12.00 Ingresso gratuito SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Chiesa del Carmine Allinterno si conserva laltare del 1787 di Paolo Richichi, decorato con marmo verde e giallo, gi collocato in Duomo e poi trasferito a seguito della demolizione dello stesso dopo il sisma del 1908. Laltare un capolavoro con le sue superfici concave e le varie decorazioni. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Testa di BasileaAllingresso della sala che ospita i Bronzi di Riace sono esposte due teste bronzee provenienti dal relitto di Porticello (presso Villa San Giovanni). In tale localit, nel corso delle operazioni di recupero espletate nel 1969, oltre al carico commerciale di anfore per il trasporto di derrate alimentari, stato rinvenuto un complesso di bronzi, consistente in diversi frammenti di statue, tra cui due teste virili. Una di esse nota come Testa di Basilea, poich venne acquistata dallAntikenmuseum della citt elvetica; successivamente (1986) venne restituita al governo italiano, in quanto risultata oggetto di un trafugamento illegale da parte di clandestini allepoca della scoperta del relitto. Sotto laspetto stilistico, i suoi tratti, idealizzati, ascrivibili, forse, ad una figura divina o un personaggio regale, fanno supporre che lopera sia stata realizzata sotto linflusso di correnti artistiche attiche o peloponnesiache e sia cronologicamente inquadrabile nello stile tardo-severo (met del V sec. a.C. circa). SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo MazzitelliLedificio, sede di uffici e magazzini, occupa la parte ad angolo dellisolato che affaccia su via Fata Morgana, sul Corso Garibaldi e a lato confina con piazza S. Giorgio. Progettato dallarch. Camillo Autore fu ricostruito nello stesso sito in cui sorgeva prima del terremoto del 1908 e completato nel 1927 con un piano in meno. Il manufatto architettonico si articola su due piani fuori terra con un impianto planimetrico di forma quadrata con cortile interno. I prospetti risultano permeati da canoni classici con influssi dellarchitettura liberty, quello principale su via Fata Morgana presenta al piano terra un trattamento delle pareti a bugnato sopra un basamento, lingresso, che conduce ad un atrio ed alla scala a gomito che porta al piano superiore, racchiuso entro due colonne che sorreggono un balcone e le aperture sono architravate; al piano superiore le pareti sono trattate con intonaco liscio tranne le parti ad angolo, le aperture sono caratterizzate da timpani ricurvi racchiusi entro una fascia che corre per tutte le facciate riccamente decorata a motivi floreali, negli altri prospetti si ripetono gli stessi elementi architettonici che si differenziano nella disposizione dei balconi con caratteristica ringhiera in ferro battuto artistico, ledificio termina con un cornicione dentellato e una balaustra con un ritmo seriale di pilastrini. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Chiesa di San Sebastiano al Crocefisso E a unica navata e sulla parete di sinistra si aprono le cappelle del Battistero e del SS. Crocefisso oltre che il grande campanile. Il crocefisso frutto dellarte napoletana del secolo scorso. Di Michele Di Raco sono il tabernacolo, tutti gli elementi liturgici e le sculture in bronzo. Il presbiterio ospita una interessante tela raffigurante il Martirio di S. Sebastiano, di Annunziato Vitrioli. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Piazza De Nava La piazza su cui si affaccia il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, dove sono custoditi i Bronzi di Riace. Giuseppe De Nava fu Ministro nel 1918 e nel 1921. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Chiesa degli OttimatiLa Chiesa degli Ottimati (o chiesa di Santa Maria Annunziata) di datazione bizantina, si trova a Reggio Calabria, nei pressi di Piazza Castello. Edificata intorno al X secolo, prese il nome dall'antica cripta degli Ottimati che fu realizzata come struttura d'appoggio per la chiesa d'epoca normanna del XII secolo dedicata a San Gregorio Magno. Affidata alla congrega degli Ottimati e dedicata a Santa Maria Annunziata, dal 1964 retta dall'adiacente collegio dei Gesuiti. Secondo una planimetria conservata presso la Soprintendenza Archeologica della Calabria, l'edificio originale presentava forti analogie con le altre chiese bizantine della Calabria, per questo si pu ipotizzare che la Chiesa degli Ottimati sia nata bizantina e databile al X secolo. La chiesa originaria aveva una pianta quadrangolare, tre absidi orientate nascoste esternamente da un muro rettilineo; le tre navate erano coperte da cinque cupolette secondo un modello bizantino applicato nella regione in edifici tutti databili tra la fine del X secolo e l'XI secolo, tra cui la Cattolica di Stilo, San Marco di Rossano e San Giorgio di Pietra Cappa presso San Luca. In et normanna, probabilmente all'epoca di Ruggero II, al di sopra della chiesa ne venne realizzata una seconda intitolata a San Gregorio Magno, sostituendo la copertura a cupolette con volte a crociera. Durante l'incursione saracena del 3 settembre 1594 la Chiesa degli Ottimati venne danneggiata e incendiata. Gli ottimati furono una congregazione di nobili fondata dai Normanni. Nel tempio infatti sono custoditi gli stemmi in marmo delle famiglie dei nobili reggini, tra i quali Filocamo, Griso, Altavilla e Borboni. Dopo la distruzione saracena dell'antico quadro de l'Annunciazione, la Congregazione degli Ottimati commission una nuova pala dell'altare ad un giovane Agostino Ciampelli e nel dicembre 1597 arriv il novo quadro da Roma della SS. Vergine Annunciata, opera di grande valore artistico. Abbandonata nel 1767 in seguito alla soppressione dell'Ordine dei Gesuiti, nel 1780 la chiesa ricevette la protezione di Ferdinando I di Borbone. Dopo essere stata profondamente danneggiata dai terremoti del 1783 e del 1908 la chiesa fu ricostruita nella prima met del Novecento. Nel 1916 fu quindi smontata e spostata per le nuove esigenze della ricostruzione della citt a seguito del terremoto del 1908. La ricostruzione dell'attuale chiesa si conclusa nel 1933 sotto la supervisione della scuola del Beato Angelico di Milano, sul progetto dell'architetto Pompilio Seno del 1927, che adott il preesistente impianto di tipo bizantino della Cappella degli Ottimati. Anche il nuovo tempio di stile arabo-normanno a tre navate. Le volte sono a crociera, sorrette al centro da colonne. Alcune tessere dello splendido pavimento a mosaico e le colonne mancanti sono stati integrati con l'inserimento di pezzi molto simili provenienti dalla basilica normanna di Santa Maria di Terreti, andata completamente distrutta. Nel vano sottostante la navata centrale, nel 1977 stata realizzata una cappella per volont di P. Guido Reghellin, che non aperta al pubblico. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Museo EtnograficoIl Museo stato aperto a Pellaro nel 1986. E' composto da 8 sezioni, la prima la Sezione del Presente, dalle attivit creative alla storia del gruppo famiglai 'I Nuovi Vignaioli', con oltre mille reperti. Nella Sezione Mostre, che va dal 1960 ad oggi, sono presenti le attivit artigianali, scientifiche e culturali, artistiche e oranizzative del Prof. Squillace Consolato. Seguono la Sezione attivit umane e dell'amore, la Sezione attivit umane, artigianali e del riposo, la Sezione attivit umane e del territorio Fam. Ebbinge, la Sezione delle macchine, la Sezione del catoju e la Sezione internazionale. Museo Etnografico Via Quattronari n.36 Pellaro Tel. 3496193813 - 328 3748313 http://inuovivignaioli.com/ SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo FiaccadoriE costituito da due corpi di fabbrica che hanno lingresso principale sulla via Biagio Camagna e i due prospetti laterali uno sulla Via Lungomare e laltro sulla via Zaleuco. I corpi di fabbrica sono costituiti da un seminterrato, un piano rialzato e un piano superiore. Il palazzo poggia su un ampio basamento sul quale si aprono le finestre del piano seminterrato chiuso da una fascia orizzontale con bugne a rilievo. Allestremit settentrionale su due mensole appoggiato un bowindow con unampia finestratura quadrata con un davanzale rialzato su appoggi tripartiti. Lelemento si chiude con una veranda nel livello superiore che presenta un parapetto a merlatura regolare. La parete della veranda si presenta arretrata rispetto al piano del prospetto che si affaccia sulla Via Marina e prosegue sul muro dattico sul quale si aprono tre aperture. Al di sopra del marcadavanzale si appoggia una fascia decorata realizzata in pietra artificiale con finitura in bugnato lungo la quale si aprono tre finestre con arco semicircolare e chiave di volta a rilievo allungata. Le finestre in prossimit dellangolo sono comprese tra due mensoloni che sorreggono il balcone del piano superiore. La soluzione dangolo gioca sui volumi che, tra pieni e vuoti, definiscono una veranda, con vista sul mare, coperta con una pensilina in tegole: la parete della veranda decorata con disegni geometrici e floreali policromi. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Lo Stemma e il Gonfalone della CittaNon certo il caso di fare inutile erudizione, facile a raccattare nelle tante importantissime pubblicazioni e monografie, negli studi dotti e profondi dello Spagnolio, nel suo De Rebus Rheginis (manoscritto del sec. XVI-XVII); o nei lavori dello Span Bolani (Storia di Reggio di Calabria, Napoli, 1857; Lettera 9 Aprile 1871, pubblicata nel periodico La Zagara, vol. 2, pag. 119 e segg.); di Cesare Morisani (Rivista storica calabrese, Reggio, 1897, anno V, fasc. 39-40); di Antonio Sino poli Battaglia (Arme della citt di Reggio Calabria, tip. Siclari, Reggio, 1897); o in altre note critico storiche. Crediamo che nella monografia del nostro concittadino, mons. Antonio Maria De Lorenzo, Arcivescovo titolare di Seleucia Jsaurica, edita nel 1903, Egli, severo cultore di storia e sapiente indagatore negli archivi, abbia meravigliosamente, con precisione, riassunte le precedenti notizie pubblicate da altri, e abbia, definitivamente, documentata l'antichissima tradizione nella citt di Reggio al culto verso il patrono, S. Giorgio, il cavaliere dei santi, il santo dei cavalieri, di cui canta il Carducci, esaltandosi nell'ammirare la statua di Donatello: Degno, San Giorgio (oh!, con quest'occhi lassi il vedess'io) che innanzi a te ne l'armi , un popolo d'eroi vincente passi E l'origine del culto reggino a S. Giorgio , concordemente, determinata nellanno 1086. Molte chiese gli furono dedicate in Reggio: San Giorgio di Sartiano in La Judeca; S. Giorgio di Lagonia; S. Giorgio intra moenia e S. Giorgio extra moenia. In S. Giorgio intra moenia, parrocchia tuttora esistente, nel cuore della citt, o S.Giorgio de Gulpheriis, ai piedi dell'altare del Santo Patrono, si chiudeva, ogni anno, il solennissimo atto delle elezioni municipali. Esse incominciavano al palazzo di citt con la solenne pubblicazione delle liste elettorali, gi precedentemente compilate dalla legittima deputazione in presenza del R. Governatore; proseguivano ivi stesso con l'elezione dei consiglieri, da compiersi per sorteggio; e poi con la segreta votazione dei soli consiglieri eletti, che decideva della scelta dei tre Sindaci. Per tre eligendi, per, si ritenevano i sei nomi meglio favoriti alla votazione, che, chiusi in palline di argento e messi in borsette separate, secondo i ceti, poneansi sull'altare di S. Giorgio, l'ultimo d dell'elezione: ed ivi, dopo celebrata la messa dello Spirito Santo, venivano estratti a sorte per mano di un bambino i tre che dovevano governare per un anno il comune. N questo restava estraneo al culto del Santo ecc. ecc. . (De Lorenzo I ricordi reggini del culto di S.Giorgio Martire, Napoli, 1903, pagg.32 e 33) LO STEMMA - ESEGESI E DEFINITIVA FORMA Ma tutti gli autori di studi e di monografie sullo Stemma reggino, tutti, niuno escluso, si erano diffusi, con dottrina e con profonda indagine storica, nel trattare dell'origine antichissima del culto a S. Giorgio, delle tradizioni che circondano di gloriosa aureola il Patrono della citt, della vita di Lui, cavaliere e cavalleresco, dalle singolari tenzoni col drago favoloso. Dello Stemma cittadino, nulla; tranne che discussioni o polemiche o capricciose ipotesi, su quello che avrebbe dovuto essere, secondo l'una o l'altra descrizione. E nelle fantasiose ricostruzioni figurative, nessun riferimento ai capilavori del Carpaccio (Venezia, galleria dell' Accademia), o di Giorgione. (Roma, galleria Corsini), o di Raffaello (Parigi, museo del Louvre): o del portale, di arte lombarda, in piazza dell' Amico, di Genova; o del bassorilievo e della statua di Donatello in Or San Michele; o del Raibolini, detto il Francia; o di Cosimo Tura, nel duomo di Ferrara, ove, come si sa, uno dei primi documenti della letteratura italiana: Li mile cento trentacenque nato Fo questo templo a S. Gorgio donato Da Glelmo ciptadin per so amore E mea fo l'opra Nicolao scolptore. Nessun riferimento a capolavori d'arte o a fonti storiche; anzi nel 1861, per l'Esposizione di Firenze, s'invi uno stemma variopinto, grottesco, tolto da un quadro di una chiesetta rurale. Mai, s' avuta conoscenza del bellissimo Stemma, ufficialmente adottato dal Comune dal 1600 in poi, costantemente. La differenza, dunque, del nostro metodo di ricerca stata questa: Noi abbiamo chiesto il riconoscimento di ci che fu ed nel Gran Sigillo dell'Urbe reggina; non di ci che... si sarebbe foggiato in disegni, senza elementi storici ed araldici. Infatti, forse anche prima, non v' dubbio, nel secolo XVI, Reggio, citt indipendente, autonoma, ligia solo alla monarchia e all'autorit reale, per privilegi sovrani (precipuamente per il diploma II Maggio 1465 di Ferdinando I di Aragona) (Nota I); e libera da qualsiasi pi lontana forma di feudalismo, ha nel suo sigillo la figura equestre di S. Giorgio, col motto assonante, quasi rimato: Urbs Regina Mater Provincie Prima; come si rileva da una attestazione 17 Marzo 1522, conservata nel R. Archivio di Stato di Napoli, nelle Arche in carta bambagina (fol. 104, vol. 19). Ma dal 1757, le vicende degli archivi cittadini, per i terremoti del 1509, 1638 e 1783, per le invasioni distruzioni turchesche, gran merc se hanno lasciato tracce di documenti, troviamo, con certezza, adottato, costantemente, e definitivamente usato lo Stemma bellissimo, di cui esibiamo un esemplare. Questo Stemma reca anch'esso la leggenda gloriosa: Urbs Rhegina Nobilis Insignis Fidelissima Provin(ciae) Prima Mater Et Caput. E tale scritta, derivazione accresciuta da quella del 1522, ha la sua storia e la sua ragione (Nota II) ed la intestazione degli atti della Universit, della Corte locale e della Bagliva di Reggio, conservati nel nostro Archivio di Stato, roborati dal gran sigillo coll'arme cittadina. (Nota I) Privilegio II Maggio 1465 di Re Ferdinando l di Aragona, nel Repertorium dell'Archivio provinciale di Stato, pagg. 126 a 132: Ferdinandus Dei gratia Rex Siciliae Hierusalem et Hungarie. Universis et singulis presentium seriem inspecturis tam presentibus quam futuris. Nullam virtutem magis in Principe laudandam existimamus quam qua in subditos benemeritos liberalitatem gratitudinem clementiam atque mansuetudinem recto libramine ostendit et impartitur Propterea et justum censemus ut buiusmodi civitatem et cives dignis gratiis prosequamur, faveamus et augeamus; etiam propterea reputantes ipsam civitatem in ipsa provincia famosam, insignem, atque principaliorem, et ob ejus situm et conditionem Nobis et nostro Statui non modo perutilem sed valde necessariam; nos ab experto videntes et recognoscentes eam per Retroprincipes Regni bujus fuisse in Regio Demanio immediate retentam et conservatam, esseque de illis civitatibus peculiaribus et insignibus, quae juxta Regni buius infeudationis Ritus et Constitutiones a praedicto Demanio separari vel alienari non debent. Volentes in omnibus et per omnia praenarrata Capitula observare et observari facere tenore praesentis nostri privilegii in perpetuum valituri, de certa nostra scientia deliberate et consulto, motuque proprio praenarrata Capitula confirmamus ipsamque civitatem nobilitamus ac nobilem facimus, creamus et nominamus. Itaque de cetero in cunctis contractibus et scripturis aliis agendis ipsa civitas Regii nobilis nominetur et intituletur Ipsam civitatem utique dignam, insignem et antiquam, caeteris insignibus et peculiaribus civitatibus aggregamus et annumeramus, quae uti membra a corpore, sic illa a Corona et Demanio nostris separari vel alienari non possit, promittenctes atque curantes semper et omni futuro tempore per nos omnes beredes nostros dictam Civitatem cum omnibus ejus juribus territorio pertinentiis universis in perpetuo nostro Demanio et Corona retinere et conservare. (Nota II) In un diploma 30 agosto 1514,di Ferdinando il Cattolico, si legge: Il Placet Regiae Majestati dicfam Civitatem matrem et caput civitatum dictae Provintiae preclaram habere dictum privilegium ... (Archivio di Stato di Reggio, Repertorium privilegiorum nobilis civitatis Rhegii, pag.155). IL COLORE DELLA CITTA - IL GONFALONE L'illustre storico reggino, lo Span Bolani (citata Storia di Reggio Calabria) scrive, nel vol. I, libro IV, capo V, 2: Non quindi meraviglia, che Giovanna, in quei tempi (1362) abbia dato ai Reggini contrassegni della sua real benevolenza Il Capitano di Reggio ed il Magistrato si recavano ogni anno in quella terra (S. Antonio di Scacccioti, sulla quale pretendeva diritti Ruggiero Sanseverino, conte di Mileto e di Terranova) quand'era la festa di S. Antonio, col vessillo .regio e della citt (dice il diploma 24 aprile 1363. di. Giovanna I: annuatim in festo Sancti Antonii officiales seu Capitanei dictae civitatis Regii, qui pro tempore fuerint, una cum dicta Universitate civitatis ipsius .ibant cum vexillo clarae memoriae Domini Regis Roberti et aliorum praede cessorum nostrorum et ponebant dictum vexillum super dicta ecclesia in signum tenutae et possessionis dicti tenimenti pro parte Universitatis eiusdem, et de hoc fuit et est publica vox et fama in civitate Regii, Messanae et aliis terris et locis circumadjacentibus et usque ad haec tempora etc.). E sempre lo Span Bolani, nel vol. I, Annotazioni, lib. IV, cap. 4, XI, scrive: Come si rileva da un Diploma di Carlo III Durazzo del d 9 gennaio del 1382, la fiera franca di agosto fu conceduta a' Reggini da Ludovico e Giovanna nel 1357, mentre questi sovrani dimoravano in Messina. Questa fiera si celebrava alla marina, dirimpetto alla porta della Dogana, che era presso quel luogo dove oggi si vede la casa della famiglia Valentino, sotto la statua dell'Angelo. A tale oggetto il Magistrato cittadino aveva cura che fossero costrutte in fila a destra ed a manca baracche di tavole per uso de' mercanti che vi esponevano i loro generi di panni, sete, tele ed altre merci consimili. Ad ogni quindici agosto, allo sparo del cannone (dal 1500 in poi) si us d'innalzare una bandiera di color cremis, sulla quale erano ricamate ad oro ed argento le regie .armi da una parte, e dall'altra quelle della Citt. Sotto questa bandiera veniva messo un baldacchino, anch'esso di color cremisi, con tre seggiole di cuoio, su cui sedevano i tre sindaci pro tribunali, assistiti dal loro consultore. I quali durante la fiera decidevano in ultimo termine non solo degli affari di commercio, ma altres di tutte le contravvenzioni e delitti anche criminalissimi; e ci per privilegio speciale di Giovanna II, quanto riconferm etc.. Con questo cenno storico, che ora riassumiamo nelle sue linee principali, coi documenti tratti dal nostro Archivio Provinciale di Stato, abbiamo giustificato il buon diritto di Reggio nostra al glorioso Stemma con la storica Corona reale aragonese, e non con la semplice turrita di citt. Anche il Gonfalone stato determinato, per luso legittimo, nella forma, nel colore, da richiami a privilegi, a concessioni sovrane, alle pi belle pagine della vita municipale. La Ecc.ma Consulta Araldica ha accolto le nostre proposte in pieno. Reggio, giugno 1935, XIII A.Tripepi Conservatore dellArchivio provinciale di Stato DECRETO DI RICONOSCIMENTO IL CAPO DEL GOVERNO PRIMO MINISTRO SEGRETARIO DI STATO Veduta la domanda del Comune di Reggio Calabria diretta ad ottenere il riconoscimento dello stemma, del gonfalone comunale e la iscrizione del Comune stesso nel Libro Araldico degli Enti morali; Veduti gli atti presentati a corredo di questa domanda; Udito il Commissario del Re presso la Consulta Araldica, nelle sue conclusioni; Udita la Giunta Permanente Araldica; Veduti gli articoli 6 e II dell'ordinamento dello Stato nobiliare italiano, approvato con R. Decreto 21 Gennaio 1929, N. 61; Salvi sempre eventuali diritti di terzi interessati DECRETA: I) Spettare alla Citt di Reggio Calabria il diritto di fare uso dello stemma e del gonfalone miniati nei fogli qui annessi, e descritti come appresso: Stemma: D'azzurro al S. Giorgio in atto di ferire con la lancia il drago, sinistrato da una donzella genuflessa in manto e corona reale, sormontata da raggi di luce uscenti dal capo, il tutto d'oro, con la scritta intorno allo scudo: URBS RHEGINA NOBILIS INSIGNIS FIDELISSIMA PROVINCIAE PRIMA MATER ET CAPUT. Capo del Littorio. Lo scudo sar cimato da corona reale aragonese. Gonfalone: Drappo colore cremisi riccamente ornato di ricami d'oro e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in oro: Citt di Reggio Calabria. Le parti di metallo ed i nastri saranno dorati. L'asta verticale sar ricoperta di velluto cremisi con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sar rappresentato lo stemma della Citt e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali, frangiati d' oro. II) Doversi prendere nota del presente provvedimento nel Libro Araldico degli Enti morali. Roma, addi 22 dicembre 1934, XIII Il Gran Sigillo dell'Urbe Reggina e il vecchio stemma della Citt di Reggio SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Santuario dellEremoLe origini del Santuario dellEremo (o Basilica di Santa Maria Madre della Consolazione) ascendono al 1532, quando una comunit di dodici frati dellordine dei cappuccini minori di San Francesco da Paola, provenienti dal Monastero Basiliano del borgo di SantAngelo Vallettuccio, chiamati dallArcivescovo Geronimo Centelles, costruirono un chiostro per diffondere le regole francescane. Un nobile reggino, Giovanni Bernardo Mileto, in segno di fede, nel 1533 don ai frati un pezzo di terra con una piccola cappella e un ospizio, cos, con laiuto dei cittadini, i frati iniziarono a costruire il convento ornandolo con gli stessi arredi della cappella, compreso un vecchio quadro della Madonna con il Bambino che collocarono sullaltare maggiore, dove rimase per quattordici anni. Il convento fu benedetto dallArcivescovo Gaspare Ricciulli Dal Fosso e intitolato alla Santa Vergine della Consolazione. Distrutto dal terremoto del 1908, il santuario stato riedificato nel 1912 in stile romanico, a tre navate con una struttura lignea e mattoni. Demolito nuovamente nel 1954, il moderno tempio progettato dallarchitetto Anna Sbarracani Anastasi, stato inaugurato nel 1965, e la parrocchia stata affidata ai frati cappuccini. La pianta a tre navate, mentre il portale delledificio, che sorge in cima a una maestosa gradinata, realizzato in pannelli, opera dello scultore Guerrisi, dove vengono rappresentate scene della vita di Ges e della Madonna. Nel Santuario si trova la tela della Madonna degli Angeli, realizzata da Giovanni Angeli DAmato (doc. 1576 1614) e un grande quadro raffigurante San Giovanni che battezza Ges nel Giordano, realizzato nel 1972 dal pittore messinese Simone Silipigni. Nella navata a destra collocato laltare di SantAntonio con una scultura in bronzo dellartista reggino Pasquale Panetta (1913 1989) e la tomba di Fr Gesualdo Melacrin con una lapide verticale sulla quale un bassorilievo raffigura il busto del frate. Nella navata sinistra collocato laltare di San Francesco. Le pareti absidali sono ricoperte in mosaico con simboli liturgici, oper a di Remo Rapone, realizzato in occasione del XXI Congresso Eucaristico Nazionale nel 1988. Lungo le pareti laterali si articola una Via Crucis in bronzo dello scultore Pasquale Panetta. In fondo alla navata centrale si trova il quadro della Madonna della Consolazione, enfatizzato da una moderna cornice in bronzo raffigurante scene del Vangelo opera dello scultore calabrese Alessandro Monteleone (1898 - 1967). La propriet dei frati cappuccini si ingrand in seguito alle numerose donazioni succedutesi nel tempo, in segno di fede e devozione. Nel 2000, il Santuario dellEremo stato sede Gubilare. Santuario di S.Maria Madre della Consolazione. N.A. Capriolo, Madonna della Consolazione (1547) Tavola, cm. 120x120 - Iscrizioni:illegibili Santuario di S.Maria Madre della Consolazione, presbiterio Via Eremo al Santuario La tavola dipinta ad olio fu donata ai Padri Cappuccini dal nobile Camillo Diano nel 1547, anno in cui aveva fatto realizzare lopera al pittore Nicolo Andrea Capriolo. Il quadro fu benedetto nel Duomo il 6 gennaio 1548 dallArcivescovo DAgostino dei Duchi di Gonzaga ed ancora oggi viene portato in processione su una vara di notevoli dimensioni in lamina dargento sbalzato su anima di legno, eseguita tra il 1824 e il 1831, il secondo sabato del mese di settembre di ogni anno (la festa liturgica avviene il marted seguente con lofferta di un cero votivo) dal santuario di S. Maria della Consolazione, dove costituito entro una pala daltare in bronzo dorato dello scultore calabrese Alessandro Monteleone (1897-1967), alla Cattedrale, dove rimane fino al mese di novembre. Lopera raffigura la Vergine seduta in trono che sorregge il Bambino tra S. Francesco con una croce ed il libro delle Regole e S. Antonio da Padova con il giglio ed il libro della scienza teologica. In alto due angeli incoronano la Vergine con in mano una palma. Il quadro ha unimportante valore devozionale per i cittadini di Reggio Calabria, poiche si fa riferimento a miracoli accaduti nei seguenti anni: 1571 pestilenza; 1594 assedio dei turchi; 1636 pestilenza e prima processione; 1638 catastrofico terremoto; 1672 carestia. Con Decreto della S. Congregazione dei Riti del 26 agosto 1752 la Madonna che raffigura il dipinto stata dichiarata Patrona della citt. Propriet ecclesiastica. (Tratto da Reggio Citt d'Arte - Daniele Castrizio, Maria Rosaria Fasc, Renato G.Lagan - Fotografo Attilio Morabito) Tutti i diritti sono riservati - Questa pubblicazione non pu essere utilizzata, archiviata, riprodotta o trasmessa in alcun modo o forma senza preventiva autorizzazione da richiedere all'UO Cultura Immagine e Turismo del Comune di Reggio Calabria Tel. 0965/23561. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Piazza IndipendenzaSi trova allaltezza della Stazione Lido. A Reggio famosa per le vicissitudini della fontana artistica che, negli anni, stata ricostruita pi volte perch pi volte ha deluso le aspettative dei cittadini. Per tale ragione, la fontana diventata argomento di una poesia del noto poeta satirico reggino Nicola Giunta, e simbolo delle originali scelte dei governatori del tempo. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Chiesa Santa Maria delle Grazie Detta della Graziella un raro monumento del sec. XVII. La chiesa ha subito saccheggi che lhanno depredata dai suoi arredi. E stata finalmente restaurata e riportata al suo splendore. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Sezione di archeologia subacqueaUbicata al piano sotterraneo, la sezione di archeologia subacquea si apre con un primo spazio espositivo costituito da pannelli esplicativi che documentano ed illustrano le rotte marittime nellantichit lungo le coste calabresi. La collezione di ceppi di ancore in piombo e di anfore, di varia provenienza e cronologia, attesta la navigazione in tale area per tutta let greco-romana. Una vetrina espone reperti dal relitto navale (fine del V sec. a.C.) individuato nel 1969 presso Porticello di Villa San Giovanni: si tratta di oggetti duso quotidiano (attrezzature per la pesca e vasellame da mensa) e di vasetti globulari, forse contenitori dinchiostro (probabilmente oggetti di scambio commerciale). Nella vetrina adiacente, sono esposti i reperti recuperati a Riace Marina (1972-73) nei fondali dove vennero rinvenuti i Bronzi: 28 anelli in piombo pertinenti alle vele di una nave antica, un frammento di chiglia di nave riconducibile ad un arco cronologico che va dallet romana a quella bizantina, la maniglia dello scudo imbracciato dal Bronzo A, i tenoni in piombo che tenevano ancorati alla base i piedi delle statue. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
B+B EmmanuelIl BB Emmanuel la giusta scelta per chi voglia trascorrere una rilassante vacanza, in un territorio sorprendente come quello Reggino, soggiornando in un solare e confortevole ambiente situato nel punto pi strategico della citt. Turisti, ma anche uomini daffari, che vogliono vivere dei giorni di vacanza in maniera familiare, ma ricevendo nel contempo maggiore cordialit e riservatezza di quanto sia possibile nelle strutture alberghiere e senza rinunciare alla comodit e al comfort. Lappartamento arredato con cura e sobria eleganza. Luso dell.area Living libero per tutti, ed possibile poter utilizzare su preventiva richiesta sia langolo segreteria, con fax ed internet/point. Le camere sono silenziose ed adatte ad un momento di relax e riposo. Il BB Emmanuel fuori dal traffico, ma al centro di tutto, possibile in 5 minuti raggiungere i punti pi suggestivi del centro storico e le spiagge pi incantevoli della provincia reggina. Indirizzo: Via Maldariti trav.III Telefono e Fax: Tel:0965 644052 Cell: 3208758840 Sito Web: emmanuelrc.it.gg E-Mail: emmanuelbb@gmail.com Categoria / Stelle: IICat. Prezzo: Singola: 25,00/40,00 Servizi: OSPITALITA'
Museo PaleomarinoIl Museo Paleomarino di Biologia Marina e Paleontologia nasce dalla passione di Angelo Vazzana (biologo e paleontologo). La collezione documenta la storia della vita animale e vegetale del passato (fossili) e del presente soprattutto nellambiente marino. Si divide in due sezioni. Quella di Paleontologia comprende reperti fossili collocati in ordine cronologico secondo le Ere geologiche (Primaria, Secondaria, Terziaria e Quaternaria), fossili di particolari periodi (Permiano, Cretaceo, Miocene, Pliocene, Pleistocene), fossili raggruppati per tipi (Trilobiti, coralli, brachiopodi, ittioliti o pesci). La sezione di Biologia marina comprende esemplari di esseri attualmente viventi nel mare: conchiglie sia del Mediterraneo che di altri mari; invertebrati (ricci, stelle marine, coralli, crostacei, granchi); pesci abissali dello Stretto di Messina. Lesposizione arricchita da stampe e video e sono disponibili, per la consultazione, testi specialistici. Museo Paleomarino Via Stretto Giuffr I, 32 Tel. 0965.45117 angelovazza@tin.it www.museopaleomarino.org Visite su prenotazione SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Villa San GiovanniVilla San Giovanni inizi a rivestire unimportanza sempre maggiore a partire dal 1700, grazie alle sue filande che le guadagnarono il nome di Birmingham italiana. Di questa attivit restano oggi gli stabilimenti, attivi fi no agli inizi del XX secolo. Il centro presenta come monumenti di interesse il Duomo, la statua a Garibaldi di Larussa e due antiche fontane, la pi importante delle quali, la Fontana Vecchia, risale al 1830. Nelle immediate vicinanze notevole Torre Cavallo, torre di avvistamento delle navi pirata e riusata per la pesca del pescespada, e il castello di Altafi umara, costruito nel XIX secolo. Del Comune di Villa fanno parte molte frazioni, di cui Cannitello e Pezzo interamente sul mare. Antichi centri di pescatori, hanno mantenuto la loro caratteristica struttura rurale, malgrado nel tempo si siano arricchite di abitazioni di villeggiatura. Queste localit offrono al turista quiete e lesclusiva visione dellimboccatura dello Stretto; lappassionato di sport nautici ha solo limbarazzo della scelta, fra la pratica degli sport velistici, wind surf o immersioni in un mare incontaminato e ricco di specie esclusive della zona dello Stretto. INFO: COMUNE DI VILLA SAN GIOVANNI Palazzo San Giovanni Via Nazionale 625, 89018 Villa San Giovanni Tel. 0965 7934227 - Fax. 0965 793411 www.comune.villasangiovanni.rc.it - E-mail:contenuti@comune.villasangiovanni.rc.it SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Ristorante Al CapolineaIndirizzo: Via Miraglia, 6 Telefono e Fax: Tel: 0965 895414 Prezzo: Prezzo medio 25,00 / 30,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Al ConcordeIndirizzo: Via Mortara, 82 Telefono e Fax: Tel: 0965 675206 Sito Web: www.ristoranteconcorde.com E-Mail: mercurio.demetrio@tiscali.it Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Al FocolareIndirizzo: Via Anita Garibaldi, 203 Telefono e Fax: Tel: 0965 373661 Sito Web: www.ristorantealfocolare.it E-Mail: info@ristorantealfocolare.it OSPITALITA'
Museo del BergamottoStoria, cultura e tradizione del bergamotto Il Museo del Bergamotto di Reggio Calabria unesposizione di strumenti che raccontano pi di trecento anni di cultura,storia e tradizioni sullagrume e il suo utilizzo. Oltre a tracciare un vero excursus sul bergamotto, il Museo mostra una vera rassegna dellarcheologia industriale con le macchine da estrazione che risalgono allinizio del Settecento, le prime a vapore degli anni Ottocento e quelle che applicano i motori elettrici nei primi del Novecento, per poi giungere allindustria raffigurata degli anni Sessanta e del suo boom economico. Il Museo sorge nel centro storico della citt di Reggio Calabria. Sar per la sua vicinanza a circa 100 metri dal Museo Nazionale della Magna Grecia, sar per la sua locazione nel cuore della citt, e' ormai diventato una tappa fondamentale di cui nessun turista pu pi esimersi dal visitare. Museum Center - Museo del Bergamotto Indirizzo: Via Vittorio Veneto, 52 Localit: 89121 Reggio Calabria (RC) Sito web: http://www.museodelbergamotto.it/ e-mail: museobergamotto@gmail.com SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Villino FiaccadoriLedificio, attualmente destinato a casa di cura, denominato Villino Fiaccadori dal nome dello stesso proprietario progettista, occupa la parte ad angolo dellisolato che affaccia su via Crocifisso e lomonima piazza. Ledificio in esame insieme a Palazzo Fiaccadori ed al grande albergo Miramare caratterizzato da un linguaggio classico con influssi di architettura liberty anche se la sua ultima destinazione duso ne ha notevolmente modificato le caratteristiche architettoniche. Il manufatto edilizio si articola su tre livelli con un impianto planimetrico di forma triangolare con un armonico sistema di pieni e di vuoti caratteristico della tipologia villino unito alla vegetazione. I prospetti si presentano con un basamento rivestito di pietra ed ingresso principale su via Crocifisso, le aperture sono ad arco a tutto sesto e ribassato; caratteristica la soluzione ad angolo con la ringhiera ricurva in stile classico allaltezza del terrazzo da cui si dipartono le scalinate esterne che conducono ai livelli superiori. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Pizzeria Birreria AbacabIndirizzo: Via Stadio a monte Trav. VII n. 11 Telefono e Fax: Tel: 0965 53584. Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria BahamasIndirizzo: Via Giuseppe De Nava, 3 Telefono e Fax: Tel: 0965 330861 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria Birri BastaIndirizzo: Via Cattolica dei greci, 5 Telefono e Fax: Tel: 0965 331700 OSPITALITA'
Pizzeria Calipso YeIndirizzo: Bocale II Telefono e Fax: Tel: 0965 676017 OSPITALITA'
McDonalds Reggio CalabriaIndirizzo: Indirizzo C.so Garibaldi 460, Reggio Calabria Telefono e Fax: tel: 0965 810535 Sito Web: www.mcdonalds.it Servizi: OSPITALITA'
San Francesco B+BIndirizzo: Via Caprera,20 Reggio Calabria Telefono e Fax: cell: 393/9636364 - 393/9599802 Categoria / Stelle: 1 categoria Prezzo: 30,00/50,00 OSPITALITA'
Citta archeologicaReggio Calabria Citt Archeologica Visita ai siti del centro storico di Reggio Calabria Oltre al Nuovo Museo Archeologico che ospita i Bronzi di Riace, il Kouros, la Testa del Filosofo e la Testa di Basilea e gli altri magnifici reperti archeologici della Magna Grecia, possibile visitare la Reggio Archeologica composta dai siti di: ipogeo di Piazza italia, Mura Greche e le Terme Romane sul Lungomare Falcomat e l'Odeon in via XXIV. La gestione dei siti del centro storico di Reggio Calabria garantita dallassociazione non profit Sos BeniCulturali di Reggio Calabria. Da marted 14 ottobre 2014, i siti archeologici gestiti da SosBeniCulturali rispetteranno il seguente orario autunno/inverno 2014-2015 Marted ore 10-12 e 17-19 Gioved ore 10-12 e 17-19 per una corretta organizzazione degli accessi e un miglior servizio, eventuali aperture straordinarie sono da stabilire preventivamente con l'associazione SosBeniCulturali scrivendo al seguente indirizzo: sosbeniculturali@email.it Al fine di coordinare nel migliore dei modi gli accessi ai siti, per le scuole o per gruppi di visitatori obbligatoria la prenotazione indicando il numero di visitatori con almeno 7 giorni di anticipo sulla data della visita. Il sito di Piazza Italia e dell'Odeion hanno una capienza massima di n. 20 visitatori per turno. Per l'accesso ai siti sar rispettato l'ordine cronologico delle prenotazioni. Per la prenotazione obbligatoria contattaci al seguente indirizzo: sosbeniculturali@email.it l'accesso ai siti e i servizi connessi prevedono un costo. Dettagli relativi agli orari ed ai costi Info e prenotazioni: sosbeniculturali@email.it SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Tratto di muro di cinta sul Lungomare Italo FalcomataLe mura greche visibili sul Lungomare Falcomat, appartenenti alla cinta muraria occidentale, risalgono alla met del IV secolo a.C. Questo tratto presenta una doppia cortina, fiancheggiata, nel lato prospiciente la citt, da una serie di pilastri, oggi nascosti sotto la via Vittorio Emanuele III. I due muri che formano la doppia cortina corrono paralleli tra loro a una distanza di circa 4,50 metri e sono uniti, ad intervalli irregolari, da muri ortogonali che si legano alle cortine. Si vengono cos a determinare degli spazi interni di forma rettangolare ricolmati da un riempimento di pietre e detriti. Le due cortine e i muri ortogonali sono edificati con blocchi di arenaria tenera, cavata probabilmente lungo la vallata del Calopinace, lunghi da m 1,20 a m 1,50 e larghi m 0,60, disposti a ricorsi alternati, per testa e per taglio. La porzione di cinta conservata corrisponde ai livelli di fondazione. La parte superiore della cortina non si conservata in situ, per si hanno indizi fondati per ritenere che fosse realizzata in mattoni cotti, sulla base del ritrovamento di vari mattoni cotti che induce ad ipotizzare l'esistenza di fornaci che producevano appunto materiale per le mura di cinta. Sui blocchi di arenaria che costituiscono le cortine, sono visibili grandi e bellissimi marchi di cava, come ebbe a scrivere Paolo Orsi gi nel 1913. Tali segni sono incisi sia sulle facciate interne ed esterne delle cortine sia su quelle dei legamenti interni e dei pilastri; sono di varia forma: molti di essi riproducono il segno dell'ascia bipenne o lettere greche e la loro presenza riconducibile ad un sistema di numerazione delle partite di blocchi che venivano inviate dalla cava al cantiere. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
SeminaraIl centro fu tra laltro teatro di una colossale battaglia fra Francesi e Spagnoli, ancora oggi ricordata da una suggestiva cerimonia in costume. La Madonna Nera accoglie i pellegrini ma anche i visitatori con la sua austera foggia, che suscita ammirazione in tutti gli amanti dellarte bizantina. Ma Seminara offre molto altro: protagonista della vita politica fra lXI e il XVII secolo,ospita eleganti palazzi antichi, chiese e monasteri. Oltre a ci, a Seminara ebbero luogo importanti sperimentazioni tecnologiche riguardo lo sfruttamento dei prodotti agricoli, ad opera del Marchese Grimaldi: restano interessanti tracce nei frantoi antichissimi ma in tutto uguali a quelli pi moderni. Le bellezze naturalistiche di questo antico borgo sono coronate dalla Cala Ianculla, spiaggetta di poche decine di metri incastonata tra due speroni di roccia al centro della Costa Viola. Il suo litorale di sabbia fi ne bagnato da un bellissimo mare cristallino e trasparente, mentre alle spalle delimitato dal bastione montuoso del monte SantElia, raggiungibile via mare o attraverso il sentiero del Trecciolino. Una volta qui vale la pena la visita alla grotta delle Rondini, situata proprio a fianco del litorale, cos come a grotta Perciata e grotta delle Sirene, in comune di Palmi, raggiungibili sempre via mare affi ttando una barca. Infi ne Seminara ha unantichissima tradizione ceramica, che la colloca ancora oggi fra i pi rinomati centri italiani nella produzione di vasi e ceramiche artistiche. INFO: COMUNE DI SEMINARA Piazza V. Emanuele III, 89028 Seminara Tel. 0966 317004 - Fax. 0966 317560 www.comune.seminara.rc.it/ - E-mail. sindaco@comune.seminara.rc.it SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo e Teatro SiracusaTra il Corso Garibaldi, la via Tripepi, la via Due Settembre e la via Palamolla. E uno degli esempi pi significativi del liberty reggino che si manifesta grazie ad un misurato equilibrio tra struttura, decorazione e forma. Limpianto delledificio piuttosto articolato e ospitava molteplici funzioni: il vecchio caff Siracusa, al quale si accedeva dallangolo tondo tra il Corso Garibaldi e la via due Settembre; i locali del teatro Politeama con accesso dal corso Garibaldi; la parte dedicata alla residenza collocata al piano superiore e alle quali si accedeva dalla via Due Settembre. I prospetti presentano un ritmo articolato ricco di elementi innovativi: sul basamento inferiore si appoggiano le paraste che terminano sui capitelli decorati con elementi floreali, che si fermano sulla linea mediana delle aperture e proseguono con elementi a rilievo anchessi decorati. Al piano superiore i balconi si susseguono seguendo un preciso ritmo di pieni e vuoti; sulla porzione del prospetto del teatro si presentano come tre aperture rettangolari arretrate, mentre gli elementi verticali sono avanzati e il balcone ha unapertura tripartita ad arco. La pensilina dellingresso del teatro realizzata in ferro battuto anche questa con decori floreali. Le balaustre dei balconi, in struttura cementizia, sono particolarmente pregevoli nelle decorazioni che alternano forme geometriche e motivi floreali. La stessa decorazione la ritroviamo anche sulla balconata dellangolo curvo dove possibile ammirare le decorazioni floreali che sormontano gli architravi delle aperture rettangolari. Allinterno del teatro possibile ancora oggi ammirare raffinate decorazioni liberty. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Area Sacra Griso LaboccettaLunica area sacra dellantica Rhegion sicuramente individuata il cosiddetto Santuario Griso Laboccetta, cos definito dal nome degli antichi proprietari dei terreni di cui si componeva; esso era anticamente compreso nello spazio oggi corrispondente a quattro isolati tra le vie Tripepi, Aschenez, Palamolla e XXIV Maggio. In questa vasta zona, stato individuato il pi importante santuario della Reggio greca. I primi ritrovamenti archeologici in questa zona risalgono alla fine del 1800 quando, durante alcuni lavori di scavo, venne alla luce un gran numero di oggetti di terracotta. Nel 1883, tra le propriet Taraschi e Barilla, si rinvenne la prima stipe votiva. Da allora fu un susseguirsi di rinvenimenti di statuette fittili rappresentanti divinit femminili, offerenti, animali (porcellini, colombe, volpi, galli) e di protomi femminili di diversa grandezza oltre a centinaia di piccoli vasi miniaturistici dalle molteplici forme. Ma il pezzo pi interessante, rinvenuto nellarea, fu un bassorilievo in terracotta dipinta, la famosa lastra Griso Laboccetta che rappresenta due fanciulle di stile arcaico in movimento. Tale lastra, databile allultimo quarto del VI sec. a.C., ornava con ogni probabilit un edificio sacro. Che in questo luogo sorgesse un santuario gi in et arcaica confermato anche dai molteplici frammenti di decorazioni architettoniche individuati durante gli scavi. Fondamentali furono gli scavi del De Franciscis che, nel 1959-1960, riportarono alla luce le fondazioni di un gruppo di tempietti arcaici oltre ad una grande quantit di ex voto fittili. Purtroppo, per, non pi possibile ricostruire i monumenti che occupavano questa vasta area sacra poich gli scavi dellOttocento furono poco approfonditi e quelli condotti dopo il terremoto del 1908 trovarono una situazione topografica troppo cambiata. Solo sul margine di via Torrione si parzialmente conservata la fondazione di un sacello (piccolo edificio sacro) databile, dallesame della tecnica edilizia, al VI sec. a.C. e che presenta tracce di una ristrutturazione in blocchi squadrati di arenaria risalente al IV sec. a.C. Lunica cosa che si pu affermare, con certezza, che la vita del santuario continu da epoca arcaica (VII sec. a.C.) ad et ellenistico - romana, rimanendo punto di riferimento importantissimo nella storia della polis calcidese, come dimostra labbondanza dei materiali recuperati nei vari depositi votivi e lampiezza dellarea interessata dai ritrovamenti. In base allesame degli ex voto, inoltre, si pu dedurre che il santuario fosse dedicato al culto della dea Demetra e della figlia Kore - Persefone, culto caratterizzato da una pluralit di aspetti e da pratiche rituali strettamente connesse ai vari cicli della vita femminile. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Pizzeria HabaneroIndirizzo: Via Sbarre Inf. Vico S. Anna Telefono e Fax: Tel: 0965 624519 - Cell: 320 5722891 Servizi: OSPITALITA'
Chiesa della Cattolica dei GreciFondata tra lXI e il XII secolo, lantica chiesa di rito greco, in seguito ai danni causati dai terremoti sub numerosi rifacimenti. In origine il tempio fu edificato nei pressi dell' odierna Piazza Italia, tra il Teatro Cilea e palazzo Musitano, a memoria di ci rimane oggi proprio in quel punto la via Cattolica dei Greci. Distrutta dal terremoto del 1783, la bizantina Cattolica dei Greci venne riedificata nel 1876 in stile neoclassico in via Aschenez ad angolo con via Giudecca. Ledificio progettato dallingegner Antonino Pugliese, in stile neoclassico e fu inaugurata a settembre del 1876. Lievemente danneggiata dal terremoto del 1908, fu restaurata nel 1954 e riaperta al culto il 25 marzo del 1957 e in seguito dichiarata Monumento Nazionale. Di notevole importanza il portale in bronzo dorato, opera dello scultore reggino Giuseppe Niglia, diviso in due ante alte 6 metri ciascuna in stile eclettico tipico delle varie ricostruzioni della citt, ma anche mediterraneo e nord-europeo. Sul portale sono rappresentate in maniera simbolica lAnnunciazione, la Nativit, la Presentazione al Tempio, la Fuga, l'Orazione, le Nozze, la Crocifissione e la Vergine. Allinterno infine degno di nota il sigillo della corona di spine di cristo. Durante il periodo bizantino, la chiesa rappresent il principale luogo di culto della citt, ma la successiva dominazione normanna le tolse importanza, probabilmente a causa della latinizzazione che a Reggio avvenne in epoca medievale. La tipologia dell'edificio oggi a croce latina a tre navate, delle quali la centrale termina con abside semicircolare e allaltezza del transetto una cupola illuminata al centro, riccamente decorata con stucchi e cornici ovali che racchiudono volti di santi. Allinterno sono leggibili le due fasi costruttive della chiesa, ovvero la parte inferiore della navata centrale e il presbiterio attraverso la ricca cornice che scorre per tutto il perimetro. Il prospetto principale conserva elementi compositivi neoclassici come luso dellordine gigante attraverso le quattro colonne con capitelli compositi e basi su zoccolo continuo, sormontati da alta trabeazione, timpano sul quale collocata una croce in ferro battuto e a completamento ci sono due torri campanarie. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Ristorante ModiIndirizzo: Contrada Armaca' - Pentimele (dietro Motorizzazione) Telefono e Fax: Tel:0965 48765 Sito Web: www.ristorantepizzeriamodi.com E- Mail: ristorantemodi@alice.it Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Da MimmoIndirizzo: Via Marina Gallico,16 Telefono e Fax: Tel:0965 370013 Servizi: OSPITALITA'
Hotel EremoIndirizzo: Via Eremo Botte, 12 Telefono e Fax: tel: 096522433 fax: 0965883189 Sito Web: www.hoteleremo.net E-Mail: hoteleremo@gmail.com Categoria / Stelle: 2* stelle Prezzo: Singola: da 50,00 a 70,00 Doppia: da 80,00 a 100,00 Tripla: da 100,00 a 120,00 Servizi: OSPITALITA'
Palazzo PellicanoLedificio, sede di residenze e uffici, prende il nome dal proprietario Luciano Pellicano e occupa la parte ad angolo dellisolato che affaccia sul Corso Vittorio Emanuele III e via Tommaso Gull. Il progetto stato redatto nel 1922 dallarch. Pietro Borradori. Le facciate sono caratterizzate da un linguaggio stilistico classico con elementi decorativi a motivi floreali in stile liberty. Il manufatto architettonico costituito da un piano seminterrato e due piani fuori terra con un impianto planimetrico di forma rettangolare, che racchiude un cortile con scala, con angolo arrotondato e doppi ingressi che servono gli alloggi dei due corpi di fabbrica. I prospetti si presentano con un basamento lungo il quale sono collocate le finestre del piano seminterrato cui segue il piano terra con finestre architravate tra lesene di forma rettangolare e lingresso principale sul Corso Vittorio Emanuele III decentrato con cancello in ferro battuto a motivi liberty sormontato da timpano triangolare; al piano superiore le aperture sono sempre architravate scandite da lesene e talune complete di balconi sorretti da mensole con ringhiere di ferro battuto artistico; caratteristica la soluzione ad angolo ricurvo che si presenta al piano terra con finestre tripartite con colonnine e al piano superiore si mantiene la stessa tipologia di aperture ma con balcone sorretto da mensole il tutto termina con un cornicione e balaustra lineare con elementi architettonici appoggiati in corrispondenza delle sottostanti lesene. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Cosiddetto Odeon in via XXIV MaggioGli esigui resti del teatro greco vennero scoperti in Via XXIV Maggio nel 1920 in seguito a lavori edili. L'allora Soprintendente alle antichit, Paolo Orsi, rifer della scoperta datando i resti alla met del IV inizi del III sec .a.C. e attribuendoli ad un teatro o ad un odeon; nella sua ricostruzione planimetrica, la cavea risulterebbe suddivisa in sette cunei da sei scalette intermedie e cingerebbe un'orchestra di 20 m di diametro. L'attribuzione di tali resti ad un teatro forse la pi attendibile, essendo questa tipologia di edificio pubblico presente in quasi tutte le citt greche e non essendone priva la citt di Reggio, visto che risulta nota, per via epigrafica, l'esistenza di un collegio di attori o mimi operante nella citt attorno al 212 a.C. I resti oggi visibili dell'edificio consistono in due gradini ricurvi suddivisi in due settori o cunei da una scaletta a cinque gradini. Le gradinate, realizzate in blocchi di arenaria tenera locale, erano incassate sul fianco del declivio collinare. L'orchestra non presenta tracce di pavimentazione n stato rinvenuto materiale architettonico decorativo, ad eccezione di tre piccoli capitelli fittili ionici, che potevano ornare il fronte scenico e che furono datati dall'Orsi all'inizio del III sec .a.C. Sempre Orsi interpret i resti dell'edificio come appartenenti ad un odeon soprattutto per la scarsa profondit delle fondazioni che non poteva sostenere il peso di una cavea a molti gradoni. Data l'incompletezza, la scarsa consunzione dei gradini e la scarsit dei resti materiali connessi alle sue parti sovrastrutturali, probabile che l'edificio non sia mai stato portato a termine. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Settore di abitato in Piazza ItaliaLe indagini di scavo archeologico in Piazza Italia, avviate nel febbraio del 2000 e protratte sino al 2005, hanno permesso di portare alla luce uno spaccato della stratificazione del centro storico reggino da et greca al XIX secolo. L'area ad E caratterizzata dalla presenza di un tratto di un grande asse stradale, avente direzione N-S, che a partire dallet normanna fu utilizzato fino alla ricostruzione urbana dei primi anni del XIX secolo e che potrebbe essere identificato con la via Mesa o Strada Maestra. In corso di scavo, stato possibile esplorare e documentare le fasi insediative appartenenti alla citt di XII-XIII secolo. Per questa et sono stati identificati i resti di un quartiere con piccole strutture abitative allineate ad ovest della strada. La maggior parte dei muri che delimitano queste strutture sono stati costruiti sulle creste di muri pi antichi. Tale quartiere caratterizzato dalla presenza di attivit artigianali relative alla lavorazione di metalli (prevalentemente ferro, in minor misura bronzo), concentrate tutte negli ambienti attigui alla strada. Il complesso potrebbe, dunque, corrispondere ad un borgo con botteghe artigianali, esterno al circuito fortificato del castrum (castello) ed attraversato da un asse stradale che per secoli ha costituito e costituir la spina dorsale dellabitato. Il complesso dei vani appartiene ad un medesimo isolato e rispecchia l'impianto ad assi ortogonali ereditato dallimpianto urbano preesistente nello stesso sito. E probabile che i vani retrostanti rispetto alla strada avessero funzione residenziale, come testimonierebbe la grande quantit di ceramiche da mensa e da cucina rinvenute in stato frammentario. Lapprofondimento dello scavo ha, poi, messo in luce la fase insediativa relativa allXI e XII secolo. In questo periodo riconoscibile una diversa organizzazione urbanistica: ad ovest della strada sono stati messi in luce vani dabitazione (un tempo coperti) e piccoli cortili quadrati scoperti, questi ultimi con piani di calpestio grossolani ed irregolari, dotati di strutture per la raccolta dellacqua piovana (cisterne) e pozzi. Si tratta verosimilmente di piccole abitazioni private disposte a schiera lungo la strada. Da una di queste, al di sopra di un pavimento in terra battuta, proviene una moneta in oro di et normanna (un tar databile alla fine dellXI inizi XII sec. e con legenda in caratteri arabi). I materiali mobili rinvenuti in questa fase comprendono un vasto assortimento di ceramiche, da tavola e di cucina, un vasto campionario di monete e piccoli oggetti in avorio, finemente lavorati con cerchietti concentrici. La frequenza dei pozzi e delle cisterne chiarisce la relativa piccolezza delle unit abitative che sembrano avere una destinazione esclusivamente residenziale e di cui i cortili scoperti costituiscono parte integrante. La prosecuzione, in profondit, dello scavo ha permesso di individuare la fase di et romana, caratterizzata da vari ambienti che presentano lo stesso allineamento dei muri rispetto alle fasi posteriori. Uno di questi vani conserva ancora l'originaria pavimentazione in cocciopesto. Infine, si sono raggiunti i livelli di et greca, sia ellenistica che arcaica. Mentre per l'et ellenistica gli orientamenti dei muri sono conformi a quelli successivi, in quella arcaica se ne discostano notevolmente. Per quest'ultima epoca, degna di segnalazione la scoperta di una porzione di fondazione di struttura muraria di rilevante spessore (circa 1,20 m). SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Settore di Abitato GrecoUn settore di abitato greco-romano fu scoperto, ed oggi visibile, in via Cimino. Nel 1992, in occasione della costruzione di una palazzina al numero civico 20 di questa via, fu effettuata un'indagine di scavo stratigrafico che ha riportato alla luce contesti insediativi urbani databili tra la seconda met del VI sec.a.C. ed et tardoantica. La sovrapposizione di edifici di varie epoche ha comportato la conservazione solo parziale delle strutture pi antiche. Di particolare interesse stata la scoperta di un pozzo rivestito in ciottoli a secco (seconda met VI a.C.), che stato scavato fino ad una profondit di m 3,80 dal piano di calpestio, e la presenza di strutture murarie di VI sec. a.C. che presentano un riutilizzo nel IV sec. a.C. L'ultima presenza antica in ordine cronologico costituita da un ambiente di et tardoantica (IV sec. d.C.), pavimentato in cocciopesto, di cui resta la soglia di accesso in pietra e resti delle pareti intonacate. La presenza, in questo sito, di una notevole quantit di frammenti ceramici cronologicamente riferibili alla prima fase di vita della colonia di Rhegion (fine VIII-VII sec. a.C.) ha permesso di rideterminare l'estensione dell'abitato urbano in et arcaica. E' verosimile perci che l'area del Duomo, Piazza Carmine, Piazza Mezzacapo e l'area della Villa Comunale facessero parte dell'abitato pi antico, essendo aree peraltro prossime a Punta Calamizzi, dove si ritiene che potesse essere situato anche l'antico porto della citt. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Monumento a Giuseppe De NavaLa statua marmorea, opera di Francesco Jerace, sorge, allestremit del Corso Garibaldi, nella Piazza De Nava antistante il Museo Nazionale della Magna Grecia. La Statua fu eretta nel 1936 e rappresenta la riconoscenza di tutta la popolazione di Reggio per lalto senso morale e per le eccezionali doti umane che il De Nava dimostr fino al giorno della sua morte. Egli oltre a avere lasciato alla sua citt la ricca ed importante biblioteca, don pure la propria casa. Fu giurista, uomo politico e accanito difensore dei diritti della sua gente. Tra il basamento e la statua ci sono scolpiti due stemmi, di cui uno rappresenta San Giorgio a cavallo che con una spada colpisce un drago. Sui lati del basamento si incastonano due splendide fontane a forma di conchiglia. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Pub London TavernIndirizzo: Via Longitudinale, 33 Pellaro Telefono e Fax: Tel: 0965 359488 OSPITALITA'
La ZagaraIndirizzo: Lungo Mare Dei Mille, 89063 Melito Porto Salvo Telefono e Fax: Tel: 0965 787004 OSPITALITA'
B+B DEF HouseBB DEF House Indirizzo: Via SS 18, primo tratto,90 - Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell: 32894776399 Categoria / Stelle: I Cat. OSPITALITA'
AnnaIndirizzo: C.da Scin 89015 PALMI (RC) Telefono e Fax: Tel: 0966 52177 - Fax: 0966 55570 Cell: 368 3134024 - 338 2593224 - 320 7446587 Recapiti invernali: Tel./Fax: 0966.52177 Sito Web: www.campinganna.com/contatti.html E-Mail: Info@campinganna.com OSPITALITA'
Museo di Storia della Farmacia e Biblioteca RabainisiaMuseo di Storia della Farmacia e Biblioteca Rabainisia Via Ravagnese Nel 1995iniziaronoi lavori di scavo, nel sito di Ravagnese, per il ripristino architettonico dellantico Stabile Penna di fine 1800; Nel 1997 ci ful'insediamento della sede della Farmacia SantAgata. Nel corso dei due annifurono ritrovati meravigliose Volte a Crociera, ben 8 perfettamente conservate, in mattoni pieni a spina di pesce, sostenute al centro da sontuose Colonne, sempre in mattoni e pietra, simmetriche fra loro, uniche in Calabria. Nel 1998,presso la Biblioteca Comunale della citt, venne trovato un antico testo di storia Medievale, Le Brebion de la Metropole Byzantine de Region del grande scrittore Medievalista francese Andre Guillou. Nel 2000venne commissionata dalla dott.ssa Maria Grazia Penna un'importante indagine del sottosuolo, eseguita tramite georadar, nel cortile retrostante la Farmacia che evidenzilesistenza di Strutture Antropiche nellipogeo. Dal 2000 fino ai nostri giorni la prestigiosa struttura statavisitata da Artisti, giornalisti, mass-media locali e nazionali, storici come ad esempio la Prof. Ziparo La Cava che decretla provenienza di stampo Basiliano per Rabainisia ed ancora il Prof. Franco Mosino, che ribadiva la necessit, di iscrivere sul frontespizio della Farmacia, che la stessa risiedeva su antichi resti di una Villa Romana. Moltissimi sono i reperti datati allinterno della struttura, tra cui beute e vasellami, vetrerie, un Mortaio in finissimo Bronzo datato 1630, un distillatore in vetro, un torchio in ghisa per Agrumi, un Torchio e raccoglitore per essenze per il Bergamotto in legno del 1800, vari contenitori in Rame per essenze di Bergamotto antichi e preziosi, richiesti anche per lo stesso Museo del Bergamotto di Reggio Calabria. Da quilidea di dedicare alla citt ed alla Regione, un Nuovo Spazio Museale, con annessa Sala Riunioni Vera e Aldo Penna: nasce il Museo Rabainisia. Il museo, sar prossimamente destinato alla organizzazione di eventi culturali aperti alla citt. Apertura al pubblico: Giorni: ogni primo marted di ogni mese, a partire dal 6 Aprile 2010, salvo i mesi estivi di Giugno, Luglio ed Agosto. Orari: mattina dalle ore 10.00 alle 13.00 -pomeriggio dalle 17.00 alle 20.00 Ingresso gratuito SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Reggio Mare Charter NauticoIndirizzo: Via D. Tripepi, 7 Base nautica: Pezzo di Villa San Giovanni Telefono e Fax: Tel:0965 897969 -0965 893071 Cell: 3478538400 Cell:3476168972 Sito Web: www.reggiomarecharternautico.it E-Mail: reggio.mare@tiscali.it OSPITALITA'
Spartivento Group SIndirizzo: Via Florio, 45/47 - Circonvallazione Porto Telefono e Fax: Tel:0965 324545- 0965 893071 Numero Verde: 800 661 077 Sito Web: www.spartivento.it E-Mail: info@spartiventocharter.it OSPITALITA'
Trasporti marittimi OSPITALITA'
Saja International TravelIndirizzo: Corso Garibaldi, 50 - 89121 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965/812337 - Tel: 0965/812338 Fax: 0965/890349 OSPITALITA'
Palazzo della PrefetturaFu il primo palazzo costruito con criteri antisismici a Reggio Calabria. una costruzione in perfetta sintonia con lambiente, con le ampie logge, i giardinetti pensili, i portali in ferro battuto, gli ambienti luminosi e i colori mediterranei. Ledificio, sede della Prefettura, occupa lisolato compreso tra la piazza Vittorio Emanuele II e le vie: Span Bolani, S. Francesco di Sales e Corso Vittorio Emanuele III. Progettato dalling. Gino Zani nel 1912 fu realizzato nel 1921 nel sito dove prima del terremoto del 1908 sorgeva il monastero della Presentazione con la chiesa di S. Francesco di Sales. Limpianto planimetrico delledificio di forma trapezoidale si sviluppa su due piani fuori terra. Il piano terra si sviluppa a livello di piazza Italia con una forma a C e comprende un cortile rettangolare; il piano superiore si sviluppa a livello del Corso Vittorio Emanuele III e comprende un cortile centrale. Il prospetto principale caratterizzato nella parte centrale da tre aperture con cancelli in ferro battuto a motivi in stile liberty, simili a quelli laterali che danno accesso ai giardini pensili, sormontate da tre balconi non aggettanti con aperture ricche di decorazioni nelle cornici a motivi floreali e geometrici; le altre parti del prospetto si presentano al piano terra leggermente a bugnato con unarticolazione seriale di aperture architravate il tutto completato da un cornicione e balaustra con su quale ci sono collocate due coppie di statue. Gli altri prospetti si presentano pi semplici negli elementi architettonici e si sviluppano con lo stesso ritmo di aperture presentandosi permeati da canoni eclettici ma con decorazioni in stile liberty. Allinterno una scala con due rampe simmetriche conduce al piano primo caratterizzato da un salone di ricevimento ricco di stucchi neoclassici ed il soffitto affrescato dal pittore Andrea Alfano raffiguranti il tema della Ricostruzione. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Club 2 PIndirizzo: Via Bolzano, 34 89131 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel: 0965 56866 DIVERTIMENTO E RELAX
Scuba PointDescrizione: Il nostro viaggio nei fondali calabresi dello stretto un'indimenticabile avventura subacquea. La rotta che seguiremo andr da nord a sud , tra i mitici Scilla e Cariddi, toccando gli splendidi fondali, regno della Fata Morgana, sino alle bianche scogliere di Capo dell'Armi. Tipologia: Corsi subacquei Sportivi - Tecnici Uso: Corsi subacquei Sportivi - Tecnici Gestione: Privata Indirizzo: Via Gebbione a mare, Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel. 0965-626897/51303 Cel. 333-2719223 Fax 0965-626897 Sito Web: www.scubapoint.it E-Mail: scubapoint@infinito.it DIVERTIMENTO E RELAX
Ristorante U pilu nta llovuIndirizzo: Via Cimino, 33 Telefono e Fax: Tel:0965 330447 Servizi: OSPITALITA'
Due RuoteIndirizzo: Via Militare trav. II, 10 Catona Telefono e Fax: Tel. 0965/302477 Cell. 328/4613371 Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Min/Max: 30,00 / 40,00 OSPITALITA'
Palazzo Spano BolaniLedificio, destinato a residenze ed in gran parte ad uffici, occupa lintero isolato compreso tra il Corso Vittorio Emanuele III e le vie: Cattolica dei Greci, Miraglia e Span Bolani. Progettato nel 1925, la prima parte dei lavori furono completati nel 1927, mentre la sopraelevazione della parte inferiore stata realizzata nella seconda met degli anni cinquanta del secolo scorso, il tutto sorge sul luogo occupato prima del terremoto dal convento dei Salesiani. Denominato Palazzo Span Bolani in riferimento ad uno dei personaggi pi illustri della citt, deputato, sindaco della citt e direttore del museo civico. Il manufatto architettonico costituito dal piano seminterrato e tre piani fuori terra con un impianto planimetrico di forma rettangolare arrotondata agli angoli con due cortili interni. Le facciate sono permeate da canoni stilistici neorinascimentali con influssi in stile liberty attraverso le decorazioni a motivi floreali. Gli ingressi sono sulle vie Cattolica dei Greci e via Span Bolani. I prospetti sono sfalsati per landamento del terreno del lotto ed in particolare si presentano con un basamento trattato a bugnato e nella sua parte inferiore sono collocate le finestre architravate dotate di inferriate, ai piani superiori si mantengono le pareti trattate a bugnato con parti rivestite di mattoni a vista e caratterizzate solo al piano nobile da balconi con balaustre neoclassiche e da aperture bifore e monofore talune architravate altre ad arco a tutto sesto, il tutto termina con un cornicione ed una balaustra lineare. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo Melissari Costruito tra il 1912 e il 1924 dall'ing. A. Fabrizio e dall'ing. A. Lazzarino, costituisce una delle quinte della piazza Vittorio Emanuele II, oggi Piazza Italia, insieme ai palazzi della Provincia della Prefettura e del Municipio. L'edificio, nonostante i prospetti appaiono unitari, suddiviso in due parti progettate e costruite in tempi diversi. La parte destra, opera delling. Fabrizio, sostituiva il vecchio palazzo settecentesco di propriet della famiglia Melissari, distrutto dal sisma del 1908; la parte sinistra, di propriet della famiglia Musitano, venne edificata pi tardi nel 1924 ad opera delling. Lazzarino che si limit a riprendere il disegno della facciata del palazzo Melissari, secondo quanto obbligava il regolamento edilizio del 1911 per gli edifici del centro citt anche se appartenenti a pi proprietari. Il portale del prospetto laterale di palazzo Melissari - Musitano apparteneva al palazzo seicentesco della famiglia Arcovito. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Piazza SantAgostinoIn realt, il nome originario della Piazza Mezzacapo, ma i reggini la chiamano Piazza SantAgostino, per la chiesa intitolata al filosofo e Santo cattolico. La chiesa omonima, in stile romanico-bizantino, fu costruita nel 1937 e conserva un interessante quadro dei Santi Filippo e Giacomo, cui anche dedicato il tempio. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Piazza GaribaldiL'eroe che guid i Mille rappresentato, maestoso, al centro della piazza, con una statua di marmo bianco di Carrara. La stazione ferroviaria fu costruita nel 1925: nellatrio dingresso si trova una raffigurazione della Fata Morgana, un bassorilievo in ceramica opera dello scultore Michele di Raco. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
La via greco romanaRaggiungendo il Duomo, percorrendo il Corso Garibaldi, si ha un incantevole colpo docchio: si spalanca la piazza con la scalinata che porta alla Cattedrale, e sintravede, tra i palazzotti signorili in stile liberty, uno scorcio dello Stretto. La citt di Reggio Calabria ha le sembianze di una atipica sfinge, costretta a risorgere dalle proprie ceneri per sottrarsi al rischio delloblio: sismi e calamit ne hanno ciclicamente cancellato la memoria. Per tale ragione, Reggio si presenta come una citt giovane, a tratti incompiuta, a dispetto della storia millenaria da cui trae origine. La Basilica Cattedrale un tipico esempio di questa storia travagliata: edificata dopo il terremoto del 1908, ha una disposizione diversa rispetto al Duomo precedente, di epoca normanna, ma sorge sullo stesso sito. Nel mezzo della scalinata che porta ai tre portali bronzei, si stagliano maestose le statue di S. Paolo, che oper nel 61 d.C. a Reggio il famoso miracolo della colonna, e di Santo Stefano di Nicea, primo vescovo della citt. Da non perdere la veduta notturna del Duomo, con la facciata, le artistiche vetrate ed il campanile illuminati. A sinistra dellingresso si trova lAuditorium San Paolo, dove sono custodite alcune testimonianze della vecchia Cattedrale. La piazza antistante, progettata da De Nava e circondata da alberi e portici, particolarmente suggestiva nei giorni della festa patronale quando, tra migliaia di fedeli, la pesante Vara compie il suo ultimo tratto processionale di corsa, sulle braccia dei vigorosi portatori. Pochi sanno che gran parte del materiale di costruzione della Basilica stato tratto dal Castello Aragonese, situato a poche centinaia di metri e dunque facilmente raggiungibile. sufficiente, infatti, costeggiare a piedi il lato destro del Duomo fino alle sue spalle ed imboccare la prima strada sulla sinistra, per scoprire un angolo della citt fortificata. Il Castello Aragonese stato edificato ben 1500 anni fa. Nel corso dei secoli fu pi volte modificato e restaurato, collegato un tempo alle mura di cinta della citt. Le torri merlate furono edificate assieme alle nuove mura cittadine, nel 1459, da Ferdinando dAragona. Oggi diventato una prestigiosa sede espositiva che ospita numerose ed importanti mostre darte. Larea particolarmente frequentata, anche per la presenza del Tribunale cittadino, ubicato di fronte al Castello. preferibile, pertanto, visitarla nel pomeriggio: al tramonto il Castello sembra rivivere le atmosfere di un tempo, con le luci color arancio che esaltano la bellezza delle torri e dei merli. Sul lato mare sorge un altro luogo carico di storia e suggestioni: la Chiesa degli Ottimati, lunica chiesa in stile arabo-normanno della citt. sufficiente varcare la soglia della graziosa chiesetta, per respirare il misticismo delle prime congreghe basiliane giunte da Oriente. Loriginaria Cattolica, rasa al suolo dai governanti del primo Novecento, nel periodo arabo fu trasformata in moschea. Presentava, inoltre, la medesima struttura della Cattolica di Stilo, famosa nel mondo, ma era esattamente il quadruplo. Nellattuale Chiesa degli Ottimati si conservano i mosaici dellantico edificio ed un dipinto dellAnnunciazione risalente al 1597. Sulla stessa via, a poche centinaia di metri, sorge unaltra delle chiese pi rappresentative di Reggio: la Cattolica dei Greci. Il titolo di Cattolica risale al periodo normanno in cui si celebrava in rito gallicano. La nuova chiesa fu costruita nel 1876. Di particolare interesse il portale maestoso e la Via Crucis in bronzo su legno dacero della scuola del Beato Angelico di Milano. Per proseguire sulla via greco-romana, si costeggia la Cattolica in direzione della via Marina: allaltezza del Corso Garibaldi si incrocia il Tempio della Vittoria, altrimenti conosciuto come San Giorgio al Corso. Essendo la chiesa pi vicina al Palazzo dellAmministrazione, il Comune vi manteneva una lampada perennemente accesa. San Giorgio , inoltre, il patrono della citt. Pochi metri e ci troviamo sul Lungomare Falcomat. Animato dalle esotiche atmosfere dei lidi balneari, o dalle magiche serate del Cinema sotto le stelle, diventa luogo privilegiato di aggregazione dei cittadini soprattutto durante lestate, in cui si alternano eventi e spettacoli, scanditi sempre dal frizzante via vai della gente sino alle prime luci dellalba. di certo lo spettacolo pi affascinante che la citt offre: passeggiare tra le palme accarezzati dalla brezza marina, fare shopping sul vicino Corso Garibaldi e potersi rinfrescare subito dopo nelle acque dello Stretto, con lEtna che fuma davanti ai propri occhi: sono piaceri che solo questo splendido scorcio cittadino concede ai suoi visitatori. Il centro storico ha il suo cuore nel Corso Garibaldi, con le piazze vivaci e le eleganti sedi amministrative, il fastoso Teatro e limponente Cattedrale. Passeggiare tra le boutique e i palazzotti liberty ricostruiti sui modelli tipici dellarchitettura urbana della Reggio ottocentesca distrutta nel terremoto, un modo piacevole per conoscere questi tre storici chilometri, dove ferve la vita economica e politica della citt. E sul lungomare, il chilometro pi bello dItalia, non mancano le testimonianze di un passato ancora pi florido: a poca distanza le une dalle altre, coesistono le memorie della Magna Grecia e dellImpero Romano. Le Mura Greche, riportate alla luce nel 1913, facevano parte del complesso sistema di cinte murarie che proteggeva tutta la costa. Le Terme Romane, di epoca imperiale, giacevano sotto il Bastione di San Matteo, un insediamento militare difensivo, prima che venissero riportate alla luce. La passeggiata lungo la via Marina riserva ancora molte sorprese: il monumento ad Athena sorge sulle acque del mare, in luogo della stele che ricordava lo sbarco di Vittorio Emanuele III, proclamato re mentre toccava la sponda reggina. Portandosi verso la zona Lido si incrociano vari monumenti, tra cui quelli al poeta Ibico e Corrado Alvaro. Conclusa la passeggiata sul lungomare, si pu agevolmente raggiungere il vicino Museo Nazionale, che si trova a pochi metri dalla stazione Lido. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Testa del FilosofoSempre allingresso della sala dei Bronzi di Riace, accanto alla Testa di Basilea, esposta la testa del Filosofo di Porticello, rinvenuta nelle acque di tale localit nello Stretto di Messina (assieme ad altri frammenti ad essa riferibili: una mano ed i due piedi) nel 1969. Essa deve il suo nome ai tratti fisionomici che rimandano allo stereotipo dellintellettuale nellarte antica, quali la barba e la fronte corrugata. Per la presenza di particolari fortemente connotanti, la testa da considerarsi un vero e proprio ritratto, uno dei primi dellarte greca, se si colloca la testa nellambito cronologico del relitto, attorno alla met del V sec. a.C. o nei decenni immediatamente successivi. Alcuni studiosi, tuttavia, hanno proposto che essa sia, piuttosto, ascrivibile alla fine del IV (E. Paribeni) o al III sec. a.C. (A. Giuliano): la discordanza cronologica che verrebbe a crearsi con gli altri materiali recuperati nel relitto (come detto di V sec. a.C.) troverebbe giustificazione con la presenza di ulteriori naufragi succedutisi nello stesso sito e con le correnti marine che avrebbero mescolato i carichi delle navi affondate in varie epoche. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo De BlasioPalazzo De Blasio un importante edificio liberty di Reggio Calabria. uno dei due istituti scolastici che sorgono sul lungomare Falcomat, costruito nel 1911 su progetto dell'ing. Domenico Genoese Zerbi ospitava inizialmente la Scuola Normale Femminile poi divenuta Istituto Magistrale Tommaso Gull. Il fabbricato fu il primo tra gli edifici pubblici ad essere costruito dopo il terremoto del 1908. Lappalto dei lavori avveniva nel settembre del 1911 e alle spese contribu il Comitato Lombardo, che aveva curato il funzionamento dell'istituto fin dalla sua nascita. L'impianto del manufatto si presenta con una forma irregolare a C a due piani con un cortile interno destinato alle attivit ricreative della scuola. Il prospetto principale si affaccia sul Lungomare con i due corpi di fabbrica posti agli angoli pi avanzati rispetto al corpo centrale, l'ingresso si presenta pi alto rispetto al livello della strada, questo anche per consentire alla linea del dislivello che parte della met di via 2 settembre a mantenersi costante. Due rampe di scale con una balaustra in ferro legata con dei pilastrini, circonda tutto l'edificio; al piano terra nel corpo centrale tre grandi portoni in ferro e vetro di originale fattura fungono da ingresso principale, le altre aperture si distribuiscono regolarmente in simmetria sia al piano terra che al primo piano con ampie finestre in vetro intelaiato in piccoli listelli di ferro. Per tutta la linea di gronda corre una cornice interrotta dai fregi delle lesene con motivi decorativi. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Hotel La LamparaIndirizzo: Lungomare di Pellaro - Pellaro Telefono e Fax: Tel: 0965 359590 - Fax: 0965 359867 Sito Web: www.hotel-lampara.com/main.html E-Mail: info@hotel-lampara.com Categoria / Stelle: 3*** OSPITALITA'
Le Necropoli Reggine di Eta’ GrecaDelle necropoli reggine si ha soltanto una conoscenza frammentaria. Fatta eccezione che per qualche reperto di et arcaica, scoperto nella necropoli di S. Caterina, le tombe arcaiche e classiche della citt sono praticamente sconosciute mentre sono abbastanza note quelle di epoca ellenistico - romana. Oltre alle necropoli suburbane (e quindi ubicate a ridosso della cinta muraria) meridionale (nella zona di S.Giorgio Extra) e settentrionale (la cosiddetta necropoli di S. Lucia - Museo) della citt, si conoscono nuclei di necropoli extraurbane, pertinenti a piccoli sobborghi che ruotavano attorno alla polis di Rhegion. A tali necropoli extraurbane appartengono a nord i ritrovamenti effettuati sulla collina Pentimele e nell'area di S. Caterina - Porto, ad est quelli relativi alla Caserma Borrace e alla zona di Condera e a sud quelli di Modena, Petrillina, S. Francesco e Ravagnese. Nelle necropoli reggine sono attestate sia la pratica dell'incinerazione che quella dell'inumazione. I sepolcri struttivi presentano tipologie per lo pi inusuali, segno della particolare abilit degli artigiani reggini che spazia dalla costruzione di grandi e sontuose tombe a camera con volte di mattoni a quella di semplici cappuccine, dalle sepolture coperte riutilizzando i semicilindri fittili dei pozzi alle tombe a cassa di mattoni o di tegole, dalle singolarissime sepolture a cassa con la cosiddetta copertura a libro alle tombe a finta volta ottenuta da tegole disposte a sporgere in parte l'una sull'altra. La maggior parte delle tombe di et ellenistica (IV-II sec. a.C.) ha restituito corredi di scarso pregio, composti per lo pi da coppette acrome e piccoli balsamari di produzione locale. Le sepolture maschili sono spesso caratterizzate dalla presenza dello strigile mentre quelle femminili sono talora accompagnate da specchi in bronzo, da vasi come la pisside o la lekane (utilizzati come porta trucchi o porta gioielli), da piccole pissidi con coperchio in piombo e, in casi molto rari, da gioielli (in particolare orecchini ed anelli). Molto frequenti gli alabastra fittili, sostituti pi poveri degli analoghi contenitori per unguenti in alabastro di origine orientale e spesso con un caratteristico piede a dischi sovrapposti intagliati con solchi radiali per ricavarne tre sostegni. Caratteristici delle tombe reggine sono anche dei sottilissimi dischetti d'oro (bractea), recanti sull'orlo un motivo perlinato e figure impresse al centro, rinvenuti fra i denti dei defunti, che si possono considerare come i tradizionali Oboli di Caronte che accompagnavano i greci nel loro ultimo viaggio. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Cereso Centro Equestro SolidaleIndirizzo: P.zza S. Francesco di Sales 89061 Gallina (RC) Telefono e Fax: Cell. 3290569977 E-Mail: centroequestresolidale@cereso.it DIVERTIMENTO E RELAX
Piscine CONITipologia: Piscine Uso: Piscine Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Piazza della Pace (Stadio Sud) Telefono e Fax: Tel. 0965 626282 Come arrivare: In treno: dalla stazione centrale dista circa 1 Km In auto: dalluscita autostradale di Reggio Centro dista 3 Km DIVERTIMENTO E RELAX
Palazzo Istituto Tecnico PiriaOccupa lisolato n. 318 del piano De Nava. Fu progettato dallarch. Camillo Autore nel 1912 e venne completato dopo varie interruzioni nel 1919. Ledificio presenta un corpo di fabbrica leggermente asimmetrico a forma di C con il cortile aperto su via Piria. Il progetto originariamente pensato a due piani fuori terra venne poi trasformato con linserimento di un piano seminterrato. I prospetti, perfettamente simmetrici, sono caratterizzati dallandamento costante delle aperture, luso di decorazioni. Altra caratterizzazione data dalluso dellintonaco: dopo il primo livello del basamento di pietra artificiale cementizia in finto travertino, attraverso una miscela di graniglia e pietra cementizia, diventa bugnato per tutto il piano terra, e intonaco lisciato e rigato per tutto il piano superiore. Le facciate semplici e uniformi presentano nella parte finale una cornice ricca di decorazioni floreali, riprese anche sugli architravi delle finestre impreziosendo limmagine complessiva. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo CoriglianoLedificio, sede di un elegante emporio, occupa la parte centrale dellisolato che affaccia sul Corso Garibaldi e compreso tra il Corso Vittorio Emanuele III le seguenti vie: S. Paolo e XXIV Maggio. Progettato dalling. Cesare Prato nel 1921, i lavori furono ultimati nel 1925. Alla fine degli anni settanta del secolo scorso sub notevoli danni in seguito ad un incendio ma un recente restauro lha riportato a essere uno degli esempi degni di nota di architettura in stile liberty a Reggio Calabria. Il manufatto architettonico si presenta articolato su due livelli con un impianto planimetrico di forma rettangolare con allinterno una scala che conduce al piano superiore. Il prospetto al piano terra presenta tre aperture vetrate di notevoli dimensioni mentre al piano superiore ci sono altrettante aperture con elementi in ferro battuto artistico con un balcone caratterizzato dalla ringhiera in ferro battuto a motivi floreali in stile liberty che si ripetono nelle lanterne con bracci ai lati delle aperture. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Teatro Comunale Francesco CileaLa storia del teatro reggino affonda le radici negli anni '20. La struttura vanta una tradizione fastosa, ospit anche Maria Callas, e fu progettata e realizzata proprio sul finire del secondo decennio dello scorso secolo. Lo stile classico e sobrio, un foyer elegante, il grande sipario rosso sul proscenio seppur di piccole dimensioni, il Teatro Cilea si presenta raffinato nellarchitettura e negli arredi soprattutto dopo il restauro che lo ha restituito dopo oltre un decennio alla citt. Ledificio sorge nellarea che prima del terremoto del 1908 era occupata dal Palazzo Municipale (ex convento dei Domenicani). La storia costruttiva del teatro stata caratterizzata da numerosi intralci, interruzioni e varianti in corso dopera: il progetto redatto nel 1919 venne appaltato a vari stralci, interrotto numerose volte per mancanza di fondi e completato negli anni trenta. Dal punto di vista formale si articola in tre corpi di fabbrica: il primo quello che si affaccia sul corso Garibaldi quello che maggiormente esprime i caratteri di monumentalit. Esso costituito da un corpo centralesporgente porticato al piano terra e acui si accede attraverso una scalinata centrale e due rampe laterali carrabili. Dal portico si passa allatrio realizzato su due livelli e caratterizzato da colonne raffinate e rivestimenti in marmo. Subito dopo latrio si accede al secondo corpo di fabbrica, la sala centrale, che presenta la caratteristica forma ottocentesca a ferro di cavallo, raccordata al palcoscenico da un boccascena. Si sviluppa in altezza in tre ordini di palchi e un loggione interrotti nella parte centrale da un palco donore. I palchi erano segnati da setti murari che sostituivano le colonne previste dalla prima stesura del progetto. La sala, sottoposta a diverse varianti, aveva una copertura a cupola con capriate a calotta metallica. Dalla sala si arriva alla torre scenica costituita dal palcoscenico, dai camerini e dai depositi. Esternamente ledificio mantiene la divisione in tre elementi, valorizzandone il gioco dei volumi. Il prospetto del corpo anteriore caratterizzato da due parti distinte che segnano i due piani: la prima costituita da una serie di fasce orizzontali in graniglia martellata che terminano in una trabeazione con decorazioni a triglifi; la seconda invece caratterizzata dallandamento di colonne composite abbinate e alternate da finestre arcuate o con trabeazione a timpano. Al disopra delle colonne si legge una trabeazione ed un frontone sul quale, in corrispondenza delle colonne, si trovano dei bassorilievi con testa di musa. Allesterno la sala interrompe il paramento murario dei prospetti staccando con le sue superfici curve il corpo anteriore da quello posteriore. Questultimo contraddistinto da un frontone che da sulla via del Torrione: si tratta dellelemento pi alto di tutto ledificio che consta di tre ordini di finestre di cui lultima arcuata. La prima inaugurazione del Teatro avvenne nel 1931. Nel secondo dopoguerra la sala del Teatro Cilea veniva ampliata, data nuova forma alla linea dei palchi, il soffitto diventava sontuoso imponente, ed il boccascena con la nuova cavea per l'orchestra molto elegante; il Cilea divenne cos una struttura tra le pi belle e funzionali d'Italia e viene reinaugurato dal sindaco Domenico Mannino il 25 febbraio del 1964 con l'opera Il Trovatore di Giuseppe Verdi. Per circa un ventennio, la struttura accoglie compagnie di prosa, variet e teatrali, che vantavano i pi bei nomi del panorama artistico italiano ed internazionale del dopoguerra. Nel 1985 la commissione di vigilanza della prefettura dichiara inagibile il teatro per necessari radicali lavori di ristrutturazione e di adeguamento alle pi recenti norme antincendio. Finalmente, dopo quasi diciotto anni di interminabili lavori, il Teatro Comunale Cilea restituito alla citt di Reggio, pronto a proseguire la sua gloriosa tradizione artistica e culturale, accogliendo gli artisti pi importanti di questo primo scorcio del XXI secolo. Dal 2008 alcuni locali delledificio ospitano la Nuova Pinacoteca Civica. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo ZaniLedificio, ex sede del Genio Civile, attualmente ospita la Facolt di Giurisprudenza dellUniversit degli studi Mediterranea di Reggio Calabria, viene denominato anche Palazzo del Genio Civile e occupa lisolato compreso tra il Corso Vittorio Emanuele III e le vie: Miraglia, Felice Valentino e Diego Vitrioli. Progettato nel 1919 dagli ingegneri Gino Zani e Troja, fu realizzato nel 1924. Limpianto planimetrico delledificio di forma rettangolare con al centro un corpo di fabbrica trasversale che divide lo spazio interno in due cortili. Lintero volume si articola su due piani fuori terra con alcune parti adibite a seminterrato per landamento del terreno. I prospetti presentano unarticolazione armoniosa di arretramenti e avanzamenti che interrompono il ritmo seriale delle lesene e delle aperture con elementi linguistici riconducibili ai canoni classici ma con influssi dello stile liberty. Nel prospetto principale che affaccia su via Miraglia il corpo centrale risulta aggettante e sopraelevato rispetto al parapetto del piano attico con lingresso preceduto da unampia scalinata, mentre al lato opposto sul Corso Vittorio Emanuele III c lo stesso sistema di volumetria ma con un ingresso che conduce al cortile inferiore; al piano seminterrato le aperture sono caratterizzate da inferriate, al piano terra presente un basamento trattato a bugnato con finestre ad arco e nei quattro angoli, sopraelevati, si diventano tripartite; al piano superiore trattato con intonaco liscio le aperture mantengono la tripartizione ma di forma rettangolare delimitate da lesene, il tutto termina con un ampio cornicione e muro dattico scandito da paraste. Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4 st1\:*{behavior:url(#ieooui) } /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Museo Agrumario e Industria EssenzeMuseo Agrumario e Industria Essenze Via Generale Tommasini, 2 Tel. 0965 24315 SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Museo dell’Artigianato TessileIl Museo dellArtigianato Tessile della Seta, Costume e Moda Calabrese ospitain un appartamento unacollezione cheillustra la storia del costume dal periodo greco fino al 1948; oltre ai tessuti vi sono alcuni macchinari utilizzati per la lavorazione e campioni di materia prima (cotone, lana, seta). Museo dellArtigianato Via re Ruggero, 9 Tel. 347 0948648 Visite su prenotazione SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Chiesa di Gesu e Maria Il tempio stato ricostruito dopo il 1908 sullo stesso sito dove sorgeva prima della distruzione provocata dal terremoto. E a tre navate. Nella navata destra, si trovano il monumento funebre di Giuseppe Molisani, ed un crocefisso del XIX sec. Inoltre risiede la pregevole Via Crucis, dello scultore Ennio Tesei, realizzata con pannelli di bronzo. I due Angeli che sostengono il tronetto, il pannello dellAltare e i due leggii sono dello scultore Pasquale Panetta. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Chiesa di San Giorgio al CorsoSan Giorgio insieme alla Madonna della Consolazione, il patrono di Reggio Calabria, infatti la sua immagine messa in risalto nello stemma della citt. La prima chiesa dedicata al Santo, fu distrutta durante il terremoto del 1908 e ricostruita nellarea del vecchio Orfanotrofio su progetto dellarchitetto Camillo Autore. Ledificio fu inaugurato il 26 maggio 1935 dal Monsignor Pujia, alla presenza dei Principi di Savoia. Il parroco D. Demetrio Moscato, poi arcivescovo di Salerno, propose di onorare con questa chiesa la memoria dei caduti della prima guerra mondiale, cos la chiesa assunse anche il nome di Tempio della Vittoria. Ledificio si presenta in forme semplici e imponenti con una facciata classicheggiante dove domina un portale monumentale sovrastato da una vetrata nella quale raffigurata limmagine di san Giorgio che uccide il drago. Nel portale e ai lati di esso si possono ammirare bassorilievi raffiguranti momenti della prima guerra mondiale e sono impressi i nomi delle localit ove si combatterono le battaglie pi importanti (Monte Nero, Carso, Bligny, Montello, Isonzo, Bainsizza, Monte Grappa, Piave). La pianta della chiesa a croce latina a una sola navata fiancheggiata da cappelle e nella parte centrale si erge la maestosa cupola alta 32 metri. Il soffitto coperto con volta a botte. Labside decorata con mosaici, accoglie in alto la figura di Cristo seduto tra sei angeli e in basso la figura di san Giorgio tra i quattro evangelisti. Nella piazza antistante lingresso visibile la Statua dellAngelo Tutelare. Allinterno del cortile, in corrispondenza dellabside sono stati rinvenuti reperti della Chiesa Abbaziale di San Giovanni dAcoliva, pertinente allomonimo convento femminile, dellordine Benedettino, sorto nel XII secolo SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Tomba ellenistica in Via DIn via Tripepi visibile una tomba di et ellenistica. Scoperta nel 1957, durante i lavori per il prolungamento della via, una tomba a camera in ottimo stato di conservazione, simile a tante altre scoperte nelle necropoli settentrionali della citt di Reggio. Tale tomba faceva parte del prolungamento della necropoli di S.Lucia-Terrazza, che si estendeva ad E anche verso loc. Borrace. La tomba, del tipo a camera voltata, realizzata con muratura di mattoni legati con calce, originariamente rivestiti da intonaco bianco (oggi scomparso) ed databile al III-II sec.a.C. Lo scheletro poggiava sopra un battuto di malta ed il suo corredo funerario era costituito da sei unguentari fusiformi, una pisside con coperchio, una ciotola con orlo verniciato in nero e frammenti di uno strigile in bronzo appesi ad un anello. All'esterno della tomba furono rinvenuti sei piccoli capitelli policromi in terracotta (tipici delle necropoli reggine ed utilizzati per decorare i letti funebri in legno), appartenenti, con ogni probabilit, ad altre sepolture gi distrutte. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
All FitnessIndirizzo: Via Nazionale Pentimele, 166 89100 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965 47183 DIVERTIMENTO E RELAX
Villino BenassaiLedificio, occupa un lotto arretrato rispetto alla via nazionale Pentimele. Il monumento architettonico caratterizzato da un linguaggio stilistico classico ma con influssi dello stile liberty ed costituito da un piano seminterrato e da due livelli fuori terra, con un armonioso sistema di pieni e di vuoti ed impianto planimetrico con la seguente disposizione dei locali: al piano terra vi un salone, la scala e quattro camere, al piano superiore ci sono due camere ai lati ed una centrale. Laccesso dalla strada principale costituito da due pilastri con cancelletto in ferro battuto artistico segue un percorso che conduce allingresso principale sopraelevato rispetto ad un basamento che contiene le aperture del piano seminterrato, attraverso due scalinate; sono presenti una serie di finestre di forma rettangolare racchiuse entro cornici di forma circolare talune complete di balcone con balaustra classica; al piano superiore si ripetono in asse le aperture ma con arco a tutto sesto e talune diventano tripartite sempre con balconi. Tutti i prospetti sono interamente trattati a bugnato con cornicione dentellato seguito da una balaustra scandita da pilastrini. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo Grande Albergo MiramareLedificio, sede di un albergo, occupa la parte dellintero isolato che affaccia sul Corso Vittorio Emanuele III e le vie: Giudecca e Fata Morgana. Progettato dalling. Pietro Fiaccadori caratterizzato da canoni linguistici neoclassici con decorazioni in stile liberty soprattutto nei locali interni. Il manufatto architettonico costituito da un piano seminterrato e tre piani fuori terra con un impianto planimetrico di forma quadrangolare con la seguente disposizione dei locali: al piano terra c lingresso principale su via Fata Morgana seguito dalla reception, servizi e sala pranzo con affaccio a mare sul terrazzo; una scala conduce ai piani superiori dove sono collocate camere, servizi e sale riunioni. I prospetti si presentano con un basamento in finta pietra dove sono collocate le finestre del seminterrato dotate di inferriate con ingresso da via Giudecca, sovrastato dal piano terra caratterizzato sul lungomare al centro dal terrazzo con balaustra neoclassica ed ai lati da aperture con timpano triangolare, nei piani superiori, di cui lultimo stata unintegrazione nel corso degli anni, sono presenti aperture architravate di forma rettangolare con balconi sorretti da mensole della stessa tipologia del terrazzo il tutto termina nei corpi laterali con cornicione lineare mentre al centro con una ringhiera in ferro battuto artistico. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Parco Commerciale AlatiIndirizzo: Superstrada Jonica - Ravagnese (RC) 89131 - Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965 630207 - Fax: 0965 630207 Sito Web: www.alaticentrocommerciale.it E-Mail: info@alaticentrocommerciale.it Servizi: EVENTI E PROPOSTE
Le vie dello shoppingUn percorso per le vie dello shopping, lungo il Corso Garibaldi e le strade che lo intersecano a scacchiera. Una vera e propria passerella, al centro della movimentata vita cittadina, dove sfilano gli atelier dalta moda, le botteghe artigianali e i negozi di souvenir, ma anche antiche vestigia storiche, pasticcerie e gelaterie dove gustare le specialit reggine. Orari di apertura dei negozi: Da lunedi pomeriggio a Sabato 09:00-13:00 - 16:30-20:30 Domenica chiuso Supermercati e grandi magazzini praticano orario continuato e vendita serale il giovedi fino alle ore 21.00 In periodi particolari dellanno come lavvento o durante Pasqua vengono effettuate aperture straordinarie. EVENTI E PROPOSTE
Resti di SNel 1990, in occasione di lavori di livellamento del suolo condotti lungo il fianco meridionale della Chiesa di S. Giorgio Intra, vennero alla luce i resti della Chiesa di S. Giovanni Extra muros Rhegii, risalente al XII secolo. L'intervento di scavo ha dato la possibilit di rimettere in luce uno spaccato della stratificazione del centro storico reggino nel corso di otto secoli, cio dall'et normanna in poi. La Chiesa di S. Giovanni sorse nel XII secolo in stretto rapporto con il cenobio femminile dell'ordine benedettino intitolato a S. Giovanni d'Ocaliva o ex Caliva. Anche quando questa istituzione monastica scomparve, probabilmente in seguito all'ubicazione della Giudecca in questo stesso sito, l'edificio ecclesiastico continu a sopravvivere. In et aragonese, la chiesa di S. Giovanni fu inclusa all'interno della cinta muraria urbana e il suo ingresso, orientato ad ovest, probabilmente prospettava su uno slargo ubicato all'ingresso della porta urbica occidentale. La Chiesa abbaziale di S. Giovanni risulta orientata ad est ed ha pianta basilicale, trinavata e triabsidata. Doveva avere una larghezza di circa 11 metri ed una lunghezza all'incirca del doppio. Il presbiterio era sopraelevato di circa 1 metro sul piano delle navate e ad esso si accedeva per mezzo di una gradinata posta in corrispondenza della navata centrale. Sotto il presbiterio era ricavata una bassa cripta, nel pavimento della quale visibile l'incasso di una sepoltura monosoma. Sul fianco e nel corpo dell'edificio chiesastico medievale insistono strutture murarie pi tarde. Sul suo fianco settentrionale, esternamente, stata rinvenuta una fossa comune con numerose inumazioni sovrapposte, attribuibile ad un evento catastrofico improvviso (forse il sisma del 1783). Tale sepolcreto risulta tagliato dalle fondazioni di un edificio ottocentesco, probabilmente l'Orfanatrofio Provinciale, che doveva occupare proprio il sito dell'attuale Chiesa di S. Giorgio Intra. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Palazzo San Gaetano Una finestra aperta sulla storia e la cultura del Mediterraneo LUniversit per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria opera dal 1984 ed stata istituita su iniziativa del Comitato Reggino della Societ Dante Alighieri. Poco oltre la Chiesa di Ges e Maria, alle spalle del Teatro Comunale Francesco Cilea, sulla Via Torrione si affaccia il Palazzo San Gaetano, uno dei palazzi pi antichi e belli della citt, che oggi ospit l'Universit. Vengono tenuti corsi di italiano a vari livelli di istruzione, riservati a giovani provenienti da tutti i paesi del mondo. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Museo Diocesano MonsMUSEO DIOCESANO MONSIGNOR AURELIO SORRENTINO Istituito da mons. Giovanni Ferro il 25 gennaio 1957 e inaugurato il 7 ottobre 2010 da mons. Vittorio Mondello, il Museo diocesano di Reggio Calabria sito al pianterreno dellala tardo-settecentesca del Palazzo arcivescovile costruito sulle rovine di un preesistente edificio, sorto accanto alla Cattedrale alla fine del Cinquecento. Lallestimento ha inteso restituire allopera esposta la memoria della sua funzione originaria, in modo da farne emergere i significati simbolici e i nessi altrimenti perduti con la comunit religiosa cui essa appartenne e con lo spazio sacro per il quale fu realizzata. Litinerario narrativo ha avvio nel portico con la sezione Frammenti di memoria: la Cattedrale di Maria SS. Assunta a Reggio Calabria che espone, in particolare, frammenti degli arredi marmorei della Cappella del Crocifisso, quali una coppia di Angeli reggi Strumenti della Passione del 1728. Segue la sezione denominata Anteprima di una pinacoteca diocesana, nella quale si espongono alcuni dipinti esemplari del patrimonio pittorico diocesano: tra essi la Resurrezione di Lazzaro attribuita a Francesco De Mura (terzo decennio sec. XVIII). La sezione dedicata a La celebrazione del Sacrificio Eucaristico propone la ricostruzione stilizzata di un altare nel quale sono reimpiegati un frontale di tabernacolo e un paliotto con San Paolo consacra vescovo Santo Stefano (sec. XVIII) e collocata quale pala una tela seicentesca raffigurante lImmacolata e santi, opera di ambito siciliano. Ai lati, le vetrine accolgono una selezione di oggetti propri dellarredo daltare e di vasi sacri per lEucarestia: in particolare, un paliotto in tessuto di seta ricamato ed una balza di tovaglia daltare di analoga manifattura, entrambi ascrivibili al Seicento e appartenuti alla Confraternita della SS.ma Annunziata, e un servizio di cartegloria del 1771, opera di argentiere messinese. La successiva sezione dedicata allAdorazione e Custodia dellEucarestia espone, in particolare, un prezioso fastigio di tabernacolo in argento del 1864, appartenuto alla Confraternita dei SS. Crispino e Crispiniano, un ostensorio raggiato proveniente da Scilla, opera del messinese Pietro Donia (ottavo decennio sec. XVIII), e un parato composto da piviale, pianeta, stola e manipolo in Gros de Tour bianco ricamato in oro, manifattura dellItalia meridionale, ascrivibile allultimo quarto del sec. XVIII. La sezione Il Tesoro delle Cattedrali ha lintento di documentare le distinte identit storica e religiosa delle antiche sedi episcopali di Reggio Calabria e di Bova, fuse con decreto della Congregazione per i vescovi Istantibus votis del 30 settembre 1986, e delle comunit ecclesiali ad esse legate. Tra le pregevoli opere selezionate provenienti dalla Cattedrale di Maria SS. Assunta, sono lostensorio raggiato di Francesco Jerace, realizzato nel 1928 in occasione del Congresso Eucaristico regionale svoltosi a Reggio Calabria e le tre anfore per gli Oli santi dellarcivescovo Alberto Maria Capobianco (1787-1789). Dalla Concattedrale di Santa Maria Isodia a Bova proviene un inedito calice con Storie della Passione a sbalzo su piede, fusto e sottocoppa, opera di una bottega dOltralpe (primi decenni sec. XVII) e il reliquiario a braccio di San Giovanni Theresti datato al 1778. Nella sezione Il vescovo Sponsus ecclesiae al fine di documentare significato liturgico e pregio artistico di alcune insegne episcopali riferibili a vescovi dellArcidiocesi di Reggio e della Diocesi di Bova si espongono croci pettorali, anelli episcopali e pastorali databili tra XV e XX secolo: in particolare, il Bacolo pastorale di mons. Antonio de Ricci, arcivescovo di Reggio dal 1453 al 1490, pregevole opera di oreficeria napoletana, e la Croce e lAnello dellarcivescovo reggino Francesco Converti (1872-1888). Una selezione di vasi eucaristici e oggetti liturgici esposti assieme ad alcune vesti liturgiche recanti stemmi di arcivescovi reggini e di vescovi bovesi completa lo spazio espositivo, documentando la committenza di preziosi manufatti in argento e seta tra XVII e XX secolo. Tra le opere esposte risaltano: per lArcidiocesi di Reggio, un servizio da lavabo in argento, composto da brocca e bacile, entrambi recanti lo stemma di monsignor Bernardo Maria Cenicola (1797-1814), un calice e un ostensorio appartenuti allarcivescovo Mariano Ricciardi (1855-1871); per la Diocesi di Bova, un piviale in damasco di seta blu con stemma del vescovo Antonio Gaudiosi (1699-1714), il pastorale di monsignor Antonio Spedalieri (1764-1791), un calice e un servizio per incensazione del vescovo Vincenzo Rozzolino (1835-1849). Nello stesso spazio tematico si espongono un Crocifisso in avorio donato alla cattedrale dallarcivescovo Alessandro Tommasini (1818 1826), un San Michele arcangelo in alabastro, regalato al cardinale Gennaro Portanova nel 1894. La sezione successiva dedicata a Arte e devozione: le confraternite esibisce vasi eucaristici, oggetti liturgici e processionali connessi allo svolgimento dei riti e delle funzioni delle confraternite reggine del SS. Sacramento in Cattedrale, della SS. Annunziata e dellImmacolata nella chiesa della SS. Annunziata, di Ges e Maria e di SantEligio nella chiesa di Ges e Maria, dei Santi Crispino e Crispiniano nella chiesa omonima. Tra le opere esposte assoluto rilievo rivestono pregevoli manufatti tessili appartenuti alla Confraternita della SS. Annunziata: in particolare, un parato nobile in broccato di seta policroma, opera di manifattura lionese (secondo quarto sec. XVIII). Lo spazio espositivo Arte e devozione: il culto dei Santi espone elementi propri del corredo delle immagini sacre quali, ad esempio, le corone del busto marmoreo cinquecentesco della Madonna Isodia di Bova, datate 1614, e lottocentesca corona in argento della statua della Madonna immacolata di Scilla. La sezione comprende, inoltre, pregevoli reliquiari, tra i quali quattro monumentali in lamina di rame sbalzata e dorata con emblema del vescovo di Bova monsignor Antonio Maria Laudisio (1818-1824). Lo spazio tematico conclusivo, denominato Il segno sacrale dei paramenti liturgici, espone vesti liturgiche di provenienza, manifattura e tipologia decorativa differenti, al fine di suggerirne, sia pure per cenni, il percorso evolutivo delle fogge, delle materie e delle tecniche di esecuzione: in particolare, una dalmatica in velluto contro tagliato viola ascrivibile a manifattura catanzarese (seconda met sec. XV) e un piviale in tessuto a giardino databile agli inizi del sec. XVIII. E attualmente in corso di stampa la Guida alle collezioni, con ampi contributi sul progetto museografico complessivo. Museo diocesano Mons. Aurelio Sorrentino Via Tommaso Campanella, 63 (ingresso anche da via Cimino) 89127 Reggio Calabria Orari: mercoled 9-13 e 15-19; venerd 9-13; sabato 9-13 Aperture straordinarie per gruppi su prenotazione. Infoline: 3387554386 SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Feste Patronali in onore della Madonna della ConsolazioneLa seconda settimana di Settembre di ogni anno si celebra la festa di MARIA SS. MADRE DELLA CONSOLAZIONE EVENTI E PROPOSTE
Nei dintorni e in SiciliaLe escursione per scoprire la bellezza della nostra terra e della Sicilia. Nei dintorni .... Scilla Scilla, un tradizionale villaggio di pescatori pieno di fascino ed in una posizione incantevole. La spiaggia della Marina grande una delle pi belle della Calabria ed una passeggiata nel borgo di Chianalealascer incantati. Da ammirare anche un imponente Castello Aragonese ed il quartiere di San Rocco con laffaccio dalla balconata. Tropea Sulla Costa degli Dei, Tropea la pi famosa meta turistica calabrese, ricca di antichi palazzi, un mare dal colore cristallino, slendide spiagge e calette di sabbia bianca, . La prima cosa da vedere Santa Maria dellIsola, lo splendido isolotto antistante la rocca sulla quale si erge Tropea. Il centro storico di Tropea famoso per i suoi balconi consistenti in diversi affacci da dove si gode un panorama suggestivo e unico del litorale e per i suoi palazzi nobiliari che testimoniano la ricchezza e limportanza passata di Tropea. Si possono visitare il Duomo ed il Museo Diocesano ed dirigendosi sul Corso Vittorio Emanuele, al termine si trova la balconata principale di Tropea con un panorama stupendo sul convento di S.Maria dellIsola. Pizzo Pizzo incantevole cittadina di tradizioni marinare ha un famoso castello aragonese ed una lunga tradizione per il buon gelato e la pesca del tonno. Alle porte di Pizzo si pu visitare la famosa Chiesetta di Piedigrotta, luogo di culto sacro e unico consistente in una grotta scavata nella roccia in riva al mare. Passeggiando per il centro storico si arriva alla piazza del belvedere e si pu visita il Castello di Murat, risalente al XIVsec. e fatto edificare da Ferdinando DAragona e poi impossibile non gustare il famoso gelato Tartufo di Pizzo .... Pentedattilo Percorrendo la superstrada Jonica, uscendo dalla citt, si inizia ad ammirare il Mar Jonio, la vegetazione mediterraneae il monumento che marca il 38parallelo della terra, unendo Reggio a San Francisco, Atene, Smirne, Seul e Cordova. A Capo DArmi, anticamente conosciuto come Leucopetra, vi un un promontorio con un panorama mozzafiato sul quale si erge lomonimo faro. Questo capo segna luscita dallo Stretto di Messina. Proseguendo si arriva in localit Ann dalla quale si prosegue, salendo per pochi km, alla volta di Pentadattilo. Larrivo al paese molto suggestivo e la vista non lascia indifferenti i visitatori. Dopo una breve ma inclinata salita si raggiunge l'ingresso dellantico castello degli Alberti, teatro dei tragici eventi della notte di Pasqua del 1686 dove, a causa della marchesa Antonietta, si consum una storica strage. Proseguendo tra le rovine delle antiche abitazioni si arriva alla Chiesa di S. Pietro e Paolo, all'interno un gruppo marmoreo del 1564 e la tomba del marchese Alberti. A fianco della chiesa si erge il campanile, ancora in buone condizioni. La passeggiata nel borgo testimonia il lento ed inesorabile spopolamento ma anche il tentativo di recupero in atto ormai da diversi anni, anche grazie agli sforzi della comunit europea che ha finanziato dei progetti in tal senso. Gambarie A soli pochi km dalla citt si arriva nella vera montagna: lAspromonte, con vallate e boschi dai quali si pu spesso ammirare il mare e la Sicilia. Gambarie offre ricche passeggiate e piacevoli soste, negozi di prodotti locali e souvenirs. La strada molto panoramica e in poco tempo si superano i mille metri di altitudine e si entra nel Parco Nazionale DAspromonte. Dalla piazza principale di Gambarie si pu iniziare un percorso a piedi su sentiero tracciato che porta al Laghetto Rumia, ricco di trote, e al famoso Cippo Garibaldi, luogo storico dove Giuseppe Garibaldi fu ferito ad una gamba nel corso della liberazione dellItalia assieme ai Mille. Nel fitto bosco di pini, abeti e querce si trova anche un piccolo mausoleo con foto e reperti delleroica impresa garibaldina. Si pu salire sulla seggiovia per arrivare in cima al Monte Scirocco, mt.1.660, da dove si pu ammirare un panorama mozzafiato che nelle giornate limpide spazia dallEtna alle Isole Eolie. Gerace Il paese si trova allinterno del Parco Nazionale dAspromonte e gode di una vista impareggiabile su tutta la Locride. Lorigine medioevale chiaramente visibile in tutte le abitazioni e nei resti del castello e della cattedrale di origine normanna. La cattedrale di notevole bellezza e presente tre grandi navate e due file di 13 colonne , tutte diverse tra loro. Al di sotto della cattedrale si trova la cripta greco-bizantina di eccezionale pregio per la sua cappella della Madonna dellItria e quella di San Giuseppe. Nel centro storico la bellissima Piazza delle 3 chiese dove, appunto, si trovano raccolte la Chiesa di S.Francesco, di S.Maria e S. Giovannello. Locri A Locri si pu ammirare il sito archeologico dellantica e importante colonia greca di Locri Epifizeri dove sono stati ritrovati gran parte dei reperti in mostra al Museo di Reggio, tra cui i dioscuri e i tanti pinakes. Notevoli sono anche i resti del vicino Teatro antico risalente al VI sec a.c. che poteva contenere 4.500 persone. Attraversando lo Stretto .... L'Etna Alla scoperta del pi alto e attivo vulcano dEuropa. Lascesa un emozione unica e sembrer di salire sul tetto del mondo, dal quale ammirare, in una buona giornata, Calabria e Sicilia. Camminando sulla lava inoltre vi sembrer di essere sulla luna. Taormina Alla scoperta della pi famosa meta turistica della Sicilia,ricca di cultura, storia esicilianit. La bellezza naturale risiede nella sua fantastica posizione: una collina alta 200 metri che si affaccia su uno splendido mare e con alle spalle lo spettacolare vulcano Etna. Di origine antichissima, Taormina e la vicina Naxos diventarono importanti colonie greche, come testimonia lo splendido teatro che fu, in seguito, utilizzato anche dai romani che vi tenevano spettacoli con gladiatori e leoni. La passeggiata lungo Corso Umberto, la via principale di Taormina e laffaccio a Piazza Duomo con la vista incomparabile sul Mar Jonio creanomomenti indimenticabili. Una posizione ancora pi affascinante per Castelmola, una splendidaperla.InfineIsolabella, la cui baia una vera cartolinadella natura, collegata alla terraferma solo da una lingua di sabbia. Un tempo questa piccola isola era propriet privata di una nobildonna inglese, nipote della Regina Vittoria,adesso una riserva naturale protetta dal WWF e la villa stata trasformata in unMuseo. Le isole ... Panarea Navigando verso Panarea, sipotranno vedere in lontananza lisola di Vulcano, Lipari e Stromboli.Lisola di Panarea tra le mete turistiche pi ambiziose e ricercate, oltre che per la bellezza anche per itanti personaggi famosi che ogni estate affollano lisola. Caratteristichelebianche case ele stradine percorribili solo a piedi.Cala Junco considerata una delle cale pi belle del Mediterraneo,il posto ideale peruna sosta-bagno. Circumnavigandol'isolasi potranno vederegli isolotti di Basiluzzo, Spinazzola, Lisca Bianca, Dattilo, Bottaro, Lisca Nera e gli scogli dei Panarelli e delle Formiche. Stromboli L'arrivo a Stromboli molto suggestivo eci si rende conto subito della particolarit di questisola. Lo Stromboli considerato il pi attivo vulcano dEuropa in quanto la sua attivit pressoch continua. Le tipiche case eolianesi integrano perfettamente nellatmosfera del posto. LaForgia Vecchia splendida spiaggia lavica.Navigando si pu raggiungere lo Strombolicchio, un isolotto roccioso antistante lisola principale oraggiungere laSciara di fuoco, lattrazione principale di Stromboli. Ci si posiziona con limbarcazione in direzione della colata di sassi e cenere del vulcano elo spettacolo garantito! EVENTI E PROPOSTE
Parco Commerciale Le NinfeeIndirizzo: Viale Calabria 89131 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel:0965 598381 - Fax:0965 597036 Sito Web: www.le-ninfee.it E-Mail: info@le-ninfee.it Servizi: EVENTI E PROPOSTE
Casa Greca in Via Trabocchetto INegli ultimi decenni, interventi di scavo a seguito di lavori edili, hanno riportato alla luce anche porzioni dell'abitato di epoca greco-romana. Nel 1998, durante i lavori di sbancamento per la costruzione di un fabbricato in via Trabocchetto I, quindi nell'area sud-est di Reggio, sono venuti in luce i resti di strutture murarie relative ad unabitazione privata di epoca ellenistica. Tale rinvenimento ha permesso di supporre che nel corso del IV-II sec.a.C. la scoscesa collina del Trabocchetto, che rappresentava per altro il punto pi alto incluso dentro la cinta muraria, era interessata dalla presenza di quartieri abitativi. Dell'abitazione scoperta sono oggi visibili un vano con angolo cottura, un altro ambiente parzialmente conservato e non meglio definibile e accenni di altri vani. Il vano principale di forma rettangolare, delimitato su tre lati da muri in pietre sbozzate e riempimento di pietrame minuto e terra e sul quarto lato da un muro in pietrame, tegole e mattoni. All'interno di questambiente sono venuti alla luce frammenti di ceramiche comuni e da fuoco, databili tra la fine del IV ed il III sec.a.C., oltre ad un focolare in tegole e mattoni su cui era ancora posata una pentola. L'altro ambiente, conservatosi per una piccola parte, sfrutta come delimitazione meridionale il muro settentrionale del primo vano. In un terzo vano, di cui resta solo l'angolo orientale, sono venuti alla luce frammenti di due statuette fittili di Kore con porcellino. La casa doveva sicuramente essere articolata in pi ambienti, secondo i modelli tipici delle abitazioni greche di questa epoca, e, probabilmente, apparteneva ad una famiglia di non agiate condizioni economiche. Essa dovette essere abbandonata bruscamente in occasione di un evento sismico o franoso. SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Museo del PresepioIl Museo del Presepio sorto nel 1997 nella sede reggina dellAssociazione Italiana Amici del Presepio in via Filippini 46. Consta di due sale per unestensione di 250 metri quadrati. Nelle varie vetrine, una ricchissima collezione di statuine di dimensioni, epoche e materiali vari, provenienti non solo dalle regioni italiane ma anche da nazioni europee ed extraeuropee. Su tutte, di particolare rilievo le creazioni di Alberto Finizio, quelle della scuola napoletana di Luca Crispino e Antonio Piscopo, la scuola leccese di Marco Epicochi e le statuine in cartapesta a grandezza naturale dellinizio del 1900 creati dalla Scuola Reggina Stillitano. Spicca, inoltre, tra tutte la creazione meccanizzata di Nin Sapone che, su una superficie di circa 15 mq, racconta la vita di Betlemme, il passaggio della Cometa e la nascita di Ges nellalternarsi del giorno e della notte. E presente una sezione dedicata esclusivamente a presepi provenienti da ogni angolo del mondo. Annesso al museo, attivo un laboratorio che organizza corsi di arte presepiale e un archivio con biblioteca con una ricca raccolta di francobolli, immagini sacre, fotografie, bassorilievi, brani musicali aventi come tema il Natale. Museo del Presepio Via Filippini, 46 Tel. 0965 817021/31 ninisapone@tiscali.it www.museodelpresepiorc.com Visite su prenotazione SCOPRIRE REGGIO CALABRIA
Mostra antologica RabaramaDal 05 agosto al 20 settembre 2007, nella storica cornice di Villa Genoese Zerbi, polo culturale di Reggio Calabria, e sul lungomare Matteotti, allestitala Mostra antologica Rabarama. Identit , voluta e promossa dal Comune di Reggio Calabria con la collaborazione di Vecchiato New Art Galleries di Padova. L'esposizione, ambientata nel giardino e nelle sale della Villa, si estesa al lungomare della citt, definito da Gabriele DAnnunzio il pi bel chilometro dItalia, dove si possono amncora ammirare diverse opere monumentali di Rabarama - sorta di vere e proprie installazioni. L'importante antologica, che comprende oltre 70 opere, di cui alcune inedite, tra sculture di grandi, medie e piccole dimensioni, una installazione e oli su tela anche di grande formato, pone l'attenzione sul complesso panorama creativo di Rabarama tramite un esaustivo percorso espositivo che approfondisce gli ultimi 10 anni di ricerca dell'artista, dal 1997 a oggi. Le sculture sono perlopi realizzate in bronzo dipinto oltre ad alcune in marmo di Carrara, mentre l'installazione, ambientata in una sala dedicata, in silicone e pigmenti policromi. E cos pienamente messa in luce la sua originale ricerca su tematiche scottanti e attuali quali la mutazione genetica, lambiguit umana, lidentit delluomo contemporaneo. Emergono quindi dall'indagine di Rabarama - da tempo affermata nel panorama internazionale - opere caratterizzate da una metamorfosi dei corpi in cui risaltano tracciati epidermici, volti a indagare lidentit umana mediante percorsi stilistici costituiti da tasselli, puzzle, alveoli, incastri, immagini vive di un mondo imprigionato ma che, al tempo stesso, aspira alla libert assoluta. Il visitatore stato completamente coinvolto in una nuova dimensione del pensiero, come dimostra Bozzolo (2000), un bronzo dipinto teso a rappresentare lorigine e la genesi della nuova forma umana; Labirinto mentale, un olio su tela del 2000 (cm. 290x200), che ritrae la complessa mente dell'uomo; Ri- Nascita, un bronzo dipinto del 2006, dove chiara la tensione verso l'infinito; e ancora Trans-rettile (1997), un bronzo dipinto che indica quanto la mutazione del corpo coincida con la mutazione dell'animo, con la necessit sempre nuova dellindividuo di ritrovare percorsi di vita in cui riconoscersi, dove costruire e affermare la propria identit, o comunque un proprio sentire. Mostra "Rabarama. Identità" 2007
Lido Pepys BeachIndirizzo: Lungomare Falcomat Telefono e Fax: Cell: 3934229217 Sito Web: beach.pepys.it E-Mail: info@pepys.it DIVERTIMENTO E RELAX
Lido ArribbaIndirizzo: Lungomare Falcomat Telefono e Fax: Cell:3479027190 Sito Web: Lido Arribba DIVERTIMENTO E RELAX
Lido MirabluIndirizzo: Lungomare Falcomat Telefono e Fax: Cell. 3200744941 E-Mail: lidomirablu@libero.it DIVERTIMENTO E RELAX
Mostra Larte di Essere Larte di essere a Reggio Calabria il tema della mostra di opere realizzate da artisti diversamente abili presentata il 24 maggio 2009 presso il Foyer del Teatro Francesco Cilea e aperta al pubblico sino al 7 giugno 2009. Organizzata dallAssessorato ai Grandi Eventi dellAmministrazione Comunale di Reggio, lesposizione stata composta da ventiquattro opere, realizzate ed offerte da undici artisti italiani ed uno sloveno, tutti appartenenti alla Vdmfk, lassociazione internazionale degli artisti che dipingono con la bocca e con i piedi. Oltre al folto pubblico di visitatori, a partecipare allevento che ha avuto lo scopo di premiare la creativit di uomini e donne con abilit differenti, rappresentando una reale occasione di crescita per la citt di Reggio che riuscita ad accogliere ed esaltare queste belle espressioni artistiche, numerosi rappresentanti istituzionali e importanti ospiti, tra i quali il presidente della Gianni Versace s.p.a., Santo Versace. Mostra "L'arte di Essere ..."
Mostra Michele Prestipino 1887Michele Prestipino 1887/1975. Storia e memoria il titolo della mostra ospitata al primo piano di Villa Genoese Zerbi di Reggio Calabria dall11 aprile al 10 maggio 2009. Unesposizione che ha voluto rendere omaggio ad un artista che, attraverso le sue poliedriche capacit, ha arricchito, per oltre mezzo secolo, con suggestivi particolari, splendide forme e brillanti colori la citt di Reggio. Oltre cento le opere esposte, tra dipinti, carboncini, foto e video dei decori architettonici e degli affreschi realizzati nei pi bei palazzi reggini, create dallartista nel corso della sua lunga vita e disposte in una sorta di percorso tematico. Nudi, fleurs, ritratti, paesaggi, arte sacra. Queste le diverse sezioni della produzione artistica in mostra, arricchita dalle vicende personali, da aneddoti e storie, che suggeriscono una personalit semplice, schiva, ma carismatica, nonch un profondo attaccamento alla propria terra. Mostra "Michele Prestipino"
Hotel Palace MasoanrisIndirizzo: Via Vittorio Veneto, 95 Telefono e Fax: Tel: 0965 26433 - Fax: 0965 26436 Sito Web: www.montesanohotels.it E-Mail: palace@montesanohotels.it Categoria / Stelle: 3*** Servizi: OSPITALITA'
Hotel ApanIndirizzo: Via Sbarre sup. Dir. Laboccetta Telefono e Fax: Tel: 0965 598813 - Fax: 0965 598829 Sito Web: www.hotelapan.com E-Mail: info@hotelapan.com Categoria / Stelle: 4**** Servizi: OSPITALITA'
e HotelIndirizzo: Via Giunchi,6 Lido Comunale Telefono e Fax: Tel. : 0965 893000 - Fax : 0965 811239 Sito Web: www.ehotelreggiocalabria.it E-Mail: info@ehotelreggiocalabria.it Categoria / Stelle: 4**** Servizi: Inoltre fornito per ogni camera il servizio SKY Hotel Gold OSPITALITA'
Grand Hotel ExcelsiorIndirizzo: Via Vittorio Veneto, 66 Telefono e Fax: Tel: 0965 812211 - Fax: 0965 893084 Sito Web: www.montesanohotels.it E-Mail: excelsior@montesanohotels.it Categoria / Stelle: 4**** Servizi: OSPITALITA'
Le bellezze naturali dello Stretto dalle terrazze delle sue FortificazioniLe bellezze naturali dello Stretto dalle terrazze delle sue Fortificazioni Costruiti nella seconda met dell800 per difendere lo Stretto da attacchi nemici, i Forti posizionati sulla costa messinese e calabrese sono oggi le pi belle terrazze da cui ammirare uno dei panorami pi spettacolari al mondo. I primi forti ad essere costruiti, per i quali i lavori iniziarono nel 1884, furono il Forte Polveriera (Masotto) e il Forte Matiniti Superiore (Siacci) rispettivamente sulla sponda messinese e calabrese. Lultimo fu quello di Sbarre, posto a sud di Reggio, che fu ultimato nel 1914, a ridosso dellinizio della I Guerra Mondiale. Il Sistema difensivo dello Stretto risulta unico nel suo genere perch, a differenza di quelli italiani ed europei, non ha come oggetto la difesa della citt, bens lo specchio d'acqua dello Stretto, con una cinta di forti che, partendo a sud da Forte Cavalli (ex Batteria Monte Gallo), gira intorno a Messina, si estende a nord fino a Punta Faro, attraversa il mare e ritorna a sud, sulle colline della costa calabra, fino a Reggio. Elenco delle fortificazioni presenti in Sicilia: Campone Gallo (Cavalli) Monte dei Centri Ogliastri Pietrazza Puntal-Ferraro San Jachiddu Serra la Croce Torre degli inglesi Elenco delle fortificazioni presenti in Calabria: Arghill Catona Matiniti inf. Matiniti sup. Pentimele nord Pentimele sud Poggio Pignatelli Telegrafo Sbarre Associazione Culturale Truvatura Via Maddalena, 24 - Messina info@fortificazioniareastretto.it http://www.fortificazioniareastretto.it EVENTI E PROPOSTE
Porto Bolaro Shopping CenterPorto Bolaro Shopping Center una struttura commerciale moderna e dotata di numerosi negozi specializzati con unofferta ampia e completa. Porto Bolaro Shopping Center tutto quello che manca allo Shopping: una Galleria ricca e raffinata, con marchi importanti e prestigiosi. Unarea ristoro fornita e sfiziosa. Un Ipermercato conveniente e di qualit. Tutto labbigliamento e la calzatura del Made in Italy e un ampio spazio dedicato allelettronica. Al Centro, ogni visita resa confortevole e senza pensieri grazie agli oltre 1200 parcheggi gratuiti, le scale mobili e gli ascensori per facilitare gli accessi ai piani, aree nursery e di relax. Una galleria con 45 negozi, 5 punti ristoro, un grande ipermercato ma anche tanti eventi divertenti e tanto intrattenimento per tutti... ... Come raggiungere il Centro Indirizzo: Via Nazionale San Leo, SS 106 - 89066 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965 675997 - Fax: 0965 675783 Sito Web: www.portobolaro.it E-Mail: info@portobolaro.it Servizi: EVENTI E PROPOSTE
Scilla Indirizzo: Via Nazionale, 57 89058 Scilla (RC) Telefono e Fax: Tel. : 0965-754019 - Fax : 0965-754019 Sito Web: http://www.hotellesirenescilla.com/ E-Mail: info@hotellesirenescilla.com Categoria / Stelle: 2** Servizi: Servizio Lavanderia Servizio Navetta da e per stazione e aeroporto OSPITALITA'
I MercatiniI Mercati si effettuano nelle seguenti fasce orarie: Periodo Estivo (Ora Legale) 7.00-13.30 Periodo Invernale (Ora Solare) 7.30-13.00 Mercati Quotidiani: Piazza del Popolo Mercato delle Erbe- SottArgine San Pietro Mercato dei Fiori di Condera e Modena - area prospiciente i Cimiteri Mercati Settimanali: Luned Mercato di Archi - Ubicato nella Piazza antistante la Chiesa S. Stefano di Nicea. Marted Mercato di Pellaro - Ubicato nella Via Sottolume Mercoled Mercato di Catona- Sulla Via Cazzeria dall1 ottobre al 30 aprile e sul Lungomare di Catona dall1Maggio al 30 Settembre. Venerd Mercato di Largo Botteghelle Mercati Bisettimanali: Marted e Venerd Via Tito Minniti EVENTI E PROPOSTE
Maxi Brico DueIndirizzo: Viale Calabria, 356 - 89132 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965 736212 - Tel: 0965 623999 Servizi: EVENTI E PROPOSTE
Mercatone RIndirizzo: Superstrada Jonica,14 - 89066 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965 641014 Servizi: EVENTI E PROPOSTE
Palestra Correttiva Regium Back SchoolIndirizzo: Via Sbarre Centrali, 340 89132 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel. 0965 598512 DIVERTIMENTO E RELAX
AuroraIndirizzo: Via S. Caterina, 163 Telefono e Fax: Tel. :0965 45373 Sito Web: www.cinemaaurora.it Servizi: DIVERTIMENTO E RELAX
La Nuova PergolaIndirizzo: Vico Sorgon - Piazza Rotonda Telefono e Fax: Tel. :0965 21515 Cell. :3475359831 Sito Web: www.cinemanuovapergola.it Servizi: DIVERTIMENTO E RELAX
Cinema e Teatro OdeonIndirizzo: Via III settembre Telefono e Fax: Tel. : 0965 898168 Servizi: DIVERTIMENTO E RELAX
Multisala LumiereIndirizzo: Viale Laboccetta angolo Via Ciccarello Telefono e Fax: Tel. : 0965 51036 Cell. :3938131781 Sito Web: www.multisalalumiere.it Sale: Sala De Curtis Sala Sordi Sala De Sica Sala Mastroianni Servizi: DIVERTIMENTO E RELAX
Discoteca MaharajaIndirizzo: Via Nazionale Gallico, 170 Telefono e Fax: Tel:0965 371797 - 0965372307 DIVERTIMENTO E RELAX
Discoteca ModiIndirizzo: Contrada Armac - Pentimele (dietro Motorizzazione) Telefono e Fax: Tel:0965 48765 Sito Web: www.ristorantepizzeriamodi.com E-Mail: ristorantemodi@alice.it DIVERTIMENTO E RELAX
Discoteca KaluraIndirizzo: Via Bolano,1 -Catona Telefono e Fax: Tel:0965 301453- Fax 0965 600775 DIVERTIMENTO E RELAX
Discoteca Oasi VillageIndirizzo: ViaNazionalePentimele Telefono e Fax: Tel:0965 42142 - Fax : 0965 48459 Sito Web: www.oasivillage.it E-Mail: info@oasivillage.it DIVERTIMENTO E RELAX
Vela Circolo Velico di Reggio Calabria dal 22 al 25 Luglio 2009 La Federazione Italiana Vela ha scelto Reggio Calabria e il Circolo Velico, per un raduno interzonaledi Cadetti Classe Optimist under 12 per la Campania, Calabria, Sicilia e Basilicata inviando il tecnico federale Claudio Ramoni del settore Attivit Agonistica e Squadre Federali. Al raduno parteciperanno atleti dei circoli di Trapani , del Tennis e Vela di Messina, del C.N. di Augusta, del C.V. Kaucana, del C.N. di Agrigento, della LNI di Crotone, del C.V. Reggio , del C.N. Reggio, Del Circolo Italia di Napoli, della LNI di Castellamare di Stabia e del Canottieri Savoia di Napoli. Il raduno inizier il giorno 22 luglio alle ore 18 sino al giorno 25 luglio del primo pomeriggio , il tecnico federale sar coadiuvato dallistruttoreClaudio Span. La base operativa presso limpianto sportivo del Circolo Velico che offrir le aule didattiche e i mezzi di assistenza a mare, perch un tale evento riesca nel migliore dei modi e con tutti i confort tecnici e sportivi adeguati. Il raduno un successo del Comitato VI zona della Calabria della Federazione Italiana Vela che ha avuto dalla Federazione Nazionale il compito di gestire i raduni a carattere interzonale tra le regioni Campania, Calabria, Basilicata e Sicilia. Questo evento di prestigio dovuto, anche alla scelta della citt di Reggio quale sede del 24 Campionato Italiano della Classe Optimist che si svolger dal 21 al 24 Agosto . La macchina organizzatrice del Comitato Circoli Velici Costa Reggina in pieno movimento, si stanno affrontando tutti i problemi inerenti alla ricettivit e alla accoglienza con la collaborazione degli imprenditori alberghieri e dei BB, che intendono rilanciare la citt come polo di attrazione turistica per eventi sportivi. Il giorno 23 luglio alle ore 11 presso i locali della terrazza della vela del Circolo Velico Reggio si terr alla presenza dei massimi esponenti della Federazione Italiana Vela, del Coni Regionale e Provinciale, e dei tecnici nazionali del settore Squadre Federali una CONFERENZA STAMPA sulle manifestazioni nazionali e internazionali della Vela nella citt di Reggio Calabria. EVENTI E PROPOSTE
Windsurf dello strettoDescrizione: Scuola di windsurf della Citt di Reggio Calabria. Leattivit sportive hanno luogo nello splendido scenario del Lido Comunale, che si affaccia sullo Stretto di Messina. Tipologia: Scuola di windsurf Uso: Scuola di windsurf Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Lungomare Falcomat - Lido Comunale Telefono e Fax: Cell 3470515032 - 3290818791 Sito Web: www.windsurfdellostretto.it Come arrivare: In auto: uscita autostradale Reggio Calabria-Centro dista1 km DIVERTIMENTO E RELAX
ScuoleAssoc.Socio Assist.Sport.Dilett.Libero Nocera Vico Ferruccio - Tel: 0965 623353 Assoc.Sportiva Valanidi Calcio Giovanile Via Comunale Croce, 63 - Croce Valanidi - Tel: 0965 630536 Associazione Amici Del Mare Ufficio Stampa Via S. Caterina, 8/D - Tel: 0965 45555 Associazione Cronometristi Reggina Via Aspromonte, 31 - Tel: 0965 894333 Associazione Sportiva Nuova Atletica Via Marvasi Diomede,2 - Tel: 0965 811875 Associazione Sportiva Ottonero Via Italia, 81 - Tel: 0965 46577 Associazione Sportiva Uisp 'Riccardo Sala' Traversa PIO XI - Tel: 0965 51176 Centro Reggio Junior Scuola Di Calcio 89124 Reggio Di Calabria (RC) Via Collina degli Angeli- Tel: 0965 812086 Centro Sportivo Mirabella - Scuola di Calcio Via Vito Inferiore n. 52 - Tel. 0965/881100 Ragazzi dai 5 ai 12 anni www.calcettomirabella.it info@calcettomirabella.it Circolo Nautico Reggio Associazione Sportiva Via Pentimele Vecchia - Tel: 0965 48739 Circolo Velico Reggio Affiliato F.I.V.- Corsi di Vela Rada Mura Greche - Tel. 096525555 Cell. 3456616003- Fax 0965894127 info@circolovelicoreggio.it www.circolovelicoreggio.it Circolo WindSurf dello Stretto Corsi di Windsurf - Lido Comunale Cell. 3470515032 - 329.0818791 www.windsurfdellostretto.it Comitato Italiano Paralimpico TraversaPrivata Sbarre Superiori, 4 - Tel: 0965 598740 Comitato Regionale Polisportive Giovanili Salesiane Calabro ViaMaria Ausiliatrice, 24 - Tel: 0965 673516 Confederazione Azione Popolare Italiana Associazioni Sportive Via Galilei Galileo, 18/1 - Tel: 0965 52397 Coni Servizi Spa Viadei Correttori, 12 Tel: 0965.324098/0965.811230/0965.811405/0965.24089 Ente Nazionale Democratico Di Azione Sociale Calabria Via Vollaro Saverio, 18 - Tel: 0965.655438/0965.654247 F.I.S.D. Federazione Italiana Sport Disabili Delegazione Regionale Calabria Via Aspromonte, 31 - Tel: 0965 29198 Federazione Italiana Canoa Kayak Via Nazionale Archi, 6 - Tel: 0965 650276 Federazione Italiana Danza Sportiva Via Cannizzaro Vincenzo, 25 - Tel: 0965 893794 Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Via Stadioa Monte, 15 - Tel: 0965.52815/0965.53042 Federazione Italiana Gioco Calcio Via Bixio Nino,14 - Tel: 0965 814029, 0965 896699 Federazione Italiana Giuoco Calcio Comitato Provincialee Locale Via Cairoli Fratelli, 3 tel: 0965 813075, 0965 892084 Federazione Italiana Lotta Pesi Judo Karate Comitato Regionale Calabria Viadegli Arconti, 25 - Tel: 0965 23164 Federazione Italiana Pallacanestro Via Frangipane Alfonso, 38 - Tel: 0965 598441 Federazione Italiana Pallavolo Via Stadio a Monte- Tel: 0965 625087 Federazione Italiana Sport Equestri Comitato Regionale Calabria Viale Europa, 56 - Tel: 0965 599008 Federazione Italiana Tennistavolo Comitato Regionale Calabria Via Aspromonte, 31 - Tel: 0965 812389 Gym Point Albino Associazione Sportiva Via Ravagnese Superiore, 60 - Tel: 0965 644800 Magna Grecia Wind Club Corsi di avviamento alla pratica della tavola a vela per bambini dai 6 anni in su. Via Reggio Campi rione A, 14 Tel e fax: 0965/332957 cell.: +39 347/6415765 info@magnagreciawindclubrc.it www.magnagreciawindclubrc.it Newkitezone (Associazione Sportiva Dilettantistica) Promozione e formazione specializzata in kite (kitesurf/kiteboaring/snowkite/landkite) Iscrizioni e contatti presso il Lido Movida (Punta Pellaro), Circolo Velico / Reggio Calabria Tel. (+39) 0965.021.716 - Cell. +39.393.1933.234 - +39.340.6658.288 - Fax: +39.06.233.17.844 newkitezone@gmail.com www.newkitezone.it Reggio 2000 Associazione Sportiva La Pinetina Calcio Calcetto Via Ravagnese Inferiore- Tel: 0965 644644 Scuderia Automobilistica Aspromonte Via Enotria, 64 - Tel: 0965 651565 Scuola di calcio Francesco Cozza Parco Longhi Bovetto- Croce Valanidi Telefono e Fax 0965.630536 segreteria@scuolacalciofrancescocozza.it www.scuolacalciofrancescocozza.it Scuola di Basket Viola Via Pio XI, 337 Telefax: 0965.595105 scuoladibasketviola@gmail.com scuoladibasketviola@libero.it Sezione Enal Caccia Pesca E Tiro Della Provincia Di Reggio Via della Libert, 8 - Tel: 0965 20049 Sporting Club 1917 Associazione Sportiva Dilettantistica Prolungamento Torrione,1/R- Tel: 0965 893993 Team Basket Viola Sede Via Pio XI, 337 - 89133 Reggio Calabria Tel.: 0965-59-51-05 - Fax: 0965-59-51-05 E-mail: info@teambasketviola.it sito :www.teambasketviola.it Campo di gioco PalaCalafiore Parco Pentimele 89211 Reggio Calabria Tel.: 0965-43-684/62-52-75 Unione Cacciatori Meridionali Vai Don Luigi Orione, 22/B - Tel: 0965 813060 Volley Sport Catona Associazione Sportiva Dilettantistica Via Nazionale Catona, 4 - Tel: 0965 600529 DIVERTIMENTO E RELAX
Circolo Tennis CrucittiIl Circolo svolge le proprie attivit in due strutture: Struttura di via Galvani con: - due campi in erba sintetica di cui uno polivalente dedicato anche al calcetto con spogliatoi - un bar - una sala per i soci - una mini palestra per i bambini - laboratori per disabili Tel. 0965 598086 Struttura di via Nazionale Pentimele con: - due campi in duro con spogliatoi - una palestra - muro di allenamento - servizio segreteria - sala lettura Tel. 0965 650123 Fax 0965 349688 Sede sociale: Via Galvani, 11 89129 Reggio Calabria Telefono 0965 650123 - Fax 0965 349688 Sito web: www.circolocrucitti.it DIVERTIMENTO E RELAX
Vela Il 24 Campionato Italiano Optimist si svolger a Reggio Calabria dal 21 al 24 Agosto 2009 . Conto alla rovescia per linizio del prestigioso ventiquattresimo campionato italiano della classe pi numerosa della Federazione Italiana Vela assegnato al Comitato Circoli Velici Costa Reggina. Per organizzare un evento di tale portata, i Circoli Velici della citt si sono consorziati in Comitato, questa una vera novit nel mondo dello Sport reggino, in quanto per la prima volta tutte le energie organizzative sono messe assieme per garantire un risultato di rilevo, considerato che gli iscritti provenienti da selezioni nazionali sono ben centoventi e che levento far convogliare in citt altrettanti supporter, tecnici e appassionati. Il Comitato presieduto dal dott. Carlo Colella e composto dallIng. Lello La Cava Presidente del Circolo Nautico, dal dott. Luciano Pizzi Presidente del Reggio Calabria Yachting Club e da Paola Chil Presidente della associazione Velica, ha assunto liniziativa per una particolare attenzione da porre al sociale con un sostegno allHospice di via delle Stelle. Sar rimarcata limportanza di questo evento per la citt calabrese come un evento di rilancio economico, turistico e culturale, in un periodo dove la citt di Reggio brulica di iniziative straordinarie. Eventi collaterali a carattere sociale, musicale, espositivo e turistico di rilievo daranno supporto ai regatanti, con lobbiettivo di diffondere lamore per il mare e far conoscere Reggio come citt mediterranea. I campionati Italiani di Optimist nelle precedenti ventitre edizioni hanno toccato quasi tutte le regioni italiane dalla Sicilia alla Liguria, dalla Toscana al Friuli Venezia Giulia dalla Lombardia alle Marche, dalla Campania alla Puglia, dal Lazio al Trentino, dallAbruzzo alla Emilia , dalla Sardegna al Molise. In Calabria, proprio a Reggio organizzato dal Circolo velico Reggio stato disputato nel 1991 il 6 campionato Italiano e il ritorno nella nostra Regione e nella nostra citt, dopo diciassette anni , un riconoscimento di grande prestigio. EVENTI E PROPOSTE
B+B di Zavettieri FrancescaIndirizzo: Via Vito Inferiore, 46 Telefono e Fax: Cell: 3208810497 - Cell: 3287485091 Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 39,00/49,00/59,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Villa VirginiaA sud di Reggio Calabria, con lo sguardo rivolto verso lEtna, Villa Virginia situata tra Collina e Mare il luogo ideale per vivere appieno un territorio con i suoi sapori ed i suoi colori. Ogni stagione offre tradizioni ed usi che non sono andati persi negli anni ma che gelosamente si Tramandano... Indirizzo: Vico D'Angelo, 30 - Bocale Telefono e Fax: Tel: 0965 677035 - Tel: 0965 331600 Cell: 3388508935 Sito Web: www.villavirginia.it E-Mail: info@villavirginia.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 24,00/45,00 Servizi: OSPITALITA'
Stadio Comunale Oreste GranilloDescrizione: Lo Stadio Comunale Oreste Granillo di Reggio Calabria un impianto sportivo che sorge nella zona sud della citt. Intitolato alla memoria del presidente della Reggina Calcio, sotto il cui operato f promossa in serie B per la prima volta, nonch sindaco della citt. L'impianto, inaugurato nel 1999, il pi grande della Calabria e ospita gli incontri della squadra Reggina Calcio SpA. L'intera struttura suddivisa in quattro tribune (nord - sud - est - ovest), di cui una coperta, e grazie alle gradinate a strapiombo sul campo da gioco, la distanza massima degli spettatori di 1,40 mt. Tipologia: Campo di calcio Uso: Campo di calcio Capienza: Spettatori 27.713 Gestione impianto: Reggina Calcio Spa Indirizzo: Via Galileo Galilei Telefono e Fax: Tel. 0965 594439 -0965 354727 Fax 0965 779089 Sito Web: www.regginacalcio.com E-Mail: biglietteria@regginacalcio.com stadio@regginacalcio.com Come arrivare: In treno: dalla stazione centrale dista circa 1 Km In auto: dalluscita autostradale di Reggio Centro dista 3 Km In aereo: dallaeroporto dista 2,5 Km Servizi: DIVERTIMENTO E RELAX
Campo di calcio La PinetinaTipologia: Campo di calcio, calcetto, fornito di spogliatoi, parcheggio e punto ristoro Uso: Campo di calcio, calcetto Capienza: Spettatori 400 Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Via Provinciale Ravagnese Telefono e Fax: Tel 0965 644644 Come arrivare: In auto: dall'uscita autostradale di Reggo Calabria Modena - San Sperato dista circa 1,5 km DIVERTIMENTO E RELAX
Complesso LonghiTipologia: Campo di calcio, calcetto, fornito di spolgiatoi, punto ristoro e parco giochi Uso: Campo di calcio, calcetto Capienza: Spettatori 1.500 Gestione: Concessione a terzi Indirizzo: Localit Longhi-Bovetto Telefono: Tel. 0965 630536 DIVERTIMENTO E RELAX
Campo di calcio Circolo VilleseTipologia: Campo di calcio a otto; calcetto Uso: Campo di calcio a otto; calcetto Capienza: Spettatori 100 Gestione impianto: Concessione a terzi Indirizzo: Via Sbarre Superiori, trav. Laboccetta Telefono e Fax: Tel 0965 57586 Come arrivare: In auto: dall’uscita autostradale di Reggio Calabria Modena-Sansperato dista 1,5 km   DIVERTIMENTO E RELAX
Centro Ippico Le Siepi di Mafrici MicheleIndirizzo: Via Mortara,14 Localit Mortara 89066 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel. Prenotazioni : 0965 675081 Tel. Selleria :0965 675081 Cell. 3295436575 Fax 0965 44923 DIVERTIMENTO E RELAX
Centro Ippico FotiCentro Ippico Foti Indirizzo: Via Quattronari, 14 Pellaro 89134 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel. 0965 358875 Mamas Club Guizzo Srl. Indirizzo: Via Quattronari, 14 Pellaro 89134 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel. 0965 358380 Cell. 3334331331 DIVERTIMENTO E RELAX
Golf Club MontechiarelloDescrizione: Montechiarello una rupe che si erge sulla citt di reggio calabria nella zona nord e dalla quale si ammira un meraviglioso panorama sullo stretto.Qui nasce il club Montechiarello Golf incorniciato da bellezze naturalistiche epaesaggistiche che fanno da cornice al Campo da Golf. Il campo a 9 buche, con campo pratica e putting green illuminati, di tipologia A, omologato dalla FIG per gare nazionali ed internazionali. Tipologia: Campo da golf Uso: Campo da golf Indirizzo: Contrada Monte Chiarello - Localit Ort Telefono e Fax: Tel e fax: 0965 336354 Sito Web: www.montechiarellogolf.it E-Mail: info@montechiarellogolf.it segreteria@montechiarellogolf.it Come arrivare: In auto: uscita autostradale Reggio centro-via C.Portanova direzione Ort dista 15 km DIVERTIMENTO E RELAX
Centro sportivo Parco CasertaDescrizione: Il Villaggio dello Sport Parco Caserta,voluto dall'Amministrazione Comunale di Reggio Calabria, si pone tra i migliori impianti sportivi del territorio sia a livello Provinciale che Regionale. Si trova in una zona centrale della citt, in cima ad una piccola collina, che offre lo splendido panorama dello Stretto ed immerso in un parco verde di circa 3 ettari. Il complesso diviso in due strutture che ospitano Piscina semiolimpionica, Palestra e Sale Fitness. All'esterno si trova una pista di pattinaggio coperta, che ospita molteplici attivit, quali pattinaggio artistico, hockey e saggi di danza. Tipologia: Impianto polivalente di pattinaggio, piscina, palestra Uso: Polivalente Capienza: Spettatori area piscina 200; Spettatori area pattinaggio 1.000 Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria e in corso di concessione a Terzi Indirizzo: Via Parco Caserta, 1 Telefono e Fax: Tel 0965 332242 Fax 0965 28743 Sito Web: www.parcocaserta.it E-Mail: info@parcocaserta.it Come arrivare: In auto: uscita autostradale Reggio Calabria-Via C. Portanova dista 500 m DIVERTIMENTO E RELAX
Scilla La Locanda di.. Bed and Breakfast situato sul lungomare di Scilla, localit balneare in provincia di Reggio Calabria. Il Bed Breakfast dispone di ampie e confortevoli camere tutte dotate di aria condizionata, tv satellitare, frigobar, balconcino e bagno in camera. Indirizzo: via Nazionale trav.l 1 Lungomare di Scilla Telefono e Fax: tel: 0965 790511 cell: 3487916895 Sito Web: www.lalocandadi.it www.consorzioturisticoscilla.com E-Mail: info@lalocandadi.it Categoria / Stelle: I Cat. Servizi: OSPITALITA'
B+B Al Comunale dei Fratelli LatellaIndirizzo: Via del Torrione, 83 Telefono e Fax: Tel:0965 682842 Cell: 3460127818 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 25,00/40,00 Servizi: OSPITALITA'
DoccicaIndirizzo: Palizzi Marina (RC) Telefono e Fax: Tel: 0965 763742 Sito Web: www.campeggiodoccica.com E-Mail: campeggiodoccica@libero.it OSPITALITA'
Caravan Sud CampingIndirizzo: 89048 Siderno (RC) Telefono e Fax: Tel: 0964 342767 Sito Web: www.campingcaravansud.it OSPITALITA'
Magna Grecia Wind Club Descrizione: Il MGWC Scuola Vela FIV dal 1998 organizza corsi di vela e windsurf durante tutto lanno con lezioni di gruppo o individuali. Essendo Centro Avviamento allo Sport CONI, organizza inoltre corsi di avviamento alla pratica della tavola a vela per bambini dai 6 anni in su. Vanta inoltre la prima scuola di Kite della Federazione Kite Italiana in Calabria, presso la punta di Pellaro (noto spot a 8 km da Reggio Calabria). I corsi vengono svolti da istruttori federali in possesso del relativo brevetto federale. La scuola vela viene svolta con veloci e divertenti imbarcazioni come il Trident 16 il tutto nella massima sicurezza per lallievo. Tipologia: Scuola di vela Uso: Scuola di vela Gestione: Privata Indirizzo: Via Reggio Campi rione A, 14 Telefono e Fax: Tel e Fax 0965 332957 Cell 3476415765 Sito Web: www.magnagreciawindclubrc.it E-Mail: info@magnagreciawindclubrc.it Come arrivare: In auto: uscita autostradale Reggio Calabria- Centro dista 2,5km DIVERTIMENTO E RELAX
Circolo Velico ReggioDescrizione: Affiliato F.I.V., dal 1982 conduce i corsi di vela presso la propria Scuola di Vela con la didattica, gli istruttori, le imbarcazioni e lo spirito che hanno distinto la scuola sin dalle origini. Il Circolo si trova nella bellissima Via Marina di Reggio Calabria e offre ai corsisti la professionalit di Istruttori con brevetti F.I.V. e le imbarcazioni: - 555Fiv ideata dalla Federazione Italiana per linsegnamento della vela armata con randa, fiocco e spinnaker - Laser 16 barca multipla con randa e ficco per corsi di ignazione - Optimist barche per i pi piccoli dai 8 ai 14 anni - Equipe imbarcazione doppio per provare le emozioni e i brividi del Trapezio e delle manovre spinnaker - Laser Standard barca da regata per il perfezionamento. Il Corso diretto dal tecnico del Circolo il Claudio Span. Per tutti i partecipanti occorre: certificato medico di idoneit (si pu fare anche in sede), scarpe da ginnastica o da barca, normale abbigliamento per tempo libero, il giubbotto di salvataggio viene messo a disposizione dal Circolo. I corsi iniziano nel mese di Giugno in coincidenza con i primi giorni delle feste estive scolastiche Tipologia: Scuola di Vela Uso: Scuola di Vela Gestione: Privata Indirizzo: Via Rada delle Mura Greche (Lungomare Falcomat) Telefono e Fax: Tel 0965 25555 - Fax 0965 894127 Cell 3456616003 Sito Web: www.circolovelicoreggio.it E-Mail: info@circolovelicoreggio.it Come arrivare: In auto: uscita autostradale Reggio Calabria-Centro dista1,5km DIVERTIMENTO E RELAX
Villa SIndirizzo: Santa Trada di Cannitello Telefono e Fax: Tel: 0965 759804 Fax: 0965 759566 Sito Web: www.altafiumarahotel.it E-Mail: info.altafiumara@montesanohotels.it Categoria / Stelle: 5 ***** Servizi: Villa S.Giovanni
Villa SIndirizzo: Piazza Stazione, 1 Telefono e Fax: Tel: 0965 70209 Fax: 0965 7020700 Sito Web: www.plazahotelrc.it E-Mail: info@plazahotelrc.it Categoria / Stelle: 3 *** Servizi: OSPITALITA'
Newkitezone Descrizione: E' un'Associazione Sportiva che dal 2006 attiva nell'area di promozione e formazione esclusivamente specializzata in kite (kitesurf/kiteboaring/snowkite/landkite) ed operativa durante tutto l'anno a Punta Pellaro e Reggio Calabria. La scuola effettua corsi esclusivamente con istruttori Qualificati IKO, ed utilizza tutte le dotazioni di sicurezza (caschetti, ricetrasmittenti radio, giubbini salvagenti, gommone d'appoggio). Nei periodi da Aprile a Settembre necessario prenotarsi mandando un sms al 393.1933.234. Periodicamente sono organizzati corsi agevolati per ragazze e gruppi (contattare il centro per maggiori informazioni). Il centro da quest'anno uno dei tre IKO Center d'Italia, i Centri fi formazione kite dell'organizzazione Internazionale IKO ed uno dei 130 di tutto il mondo. L'associazione co-organizza il settore kite della prestigiosa classica d'estate Crossing Race, la traversata dello stretto in kite, oramai evento sportivo/turistico di portata internazionale. NewKiteZone stata la prima associazione nell'Italia meridionale, ad aver organizzato un corso per istruttori con certificazione IKO. Per informazioni, iscrizioni e contatti presso il Lido Movida (Punta Pellaro), Circolo Velico / Reggio Calabria Tipologia: Scuola di Kite Uso: Scuola di Kite Gestione: Privata Indirizzo: Lungomare di Pellaro Telefono e Fax: Tel 0965 021716- Fax: +39.06.233.17.844 Cell 3931933234 - 3406658288 Sito Web: www.newkitezone.it E-Mail: newkitezone@gmail.com Come arrivare: In auto: uscita autostradale Reggio Calabria-Pellaro dista 500 m DIVERTIMENTO E RELAX
Circolo Tennis Rocco PolimeniDescrizione: Il Circolo ha una struttura di prim'ordine con 8 campi a disposizione per lo svolgimento delle attivit sportive. 1 campo da tennis centrale in terra battuta 6 campi da tennis in terra battuta 1 campo polifunzionale in sintetico 1 palestra attrezzata completa di macchine 1 palestra libera per i corsi di ballo e le attivit di aerobica e corpo libero 1 muro di allenamento Spogliatoi maschili e femminili Tipologia: Impianto di tennis Uso: Polivalente Capienza: La tribunapu ospitare fino a 2000 spettatori Indirizzo: Parco Pentimele 89121 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: tel. 0965.44152 Fax 0965.654131 Direzione cell. 393 9234168 Sito Web: www.ctpolimeni.it E-Mail: info@ctpolimeni.it DIVERTIMENTO E RELAX
Discoteca LeucopetraIndirizzo: Strada Statale, 106 - Motta San Giovanni, Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel:0965 712250 DIVERTIMENTO E RELAX
Lido Black Sheep BeachIndirizzo: Lungomare di Catona Telefono e Fax: Cell: 3474635754 E-Mail: teresa@bonaccorsi.cc DIVERTIMENTO E RELAX
Palestra Piero ViolaDescrizione: Uno degli impianti sportivi pi datati della citt, situato nella zona sud. La struttra ospita gliincontri di pallacanestro delle squadre locali, militanti nelle serie minori. Tipologia: Impianto di pallacanestro, fornito di spogliatoio Uso: Pallacanestro Capienza: Spettatori 500 Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Via Stadio a Valle Telefono: 0965 594439 Come arrivare: In treno:dalla Stazione Centrale dista circa 1 km In auto: dall'uscita autostradale di Reggio Centro dista 3 km DIVERTIMENTO E RELAX
Sport VillageDescrizione: La struttura dotata di due campi da tennis in terra battuta e due in erba sintetica (Illuminati per dare continuit odierna alle attivit sono dotati di una tribuna per assistere alle partite dei tornei ed agli allenamenti) che consentono a tutti di praticare questo meraviglioso sport considerato dai pi famosi studiosi, quali pedagogisti, sociologi e psicologi, come altamente educativo sia sotto l'aspetto mentale che fisico. Per imparare o migliorare la propria tecnica, ma soprattutto per divertirsi con uno degli sport pi affascinanti vieni allo Sport Village Catona. Tipologia: Impianto di tennis Uso: Polivalente Come arrivare: Procedere in direzione nordovest da A3 verso Salerno Prendere l'uscita Reggio Calabria-Catona-Arghill verso Catona Entra in Via Antonio Scopelliti e proseguire per 0.2km Effettuare una inversione a U e procedere per 0.5km Svoltare a destra verso Via Nazionale Catona/SS18 e procedere per 0.5km Svolta a destra a Via Figurella e procedere per 0.6km Indirizzo: Via Figurella I tratto 89135 - Catona (RC) Telefono e Fax: Telefono: +39 0965.301369 Fax: +39 0965.301369 Sito Web: www.sportvillagecatona.it E-Mail: info@sportvillagecatona.com DIVERTIMENTO E RELAX
Amaranto Boxe Descrizione: L'A.S.Amaranto Boxe nasce nel 1992 dall'impegno di Peppe Fedele e Mario Richichi. l due fondatori, coinvolgendo i fratelli Santo e Francesco Trimboli, hanno portato avanti una serie di attivit ottenendo, nel corso degli anni, grandi risultati al ivello regionale, interregionale e nazionale. La sedesi trova all'internodel PalaCalafiore di Pentimele, con ingresso dal cancellon.15 Tipologia: Palestra Uso: Palestra Gestione: Privata Indirizzo: Largo Pentimele Telefono e Fax: Cell 347. 1428675 Cell339. 6320651 Sito Web: www.amarantoboxe.it E-Mail: postmaster@amarantoboxe.it peppefedele@amarantoboxe.it Come arrivare: In treno: dalla Stazione lido dista circa 2 km. In automobile: dall'uscita autostradale Reggio Porto dista circa 1 km. DIVERTIMENTO E RELAX
Palestra Polivalente CatonaTipologia: Polivalente coperto Uso: Pallavolo, Ginnastica, Pallacanestro Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Via Nazionale Catona Come arrivare: In auto:autostrada A3 uscita Catona 800 mt DIVERTIMENTO E RELAX
AIndirizzo: Traversa IX, 22 89100 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel: 0965 624646 DIVERTIMENTO E RELAX
Teatro Comunale Francesco CileaIndirizzo: Corso Garibaldi Biglietteria ed Info: Tel.: +39 0965.312701 +39 0965.895162 Sito Web: Sul Portale Web del Teatro Comunale Francesco Cilea, potrai trovare notizie sulla storia del teatro, conoscere la programmazione teatrale, consultare la galleria fotografica e acquistare biglietti tramite Internet. www.teatrofrancescocilea.it e-mail teatrofrancescocilea@comune.reggio-calabria.it Servizi: DIVERTIMENTO E RELAX
Associazione Europea Fitness Arti Marziali Descrizione: Si propone di realizzare corsi di formazione per allenatori, istruttori, maestri, arbitri e giudici di gara, corsi di aggiornamento tecnico, corsi di primo soccorso per infortuni in palestra, corsi di gestione per associazioni sportivi e culturali. Organizza inoltre gare e manifestazioni sportive a tutti i livelli (Arti Marziali varie e Fitness). L'A.E.F.AM rilascia attestati, diplomi e sport pass comprovanti le qualifiche e i gradi raggiunti con registrazione all'albo dell'Associazione. Tipologia: Palestra Uso: Palestra Gestione: Privata Indirizzo: Via Lia vico 1 - S. Brunello Telefono e Fax: Cell: 3381980715 - 3493945648 Sito Web: www.aefam.it E-Mail: aefam@libero.it DIVERTIMENTO E RELAX
Aero Club dello Stretto AAssociazione Sportiva Dilettantistica Aero Club dello Stretto. LAero Club dello Stretto, impartisce laddestramento teorico e pratico per il conseguimento ed il mantenimento della licenza di pilota privato di velivolo PPL. La scuola impartisce inoltre: 1 - addestramento per differenze, limitatamente ai velivoli con elica a passo variabile (VP), carrello retrattile (RU), ruotino posteriore (TW) a piloti gi in possesso di licenza e ad allievi, durante il corso PPL. 2 - addestramento di familiarizzazione fra i vari tipi di velivoli appartenenti alla stessa classe Sep/land. 3 - addestramento per il conseguimento/mantenimento delle abilitazioni nazionali A.S.D. - SCUOLA DI VOLO AERO CLUB DELLO STRETTO Via Ravagnese c/o Aeroporto Civile Tito Minniti 89131 Reggio Calabria tel./fax 0965 643035 web: www.aeroclubdellostretto.com e-mail: aeroclubdellostretto@tin.it DIVERTIMENTO E RELAX
Parchi giochiPARCO BADEN POWELL - Villaggio dei Bambini centro storico - raccordo tra Via Reggio Campi a monte e la via S. Anna a valle Orario di apertura periodo estivo: dal luned al sabato: dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 21.00 domenica: dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 22.00 PIAZZA DELLA GINESTRA centro storico - in prossimit della Via Argine Calopinace PIAZZA CASTELLO centro storico - Piazza Castello PARCO CASERTA centro storico - situato tra Via Aschenez e Via G. Melacrino www.parcocaserta.it PINETA ZERBI Viale Zerbi VILLETTA SANTA CATERINA Via Nazionale Santa Caterina PIAZZA DI SPIRITO SANTO Via S. Anna PARCO GIOCHICITTA' DEI BAMBINI Piazzale Botteghelle - Viale Calabria PARCO DELLA MONDIALITA Sorge nei pressi della Piazza Madonna della Grazia nel quartiere di Gallico Superiore. Attualmente gestito da una comunit di Padri membri della Pia Societ di San Francesco Saverio ed di notevole interesse culturale e religioso. DIVERTIMENTO E RELAX
Camping Villaggio La Porta del SoleIndirizzo: C.so Garibaldi - Trav. Privata 1 89026 San Ferdinando - Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel:0966 765233 - Tel. inv: 329 0544030/1- Fax inv: 0966 767115 Sito Web: www.laportadelsole.it E-Mail: info@laportadelsole.it OSPITALITA'
La Citta dei BambiniViale La Boccetta vico Ferruccio (di fronte Hotel Apan) Reggio Calabria Infoline: 368920735 La citt dei bambini un parco giochi al coperto pensato per i piccoli dai 3 ai 12 anni di et e costruito per offrire alle famiglie un ambiente nuovo e sicuro. Occupa uno spazio di oltre 1000 mq ed attrezzato con un'innovativa struttura, suddivisa in due settori (uno per i pi piccoli e uno per i pi grandi), all'interno della quale potrai trovare un ambiente coloratissimo e moderno. Organizzato con Playground, tappeti elastici e grandi giochi gonfiabili, nuova frontiera del divertimento dei bimbi, che adorano approcciare al gioco in modo dinamico: saltare, rimbalzare, scivolare e esplorare. Alla citt dei bambini si possono organizzare splendide feste di compleanno, personalizzando il menu con sorprendenti torte raffiguranti il personaggio del cuore, nonch rinfreschi per Battesimi, Comunioni e Cresime, semplici feste tra amici e perch no? anche i 18 anni! Entra anche tu nel fantastico mondo della Citt dei bambini. L'organizzazione, con l'intento di offrire un servizio diversificato ed utile alla propria clientela, effettua anche: - Uscite didattiche per scolaresche; - Feste ed eventi; - Feste di fine anno scolastico. II parco giochi La citta dei bambini aperto tutti i giorni compresi il sabato e la domenica. Per informazioni e prenotazioni contattaci. ORARI PARCO - Da Luned a Sabato: dalle 16:00 alle 21:30; - Domenica: dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 21:30. Gli orari per Ie feste sono variabili. DIVERTIMENTO E RELAX
Lido Papero BeachIndirizzo: Lungomare Falcomat Telefono e Fax: Cell: 3933303525 Sito Web: www.paperobeach.it E-Mail: info@paperobeach.it DIVERTIMENTO E RELAX
Campo di calcio PellaroTipologia: Campo di calcio, fornito di spogliatoi e parcheggio privato. Uso: Campo di calcio Capienza: Spettatori 500 Gestione impianto: Diretta dal Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Via Lungomare Pellaro Telefono e Fax: Tel 0965 358933 Come arrivare: In auto: dalluscita SS 106 Pellaro dista 1 km DIVERTIMENTO E RELAX
Campo di calcio Pietro ReitanoTipologia: Campo di calcio, fornito di spogliatoio e parcheggio privato. E' presente, inoltre, un campo di pallacanestro all'aperto. Uso: Campo di calcio Capienza: Spettatori 200 Gestione impianto: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Via Marina nord - Catona Come arrivare: In auto: Autostrada A3 uscita Gallico km 2,5 DIVERTIMENTO E RELAX
Teatro Loreto Indirizzo: Via Sbarre Centrali, 151 Telefono e Fax: Tel.: 096554901 cell.: 348.4222915 / 347.2424437 Sito Web: www.bluskycabaret.it e-mail: info@bluskycabaret Calendario Spettacoli 2010 - 2011: Programma DIVERTIMENTO E RELAX
Fitness ClubIndirizzo: Via Gramsci Antonio, 8 89123 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel.0965 812459 DIVERTIMENTO E RELAX
Lido Onda BluIndirizzo: Lungomare di Catona Telefono e Fax: Cell: 3200855750 DIVERTIMENTO E RELAX
Teatro AthenaTeatro Athena Indirizzo: Via XXIV Maggio, 6/A Reggio Calabria Telefono e Fax: cell: 339 2209040 DIVERTIMENTO E RELAX
Californian Club PalestraIndirizzo: Via Rosarno 89100 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel:0965 372662 DIVERTIMENTO E RELAX
ExperimentaIndirizzo: Via Saracinello Salita Enel, 120 89131 Reggio Calabria Info: 3392785360 Sito Web: www.experimenta.info e-mail: teatro@experimenta.info DIVERTIMENTO E RELAX
Campo di calcio BocaleDescrizione: E' stato inaugurato il 22 ottobre 2008 e rappresenta il primo progetto-pilota del Comune di Reggio Calabria per ci che concerne il terreno di gioco in erba sintetica e per la moderna concezione della struttura. Il progetto prevede, oltre lo stadio, anche la realizzazione di una palestra, di un altro campo di dimensioni ridotte per il calcetto, di una foresteria, unarea parcheggi ed un parco giochi. Tipologia: Campo di calcio, fornito di spogliatoi e parcheggio privato Uso: Campo di calcio Capienza: Spettatori 2500 Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Frazione Campoli di Bocale Come arrivare: In auto: dall'uscita SS 106 Bocaledista 1 km DIVERTIMENTO E RELAX
Centro sportivo MirabellaDescrizione: Il Centro Sportivo MIRABELLA nasce nel 1990 come risposta ad un'esigenza sempre crescente del gioco del calcio a 5 (calcetto). La nuova struttura offre inoltre i campi di basket, volley e tennis. Nel 1991 si forma la squadra Mirabella Calcio a 5 che arrivata in poco tempo a disputare il campionato di serie A, diventando un modello nel panorama del pentacalcio regionale. Per la stagione sportiva 2008/2009 stato realizzato il progetto EDUCAZIONE E SPORT, finalizzato al consolidamento e miglioramento delle capacit psico-motorie, socio-educative dei ragazzi dai 5 ai 12 anni. Tipologia: Campi di calcio a 5, tennis, basket, volley in erba sintetica. La struttura fornita di spogliatoi e ampio parcheggio privato Uso: Campo di calcio a 5; tennis;basket; volley Indirizzo: Via Vito Inferiore, 52 Telefono e Fax: Tel 0965 881100 Sito Web: www.calcettomirabella.it E-Mail: info@calcettomirabella.it Come arrivare: In auto: uscita autostradale Reggio Calabria- Via Lia dista 1,5 km DIVERTIMENTO E RELAX
Campo di calcio GallicoDescrizione: Lo stadio nasce dalla necessit di ospitare le attivit agonistiche della squadra di calcio locale. Il CALCIO GALLICO venne istituito nel 1982 per la volont e la passione di Tot Monorchio. Nel 1990 la Societ fu ampliata con il rilevamento della GALLICESE .Con la nuova gestione si avvi una scuola di calcio, intiltolata a CARLO PONTORIERI, medico e dirigente della squadra, venuto a mancare prematuramente. Dal 2001 a tutt'oggi la presidenza affiadata al Dott. Nino Lo Presti. Nel 2006 stata conclusa un'ulteriore fusione con la Polisportiva SALICE, dalla quale nata la A. P. D. GALLICESE. Tipologia: Campo di calcio, fornito di tribuna, spogliatoio e parcheggio privato. Uso: Campo di calcio Capienza: Spettatori 500 Gestione impianto: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Via Madonna delle Grazie - Gallico Superiore Telefono e Fax: Tel 0965 372122 Sito Web: www.calciogallico.it E-Mail: info@calciogallico. Come arrivare: In auto: autostradaA3 uscita Gallico km 2,5 DIVERTIMENTO E RELAX
AAssociazione sportiva dilettantistica aperta a tutti coloro che amano il mare e lo sport acquatico in generale, con lo scopo di riunire tutti quei subacquei che condividono la nostra stessa passione. L'associazione attraverso lo svolgimento dei corsi, ha per finalit la promozione, la salvaguardia dell'ambiente marino, lo sviluppo, la diffusione e la pratica di attivit sportive, nonch ricreative, culturali, scientifiche e ambientali con particolare riferimento alla subacquea, inoltre regolarmente iscritta presso il registro nazionale delle associazioni e societ sportive del Coni. Tipologia: Associazione sportiva dilettantistica Uso: Associazione sportiva dilettantistica Telefono e Fax: cell. 347.7977015 Sito Web: http://www.ausoniasub.it E-Mail: info@ausoniasub.it DIVERTIMENTO E RELAX
Lido NettunoIndirizzo: Via delle Mura Greche - Lungomare Falcomat Telefono e Fax: Cell. 3485504015 E-Mail: lidonettunorc@live.it DIVERTIMENTO E RELAX
Discoteca LimonetoIndirizzo: Via Fontanelle, Catona - Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel:0965 371024 DIVERTIMENTO E RELAX
Discoteca SoleNeroIndirizzo: Lungomare Condofuri Marina - Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell: 3208290005 Sito Web: www.solenerodiscoclub.org E-Mail: info@solenero.org DIVERTIMENTO E RELAX
Discoteca Top ClubIndirizzo: Via Placa, 8 - Mosorrofa, Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel:0965 341148 DIVERTIMENTO E RELAX
Lido ReitanoIndirizzo: Lungomare di Catona Telefono e Fax: Cell: 3295444172 Sito Web: www.lidoreitano.altervista.org e-mail: lidoreitano@live.it DIVERTIMENTO E RELAX
Polivalente Viale MessinaTipologia: Polivalente con campi di calcio, calcio a 5,basket, baseball Uso: Polivalente Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Viale Messina Telefono e Fax: Tel 0965 593453 Come arrivare: In treno: dalla Stazione Centrale di Reggio Calabria dista 1,5 km In auto: dall'uscita autostradale di Reggio Calabria Centro dista 3 km DIVERTIMENTO E RELAX
Campo di calcio CiccarelloTipologia: Campo di calcio, fornito di spogliatoi Uso: Campo di calcio Capienza: Spettatori 50 Gestione impianto: Impianto del Comune di reggio Calabria in concessione dalla FIGC Indirizzo: Via Ciccarello Telefono e Fax: Tel 0965 593453 Come arrivare: In auto: dalluscita autostradale di Reggio CalabriaModena-San Speratodista 1,5 km DIVERTIMENTO E RELAX
Centro Sportivo MirabellaDescrizione: 1 campo scoperto in resina acrilica Tipologia: Impianto di tennis Uso: Polivalente Indirizzo: Via Vito Inferiore n. 52 89122 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel. 0965/881100 Sito Web: www.calcettomirabella.it E-Mail: info@calcettomirabella.it DIVERTIMENTO E RELAX
Centro sportivo Parco CasertaDescrizione: Il Villaggio dello Sport Parco Caserta,voluto dall'Amministrazione Comunale di Reggio Calabria, si pone tra i migliori impianti sportivi del territorio sia a livello Provinciale che Regionale. Si trova in una zona centrale della citt, in cima ad una piccola collina, che offre lo splendido panorama dello Stretto ed immerso in un parco verde di circa 3 ettari. Il complesso diviso in due strutture che ospitano Piscina semiolimpionica, Palestra e Sale Fitness. All'esterno si trova una pista di pattinaggio coperta, che ospita molteplici attivit, quali pattinaggio artistico, hockey e saggi di danza. Tipologia: Impianto polivalente di pattinaggio, piscina, palestra Uso: Polivalente Capienza: Spettatori area piscina 200; Spettatori area pattinaggio 1.000 Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria e in corso di concessione a Terzi Indirizzo: Via Parco Caserta, 1 Telefono e Fax: Tel 0965 332242 Fax 0965 28743 Sito Web: www.parcocaserta.it E-Mail: info@parcocaserta.it Come arrivare: In auto: uscita autostradale Reggio Calabria-Via C. Portanova dista 500 m DIVERTIMENTO E RELAX
Campo CONI ADescrizione: Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Ente pubblico cui demandata l'organizzazione e il potenziamento dello sport nazionale, promuove la massima diffusione della pratica sportiva. Nella Citt di Reggio Calabria presente con unvasto impianto immerso nel verde e fornito di attrezzature adeguate alla pratica dell'altletica leggera. Tipologia: Impianto di atletica, fornito di spogliatoi Uso: Atletica, Rugby Capienza: Spettatori 1.000 Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Via Modena S. Sperato Telefono e Fax: Tel 0965 51070 Come arrivare: In treno: dalla stazione centrale dista circa 2,5 km In auto: dall'uscita autostradale di Reggio Modena dista 300 m In aereo: dall'aeroporto dista 2 km DIVERTIMENTO E RELAX
Movin ClubIndirizzo: Corso Garibaldi Giuseppe 89100 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel. 0965 23836 DIVERTIMENTO E RELAX
Discoteca Il PiloneIndirizzo: Contrada di Viale, Cannitello - Villa San Giovanni Telefono e Fax: Tel:0965 756401- 0965 795209 DIVERTIMENTO E RELAX
Lido La PlayaIndirizzo: Lungomare di Catona Telefono e Fax: Cell:3209462397 DIVERTIMENTO E RELAX
Forma MentisIndirizzo: Via Ravagnese Superiore, 76/A 89128 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: Tel.0965 636545 DIVERTIMENTO E RELAX
Sala Spazio TeatroIndirizzo: Via San Paolo, 19/A Biglietteria ed Info: Tel.: 339 3223262 Sito Web: www.spazioteatro.net e-mail info@spazioteatro.net DIVERTIMENTO E RELAX
Campo di calcio SambatelloTipologia: Polivalente, fornito di spogliatoio e parcheggio privato Uso: Campo di calcio Capienza: Spettatori 200 Gestione impianto: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Via Nazionale Sambatello Come arrivare: In auto: Autostrada A3 uscita Gallico DIVERTIMENTO E RELAX
Palazzetto dello sport FDescrizione: Il PalaCalafiore una struttura sportiva polivalente situata nella zona nord della citt, nel quartiere Pentimele. Intitolata al Prof. Francesco Calafiore, giornalista sportivo reggino, statainagurata nel 1992. Si presenta con una modernissima architettura, dalla caratteristica copertura a forma di conchiglia. Le sue notevoli dimensioni ne fanno una tra le strutture indoor pi importanti d'Italia. Oltre le manifestazioni sportive ospita numerosi eventi, quali concerti, congressi e spettacoli. Tipologia: Polivalente Uso: Pallacanestro, pallavolo, calcio a 5, annesse n3 palestre Capienza: Spettatori 7.200 Gestione: Diretta Comune di Reggio Calabria Indirizzo: Largo Pentimele Telefono e Fax: Tel 0965 43684 Come arrivare: In treno: dalla Stazione Lido dista circa 2 km In auto: dall'uscita autostradale di Reggio Calabria Porto dista 1 km DIVERTIMENTO E RELAX
Scilla Il complesso residenziale delle Piccole Grotte stato realizzato su una costruzione edificata alla fine dell800, per la sua ubicazione proprio sul mare, stata da sempre adibita a casa di pescatori, il seminterrato serviva al ricovero di barche ed attrezzi utili per esercitare questo mestiere tanto antico quanto affascinante. Limponenza della struttura ha consentito di restituirla ai nostri giorni in perfetto stato di conservazione. L'intervento di ristrutturazione stato effettuato mantenendo la struttura originale, recuperando ornamenti e decorazioni propri del periodo novecentesco. Indirizzo: Via Grotte, 10 Loc. Chianalea di Scilla Telefono e Fax: cell: 338 2096727 Sito Web: www.lepiccolegrotte.it www.consorzioturisticoscilla.com E-Mail: info@lepiccolegrotte.it Categoria / Stelle: I Cat. Servizi: OSPITALITA'
Scilla Sul mitico mare di Scilla si arrocca Chianalea. Un antico rione di pescatori inserito tra i Borghi pi belli dItalia. Il BB Chianalea 54 ubicato in una tipica casa che si sviluppa a torre su tre piani. Ogni camera dotata di bagno personale, aria condizionata, TV e cassaforte. Nelle giornate terse si possono ammirare dai balconi le Isole Eolie. La prima colazione, servita nella saletta a piano terra, arricchita da dolci fatti in casa, a richiesta men per celiaci. Le spiagge di sabbia e le calette rocciose sono facilmente raggiungibili a piedi.Quasi interamente isola pedonale, Chianalea, offre una vasta scelta di tipici ristoranti con piattaforme sullacqua e nelle vicinanze lidi, diving, gite sulle tipiche barche per la pesca del pescespada, ormeggi per piccole imbarcazioni e la possibilit di raggiungere numerose localit darte e divertimento. Indirizzo: Via Zagari, 54 89058 - Scilla Telefono: cell: 346 3596711 Sito Web: www.bebchianalea.it E-Mail: bbchianalea@gmail.com Categoria / Stelle: 1* stelle Prezzo: Min: 50,00 Max: 120,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B AlbaIl Bed Breakfast ALBA situato in un punto strategico della citt turistica di Reggio Calabria, a pochi passi del Centro Storico, facilmente raggiungibile dalla Stazione Centrale, dall'Aeroporto, e dalle strutture pubbliche di maggior rilievo, quali la scuola allievi Carabinieri, l'Ospedale Morelli e lo stadio Comunale. Il BB ALBA offre numerosi servizi quali accesso ai diversamente abili, video sorveglianza, riscaldamento autonomo ed aria condizionata, riassetto camere giornaliero, posti auto, sala lettura, TV/DVD, connessione internet, escursioni mare/monti. Inoltre gli ospiti potranno usufruire di numerose convenzioni con le pi qualificate strutture del territorio reggino, come ristoranti, pizzerie, trattorie, strutture balneari e sciistiche. Indirizzo: Via Sbarre Centrali II Trav. Telefono e Fax: Cell: 3687871040 Sito Web: www.bbalba.it E-Mail: bbalba@hotmail.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo Singola: 35,00/80,00 Doppia: 40,00/60,00 Servizi: Alba
B+B Al DuomoAl Duomo nasce ad Aprile 2006 nel cuore del centro storico della citta', in prossimita' della Cattedrale. La lunga esperienza della famiglia nel campo alberghiero, garanzia di efficienza e qualit. Le nostre camere provviste di bagno, tv, minifrigo ed aria condizionata offrono ai nostri clienti un piacevole soggiorno. Appena usciti dal BB avrete a portata di mano il Corso Garibaldi, il Lungomare Falcomat, il Castello Aragonese, Piazza Carmine e le altre vie e punti di maggiore interesse della citt. Il nostro BB e' facile da raggiungere sia in auto, sia se si arriva in treno . Indirizzo: Via S.Francesco da Paola,14 Telefono e Fax: Tel:0965 330044 Cell: 3204759303 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 25,00/35,00 Doppia: 45,00/60,00 Sito web: www.hotelalduomo.it e-mail: hotel.alduomo@virgilio.it Servizi: OSPITALITA'
B+B Al GiardinettoNel cuore di Reggio Calabria, a due passi dal Museo Nazionale della Magna Grecia e dallo stupendo Lungomare potrai trascorrere una piacevolissima vacanza immerso nel verde. Il bed breakfast Al Giardinetto nasce da un sogno del propietario, Michele, che lo ha realizzato mettendoci dentro tutto il suo amore e la sua passione. Lo troverete ad accogliervi al vostro arrivo, pronto a fornirvi tutte le indicazioni di cui avrete bisogno per un confortevole soggiorno. Indirizzo: Via Vittorio Veneto, 57 Telefono e Fax: Tel: 0965 312006 Cell: 3928268061 Sito Web: www.algiardinettorc.it E-Mail: micheleloria@tin.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 25,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
Agriturismo SantAnnaL'Azienda si trova a Reggio Calabria, in collina, nella storica vallata di Ort. E' localizzata a 10 Km dalle montagne e dalle piste innevate del Parco Nazionale0 dell'Aspromonte e a 12 Km dal Mar Tirreno. L'Agriturismo Sant'Anna, con una superficie di 110.000 mq, composto da diverse tipologie di appartamenti, tutti con ampie logge e terrazze, un punto ristoro con forno a legna e un agri-campeggio, oltre ad una chiesetta privata, ideale per cerimonie religiose e raduni di preghiera. Attivit: panificazione, partecipazione alla coltivazione dell'orto, attivit sportive (tennis da tavolo, tavolo da biliardo, calcio balilla, tornei di carte, dama, tiro con l'arco, golf), attivit casearia, allevamento degli animali, corsi di cucina, escursioni. Agriturismo Sant'Anna Localit: Sant'Anna d'Ort 89060 Ort di Reggio Calabria Tel. 328 4238566 Sito web: www.agriturismozagarella.it E-mail: info@agriturismozagarella.it OSPITALITA'
Agriturismo RudiScenari indimenticabili sullo Stretto di Messina - Azienda di circa 6 ettari con seminativi, oliveto, agrumeto, colture ortive e piccolo zoo aziendale. Escursioni nel parco dellAspromonte, a Reggio Calabria e nella Foresta di Sughera. Inoltre presente una gustosa ristorazione con cucina casereccia a base di prodotti naturali ottenuti dai propri orti. L'agriturismo mette a disposizione di tutti i suoi clienti la possibilit di poter pernottare, fino a otto posti letto, e l'occasione di poter trascorrere dei momenti di sano relax con camper, roulotte o tenda. Attivit ricreative: Corsi di enogastronomia ed enologia, escursioni con guida, sala convegni; equitazione (Km 0,2), mare (Stretto di Messina Km 12), parco nazionale dellAspromonte (Km 20) Agriturismo Rud: Loc. Murroco Fraz. Gallina 89061 Reggio Calabria (RC) m 200 s.l.m. Tel. 0965/682517 -368/7864497 -320/0376607 Sito web: www.agriturismorudi.com E-mail: agriturismorudi@alice.it OSPITALITA'
B+B Il Giardino di UlisseBB Il Giardino di Ulisse Indirizzo: via S.Anna II tronco,29 - Reggio Calabria Telefono e Fax:BB Cell: 3342710950 Categoria / Stelle: I Cat. OSPITALITA'
Pizzeria White And BlueIndirizzo: Via Aschenez, 54 Telefono e Fax: Tel: 0965 899602 OSPITALITA'
Car Service AutonoleggioIndirizzo: Aeroporto - via Provinciale Ravagnese, 11 Telefono e Fax: Tel: 0965 643934 Sito Web: www.carservicerc.it OSPITALITA'
EnotecheBARBARO GIOVANNI DI BARBARO GRAZIA Via Nazionale Tel. 0965 48788 BOTTIGLIERIA 2010 PELLARESE Via Sottolume,28 Tel. 0965 359957 CASA VINICOLA CRISERA' S.R.L. Via Quartiere Militare, 10 Tel. 0965 302683 - 0965 601002 ENOTECA CARE VIGNE Via Miraglia, 21 Tel. 0965 306030 ENOTECA MUSCO ELENA Via Aschenez Tel. 0965 899515 ENOTECA TRAMONTANA VINCENZO Via Roma, 12 Tel.0965 370743 ENOTECA TRIPODI Rione S. Giorgio Extra, 3 Tel. 0965 593545 ENOTECADI ZAFFINO COSIMOGIUSEPPE Via Spagnolio Giannangelo,1 Tel 0965 332313 ENOTECA WINEGLASS Via Vittorio Veneto,79 E-Mail dgs_studiovogue@libero.it Tel. 0965 324787 GIGLIO IN DI GIGLIO CONCETTA CONCETTA Via Anita Garibaldi, 44 Tel. 0965 896440 - 0965 892377 - 0965 890648 LA CANTINA DI NINO Via Strada Statale, 18 Tel. 0965 601018 LE ROSE AL BICCHIERE Via Demetrio Tripepi, 118 Tel.0965 22956 MEDURI DOMENICO Via Nazionale Pellaro, 55 Tel. 0965 675025 NICOLOSI ALFIO AZIENDA VINICOLA Via Corvo,5 Tel. 0965 48440 OFFICINA DEL GUSTO Via Placido Gerace,17 Tel. 0965 332830 VINI BATTAGLIA Via Spirito Santo, 46 Tel. 0965 890739 VINTRIPODI CANTINE IGNAZIO Via Vecchia Provinciale Archi, 4 Tel. 0965 48438 TRAMONTANA VINCENZO Via Roma ,12 Tel. 0965 370743 VINICOLA BARRECA Via Reggio Campi primo Tronco ,47 Tel. 0965 897641 VINI POSTORINO CARMELO Via Pensilvania,15 Tel. 0965 27582 WINE SHOP Via PioXI, 3 Tel. 0965 54233 OSPITALITA'
Glossario Audio enoAudioglossario on line italiano/dialetto calabrese - inglese dei termini enogastronomici pi in uso a Reggio Calabria. Un glossario audio on-line per la traduzione dallitaliano in inglese dei termini maggiormente utilizzati nel settore enogastronomico a Reggio Calabria. La guida multimediale un originale mezzo di consultazione per tutti coloro che in viaggio hanno bisogno di comunicare in inglese o in italiano per ci che concerne la ristorazione e lo shopping nel settore delle delicatessen. Il glossario presente sia in versione audio che in quella testuale, facilmente scaricabile e consultabile dal nostro sito web. In particolare risulta facilmente immaginabile lutilit di questo strumento per i potenziali turisti stranieri che potranno scaricare - dal sito web - il file audio nel proprio dispositivo multimediale (es.: lettore MP3) ed essere agevolati nellinterpretazione / traduzione dei termini enogastronomici e delle tipicit artigianali reggine. Inoltre in unottica di vocazione turistica della Citt il glossario audio costituisce un utilissimo strumento didattico per la formazione delle risorse umane nel settore turistico-ricettivo. Risulta a tal proposito essenziale la possibilit di riprodurre i file audio anche in modalit off-line. Infine liniziativa rivolta anche agli operatori commerciali nel settore della ristorazione che potranno avvalersi di un valido strumento per internazionalizzare i propri menu e rendere ancora pi comprensibili i termini enogastronomici locali al turista straniero. Tradizione e modernit danno ancora una volta il benvenuto allospite straniero. Buona consultazione. Glossario ITALIANO/Dialetto locale - INGLESE Glossario INGLESE - ITALIANO/Dialetto locale OSPITALITA'
Crispeddi ca liciIngredienti: 1kg di farina 50 gr. di lievito di birra 300 gr. di acciughe salate sale, olio d'oliva per friggere Disponete la farina ndo bavanu (recipiente di terracotta internamente smaltato ed a pareti svasate), aggiungete il lievito diluito in poca acqua tiepida, un pizzico di sale ed impastate. Lavorate la farina aggiungendo acqua tiepida fino ad ottenere una pasta molto morbida; continuate ancora per circa mezz'ora battendo la pastella con la mano destra fino a rendere l'impasto filante. Coprite l'impasto con il canovaccio e lasciatelo lievitare per quattro o cinque ore. Nel frattempo diliscate le alici, pulitele bene e tagliatele a pezzetti. Quando l'impasto sara' lievitato, mettete al fuoco una padella con abbondante olio d'oliva, poi ungetevi le mani d'olio, prendete un po' di pastella (la quantita' che entrerebbe in un cucchiaio), allungatela, inseritevi un pezzetto di acciuga e lasciatela cadere nell'olio bollente. Proseguite fino ad esaurimento dell'impasto. Si servono caldissime. OSPITALITA'
Olive schiacciateIngredienti: Olive verdi, aglio,peperoncino rosso piccante origano, semi di finocchio, sale Per una migliore riuscita di questa ricetta, preferibile raccogliere le olive quando ancora non sono mature. Il mese di Ottobre e quello di Novembre rappresentano il periodo maggiormente indicato per lo svolgimento di tale operazione. Privare le olive del nocciolo e metterle a bagno in acqua fredda per circa venti giorni, cambiando molto spesso l'acqua, affinch perdano l'amaro. Trascorso il tempo necessario per addolcire le olive, toglierle dall'acqua, premerle bene e sistemarle a strati in un recipiente di vetro o di terracotta con l'apertura larga. Alternare gli strati di olive con sale, fettine di aglio, peperoncino rosso piccante, origano e semi di finocchio. Coprire con un dischetto di legno della misura adatta affinch possa entrare attraverso l'apertura del recipiente e pressare il dischetto con una pietra pesante. Conservare lontano da fonti di calore e servire come antipasto. OSPITALITA'
SoffrittoIngredienti: Frattaglie di maiale, salsa di pomodoro, alloro, cipolla prezzemolo, peperoncino rosso piccante vino rosso,olio d'oliva,sale Lavare e tagliare a piccoli pezzi le frattaglie, mettendo da parte il fegato. In un tegame soffriggere la cipolla tagliata a fette e versare le frattaglie. Rosolare per qualche minuto a fiamma bassa, salare, unire il peperoncino rosso tritato e qualche foglia di alloro. Mescolare per qualche minuto, quindi aggiungere qualche cucchiaio di salsa di pomodoro. Spruzzare del vino rosso e lasciare cuocere a fuoco molto lento per circa venti minuti, aggiungendo, se necessario, dellacqua calda. Unire il fegato tagliato a pezzetti e cuocere ancora per qualche minuto. Servire la pietanza ben calda. OSPITALITA'
Il PeperoncinoIl Peperoncino calabrese una specialit della cucina tipica calabrese, dal sapore piccante e dal forte aroma. Nella cucina calabrese raro trovare un piatto, fresco o conservato, in cui non appaia, il peperoncino fresco o essiccato e poi macinato. La Calabria la regione che in Italia consuma pi peperoncino, ma viene esportato in tutto il mondo perch molto richiesto per le sue alte qualit aromatiche e terapeutiche. Il peperoncino un vero dono della natura, un concentrato di vitamine, di sali di potassio. E' un vasodilatatore e anticolesterolo, per cui l'uso costante di peperoncino, aiuta il cuore sia per l'abbassamento del colosterolo che per i benefici apportati alle arterie. OSPITALITA'
Pasta ca muddica e aliciIngredienti: 1/2 Kg di spaghetti 10 acciughe sott'olio un dl di olio doliva pan grattato aglio prezzemolo peperoncino rosso, sale Fate soffriggere per qualche minuto in una padella quattro o cinque spicchi di aglio tagliati a met; quando questo sar divenuto trasparente aggiungete il peperoncino rosso calabrese macinato o meglio, pestato in un mortaio di rame, mescolate per qualche secondo; togliete quindi dal fuoco ed aggiungete le acciughe, spinate e tagliate a pezzi, ed il prezzemolo tritato. A parte, in una scodellina, fate abbrustolire sul fuoco due manciate di pan grattato e ponetelo da parte. Lessate come di consueto in abbondante acqua salata gli spaghetti, scolateli al dente e conditeli con la salsa di acciughe. Servite subito e su ogni piatto spolverate il pan grattato abbrustolito. OSPITALITA'
Pesce spada al salmoriglioIngredienti 4 Fette di Pesce spada di media grandezza 1 spicchio di aglio 2 cucchiai di olio extravergine di oliva prezzemolo, origano, limone, sale, pepe Pulite le fette di pesce spada, lavarle e porle ad asciugare. Mondare lo spicchio d'aglio e tritarlo grossolanamente. Versare il trito d'aglio in una piccola terrina ed unire 1/2 cucchiaio di prezzemolo tritato molto finemente, aggiungere un pizzico di origano, i due cucchiai di olio extravergine d'oliva,qualche goccia di limone e due cucchiai di acqua bollente. Mescolare bene e lasciare riposare il composto per qualche minuto. Nel frattempo riscaldare a fiamma alta una griglia. Quando sar ben calda, abbassare il fuoco e porre sulla griglia le quattro fette di pesce spada, irrorandole spesso con qualche goccia di salmoriglio. Servire il pesce spada ancora caldissimo, in un piatto da portata, accompagnato con il salmoriglio. OSPITALITA'
SanguinaccioIngredienti: 1/2 lt.sangue di maiale 200 gr. di zucchero 1/2 latte 50 gr. farina 100 gr. cacao in polvere 100 gr. mandorle 50 gr. pinoli 50 gr. uvetta sultanina cannella Tostare, pelare e tritare le mandorle. Porre l'uvetta in poca acqua tiepida affinch ammorbidisca. In un tegame passare al setaccio il sangue di maiale e aggiungete il latte, lo zucchero, il cacao ed un pizzico di cannella. Versare lentamente la farina, mescolando continuamente. Porre il tegame sul fuoco e cuocere a fiamma lentissima fino a quando il liquido diverr denso. Mescolare ancora per qualche minuto, quindi ritirare il composto dal fuoco. Aggiungere il trito di mandorle e pinoli, l'uvetta sultanina e versare in coppe da dolce. Servire freddo e guarnire con biscotti. OSPITALITA'
B+B Il GelsominoIl BB Il Gelsomino si trova al quarto piano di un palazzo di recente costruzione. L'appartamento si compone di due camere doppie, due bagni privati, riscaldamento, Tv, phon. La colazione, di tipo trradizionale, viene servita nell'ampio salone elegantemnte arredato e prevede dolci fatti in casa e prodotti locali. Servizio trasporto da e per l'aeroporto su richiesta. Indirizzo: Via del Gelsomino,45/B Telefono e Fax: Tel: 0965 22659 Cell: 3383325641 E-Mail: malgerim@virgilio.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 50,00/60,00 Servizi: OSPITALITA'
PetraliIngredienti: 1 kg. di farina, 6 uova, 400 g. di zucchero, 1 bustina di lievito, 200 gr. di burro, 1 bustina di vaniglia, scorzetta di limone, diavoletti colorati Per il ripieno 500 gr. di fichi secchi, 300 gr. di mandorle, 200 di noci, 200 di uvetta, cannella, buccia darancia, buccia di mandarino, caff q.b. (molto lento), vino cotto Per la pasta frolla: Sulla spianatoia facciamo una fontana con la farina, al centro aggiungiamo lo zucchero, le uova, la bustina di vaniglia, lo strutto, la bustina di lievito e una scorzetta di limone grattugiato. Amalgamiamo con le mani gli ingredienti piano piano, formando una pasta non troppo morbida, ma comunque compatta ed omogenea. Limpasto non va lavorato molto con le mani. Copriamo, quindi, con un telo umido e facciamo riposare per una mezz'ora. Per il ripieno: Tritiamo i fichi e mettiamoli in una nzalatera (ciotola), ammorbidiamoli con il caff caldo gi zuccherato e il vino cotto. Tagliuzziamo le noci, le mandorle, la buccia di arancia e quella di mandarino. Aggiungiamoli insieme alluvetta e al pizzico di cannella. Amalghiamiamo e lasciamo riposare il tuttoper almeno due giorni. (Occorre mescolare di tanto in tanto e alloccorrenza eventualmente aggiungere altro caff). Per fare i petrali: Infariniamo la spianatoia, tiriamo con il matterello una sfoglia molto sottile dalla quale ricaveremo dei dischi del diametro di 10 cm. circa. Poniamo sulla met di ogni disco, un cucchiaio di ripieno e ricopriamo con laltra met. Mettiamo le mezzelune in forno a 180, su una teglia precedentemente imburrata. Guarnizione: Disponiamo i petrali su una spasa (vassoio), spennelliamo con uovo sbattuto e mettiamo i diavoletti colorati. (I petrali possono essere coperti, sempre solo sulla parte superiore, da glassa di zucchero o da cioccolato fondente o da cioccolato bianco) E il tipico dolce natalizio reggino, un prodotto della nostra antica pasticceria che sa di tradizione tramandata con amore di generazione in generazione. OSPITALITA'
Montevergine AffittacamereIndirizzo: via Montevergine,14 Santa Caterina - km 1 dal Museo Telefono e Fax: tel: 0965 881414 cell: 338.2016148 fax: 0965.881414 E-Mail: f.milasi@libero.it Categoria / Stelle: 4* stelle Prezzo: 60 al giorno per 2 persone e minimo 5 giorni. Servizi: OSPITALITA'
La Casina del NespoloIndirizzo: via Umberto I, 17 -Gallico di Reggio Calabria Telefono: cell: 328/2554981 cell: 327/1918070 E-Mail: caminiti5@virgilio.it Categoria 2a ctg. Prezzo: Min: 25,00 Max: 35,00 Servizi: OSPITALITA'
Casa DelfinoIndirizzo: SS 18 IV tratto, 133 Catona Telefono e Fax: cell: 340/3041744 Sito Web: http://www.bed-and-breakfast.it Categoria / Stelle: IICategoria Prezzo: Mix: 25,00 Max: 30,00 Tipologia Impianto: Vela e Windsurf Polivalente: piscina,pattinaggio,fitness,palestra attrezzata Servizi: OSPITALITA'
Ristorante La Cantina dei ViziIndirizzo: Via Nazionale, 134 Pellaro Telefono e Fax: Cell: 346 7629830 Servizi: OSPITALITA'
Myad1Indirizzo: Via Amerigo Vespucci, 14 89123 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel:0965 896936 Cell:347/6363929 Email: myaduno@yahoo.it OSPITALITA'
Pignolata CalabreseIngredienti: 1 kg. di farina, 8 uova, 350 g. di zucchero, 1 bustina di lievito, 200 gr. di strutto, 1 bustina di vaniglia, scorzetta di limone, strutto per friggere, miele q.b., diavoletti colorati Per la pasta frolla: Sulla spianatoia facciamo una fontana con la farina, al centro aggiungiamo lo zucchero, le uova, la bustina di vaniglia, lo strutto, la bustina di lievito e una scorzetta di limone grattugiato. Amalgamiamo con le mani gli ingredienti piano piano, formando una pasta morbida, compatta ed omogenea. Limpasto non va lavorato molto con le mani. Copriamo, quindi, con un telo umido e facciamo riposare per una mezz'ora. Per la pignolata : Infariniamo la spianatoia, stacchiamo dallimpasto dei pezzetti e ricaviamo dei bastoncini della grandezza di un dito. Con un coltello tagliamoli a dadini. Prepariamo una terrina adatta per friggere con abbondante strutto, mettiamo sul fuoco e, quando sar diventato caldo, tuffiamo poco alla volta i dadini di pasta. Quando risulteranno dorati, scoliamo e asciughiamo su carta assorbente. Scaldiamo intanto il miele insieme alla scorzetta di limone, a fuoco moderato senza farlo mai bollire. Tuffiamo dentro i dadini mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno. Man mano che sono pronti, disponiamoli su un piatto di portata. Alla fine spolverizziamo con i diavoletti colorati. E un dolce tipico del nostro Carnevale, fatto con prodotti genuini e semplici, rinnova la tradizione legata alle antiche ricette. OSPITALITA'
Mulingiani duci ra nonna SantinaIngredienti: 1 kg di melanzane, 2 uova, 3 cucchiai di farina, 4 cucchiai di zucchero, cannella. Preparazione: Sbucciamo le melanzane e tagliamole a pezzetti o a bastoncino (nonna Santina dice a pesciolino). Lasciamo scolare lacqua residua per qualche ora, mettendole in uno scolapasta. Prepariamo una pastella con 3 cucchiai di farina, 2 uova, 2 cucchiai di zucchero e, se necessario, un po dacqua. Bagnamo le melanzane, una per una, nella pastella e friggiamo in olio abbondante. Asciughiamo. Passiamo quindi le melanzane, in un po di zucchero mescolato con la cannella. Serviamo quando sono ancora calde. Dicevano i nostri nonni: Si ti vo fari a bucca bella, mangia zuccuru e cannella. OSPITALITA'
Ristorante Oasi VillageIndirizzo: Via Nazionale Pentimele Telefono e Fax: Tel:0965 42142 Sito Web: www.oasivillage.it E-Mail: oasivillage@libero.it Prezzo: Prezzo medio 40,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B GiorgiaIl Bed Breakfast Giorgia si trova a Reggio Calabria, a pochi minuti dal centro citt e vicino un belvedere dal quale si sovrasta e ammira la citt di Reggio con il bellissimo sfondo naturale che il panorama dello stretto completato dalla superba visione del vulcano Etna, a 30 minuti da Gambarie dal Parco Nazionale d'Aspromonte da Montechiarellogolf, e a 5 minuti dal porto e a pochissimi minuti dall'aeroporto e dallo snodo autostradale. Indirizzo: Via Reggio Campi II Tronco, 67 Telefono e Fax: Tel: 0965 330580 Sito Web: www.bbgiorgia.com E-Mail: info@bbgiorgia.com Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 30,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria ModiIndirizzo: Contrada Armac Archi Telefono e Fax: Tel: 0965 48765 Sito Web: www.ristorantepizzeriamodi.com Servizi: OSPITALITA'
Vitigni e vini localiVitigni e produzioni di vini locali. ARGHILLA' Vino rosato o rosso prodotto nella zona omonima della provincia di Reggio Calabria con uve in prevalenza di Alicante, Nerello e Malvasia. Colore rosato brillante, profumo vinoso e sapore asciutto, abbastanza armonico. ARMACA' BIANCO Vino prodotto nella provincia di Reggio Calabria con uve da vitigni locali. Colore paglierino, profumo delicato, sapore morbido. ARMACA' ROSSO Vino prodotto in provincia di Reggio Calabria da uve rosse locali. Colore rosso rubino, profumo vinoso, sapore asciutto. DIOSCURO Vino rosso prodotto con uve dei vitigni Alicante, Nerello e malvasia coltivate nelle zone di Pellaro e Arghill. Di colore rubino, ha profumo intenso e sapore lievemente abboccato con retrogusto amarognolo; di buon corpo. MALVASIA DI PELLARO Vino bianco prodotto nell'area di Pellaro in provincia di Reggio Calabria con uve dei vitigni Malvasia e Greco Bianco. Ha colore dorato, profumo caratteristico e sapore spiritoso, aromatico, armonico. MOSCATO DI REGGIO Vino da dessert ottenuto con uve dei vitigni Moscato Giallo e Malvasia. Ha colore giallo dorato, fruttato, sapore dolce, liquoroso. PELLARO Vino rosso prodotto nella zona a Sud di Reggio Calabria, con uve dei vitigni Alicante, Nerello, Nero Mascalese e Malvasia. Colore rosso rubino, profumo vinoso tipico dell'uva Alicante, sapore franco, generoso, robusto, armonico. Vino superiore da tutto pasto. Invecchiato si sposa alla selvaggina, le carni nobili e il cinghiale. RUBINO DI CALABRIA Vino prodotto nella zona litoranea a nord di Reggio Calabria, da Villa San Giovanni a Gallico. Sapore asciutto, generoso, robusto. Invecchiato, anche da dessert. TREBBIANO Vino bianco dal vitigno omonimo prodotte in numerose zone della Calabria. Ottimo quello prodotto nella zona collinare di Pellaro. OSPITALITA'
Il BergamottoConosciuto come loro verde della costa reggina, il bergamotto il profumatissimo agrume impiegato tradizionalmente in profumeria ed in farmaceutica. un prodotto del tutto esclusivo: cresce solo in un breve tratto della provincia di Reggio Calabria, che vanta condizioni climatiche particolarmente favorevoli alla coltivazione degli agrumi. incredibile come lo sfruttamento di questa risorsa scopra, di continuo, nuovi ed originali impieghi. Negli ultimi anni letteralmente esploso lutilizzo nel settore dolciario. Sorbetti, gelati, paste e liquori, caramelle e confetture: il sapore dolce-amaro dellagrume del sud diventato il simbolo della citt, al punto da meritare il marchio che ne garantisce il rispetto delle tradizioni di produzione e l'identificazione del prodotto originale. dobbligo quindi visitare il Museo del Bergamotto, la Stazione Sperimentale per le Industrie delle Essenze e dei derivati dagli Agrumi. OSPITALITA'
B+B OasiIndirizzo: loc. Maldariti, trav.IV, 29/B Telefono e Fax: Tel: 0965 621184 Cell: 3281692814 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 25,00/35,00 Servizi: OSPITALITA'
Rooms2Rent AffittacamereStai cercando una camera dove dormire nel centro di Reggio Calabria, a due passi dal chilometro piu bello d'Italia, a 50 metri dal museo, casa dei famosi Bronzi di Riace. Un alloggio comodo da raggiungere anche a piedi, in cui dormire la notte e alla mattina svegliarti per ricevere una corroborante colazione? L'hai trovato!!! Indirizzo: Via G.De Nava 98 89100 Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell: 347 9099767 Fax:0965 324689 Sito Web: www.rooms2rent.it E-Mail: info@rooms2rent.it Servizi: OSPITALITA'
L’olio calabrese qualita e tradizioneLeggero, fruttato, smeraldino: lolio calabrese rimane il Re della cucina mediterranea. La fascia tirrenica della provincia reggina, ed in particolare la Piana di Gioia Tauro, il cuore della produzione olearia e si caratterizza per i fitti boschi di ulivi che tingono la costa di verde. La coltivazione dell'olivo in Calabria risale allepoca greca e mantiene ancora oggi tecniche di lavorazione utilizzate addirittura dai Romani. Il segreto della trasparenza e della genuinit dellolio calabrese risiede proprio nella lavorazione artigianale: la raccolta delle olive affidata alle donne, come vuole lantica tradizione, e avviene ancora manualmente.I frutti maturi vengono poi spremuti a freddo nei torchi, senza ulteriori trattamenti. Fino a qualche decennio fa, lolio veniva conservato in particolari giare di terracotta, che contribuivano a mantenere inalterati, nel tempo, i profumi ed il colore solare dellolio di Calabria. OSPITALITA'
I DolciUna dolcissima tradizione....Miele, mandorle, fichi secchi, agrumi: sono alcuni degli ingredienti che danno colore e profumo allavasta gamma di dolci che imbandiscono le tavole calabresi. La nzuddha rimane il simbolo di questa antichissima tradizione: miele caramellato, farina e fichi secchi prendono le forme pi curiose e simpatiche per essere venduti sui colorati banconi dei venditori ambulanti, spesso dentro caratteristiche cassapanche. questo il dolce tipico delle feste di paese, delle fiere e delle sagre. In Calabria ogni ricorrenza religiosa ha il suo dolce, lavorato seguendo le ricette tradizionali, capaci di conservare il sapore antico di un tempo: a Natale si gustano i petrali, dolcetti ripieni di fichi secchi, noci e canditi, e decorati con cioccolato e zucchero; a Pasqua si delizia il palato con la pastiera, una crostata farcita di una speciale crema di ricotta, grano, mandorle e bucce di agrumi candite. Altro dolce tipicamente pasquale il cuddhuraci, decorato con uova sode: le forme sono varie, ma le pi usate sono il paniere e la colomba. Un tempo la massaia usava fare un cuddhuraci particolare per la nuora o il genero, generalmente a forma di cuore e con un gran numero di uova, sinonimo di abbondanza, purch dispari per questioni di superstizione. Anche il carnevale ha il suo dolce speciale, particolarmente amato dai bambini: la pignolata, polpettine di pasta dolce, fritte in olio doliva e unite tra di loro dal miele. OSPITALITA'
Pizzeria Pizza RomaIndirizzo: Corso Vittorio Emanuele III, 29/31 Telefono e Fax: Tel: 0965 324773 Indirizzo: Via Fata Morgana, 27 Telefono e Fax: Tel: 0965 20681 Sito Web: www.pizzaromarc.it E-Mail: pizzaroma@alice.it Servizi: OSPITALITA'
B+B Degli OttimatiIndirizzo: Via degli Ottimati, 10 Telefono e Fax: Cell: 3283467334 Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 35,00/70,00 Servizi: OSPITALITA'
Melito PIndirizzo: Lungomare dei Mille, 136 C.da Ann Telefono e Fax: Tel: 0965787644 / 45 Fax: 0965 787001 Sito Web: www.hotelstellamarina.eu E-Mail: info@hotelstellamarina.eu Categoria / Stelle: 4 **** Servizi: OSPITALITA'
ATAM Reggio Calabria SE' l'Azienda che gestisce il servizio di trasporto pubblico urbano, il servizio di trasporto extraurbano in comuni limitrofi allarea metropolitana, la sosta sul suolo pubblico urbano. Il centralino permette ai cittadini di ottenere informazioni su tutti i servizi che l' azienda espleta (gestione sosta, orari e servizi di linea urbane ed extraurbane, trasporto scolastico e noleggio bus gran turismo) chiamando comodamente da casa o dal cellulare (199 282 600). Tutti i giorni, dalle ore 7.30 alle 19.30 dei giorni feriali, gli utenti possono chiamare gratuitamente al numero verde 800 282 600 per parlare con un operatore del nuovo info point di ATAM per chiedere tutte le informazioni necessarie. Indirizzo: Via Foro Boario, 2 Telefono e Fax: Tel: 0965 620121 Fax: 0965 620120 Numero Verde: 800 282 600 (dal cellulare 199 282 600) Sito Web: www.atam-rc.it E-Mail: info@atam.rc.it OSPITALITA'
Autolinee BrosioIndirizzo: Via Dante Alighieri (Galleria Master) 89900 Vibo Valentia (VV) Telefono e Fax: Tel: 0965 592431 Fax: 0965 592531 Sito Web: www.brosiotour.it E-Mail: info@brosiotour.it OSPITALITA'
Autolinee FedericoIndirizzo: Via Lagani C.da Bovetto 89068 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965 644747 Fax: 0965 641683 Sito Web: www.autolineefederico.it E-Mail: info@autolineefederico.it OSPITALITA'
Autolinee LirosiLirosi Autoservizi s.r.l. effettua il servizio di Trasporto Pubblico Locale in ambito extraurbano nella provincia di Reggio Calabria, nell'area tirrenica, arrivando fino a Catanzaro e Cosenza. Indirizzo: S.S. 111 n. 62 89013 Gioia Tauro (RC) Telefono e Fax: Tel 0966.57552 Fax 0966.51431 Sito Web: www.lirosiautoservizi.com E-Mail: info@lirosiautoservizi.com Lirosi Linee s.r.l. effettua il servizio di trasporto viaggiatori su tutto il territorio nazionale, con partenza da Reggio Calabria giungendo, tra le principali destinazioni, a Roma, Firenze, Bologna, Milano, Genova, Ventimiglia, Torino, Como, Novara, Montecatini. Indirizzo: S.S. 111 n. 64 89013 Gioia Tauro (RC) Telefono e Fax: Tel 0966.57552 Fax 0966.51431 Sito Web: www.lirosilinee.com E-Mail: info@lirosilinee.com OSPITALITA'
TaxiPIAZZA GARIBALDI - Stazione Centrale Tel. 0965 27450 PIAZZA DUOMO Tel. 0965 27550 La Giunta Comunale, con delibera nr. 83 del 19-06-2015, ha modificato la deliberazione dei Commissari Straordinari n.60 del 20.12.2012 e pertanto approva le tariffe per il Servizio Pubblico Taxi, come di seguito riportate: Scatto iniziale Euro 3,50 Scatti successivi T1 area urbana Euro 1,20 al Km Scatti successivi T2 area extra-urbana Euro 1,50 al Km Sosta oraria Euro 0,30 al minuto Supplementi (non applicabili alle tariffe fisse) Orario notturno (22:00-06:00) Euro 3,00 Orario Festivo Euro 3,00 da Aeroporto Euro 2,50 da Porto Euro 1,50 per ogni bagaglio Euro 1,00 Tariffe fisse senza supplementi Aeroporto -Stazione Centrale e viceversa Euro 12,00 Aeroporto - Museo Nazionale e viceversa Euro 16,00 Aeroporto - Porto Reggio Calabria e viceversa Euro 18,00 Aeroporto - Porto Villa San Giovanni e viceversa Euro 35,00 Le zone periferiche extra-urbane comprendono i seguenti territori: Pellaro Bocale, Gallina-Armo, Mosorrofa, Terreti, Orti, Pavigliana , Vinco, Gallico, Catona; Per le corse da effettuare fuori dell 'ambito comunale la tariffa va concordata tra il tassista e il passeggero. Postazioni TAXI: PIAZZA GARIBALDI - Stazione Centrale Tel. 0965 27450 PIAZZA DUOMO Tel. 0965 27550 Servizio taxi sempre disponibile nel piazzale antistante L'Aeroporto dello Stretto Tito Minniti e presso l'imbarcadero del Porto di Reggio Calabria. Per informazioni su tariffe: Ufficio Artigianato (Settore Sportello Unico per le Attivit Produttive) Tel.: 0965 3622240 - Cell. +39. 335.8745816 Per reclami: Polizia Municipale Tel.: 0965 53004 OSPITALITA'
HertzIndirizzo: Aeroporto - via Provinciale Ravagnese, 11 Telefono e Fax: Tel: 0965 643093 Sito Web: www.hertz.it OSPITALITA'
AvisIndirizzo: Aeroporto - via Provinciale Ravagnese, 11 Telefono e Fax: Tel: 0965 643023 Sito Web: www.avisautonoleggio.it OSPITALITA'
MaggioreIndirizzo: Aeroporto - via Provinciale Ravagnese, 11 Telefono e Fax: Tel: 0965 643148 Sito Web: www.maggiore.it OSPITALITA'
SixtIndirizzo: Aeroporto - via Provinciale Ravagnese, 11 Telefono e Fax: Tel: 0965 630523 Sito Web: www.sixt.it OSPITALITA'
Fair Charter Nautic Touristic Service srlIndirizzo: Via Fata Morgana, 45 Telefono e Fax: Tel:0965 813811- 0965 310650 Cell:3498196726 Sito Web: www.faircharter.it E-Mail: info@faircharter.it enquiries@faircharter.it OSPITALITA'
AutoeuropaIndirizzo: Aeroporto - via Provinciale Ravagnese, 11 Telefono e Fax: Tel: 0965 645422 Sito Web: www.autoeuropa.it OSPITALITA'
B+B Villa TeaLa struttura, autorizzata dal Comune e dall A.P.T di Reggio Calabria, in via Vito inferiore n 46. La costruzione si configura in una villa su tre piani immersi in un fresco giardino attrezzato con zona relax , una ampia taverna per la degustazione vini munita anche di cucina e caminetto, parcheggio privato ed una grande veranda coperta. Tutte le camere sono munite di balconi o verande, ampie finestre, climatizzatori, tv. Gli ambienti interni, molto luminosi, sono arredati con cura e offrono spazi confortevoli e funzionali: la zona giorno dispone di un salone accogliente, con angolo tv. Indirizzo: Via Vito Inferiore, 46 Telefono e Fax: Cell:3205518672 - Cell:3287485091 Sito Web: www.villatea.it E-Mail: info@villatea.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 60,00/90,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Feudo 43 Il Feudo 43 unaccogliente BB, con vista panoramica sullo Stretto di Messina, dotato di tutti i confort per offrire allospite un soggiorno ricco di ospitalit, relax e divertimento. Situato in zona collinare localit Pellaro 5 minuti da spiagge bianche e mare cristallino e 11 Km (8 minuti) dal centro storico della citt di Reggio Calabria dove possibile visitare il Museo Nazionale della Magna Grecia con i suoi Bronzi di Riace, lincantevole Lungomare con i resti delle mura greche e le terme romane, la Via Vittorio Emanuele con i suoi palazzi liberty, il Castello Aragonese, il Duomo. Indirizzo: Via Strada Feudo, 43 - Pellaro Telefono e Fax: Tel:0965 359028 Cell: 3939258185 Sito Web: www.feudo43.it E-Mail: info@feudo43.it Categoria / Stelle: ICat. Prezzo: Singola: 30,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Al TeatroIl bed and breakfast si trova in uno dei pi antichi palazzi del centro storico. Le stanze sono finemente arredate in stile liberty e ricordano i fasti del primo '900. Il BandB vi consentir di vivere la citt da mattina fino alle ore piccole grazie alla sua immediata vicinanza a tutte le attrattive cittadine. La spiaggia dista circa 100 metri di lieve discesa,il museo si trova a non pi di 400 metri, il teatro adiacente alla struttura. Ogni mattino sar servita la colazione con prodotti tipici. Indirizzo: Via Fata Morgana, 20 Telefono e Fax: Tel:0965 891872 - Tel: 0965 29394 - Tel: 0965 21294 Cell: 3332037008 - Cell: 3292938522 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it E-Mail: filippo.zuccarellocimino@gmail.com Categoria / Stelle: IICat. Prezzo: Singola: 35,00 Servizi: OSPITALITA'
Vento di BoriaIndirizzo: Via Vecchia Prov.le, 159 Pellaro Telefono e Fax: tel: 0965/358774 cell: 3403292672 Prezzo: Min: 30,00 Max: 50,00 OSPITALITA'
Welcome B + BIndirizzo: Via Rione Comi trav. I 6/a Gallico Marina Telefono e Fax: cell: 340/9179596 Categoria / Stelle: 2 categoria Prezzo: Min: 20,00 Max: 35,00 OSPITALITA'
Pizzeria La Rosa dei VentiIndirizzo: Viale Zerbi Piazza Monsolini Telefono e Fax: Tel: 0965 22175 E-Mail: melaniasofia@alice.it Servizi: OSPITALITA'
B+B OikiaIndirizzo: Via Spagnolio,15 RC Telefono e Fax: el. 328/0464378 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: 25,00/45,00 OSPITALITA'
Pizzeria Snooty FoxIndirizzo: Via Sbarre Inf.229/D/E Telefono e Fax: Tel: 0965 622222 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Officina del GustoIndirizzo: Via Placido Geraci, 17/19 Telefono e Fax: Tel:0965 332830 Sito Web: http://www.officinadelgusto.net Servizi: OSPITALITA'
B+B Fra BonaventuraIl bed breakfast si trova a soli 5 minuti dal Corso Garibaldi, in una zona storica e caratteristica di Reggio, da dove si pu ammirare lo splendido panorama dello Stretto di Messina. E' dotato di tre camere, di cui due situate al primo piano in un' appartamento completamente indipendente, di una casa ristrutturata di recente e ben arredata, in modo semplice ed elegante. Ogni camera e' dotata di riscaldamento o splint di ventilazione, deumidificatore, cassaforte, tv, minifrigo, lavabo in camera e phon, bagno privato, balcone o loggia interna, il breakfast sara' da voi gestito autonomamente in base ai vostri orari in camera e/o nell'apposita cucinina ,questo per tutelare al massimo la vostra privacy. Indirizzo: Via Trabocchetto, 26 Reggio Campi Telefono e Fax: Cell: 3483143000 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it Categoria / Stelle: IICat. Prezzo: Singola: 39,00/49,00/59,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B DelfinaIl Bed and Breakfast Delfina situato nel centro storico della citt esattamente a 200 m dal Duomo di Reggio Calabria. Il BB DELFINA stato creato allinterno di un palazzotto padronale degli anni 20 nel quale si cercato di mantenere larchitettura e le caratteristiche originarie. Dispone di 4 ampie camere per gli ospiti con 3 bagni. Le camere sono arredate con gusto e dispongono tutte di aria condizionata, tv color con ricevitore digitale e balconcino privato. Per gli ospiti vi a disposizione anche una sala per la prima colazione ed una grande terrazza panoramica attrezzata con veranda tavoli e sedie per potersi rilassare comodamente allaperto. Il parcheggio di fronte alla casa libero e gratuito ma per chi volesse a 200 m vi un garage coperto (prezzi da 8 euro al giorno). Indirizzo: Via Crocefisso 58 Telefono e Fax: Tel:0965 890977 Cell: 3341613905 Sito Web: www.bb-delfina.com Categoria / Stelle: IICat. Prezzo: Singola: 25,00/40,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante BaylikIndirizzo: Vico C. Leone, 1 /3 / 5 Telefono e Fax: Tel:0965 48624 Sito Web: www.baylik.it E-Mail: info@baylik.it Prezzo: Prezzo medio 26,00 Servizi: OSPITALITA'
Hotel Residence PresidentIndirizzo: Via Petrarca, 16 Gallico Marina Telefono e Fax: Tel: 0965 372540 - Fax: 0965 372201 Sito Web: www.hotelpresident.rc.it E-Mail: info@hotelpresident.rc.it Categoria / Stelle: 4**** Servizi: OSPITALITA'
Stella MarinaIndirizzo: Lungomare dei Mille, 132 89063 - Melito Di Porto Salvo, RC Telefono e Fax: Tel: 0965 787644 - Fax: 0965 787001 E-Mail: info@villaggiostellamarina.it OSPITALITA'
Melia di Scilla Indirizzo: Via Boccata 11 , 89058 Melia di Scilla (RC) Telefono e Fax: Tel: 0965 755126- 0965 755433 Fax: 0965 755154- 0965 650053 Sito Web: www.villaggiodelpino.it E-Mail: info@villaggiodelpino.it Categoria / Stelle: 4* stelle Oltre ai servizi sotto elencati sono presenti campi di calcio, tennis, calcetto, pallavolo e basket Servizi: OSPITALITA'
Zio Bibi AffittacamereIl Room Breakfast Zio Bib si trova al centro di Reggio Calabria a due passi dal Museo, dal Lungomare e da Villa Genoese Zerbi (sede di importanti mostre d'arte). La struttura, completamente rinnovata, composta da 2 stanze modulabili. Ogni camera pu essere utilizzata come doppia uso singolo, doppia, matrimoniale, tripla o come quadrupla ed ha di fronte il proprio bagno, ad uso esclusivo (a circa 1 metro di distanza). Larredamento moderno con qualche tocco di design. La prima colazione compresa nel prezzo ed servita in uno dei migliori bar pasticceria della citt (a pochi passi dalla struttura). Indirizzo: Via Reggio Campi I Tronco, 34 Telefono e Fax: cell: 339.7325134 - 335.6577021 Sito Web: www.ziobibi.it E-Mail: info@ziobibi.it Categoria / Stelle: affittacamere Prezzo: Doppia uso singolo min. 30 max. 50 Doppia o matrimoniale: min. 60 max. 80 Tripla: min. 80 max. 120 Servizi: OSPITALITA'
Via del Mare AffittacamereIndirizzo: Via del Mare 85 - Punta Pellaro Telefono e Fax: tel: 0965 358214 cell: 347 7281556 cell: 339 5901654 Sito Web: http://www.viadelmare85.it/ E-Mail: info@viadelmare85.it Prezzo: Singola: 30,00 - 60,00 Doppia: 27,00 - 40,00 Tripla: 27,00 - 35,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante La NonnaIndirizzo: Piazza Chiesa, Arangea Telefono e Fax: Tel:0965 644993 Cell: 3495826041 Prezzo: Prezzo medio 12,00 - 20,00 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria Mare NostrumIndirizzo: Via Tratti Catona, 7 Telefono e Fax: Tel: 0965 304025 OSPITALITA'
Ristorante Royal GardenIndirizzo: Via Ravagnese Gallina Secondo Tronco , 220 Telefono e Fax: Tel:0965 682703 Sito Web: www.royalgardenrc.it E-Mail: royalgarden@royalgardenrc.it Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Da GiovanniIndirizzo: Via Torrione, 77 Telefono e Fax: Tel: 0965 25481/ 0965 814900 Cell: 3279890965 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Hostaria AgrodolceIndirizzo: Via Marsala, 4/6 Telefono e Fax: Tel: 0965 896002 Sito Web: www.ristorantehostariaagrodolce.com Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria La GrigliaIndirizzo: Via Nazionale Pellaro Telefono e Fax: Tel: 0965 358122 E-Mail: lagrigliapellaro@libero.it Servizi: OSPITALITA'
B+B Casa di Nonno CiccilloAppartamenti indipendenti completi di ogni confort. Veranda sul mare. A 15 minuti dal centro.Servizio navetta. Posteggio riservato. Aria condizionata, tv, cucina. Animali ammessi su richiesta. Siamo stati classificati di prima categoria dall'azienda di promozione turistica della Regione Calabria. Ristorante tipico, pizzeria campioni del mondo, lido balneare. Un oasi di verde affacciata sul mare Jonio, spiaggia meravigliosa e mare pulito. Indirizzo: Via Nazionale 106 IV Tratto, 775 Bocale di Pellaro Telefono e Fax: Tel:0965 677576 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it E-Mail: antonelloriggio@libero.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 25,00/30,00 Servizi: OSPITALITA'
Pub Chica LocaIndirizzo: Via Nazionale Pellaro Trav. 13 Telefono e Fax: Tel: 0965 350341 OSPITALITA'
Pizzeria PegasusIndirizzo: Via Miniera, 82/T Telefono e Fax: Tel: 0965 682047 Sito Web: www.ranchpegasus.it E-Mail: info@ranchpegasus.it Servizi: OSPITALITA'
A Casa di PollyIndirizzo: Via del Torrione,18 Telefono e Fax: cell: 327.1418442 Prezzo: Min: 40,00 Max: 60,00 OSPITALITA'
AnirbasIl bb Anirbas si trova in un antico complesso liberty costruito i primi del novecento ed dotato di verande e giardino dinverno dove servita la prima colazione. La sua posizione centrale ideale per visitare a piedi il centro storico della citt, infatti, cento metri lo separano dal Museo Nazionale e dal Corso Garibaldi , e centocinquanta metri dal Lungomare sullo stretto, con i suoi lidi aperti giorno e notte. Tutto ci che c da vedere a dieci minuti a piedi: il Museo Nazionale della Magnagrecia, la Villa Zerbi che ospita la biennale di Venezia e non solo. Il Teatro Cilea , il Castello Aragonese , le Mura Greche, le Terme Romane e tanto altro Grazie alla sua posizione centrale la struttura facilmente raggiungibile dalla stazione ferroviaria e dal porto che consente i collegamenti con la Sicilia e le isole Eolie. Le stanze sono grandi e confortevoli, tutte munite di televisione e rete wireless per la connessione a internet. Fornite di bagno esclusivo e con la possibilit di aggiungere il terzo letto. Per permettere al gradito ospite di vivere la citt sia di giorno che di notte consentito di rientrare a qualsiasi ora. Indirizzo: Via Melacrino, 11 Telefono e Fax: Tel:0965/1850365 cell:339/6224126 cell:334/9457025 Sito Web: www.anirbas.it E-Mail: anirbasbedandbreakfast@gmail.com Prezzo: Singola: 40,00 Doppia: 60,00 OSPITALITA'
Pasta fatta in casaLa tanto decantata pasta fatta in casa, viene ancora oggi abilmente impastata e lavorata a mano. Ricordiamo in particolare i maccarruni, coi i maccheroni col buco che, in passato venivano lavorati abilmente con i ferri sottili utilizzati per lavorare la lana. Questa pasta viene preparata con la farina di grano duro e successivamente servita accompagnandola con sughi di carne conditi tutti rigorosamente con olio d'oliva. OSPITALITA'
Costaviola BUSIndirizzo: Via Torrente Campanella, 52 89018 Villa San Giovanni (RC) Telefono e Fax: Tel: 0965 751586 Fax: 0965 751586 Sito Web: www.costaviolabus.it E-Mail: info@costaviolabus.it OSPITALITA'
La QuieteIndirizzo: C.da Scin (Tonnara di Palmi) 89015 PALMI (RC) Telefono e Fax: Tel: 0966 479400 - Fax: 0966 479649 Sito Web: www.villaggiolaquiete.it/contatti.html E-Mail: info@villaggiolaquiete.it OSPITALITA'
Pizzeria La MovidaIndirizzo: Punta Pellaro Pellaro Telefono e Fax Cell: 3492728162 - Cell: 3467629830 Sito Web: www.la-movida.it E-Mail: morabitocarmelo@hotmail.com Servizi: OSPITALITA'
Lo StoccafissoLo Stoccafisso un merluzzo essiccato che costituisce la base di molti piatti tipici della cucina calabrese. E' un alimento molto gustoso con un contenuto energetico molto importante. Il Pesce Stocco pi rinomato quello di Mammola e di Cittanova in provincia di Reggio Calabria, dove ogni anno si svolge la tradizionale Sagra dello stocco, meta di turisti e buongustai. OSPITALITA'
Pizzeria I PreistoriciIndirizzo: Via Spagnolio, 3/L Telefono e Fax: Tel: 0965 899620 OSPITALITA'
Pizzeria PlanetIndirizzo: Superstrada Jonica Telefono e Fax: Tel: 0965 677357 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Hostaria dei CampiIndirizzo: Via Reggio Campi, 30 Telefono e Fax: Tel: 0965 324003 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria PepysIndirizzo: Via Roma, 6 Telefono e Fax: Tel: 3202147980 Sito Web: www.pepys.it E-Mail: pepys@pepys.it Servizi: OSPITALITA'
Abacus Room+BreakfastIl RoomBreakfast Abacus centralissimo: realizzato in un elegante palazzo in stile neo-liberty degli anni 40. Dispone di 5 camere modernamente arredate, dotate di tutti i comforts e tutte con bagno in camera. Si trova a soli 30 metri dalla Stazione Centrale, a 20 dal Corso Garibaldi e dal Mc Donald e a 70 metri dal famoso Lungomare, definito da Gabriele DAnnunzio il pi bel chilometro dItalia dove la notte e la movida non finiscono mai. Indirizzo: Via Nino Bixio, 11/B Telefono e Fax: tel: 0965 923505 cell: 339 82 95 444 fax:0965 923505 Sito Web: www.bbabacus.com E-Mail: info@bbabacus.com Prezzo: Singola: 40,00 Doppia: 75,00 Tripla: 85,00 ( 28,00 a persona) Servizi: OSPITALITA'
B+B TremuliniOspitalit e cortesia caratterizzano il BB Tremulini, situato al centro di RC, in una posizione strategica sia per i turisti sia per coloro che necessitano di un alloggio confortevole per brevi soggiorni lavorativi o di studio. Si trova infatti a circa 1 Km dal Museo Nazionale di Reggio Calabria, che ospita i famosissimi Bronzi di Riace e dagli stupendi ed attrezzati lidi del lungomare della citt; situato inoltre nei pressi del Palazzo del Consiglio Regionale, a ridosso delle Universit di Architettura e di Ingegneria. Il BB Tremulini dotato di due camere doppie climatizzate con tv e bagno in condivisione. La colazione tradizionale arricchita da dolci tipici e confetture. Indirizzo: Via Aschenez prol. is.74, 4/B Telefono e Fax: Tel: 0965 812622 Cell: 3291298719 - 3409076687 Sito Web: www.bbtremulini.it E-Mail: info@bbtremulini.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 25,00/ 50,00 Servizi: OSPITALITA'
Il CoralloLa nostra struttura si trova sulla Via principale e storica (Via Casa Savoia 110) di Gallico Marina, piccolo centro della zona Nord di Reggio Calabria disteso sullomonima vallata del Torrente Gallico Lappartamento stato arredato con cura e gusto, come se lospite fosse una persona di famiglia, le camere tutte con bagno in camera e/o privato, sono fornite di ogni confort: climatizzatore, riscaldamento con metano, TV, asciugacapelli, rete wireless free, ecc Inoltre vi una cucina ben attrezzata dove verranno consumate le colazioni con prodotti di prima qualit e quasi sempre locali. In estate c la possibilit di recarsi sulle vicinissime spiagge (meno di 200 m) dello Stretto di Messina. Il BB pu essere utilizzato sia per turismo, sia per lavoro, infatti lo stesso vicinissimo alla stazione ferroviaria e allo svincolo dellA3 di Gallico, e per questo a pochi Km dallimbarco di Villa S. Giovanni e Reggio per Messina e per le isole Eolie, dallaeroporto dello Stretto, dalla stazione sciistica di Gambarie, percorrendo la cosiddetta Gallico-Gambarie. Infine a poca distanza vi il Parco della Mondialit e quello denominato Ecolandia in localit Arghill, il Lungomare di Reggio ecc. Indirizzo: Via Casa Savoia, 110 Gallico - Reggio Calabria Telefono: cell: 380/3124929 cell: 331/5793840 Sito Web: ilcorallo4.xoom.it E-Mail: ilcorallo4@virgilio.it Categoria / Stelle: 2a ctg. Prezzo: Singola: 25,00/ 45,00 Servizi: OSPITALITA'
BiancoIndirizzo: Via Lungomare 89032 - Bianco (RC) Telefono e Fax: Tel: 0964 911176 - Fax: 0964 911176 OSPITALITA'
B+B Casa RosaPi i teatri delle nostre notti sono belli, pi i nostri sogni sono dolci BB Casa Rosa interpreta a pieno questo pensiero, situato nel centro storico della citt, la sua posizione consente di poter giungere a piedi, in pochi minuti la centralissima Piazza Italia, il Corso Garibaldi, il Lungomare con i suoi lidi, il Museo della Magna Grecia ed a circa 500 mt. dalla stazione ferroviaria. Lelogio della rosa il simbolo del BB, la Orange Rose e la Blue Rose sono le confortevoli camere climatizzate, che incluse in un unico appartamento usufruiscono di un bagno indipendente e angolo cottura. Cos come la Red Rose e la White Rose camere doppie con climatizzatore, che offre la possibilit di aggiungere il terzo letto,con bagno indipendente e angolo cottura. Indirizzo: Via Trieste, 6 Telefono e Fax: Tel:+390965896221 cell:+393661372888 Sito Web: www.casarosarc.it E-Mail: camm07@alice.it Categoria/Stelle: IICat. Prezzo: Singola: 30,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria MaharajaIndirizzo: Via Nazionale, 170 Gallico Telefono e Fax: Tel: 0965 371797 OSPITALITA'
Acajou AffittacamereLaffittacamere Acajou situato sul Lungomare di Pellaro, in una posizione strategica sia per la vicinanza al mare e alle altre localit turistiche della costa ionica, che per la vicinanza alla citt di Reggio Calabria e all'Aeroporto dello Stretto. un appartamento che dispone fino a 6 posti letto e offre i vantaggi di una abitazione in campagna e i servizi di una abitazione in citt. Si compone di una camera con letto matrimoniale, una camera con due letti singoli, un bagno, una cucina perfettamente attrezzata e un salone con divano letto. All'esterno si trova un ampio giardino attrezzato con angolo cottura e barbecue a disposizione degli ospiti. Indirizzo: Via Cartisano n. 1, Pellaro Telefono e Fax: tel: 0965 592359 cell: 377 4822725 Sito Web: www.acajou.it E-Mail: acajou@email.it Prezzo: Singola: 20,00 Doppia: 20,00 Min: 25,00 Max: 35,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B ZavagliaIndirizzo: ViA Brancati, 1/c Telefono e Fax: Tel: 0965 040067 - Tel: 0965 040068 Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 25,00/100,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B La Terrazza sul DuomoBB La Terrazza sul Duomo Indirizzo: via Crocefisso,6 - Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: +39 328 88 43 570 Sito Web: http://www.laterrazzasulduomo.com E-Mail: laterrazzasulduomo@gmail.com Categoria / Stelle: Prezzo: Servizi: OSPITALITA'
B+B Villa PaolaIndirizzo: Via Mortasa, 25 C.da Trapezi - San Gregorio Telefono e Fax: Tel: 0965 644140 Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 20,00/30,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Da RomanoIndirizzo: Via Apollo, 4/F Telefono e Fax: Tel:0965 312213 Prezzo: Prezzo medio 10,00 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria Don CarlosIndirizzo: Viale Calabria Trav. VIII Telefono e Fax: Tel: 0965 53122 OSPITALITA'
Pizzeria MandalariIndirizzo: Via Udine, 5 Telefono e Fax: Tel: 0965 896924 OSPITALITA'
Pizzeria Il TempiettoIndirizzo: Lungomare Falcomat Telefono e Fax: Tel: 0965 312925 -Cell: 346 7629830 Servizi: OSPITALITA'
Domus ItriaIl BB Domus Itria ubicato in un edificio di particolare pregio architettonico con caratteristiche formali tipiche del primo novecento, che nasce come residenza nobiliare. Negli anni ottanta stato sobriamente ristrutturato dai proprietari, ed una presenza fisica che d tono e lustro al quartiere. Domus Itria una sede perfetta e di gran gusto per lospitalit di singoli e famiglie con bambini, che si trovano in Calabria per turismo e/o in occasione di lavoro . Il BB dotato di 3 camere doppie, ciascuna con bagno autonomo, ed un salone per la colazione con cucina annessa. Disponibilit, ospitalit, garbo e cortesia caratterizzano il BB e lospite ricever un'accoglienza attenta e amichevole. Il principale servizio offerto letto e prima colazione, ma su richiesta gli ospiti potranno anche pranzare con i proprietari gustando le prelibatezze della signora Vinci. Indirizzo: Via Itria, 22 Telefono e Fax: Tel: 0965 594384 Cell: 3207864957 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it E-Mail: domusitria@email.it Categoria / Stelle: ICat. Prezzo: Singola: 30,00/45,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Villa MiriamIl BB Villa Miriam si trova a Reggio Calabria. Esso situato in una zona molto strategica: nel centro cittadino, a pochi metri dal Centro Direzionale (Ce.Dir.), nelle vicinanze del Tribunale, del Palazzo della Provincia, delle zone di maggior interesse e di spicco della citt, a ridosso dai vari svincoli autostradali. Indirizzo: Via S. Anna II Tronco C.da Falcone, 8 Telefono e Fax: Tel: 0965 896498 Sito Web: www.bbvillamiriam.it E-Mail: villamiriam@virgilio.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 25,00/40,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Villa RosaBB Villa Rosa Indirizzo: Via Casa Savoia trav. privata,22 Catona di Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0965370746 Cell: 3393022230 E-Mail: Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Servizi: OSPITALITA'
ArcheIndirizzo: Via Sbarre Sup. 61/C Telefono e Fax: tel: 0965/035325 cell: 340/3348169 cell: 377/1911004 Prezzo: Min: 40,00 Max: 60,00 OSPITALITA'
Ristorante Cotton ClubIndirizzo: Via D. Tripepi, 141 Telefono e Fax: Tel:0965 312416 Sito Web: immagini.paginegialle.it/visualsite/593/36/5011001/index.html E-Mail: cottonc7@gmail.com Prezzo: Prezzo medio 25,00 Servizi: OSPITALITA'
Hotel Lido Indirizzo: Via F. Cananzi 6 - Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: tel: 0965 25001 cell: 347 1314123 Sito Web: http://www.hotellidoreggiocalabria.it/ E-Mail: info@hotellidorc.it Categoria / Stelle: 3*** S Servizi: OSPITALITA'
Sing SongIndirizzo: Loc. Scin 89015 Palmi - Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: 0966 479638 - Fax: 0966 766624 - Tel. inv: 0966 766624 Cell: 328 9843479 Cell: 347 3910225 E-Mail: singsong@calabriaintour.it OSPITALITA'
Pizzeria PapeIndirizzo: Via De Nava Telefono e Fax: Tel:0965 28849 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria Pub CiromaIndirizzo: Via Aschenez, 5/A Telefono e Fax: Tel: 0965 332740 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria Al Settimo CieloIndirizzo: Via Stazione,21- San Gregorio Telefono e Fax: Tel. 0965 630253 Servizi: OSPITALITA'
B+B RhegiumIl BB Rhegium si trova nel cuore del Centro storico della citt, a 50 metri dal Museo Nazionale della Magna Grecia dove poter ammirare i Bronzi di Riace, a 100 metri dal Lungomare e dalla stazione Lido, accanto al Conservatorio di Musica e al Comando Prov. dei Carabinieri, a pochi passi dal Corso Garibaldi, via principale dello shopping e a 400 m dal Porto. La zona ampiamente servita dai mezzi pubblici con cui raggiungere in breve l'aeroporto (10 min) e la stazione centrale (5 min). Ai nostri ospiti offriamo delle accoglienti camere singole o doppie (alcune con bagno) e tutte con TV e climatizzatore. La colazione viene servita a scelta in camera, in sala o in veranda. Indirizzo: Via Verona, 2 Telefono e Fax: Tel: 0965 312294 Cell: 348 5616823 - 328 5386073 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it E-Mail: rhegium@alice.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 20,00/35,00 Servizi: OSPITALITA'
Aura Charter Aura Charter una societ di noleggio imbarcazioni SERVIZI OFFERTI Locazione e Noleggio imbarcazioni a vela Calabria, Sicilia ed isole Eolie Transfer da e per tutti gli aeroporti di Calabria e Sicilia Servizio di trasferimento imbarcazioni a vela o a motore Tour e Transfer in Elicottero Crociere enogastronomiche e culturali Regate di altura, organizzazione eventi e Team building aziendali Formula Boat Breakfast a Reggio Calabria Cene private a lume di candela con servizio catering Battute di pesca Itinerari: Itinerari vela Isole Eolie e Sicilia Itinerari Isole Eolie Itinerari Taormina Itinerari Scilla e Cariddi Indirizzo: La base presso il porto di Reggio Calabria Telefono e Fax: tel: +39 0965 761310 cell: +39 320 7517543 Sito Web: www.auracharter.it E-Mail: info@auracharter.it OSPITALITA'
B+B Esperia Il BB Esperia situato in zona centrale, a due passi dal lungomare alle spalle dei Carabinieri vicino il conservatorio di musica. Le stanze con vista sullo stretto sono molto accoglienti, climatizzate e dotate di TV schermo piatto. Grande cura mettiamo nelle prime colazioni servite nell'ampio terrazzo con prodotti fatti in casa marmellate ciambelle e spremute d'arancia. Indirizzo: Via Dalmazia, 16 Telefono e Fax: Tel:0965 810885 Cell: 3297172649 Categoria / Stelle: II Cat. Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Il DucaleIndirizzo: Corso Vittorio Emanuele III, 13 Telefono e Fax: Tel: 0965 891520 Sito Web: www.ristoranteilducale.com E-Mail: informazioni@ristoranteilducale.com Prezzo: Prezzo medio 15,00 - 20,00 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria Napoli + NapoliIndirizzo: Via S. Caterina, 90 Telefono e Fax: Tel: 0965 45324 - Cell: 3409724444 E-Mail: diano.maurizio@libero.it Servizi: OSPITALITA'
La Perla JonicaIndirizzo: Via Nazionale, Loc. San Pasquale 89035 Bova Marina ( RC ) Telefono e Fax: Tel: 0965 764319 OSPITALITA'
Ristorante Birri BastaIndirizzo: Via Cattolica dei Greci, 5 Telefono e Fax: Tel:0965 331700 Servizi: OSPITALITA'
Al Cortiletto AffittacamereIl Room and Breakfast Al Cortiletto, si trova in un prestigioso palazzo dei primi del novecento, restaurato di recente, nel cuore del centro storico di Reggio Calabria, a pochi passi da Piazza Duomo, dalla Stazione Centrale, dal Corso Garibaldi che la principale via della citt e a 100 metri dal lungomare. La sua posizione strategica consente di visitare il Museo, il Castello Aragonese, il Duomo, il Teatro Comunale, la Villa comunale, Villa genovese Zerbi, le Mura Greche, l'Universit per stranieri Dante Alighieri, la Facolt di Giurisprudenza e frequentare i famosi lidi del lungomare che di giorno sono comode strutture balneari e di notte si trasformano in una sfrenata movida: tutto a 5 minuti a piedi. L'immediata vicinanza della struttura a tutte le attrattive cittadine, vi consentir di vivere la citt dal mattino fino a tarda notte. Indirizzo: Via San Francesco da Paola n51 Telefono e Fax: Cell: 3299805476 Fax:0965 923324 Sito Web: www.alcortiletto.it E-Mail: info@alcortiletto.it Categoria / Stelle: I Cat. Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Il Fiore del CapperoIndirizzo: Via Zaleuco, 7 Telefono e Fax: Tel: 0965 20955 E-Mail: ilfioredelcappero@libero.it Prezzo: Prezzo medio 28,00 - 30,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Villa AnnaIndirizzo: Via Dalmazia, 16 Telefono e Fax: Tel:0965 813115 Cell: 3332459930 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it Categoria / Stelle: II Cat. Servizi: OSPITALITA'
B+B Bella ReggioIl bed and breakfast Bella Reggio si trova nel cuore di Reggio Calabria accanto alla vicina Piazza Del Popolo. Situato in posizione strategica, dista 500 metri dalla stazione ferroviaria Reggio Calabria Lido; 600 metri dagli svincoli autostradali Reggio Calabria Portanova; 300 metri dalla centralissima Piazza De Nava e dal ricco Museo Reggino Della Magna Grecia e dal Corso Garibaldi; 200 metri dal Lungo Mare Falcomat e dalle sue spiagge e lidi; 500 metri dall'ospedale e 3 Km dall'aeroporto Tito Minniti. Tutti questi punti sono ben raggiungibili attraverso i collegamenti con bus e taxi presenti in citt e facilitati dalla fermata del bus stesso proprio davanti al cancello d'ingresso della struttura. Indirizzo: Via Demetrio Salazar, 5 Telefono e Fax: Tel: 0965 920305 - Tel: 0965 313288 Cell: 3288376073 - Cell: 3288425269 Fax: 0965 312751 Sito Web: www.bellareggio.it E-Mail: francesco-modafferi@ngi.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 30,00/45,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Al Portanova Indirizzo: Via Cardinale Portanova Telefono e Fax: Tel: 0965 896982 Cell: 3452443197 - Cell: 3395626227 Sito Web: www.alportanova.it E-Mail: info@alportanova.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 30,00/60,00 OSPITALITA'
Ristorante La GiaraIndirizzo: Via Baraccone, 19 Telefono e Fax: Tel: 0965 682502 Sito Web: www.paginegialle.it/lagiararc Servizi: OSPITALITA'
B+B Piazza CarmineIl BB piazza carmine situato nel cuore del centro storico di Reggio Calabria, a pochi passi dal Duomo, a piedi si possono raggiungere il corso Garibaldi, Lungomare e i vari Lidi, Stazione Centrale, Teatro comunale Cilea, Museo Nazionale, Stadio Comunale, Universit per Stranieri Dante Alighieri e la Facolt di Giurisprudenza. Situato in un appartamento completamente ristrutturato al primo piano con ascensore, gradevolmente arredato, dispone di quattro camere matrimoniali con possibilit di terzo e quarto letto aggiunto. Sarete accolti in un ambiente cordiale e familiare. Tutte le camere ampie e luminose, sono dotate di bagno privato con doccia asciugacapelli e servizio cortesia , aria condizionata e tv. A disposizione degli ospiti la cucina completamente attrezzata. La prima colazione viene servita in struttura convenzionata. Indirizzo: Via Arcovito, 37 Telefono e Fax: Cell: 3924623813 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it E-Mail: bedpiazzacarmine@libero.it Categoria / Stelle: ICat. Prezzo: Singola: 25,00/35,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B La Collina FeliceLa struttura del bb La Collina Felice collocata in una villa in campagna ad 1 Km dal mare. Residenza ideale che gode di uno scenario naturale davvero speciale, la dimensione che si vive di assoluto relax,lontano da qualsiasi rumore in una natura ancora incontaminata con alle spalle la frescura del verde delle montagne e di fronte lo scenario dello stretto di Messina e del Vulcano Etna . Lospite che soggiorna in villa potr usufruire di una bellissima piscina al bordo della quale godr del panorama mozzafiato; forno a legna, barbecue, sala biliardo, sala lettura, ping-pong, calcio balilla, play station. La struttura si trova a meno di 4km dall'aereoporto e 1km dalla stazione. Le camere elegantemente arredate con mobili in arte povera sono dotate di tutti i confort,bagno con doccia idromassaggio, aria climatizzata, tv plasma satellitare,internet point, cassetta di sicurezza, frigobar. Indirizzo: Via Loggia, 2 - Pellaro Telefono e Fax: Tel: 0965 357408 Sito Web: http://www.lacollinafelice.it/ E-Mail: Info@lacollinafelice.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 22,00/35,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Il PalmentoIndirizzo: Via Macellari - Pellaro Telefono e Fax: Cell:3666054188 Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 35,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Mare NostrumIndirizzo: Via Villaggio Limoneto,49 - Catona Telefono e Fax: Tel:0965 600225 Cell: 3343010141 Sito Web: www.mare-nostrum.it E-Mail: info@mare-nostrum.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 20,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante La CapannaIndirizzo: Via Vecchia Provinciale, 54 Telefono e Fax: Tel: 0965 674021 E-Mail: ristorantelacapanna@alice.it Servizi: OSPITALITA'
B+B Suite 70Il comfort di un hotel, il calore di una casa. Da questa filosofia nasce Suite 70, luxury BB sito nel cuore di Reggio Calabria. Gli ambienti sono un perfetto mix di design, arte e tradizione e creano unatmosfera di grande charme abbinata a servizi da grande albergo. Indirizzo: Corso Garibaldi, 70 Telefono e Fax: Tel: 0965 896674 Cell: 3332697538 Sito Web: www.suite70.it E-Mail: info@suite70.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 40,00/120,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Casa RetezIl BB Casa Retez ospitato nella casa di campagna della famiglia Retez che la signora Rachele ha appena recuperato con lavori di ristrutturazione integrale. La casa costruita sul finire degli anni 30, situata sulle colline della citt di Reggio Calabria, alle pendici dellAspromonte, a 7 Km dal centro storico. La casa disposta su due piani, circondata da un vasto giardino ed offre un parcheggio interno. Al piano terra ubicato un salone con caminetto e comodi divani per il relax, una stanza da pranzo dove viene servita la prima colazione, la cucina ed i servizi igienici. Al piano superiore si trovano quattro camere arredate nello stile dellepoca della casa e due bagni. A circa 4 Km, in localit Ort, si trova un campo da golf ed il nuovissimo monastero della Visitazione delle suore di clausura. Continuando la risalita dellAspromonte in pochi minuti si raggiunge la localit turistica di Gambarie dove si praticano lo sci ed altri sport invernali. Questi luoghi offrono al visitatore ospitalit e cortesia, panorami stupendi e prodotti tipici calabresi. La posizione del BB Casa Retez, offre a breve distanza le spiagge calabresi di Jonio e Tirreno, le montagne dellAspromonte per escursioni indimenticabili e sport invernali. Indirizzo: Via Reggio Campi II Tronco, 21 Localit Terreti Telefono e Fax: Tel: 0965 681362 Cell: 3408383571 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it E-Mail: casaretez@gmail.com Categoria / Stelle: IICat. Prezzo: Singola: 30,00/50,00 Doppia: 40,00/60,00 Servizi: OSPITALITA'
Locauto Rent AutonoleggioIndirizzo: Aeroporto - via Provinciale Ravagnese, 11 Stazione C.le- Piazza Garibaldi Telefono e Fax: Tel:0965 643134 Cell: 3287047040 Sito Web: www.autonoleggioincalabria.com OSPITALITA'
Santa CaterinaIndirizzo: Via Santa Caterina, 187 Telefono e Fax: Cell: 340/7130171 Sito Web: http://www.bb-santacaterina.it/ e-mail: info@bb-santacaterina.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 25,00/90,00 OSPITALITA'
B+B Un Angolo di  ParadisoIl BB situato a Pellaro, in una Villa caratterizzata da unincantevole Loggia aperta sul mare e gode di un panorama particolare e suggestivo, quasi unico, sullo stretto Reggio-Messina, al quale si ispirato il nome della nostra struttura. La posizione strategica permette di raggiungere velocemente il centro storico di Reggio Calabria, Gambarie DAspromonte,Scilla, Bagnara, e molte altre localit turistiche. Indirizzo: Via Loggia, 36- Pellaro Telefono e Fax: Tel:0965 359304 Cell: 3402347920 Sito Web: www.angolodiparadiso-rc.it E-Mail: info@angolodiparadiso-rc.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 20,00/30,00 Servizi: OSPITALITA'
Airport HouseIndirizzo: Via Ravagnese, 221- Reggio Calabria Telefono e Fax: tel. 0965/644646 - cell. 393/5408307 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it E-Mail: Categoria / Stelle: 1 Cat. Prezzo: da 70,00 a 130,00 OSPITALITA'
HappyCarIndirizzo: Telefono e Fax: Tel:0800.581442 Sito Web: www.happy-car.it/ OSPITALITA'
BACIndirizzo: Via Paolo Pellicano, 26/F Telefono e Fax: cell: 3476063303 Prezzo: Min: 35,00 Max: 90,00 OSPITALITA'
Pizzeria CharlieIndirizzo: Via Gen. Tommasini, 8 Telefono e Fax: Tel: 0965 22805 E-Mail: charliesnc@tiscali.it Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Senza TempoIndirizzo: Via Gelsomino, 45 Telefono e Fax: Tel:0965 923004 Sito Web: www.barsenzatempo.com Servizi: OSPITALITA'
Gran Capitano Room+BreakfastIl Gran Capitano situato nel centro della citt, a 200 m dal Duomo e dal Corso Garibaldi. A piedi possibile raggiungere il bellissimo lungomare dove potrete vedere le terme greche e le mura romane o prendere il sole sulla spiaggia attrezzata di lidi ammirando il panorama mozzafiato dello stretto di Messina. A poco piu' di un 1 Km troverete il Museo Nazionale della Magna Grecia dove sono custoditi oltre ai celebri Bronzi di Riace, tesori inestimabili dell'et classica. La stazione centrale dista solo 1 km e la strada per raggiungere il BB prevalentemente pianeggiante. Tutti i negozi ed i servizi della citt sono a portata di mano. L'aereoporto invece si trova a sud zona Ravagnese e con il taxi o in bus ci vogliono 15-20 minuti. Indirizzo: Via G. Spagnolio, 22 - Reggio Calabria Telefono: Tel:389.8376624 Sito Web: www.grancapitano.com E-Mail: info@grancapitano.com Servizi: OSPITALITA'
B+B BellevueNello spettacolare e suggestivo paesaggio dello Stretto, immerso tra il profumo della vegetazione e l'odore della brezza marina si colloca il nostro Bed Breakfast BelleVue. Il BB BelleVue situato in un punto strategico di Reggio Calabria, facilmente raggiungibile sia dall'aeroporto che dalla stazione e dal porto. Gli interni di BelleVue sono molto curati, moderni e ricchi di diversi comfort. Sono presenti ben quattro camere per un totale di otto posti. Ogni camera dotata di bagno privato, aria condizionata, televisione. E' presente inoltre un'ampia veranda che si affaccia sul bellissimo paesaggio dello Stretto, uno tra i pi bei spettacoli che il nostro paese ci offre. L'appartamento stato progettato in perfetto equilibrio con il paesaggio circostante, tenendo conto dei vostri desideri di libert, divertimento, relax. E' disponibile addirittura un personal computer con accesso ad internet, utile specialmente ai professionisti che hanno bisogno di controllare la posta elettronica o rimanere in contatto telematico con la propria azienda. Indirizzo: Via S.Anna II Tronco c/da Falcone 4, piano 6 Telefono e Fax: Tel: 0965 897196 Sito Web: www.principato.org E-Mail: info@principato.org Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 25,00/40,00 Servizi: OSPITALITA'
Bus turisticoReggio City tour un servizio volto a soddisfare le esigenze di mobilità dei turisti. Il bus percorre un lungo itinerario e prevede l'attraversamento del Centro Storico consentendo ai turisti di vedere le bellezze della nostra citt. Il bus cabrio dotato di audioguida in 5 lingue ed ha una capienza di 32 passeggeri. Il city tour fa ormai parte del panorama reggino e viene sempre pi apprezzato dai turisti e da chi vuole vedere Reggio Calabria da un altro punto di vista. Il servizio attivo 7 giorni su 7. Una linea che permette, con due corse giornaliere per tutta l estate (ore 18.30 ed ore 19.30), di scoprire il centro storico di Reggio Calabria, partendo da Piazza Indipendenza per un itinerario che si snoda attraverso i luoghi dinteresse pi suggestivi ed importanti della citt: lArena dello Stretto le Mura Greche, le Terme Romane, Piazza Garibaldi, la Villa Comunale, Piazza Duomo, Piazza Castello, Piazza Italia, il Teatro Comunale, Piazza de Nava-Museo Archeologico per poi concludersi a Piazza Indipendenza. La linea, attraversa le arterie principali della citt, porta gli ospiti alla scoperta anche di altri monumenti e palazzi dinteresse storico. Un itinerario archeologico-artistico per chi ha poco tempo a disposizione e vuole conoscere la citt attraverso i suoi monumenti pi noti per prendere spunto, durante il percorso in bus, di cosa approfondire poi in modo autonomo. Il commentario si pu scegliere in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo. OSPITALITA'
La Casa di ErmelindaBB La Casa di Ermelinda Indirizzo: Via Villini Svizzeri,8 - Reggio Calabria Telefono e Fax: cell: 3406500614 - 3475063650 Categoria / Stelle: 2a categoria OSPITALITA'
Ristorante Arca di JoliIndirizzo: Via S. Barbara, 13 Telefono e Fax: tel:0965 682156 Sito Web: www.arcadiioli.it E-Mail: info@arcadiioli.it Servizi: OSPITALITA'
Miraglia 19 AffittacamereIl Room Brekfast Miraglia 19 si trova nel cuore del centro storico di Reggio Calabria di fronte la Posta Centrale,ad un passo da Piazza Italia,dal Teatro Cilea e da Palazzo Zani, oggi sede della Facolt di Giurisprudenza. Si compone di sei camere arredate con raffinata eleganza in stile moderno, per offrire agli ospiti confort e servizi di qualit. Ogni camera dotata di bagno privato, TV LCD, frigobar, aria condizionata. Da Miraglia 19 con piacevoli passeggiate a piedi possibile raggiungere: Villa Zerbi, il Museo della Magna Grecia, le mura greche,il lungomare con i suoi lidi e la sua movida o fare shopping sul Corso Garibaldi, la pi importante strada della citt. Inoltre dista 500 m. dalla Stazione Centrale e dal Porto e facilmente raggiungibile dall'aereoporto. Indirizzo: Via Miraglia 19 - RC Telefono e Fax: Cell: 327 5490680 Sito Web: http://www.welcometorc.it/miraglia/ E-Mail: miraglia19@welcometorc.it Categoria / Stelle: I Cat. Servizi: OSPITALITA'
B+B High DefinitionBB High Definition Indirizzo: via Nazionale,317 Pellaro di Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell: 3470009345 Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Servizi: OSPITALITA'
Hotel Residence AlpaIndirizzo: Via Sbarre Centrali, 591 Telefono e Fax: Tel: 0965 57756 -Fax: 0965 47121 Sito Web: www.hotelresidencealpa.it E-Mail: info@hotelresidencealpa.it Categoria / Stelle: 3*** Servizi: OSPITALITA'
Al Torrione AffittacamereAl Torrione una nuovissima struttura situata nel centro storico della citt in adiacenza al Tapis-rouland. Il servizio dellalbergo unito a confort ed eleganza. Le 5 suite matrimoniali ed un mini appartamento di primo livello offrono: aria condizionata (caldo/freddo), tv lcd, servizio internet wi-fi, servizio mare, servizio taxi. Le camere sono dotate di bagno privato con piatto doccia, fon e linea cortesia. Pulizia, cambio biancheria da bagno e lenzuola sono giornalieri. Una comoda prima colazione viene preparata e servita dal nostro personale in una luminosissima sala che si affaccia sulla via Torrione e sulla via Giudecca. Nei mesi estivi la colazione viene servita nel terrazzo privato attrezzato a verde e solarium. Il servizio interno offre inoltre: convenzioni con stabilimenti balneari, convenzioni con ristoranti di 1 livello, servizio noleggio autovetture, taxi da/per aeroporto e stazione ferroviaria, servizio noleggio barche e gommoni, servizio agenzia viaggi. Il comodo salotto nella hall dingresso permette guardare la tv, consultare un quotidiano, ricevere ospiti, intrattenere colloqui di lavoro ecc. Lampio terrazzo comodamente attrezzato offre la possibilit di prendere il sole, leggere in relax e ricevere eventuali ospiti, nonch di gustare un comodo aperitivo nelle ore serali. Ladiacenza al Tapis-rouland permette di raggiungere in pochi secondi il Corso Garibaldi, il Lungomare Falcomat, il Castello Aragonese, il Museo della Magna Grecia, le Mura Greche, le Terme Romane, la Cattedrale ed infine Piazza Italia con i palazzi governativi di Comune, Provincia e Prefettura. Indirizzo: Via Giudecca n.32 Telefono e Fax: Tel.: +39 0965 1892237 Tel.:+39 389 0514721 E-Mail: altorrionehouse@libero.it Prezzo: Camera doppia uso singola: 40,00 Camera doppia : 60,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B La MagnoliaIl Bed and Breakfast La Magnolia si trova all'interno di un esclusivo complesso residenziale nella zona Nord della citt, a pochi passi da una piccola spiaggia lambita da un mare cristallino dove possibile osservare il suggestivo panorama dello Stretto. L'area, denominata Pentimele, servita da Bus di linea urbana, Supermarket, Parrucchiere, Bar, Edicola, Ristoranti e Pizzerie. Per gli amanti dello sport e del tempo libero si segnalano nelle immediate vicinanze i circoli del Bridge, del Tennis e Nautico, il Palasport Pentimele e piste di Automodellismo. Indirizzo: ViaZona Ind. 62 Telefono e Fax: Tel: 0965 42763 Cell: 3492875661 Sito Web: bblamagnolia.blogspot.com Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 35,00/60,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante La Cantina della SuoceraIndirizzo: Via dei Pritanei, 10 Telefono e Fax: Cell: 3335919105 E-Mail: franco_s19@yahoo.it Prezzo: Prezzo medio 20,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Il Balcone Sullo StrettoIndirizzo: Viale Zerbi,13 - 1 piano Telefono e Fax: Cell: 3204759304 E-Mail: ilbalconesullostretto@virgilio.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 40,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Hostaria del Borgo AnticoIndirizzo: Via C. Portanova, 106 Telefono e Fax: Tel: 0965 895091 Cell: 3408627441 Prezzo: Prezzo medio 12,00 Servizi: OSPITALITA'
La Stella del SudLa cornice dello Stretto offre un eccezionale panorama facilmente usufruibile per gli ospiti del BB La Stella del Sud. Situato in un punto nodale di comunicazione, a pochi minuti dallaeroporto di Reggio Calabria, vicino al centro della citt, alla Scuola Allievi Carabineri e soprattutto al Mare Jonio, il Bed and Breakfast, al terzo piano di un edificio di recente costruzione, dispone di ascensore e di un ampio parcheggio privato custodito. Le camere, ampie, curate, luminose e arredate seguendo i canoni di uno stile moderno, dispongono di frigorifero, televisore e climatizzatore, infissi in vetrocamera e zanzariere. Servizio Internet in camera via cavo, Servizio navetta da e per laeroporto, stazione ferroviaria e centro storico della citt di Reggio Calabria gratuito. Indirizzo: Via Maldariti, 18/A Telefono e Fax: Tel: 0965 644478 Cell: 3360283921 - Cell:3293864438 Sito Web: www.bblastelladelsud.altervista.org E-Mail: lastelladelsud@noinelweb.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 35,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Indirizzo: Via Arangea, 126 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel. 0965 643855 Cell. 3486055716 3480564749 Sito Web: www.latorrelaprincipessa.it E-Mail: info@latorrelaprincipessa.it Categoria / Stelle: 2 Cat. Prezzo: Singola: 25,00/40,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B La Casa di AnnaIl BB La Casa di Anna situato in pieno centro a 250 m dal museo, 100 m dal lungomare. Le sue stanze offrono un arredamento elegante e molto confortevole e sono dotate di bagno in camera, televisore, aria condizionata. Durante il periodo estivo possibile noleggiare motoscafi per escursioni in Sicilia o per battute di pesca d'altura. Indirizzo: Via D. Tripepi, 62/c Telefono e Fax: Cell: 3477540900 Sito Web: www.casadianna.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 30,00/40,00 Servizi: OSPITALITA'
Acquamarina Room + BreakfastIl room breakfast ACQUAMARINA offre la possibilit di alloggiare in un moderno palazzo nel centro di Reggio Calabria, a pochi passi dalla via principale della citt. Le camere, luminose e accoglienti, tutte con bagno privato, sono dotate di ogni confort (frigo, aria condizionata, linea internet e televisione). Situato a pochi passi dall'incantevole lungomare, che D'Annunzio defin il pi bel chilometro d'Italia, oggi dotato di strutture balneari alla moda che in estate offrono diversificate possibilit di divertimento fino a trasformarsi di notte in una sfrenata movida. ACQUAMARINA facilmente raggiungibile dall'autostrada Salerno - Reggio Calabria, ben servito dai bus, con ampia possibilit di parcheggio, e si trova nelle immediate vicinanze del Porto dal quale possibile raggiungere la Sicilia e le Isole Eolie. Indirizzo: Via Georgia, 16 89100 Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell: 349 3525222 E-Mail: acquamarina_rc@alice.it Servizi: OSPITALITA'
Il pesce spadaIl pesce spada un pregiato piatto tipico calabrese, viene pescato a Reggio Calabria e nella sua provincia con le tradizionali imbarcazioni che assumo diversi nomi quali Passerelle, Feluche, o pi diffusamente Spatare; il pescespada spesso in Calabria oggetto di sagre e feste popolari durante i mesi estivi. Viene pescato anche a nella zona nord di Messina, sull'altra sponda dello Stretto.Lo Stoccafisso un merluzzo essiccato che costituisce la base di molti piatti tipici della cucina calabrese.E' un alimento molto gustoso con un contenuto energetico molto importante.Il Pesce Stocco pi rinomato quello di Mammola e di Cittanova in provincia di Reggio Calabria,dove ogni anno si svolge la tradizionale Sagra dello stocco, meta di turisti e buongustai. OSPITALITA'
B+B La VelaDirettamente sulla spiaggia di Pellaro, a circa 10 minuti dal centro della citt di Reggio Calabria, si trova il BB La Vela: una struttura ricettiva autorizzata 1 categoria, con camere doppie, triple e singole dotate di servizi privati, climatizzatore, TV, Internet WiFi. La prima colazione pu essere consumata nell'accogliente soggiorno o nell'ampia terrazza sul mare dello Stretto, da dove si gode l'impareggiabile panorama della Sicilia e dell'Etna. La struttura, adiacente ad uno dei maggiori centri sportivi della Calabria per gli sport acquatici (wind e kite surf, vela, wakeboard, diving), dista solo 5 minuti dall'areoporto di Reggio Calabria e poco pi dal centro di una citt che sempre pi offre al turista cultura e divertimento. Il BB La Vela si trova vicino anche alla zona grecanica, cuore della Calabria antica, ove ancora si conservano tradizioni, usi e lingua di una remota e mitica realt. Sono pertanto possibili escursioni e passeggiate naturalistiche in questi centri suggestivi, con pacchetti di trekking a piedi, con l'asino o in mountain-bike alla scoperta delle bellezze ambientali e culturali del Parco Nazionale dell'Aspromonte, con degustazione di prodotti tipici e della cucina tradizionale. Indirizzo: Via Bosco Pellaro, 66 Telefono e Fax: Tel:0965 359455 Cell: 3358278585 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 25,00/50,00 Servizi: OSPITALITA'
AfroditeIndirizzo: Localit Marina di Caulonia Lungomare Sud 89040 Caulonia Telefono e Fax: Tel: 0964 82451 - Fax: 0964 82451 Tel. inv: 339 5691709 OSPITALITA'
Autolinee TripodiIndirizzo: Via Nazionale Pentimele,179 89100 Reggio Calabria Telefono: Tel: 0965 46100 Tel: 340 3128525 Sito Web: www.autolineetripodi.com E-Mail: autolineetripodi@alice.it OSPITALITA'
Town House CavourNel centro storico di Reggio Calabria, adiacente alla piazza del Duomo, nasce TownHouse Cavour: un prestigioso appartamento di 150 mq, situato nel cuore della citt, in prossimit del lungomare Il pi bel chilometro d'Italia. Recentemente restaurata questa residenza stata trasformata in un accogliente bed breakfast di charme dove, nellatmosfera di una casa privata, sono offerti tutti i comfort della pi moderna ospitalit alberghiera. Fascino, eleganza, un'attenta cura per i dettagli e la raffinatezza dei particolari distinguono larredo di ognuna delle camere, tutte con ampio bagno privato, che si sviluppano attorno ad unarea centrale, illuminata da un grande lucernario. TownHouse Cavour ha subito un processo di restauro che si sviluppato con lintento di preservare e rispettare i prestigiosi dettagli esistenti, dando vita ad una rigenerazione secondo il rispetto del luogo e al contempo secondo i canoni di unestetica moderna e contemporanea, trasformando lappartamento nel posto ideale per trascorrere un soggiorno indimenticabile. Brochure Indirizzo: Via Cavour, 19 89127 Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel. 0965028235 Fax 0965022945 Cell.: 3314183144 Sito Web: www.townhousecavour.it E-mail: info@townhousecavour.it Categoria / Stelle: 2 categoria Prezzo: Singola: 80,00 Doppia: 120,00 Tripla: 150,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B 96 Guest HouseBB 96 Guest House Indirizzo: Via del Torrione,96 - 89100 Reggio Calabria Sito Web: http://www.bbexperience.it/96GuestHouse.aspx Telefono e Fax: Cell: 346/6417707 - 3299805476 Categoria / Stelle: I Cat. OSPITALITA'
La VignaIndirizzo: Stada Statale 106, Km 14 - Bocale di ReggioCalabria Telefono: cell: 320/6764567 OSPITALITA'
Pizzeria DesiderioIndirizzo: Via Loreto, 15 Telefono e Fax: Tel: 0965 620140 Servizi: OSPITALITA'
Bovalino Indirizzo: Via Aldo Moro, 89034 Bovalino (RC) Telefono e Fax: Tel: 0964 679480 Fax: 0964 679481 Sito Web: www.villaafrodite.it E-Mail: hotel@villaafrodite.it Stelle: 5***** Servizi: OSPITALITA'
Ristorante DiapasonIndirizzo: Via Amerigo Vespucci, 10B Telefono e Fax: tel: 0965.894057 Tipologia Impianto: 25 coperti OSPITALITA'
Pizzeria Il RusticoneIndirizzo: Via Santa Caterina 29 Telefono e Fax: Cell: 3395008273 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Trattoria Del Pesce FrescoIndirizzo: Via F.lli Cairoli, 7 - 89127 Reggio Calabria (RC) Telefono e Fax: tel: 0965 890420 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria MianIndirizzo: Via S. Anna II Tronco 195 Telefono e Fax: Tel: 349/6431366 Servizi: OSPITALITA'
Pub FadoIndirizzo: Via Zecca Telefono e Fax: Cell: 346 5126481 Servizi: OSPITALITA'
Buona CalabriaIndirizzo: Via Marsala n.20 Telefono e Fax: Tel: 0965 334433 Fax: 0965 334433 E-Mail: ristorantebuonacalabria@albanuovahotel.it OSPITALITA'
Latte di mandorlaIngredienti: Mandorle dolci In un tegame porre dell'acqua a bollire, versare le mandorle e lasciare bollire per pochi minuti, quindi scolarle, spellarle e pestarle in un mortaio. Porre il trito su un fazzoletto di tela a trama larga, e strizzando bene immergerlo ripetutuamente in un recipiente con acqua fresca fino a quando l'acqua del recipiente non si colorata di un bel bianco. Ecco pronto un dissetante, gustoso e genuino latte di mandorla. OSPITALITA'
Possidonea 28 AffittacamereIn una delle vie pi antiche ed importanti di Reggio Calabria sorge il Bed Breakfast Possidonia 28 che proprio dalla strada, intitolata al dio del mare Poseidon, prende il nome. Al centro della citt, a pochi passi dal Corso Garibaldi e del Lungomare Falcomat, poseidon 8 una struttura completamente nuova ed accogliente, con quattro stanze dotate di tutti i comforts ed un ampio cortile interno accuratamente rifinito, dove possibile gustare un'abbondante prima colazione al fresco di un'assolata giornata reggina. Indirizzo: Via Possidonea 28 C - 89125 Reggio Calabria Telefono e Fax: cell: 3479459210 - 3394104990 Sito Web: www.possidonea28.it E-Mail: info@possidonea28.it Servizi: OSPITALITA'
B+B Il Profumo di Bergamotto Il bb Profumo di Bergamotto si trova in una villetta indipendente, con ampia veranda. La Villetta, luminosa e soleggiata con posizione panoramica sul mare,dispone di quattro camere doppie e due bagni di cui uno(ensuite). Le camere, denominate: Essenza-Zagara-Citrus-Pomo di Afrodite, sono finemente arredate in stile etnico e aromatizzate al profumo del bergamotto, con ingresso indipendente e senza vincolo di orario notturno, dotate di TV, climatizzatore, frigo, cassaforte. Indirizzo: Via SS. 106 trav. II, 85 -San Gregorio Telefono e Fax: Cell: 3477153321 - Cell: 3288115331 Categoria / Stelle: II Cat. Sito Web: www.bed-and-breakfast.it Prezzo: Singola: 25,00/50,00 Doppia: 32,00/64,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B H224BB H224 Indirizzo: Via T. Gull,2 - Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell: 3939796149 E-Mail: Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Servizi: OSPITALITA'
B+B Villa AriannaBB Villa Arianna Indirizzo: Via Vecchia Provinciale Archi 32 RC Telefono e Fax: tel. 335/8415320 329/0805211 Prezzo: 30,00/50,00 OSPITALITA'
Ristorante Al TempiettoIndirizzo: Via Mura Greche (Lungomare Italo Falcomata') Telefono e Fax: Tel:0965 312925 - 0965 884288 Cell: 3467629830 Sito Web: www.ristorantealtempietto.com Prezzo: Prezzo medio 18,00 - 25,00 Servizi: OSPITALITA'
AbraCalabriaIndirizzo: via Provinciale Sala di Mosorrofa, 68/o Telefono e Fax: cell: 328/9145616 E-Mail: abracalabria.mail@libero.it categoria / Stelle: 1 Categoria OSPITALITA'
Pizzeria La TavernacciaIndirizzo: Via del Seminario, 5 Telefono e Fax: Tel: 0965 594093 - Cell: 3299089514 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria La MadonninaIndirizzo: Via Marina Gallico n. 37 Telefono e Fax: Tel: 0965 370023 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Cinese ShangaiIndirizzo: Via Giulia, 2 Telefono e Fax: Tel: 0965 330642 Servizi: OSPITALITA'
Jonio BluIndirizzo: SS 106 km 80 89032 Bianco (RC) Telefono e Fax: Tel: 0964 913284 - Fax: 0964 913285 E-Mail: jonioblu@tin.it OSPITALITA'
LEssenza B+B LESSENZA BB una struttura moderna, accogliente e completamente ristrutturata, sita al quinto piano di un elegante e riservato condominio, a pochissima distanza dallAeroporto dello Stretto Tito Minniti. Ubicata in posizione strategica, a circa 1 km dalluscita Arangea sulla tangenziale SS 106, che raccorda la zona sud della citt con lautostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, L'ESSENZA BB offre la comodit che ognuno ricerca. E' possibile, infatti, raggiungere in pochi minuti, in auto o con i mezzi pubblici, la cui fermata si trova di fronte allingresso dello stabile, il centro storico di Reggio Calabria e le sue bellezze artistico-culturali e ludiche, tra le quali il Museo della Magna Grecia con i Bronzi di Riace, lo spettacolare Lungomare Falcomat affacciato sullo Stretto di Messina e il Corso Garibaldi, via dello shopping [individua il tuoluogo d'interesse ed ottieni il percorso a te pi congeniale]. Studiata sia per lutenza turistica, che per quella business, LESSENZA BB composta da tre camere, ciascuna con bagno privato, modernamente arredate e dotate di ogni comfort e da unarea comune completa di attrezzature tecnologicamente avanzate a disposizione GRATUITAMENTE degli ospiti pi esigenti, come un personal computer All in one, una stampante, uno scanner, un fax, una TV LED 46 ed una connessione internet wireless ad alta velocit. Indirizzo: Via Arangea,5 89131 Reggio Calabria (Zona Aeroporto dello Stretto) Telefono e Fax: Tel: 0965/1970774 Fax: 0965/490332 Cell: 392 144.22.44 - 392 144.22.39 Sito Web: www.lessenzabb.com E-Mail: info@lessenzabb.com Categoria / Stelle: I Categoria Prezzo: Singola: 50,00/ 65,00 Doppia: 80,00/ 90,00 Tripla: 115,00 Servizi: OSPITALITA'
B+B Home Sweet Home Home Sweet Home una dimora situata a pochi km dal centro storico, in una villa immersa in un ampio giardino. Il bb ideale per trascorrere un soggiorno tra mare, cultura, tradizione e svago. Dispone di quattro ampie camere luminose ben arredate e climatizzate con bagno privato, dotato di doccia, tv. Indirizzo: Via dei Tulipani San Sperato Telefono e Fax: Tel:0965 673229 - Tel:0965 672236 Cell: 3406257559 Sito Web: www.homesweethomewanted.it E-Mail: home.sweet.home@virgilio.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 30,00/40,00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante La GrigliaIndirizzo: Via Nazionale Pellaro SS 106 Telefono e Fax: Tel: 0965 358122 Cell: 3289172893 E-Mail: lagrigliapellaro@libero.it Servizi: OSPITALITA'
Reggio Charter Indirizzo: Porto di Reggio Calabria, Banchina di Levante Telefono e Fax: Tel:0965 25262 Cell: 3283891813 Cell:3480832509 Cell:3331004630 Sito Web: www.reggiocharter.it E-Mail: info@reggiocharter.it OSPITALITA'
Ristorante Al Vecchio TorchioIndirizzo: Via Eremo Condera, 23 Telefono e Fax: Tel: 0965 896774 Prezzo: Prezzo medio 16,00 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria HarleyIndirizzo: Via Vallone Petrara, 33 Telefono e Fax: Tel: 0965 813007 OSPITALITA'
Pizzeria Pub Metropolitan PubIndirizzo: SS. 106 Jonica Pellaro Telefono e Fax: Tel: 0965 358831 OSPITALITA'
CasettazzurriBB CasettAzzurri si trova nel centro della citt di Reggio Calabria, pi precisamente nel caratteristico quartiere di Tremulini, nelle adiacenze di Piazza del Popolo e del suo vivace mercato, in uno storico appartamento degli anni '30 completamente ristrutturato nel 2012. BB CasettAzzurri mette a vostra disposizione due ampie e confortevoli camere, dotate al proprio interno di bagno privato completo, aria condizionata caldo/freddo, TV e WiFi gratuito; e poi l'abbondante colazione, con prodotti di qualit, servita ogni mattina nell'accogliente salone; ma soprattutto, la disponibilit e cordialit del titolare Michele, che vi aspetta per rendere il vostro soggiorno quanto pi gradevole possibile, offrendovi assistenza anche in spagnolo e in inglese. Indirizzo: Via Mattia Preti, 36 Telefono e Fax: cell: 327/0546186 Categoria / Stelle: 1actg. Prezzo: 35,00 (singola) - 55,00 (doppia) - 75,00 (tripla) Sito web: www.bbcasettazzurri.com/ Email: info@bbcasettazzurri.com Servizi: OSPITALITA'
B+B RCBB RC Indirizzo: Via San Francesco da Paola, 30 Telefono e Fax: cell: 349/4568944 Sito Web: http://bebrc.it/ e-mail: beb_rc@libero.it Categoria / Stelle: 2actg. Prezzo: Min: 40,00 Max: 60,00 OSPITALITA'
B+B E' un appartamento nuovissimo situato al 2 piano, circondato da un grande balcone con tavoli e sedie. E' possibile usufruire del giardino, cortile e zone relax al piano terra. Le camere sono: singole, doppie, triple, quadruple. Ogni stanza dispone di: bagno in camera, aria condizionata, televisione, frigorifero, parcheggio macchina dentro nostro cancello (fino ad esaurimento posti). Inoltre offriamo ai nostri clienti l'opportunit di utilizzare la cucina in comune, potendo fruire gratuitamente durante tutto il giorno di alcune bevande di base: latte, caff, te e fette biscottate. Indirizzo: Via Sant'Anna II Tronco - C/da Falcone, 8 - Rc Telefono e Fax: Tel:0965 896498 - Fax: 0965 896498 Cell: 347 7173682 Sito Web: www.bed-and-breakfast.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 25,00/45;00 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante EtolieIndirizzo: Via Cristoforo Colombo, 6 Telefono e Fax: Tel: 0965 312968 E-Mail: salaetoile@tiscali.it Servizi: OSPITALITA'
B+B Francesca e CristinaBed Breakfast Francesca e Cristina situato nel centro della citt di Reggio Calabria, si trova a poca distanza dal Museo Nazionale della Magna Grecia e offre una splendida vista sullo Stretto di Messina. Il BB facilmente raggiungibile dagli accessi autostradali, aeroportuali e portuali. Indirizzo: Via Tre Settembre, 26 Telefono e Fax: Tel: 0965 895365 Cell: 3494237213 Sito Web: www.bbfraecri.it E-Mail: info@bbfraecri.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 35,00/40,00 Doppia: 60,00/70,00 Servizi: OSPITALITA'
La Casa di LuceLa Casa di Luce, un bed and breakfast di prima categoria che nasce per dare ospitalit a chi per motivi di vacanza, di studio o di lavoro deve soggiornare a Reggio Calabria per diversi giorni o settimane. Si sviluppa in una casa antica, completamente ristrutturata. Sostenendo i principi dell'ospitalit e dell'accoglienza vuole esprimere i valori della popolazione locale contribuendo col suo stile semplice e familiare allo sviluppo dell'offerta turistica. Per tutti coloro che prenotano per almeno 3 notti a Reggio Calabria presso il bed and breakfast La Casa di Luce, il servizio navetta da e per l'aeroporto o la stazione ferroviaria GRATUITO. Indirizzo: Via Spirito Santo, 271 Telefono e Fax: tel: 0965/331419 cell: 329/4950523 Sito Web: http://www.lacasadiluce.com/ Categoria: 1a Prezzo: Min: 30,00 Max: 65,00 Servizi: OSPITALITA'
Al Terrazzo AffittacamereIndirizzo: Via XXV Luglio 1943, n 11 Telefono e Fax: cell: 3701028632 Sito Web: www.al-terrazzo.it E-Mail: info@al-terrazzo.it Categoria / Stelle: 2* stelle Prezzo: Singola: 35,00 - 70,00 Doppia: 50,00 - 100,00 Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria UnicitaIndirizzo: Via Santa Barbara, 13 - Gallina Telefono e Fax: Tel: 0965 680527 Sito Web: www.arcadiioli.it E-Mail: info@arcadiioli.it Servizi: OSPITALITA'
HeliosIndirizzo: Portigliola Marina 89040 Portigliola Marina (RC) Telefono e Fax: Tel: 0964 361140 - Fax: 0964 390433 OSPITALITA'
Hotel PrimaveraIndirizzo: Via Nazionale Pentimele, 177 Telefono e Fax: Tel: 0965 47081 - Fax: 0965 47121 E-Mail: primaver@netonline.it Categoria / Stelle: 3*** Servizi: OSPITALITA'
Pizzeria Penny BlackIndirizzo: Via Lia Tr. Giuffr -S. Brunello Telefono e Fax: Tel: 0965 45056 Servizi: OSPITALITA'
ArcobalenoIndirizzo: Strada Statale 106, 257 Pellaro - Reggio Calabria Telefono: cell:380/4531312 cell: 340/7616538 E-Mail: bb-arcobaleno@hotmail.it Prezzo: Singola: 25,00 - 50,00 Doppia: 40,00 - 80,00 OSPITALITA'
San FantinoIndirizzo: Localit Taureana di Palmi 89015 - Palmi (RC) Telefono e Fax: Tel: 0966 479729 - Fax: 0966 479430 Sito Web: www.campingsanfantino.it/web/ E-Mail: info@campingsanfantino.it OSPITALITA'
Seagull Bay Diving ResortIndirizzo: C.da Oliveto 89058 - Scilla (RC) Telefono e Fax: Cell: 328 7211372 - Fax: 0965 754033 Sito Web: www.seagullbay.org E-Mail: seagullbaydiving@libero.it OSPITALITA'
BartIndirizzo: Corso Garibaldi - Teatro F. Cilea Telefono e Fax: Tel:0965 332908 Sito Web: www.bartcafe.com E-Mail: carmelo.crucitti@libero.it Prezzo: Prezzo medio 10,00 Servizi: OSPITALITA'
Hotel Una Dimora di CharmeIndirizzo: Via Generale Tommasini, 3- Reggio Calabria Telefono e Fax: Tel: +39 0965 312443 - Fax: +39 0965 313587 - Mobile: +39 393 163 1477 Sito Web: http://www.unadimoradicharme.it/ E-Mail: info@unadimoradicharme.it Categoria / Stelle: 3*** OSPITALITA'
Pizzeria Lo SfiziettoIndirizzo: Via Reggio Campi II tronco, 11 Telefono e Fax: Tel: 0965 811934 OSPITALITA'
Mollys PubIndirizzo: Via Marina, 147 - Pellaro (RC) Telefono e Fax: Tel: 0965 359088 Servizi: OSPITALITA'
La Fenice AffittacamereStruttura che offre il confort di un mini hotel e il calore di un atmosfera familiare. La posizione centrale della Fenice consente di visitare il Museo della Magna Grecia, casa dei Bronzi di Riace, il Castello Aragonese testimonianza storica del nostro medioevo, poco distante si pu ammirare il Duomo in stile neo-romanico, il Corso Garibaldi via principale e salotto di Reggio Calabria, e il Lungomare Falcomata con i suoi splendidi Lid. Indirizzo: Via Filippini, 19 (vicino tapis roulant) 89125 Reggio Calabria Telefono e Fax: cell:3402903524 - 3316676194 Sito Web: www.fenicerc.it E-Mail: fenicerc@gmail.com Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 45,00 Doppia: 70,00 Servizi: OSPITALITA'
LightGuestHouseIl Light Guest House un nuovo spazio residenziale al centro della Citt alternativo al concetto di albergo, ideato per mettere lospite a proprio agio trasmettendo atmosfere di calda e raffinata eleganza unite ad alti livelli di comfort abitativo. Il Light si rivolge agli ospiti che amano il design e la tecnologia e che ricercano la qualit caratteristica dei servizi alberghieri. Uno spazio volutamente inconsueto scaturito da un concept iniziale che stato guidato da un chiaro obiettivo progettuale dellarchitetto Francesca Ignani: ottenere la definizione degli spazi mescolando le materie che compongono le superfici orizzontali e verticali. Queste sono pensate in successioni geometriche dalle linee rette che sono scandite ora dalla luce ora dalla materia. Il risultato un arredamento semplice ed elegante, caratterizzato dal luminoso bianco delle sedute in pelle, dei letti, delle pareti, degli arredi disegnati su misura che contrastano con il materico color Brown dei pavimenti. I servizi di accoglienza prevedono una luminosa hall con accesso diretto ad un piccolo giardino in terrazzo dove poter usufruire di gradevoli angoli per la lettura o per la prima colazione. Indirizzo: via Giuseppe De Nava 40 - Reggio Calabria Telefono/ Fax/Mail: Telefono: (0039) 0965 811982 Fax: (0039) 0965 313756 mobile: (0039) 331 8017073 Mail: prenota@lightguesthouse.it Sito Web: www.lightguesthouse.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzi: Camera doppia uso singola min. 80 / max. 100 Camera doppia min. 90 / max. 120 Suite min. 120 / max. 140 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Windy HillIndirizzo: Piazza San Francesco di Sales - Gallina Telefono e Fax: Tel:0965 682656 E-Mail: windyhill@live.it Prezzo: Prezzo medio 20,00 Servizi: OSPITALITA'
Hotel Residence SirioIndirizzo: Via Foro Boario, 16 Telefono e Fax: Tel: 0965 58058 - Fax: 0965 592599 Sito Web: www.sirioresidence.com E-Mail: info@sirioresidence.com Categoria / Stelle: 3*** Servizi: OSPITALITA'
Via del campoIndirizzo: Via Sbarre Inferiori 231/B Telefono e Fax: cell: 347/1413720 Categoria / Stelle: 2 Categoria Prezzo: 25,00/40,00 OSPITALITA'
Pizzeria Pub MamasIndirizzo: Viale Calabria, 347 Telefono e Fax: Tel: 0965 626000 Sito Web: www.pizzeriamamas.it Servizi: OSPITALITA'
Ristorante UllallaIndirizzo: Via Crisafi, 2 Telefono e Fax: Tel:0965 330455 Sito Web: www.ullalla.it Servizi: OSPITALITA'
Arena Ciccio Franco MULTIMEDIA
Absolute AffittacamereIndirizzo: Via Demetrio Tripepi n. 149 Telefono e Fax: cell: 3205643251 Prezzo: Singola: 65,00 - 80,00 Doppia: 90,00 - 120,00 Sito Web: http://www.welcometorc.it/absolute/ E-Mail: absolute@welcometorc.it Servizi: OSPITALITA'
CarniLa carne, molto apprezzata sia essa di agnello, capretto, bovino o di maiale. Quest'ultima viene utilizzata per mille lavorazioni, tra cui i salumi, che sono delle vere e proprie specialit: sopressate, salsicce, 'nduja'. Tra i formaggi, senz'altro il pecorino e le ricottine (sia fresche che salate) sono tra i pi gustosi e famosi. OSPITALITA'
Travel Car ServiceAutonoleggio con conducente Indirizzo: Aeroporto - via Provinciale Ravagnese, 11 Stazione C.le- Piazza Garibaldi Telefono e Fax: Tel:0965 643134 Cell: 3287047040 Sito Web: www.autonoleggioincalabria.com OSPITALITA'
Pizzeria Pub UllallaIndirizzo: Via Crisafi, 2 Telefono e Fax: Tel: 0965 330455 - 0965 332908 Sito Web: www.ullalla.it E-Mail: amministrazione@ullalla.it Servizi: OSPITALITA'
Gli UliviIndirizzo: via Trizzino di Terreti Telefono e Fax: tel: 0965/681188 Categoria / Stelle: 2categoria Prezzo: Min: 30,00 Max: 40,00 OSPITALITA'
B+B Sthephens Guest HouseStephens Guest House un confortevole BB di stile Anglosassone in un armoniosa fusione di cultura Calabrese e Inglese, lo stile di arredamento Nord Europeo con un bel giardino dove in primavera e in estate possibile consumare la prima colazione immersi in un frutteto di arance, kiwi, nespole, limoni, pompelmi e una grande variet di piante ornamentali e aromatiche, a pochi metri di distanza da un parco giochi per bambini, e nelle vicinanze di una ludoteca comunale con personale altamente qualificato, attiva anche nei mesi di vacanza. Indirizzo: Via S.Anna II Tronco Fondo Falcone,4/b Telefono e Fax: Tel: 0965 813514 Sito Web: www.guesthouse.rc.it E-Mail: info@guesthouse.rc.it Categoria / Stelle: II Cat. Prezzo: Singola: 25,00/40,00 Servizi: OSPITALITA'
La Perla dello JonioIndirizzo: Via Torrione 1/E Telefono e Fax: tel: 0965/21377 cell: 320/3577538 Categoria / Stelle: 1 Categoria Prezzo: Min: 30,00 Max: 50,00 Servizi: OSPITALITA'
AragoneseIndirizzo: Via Aschenez 180/C Telefono e Fax: tel: 0965/923046 cell: 349/7816151 cell: 328/8083829 Categoria / Stelle: 2 Categoria Prezzo: 25,00/50,00 OSPITALITA'
B+B La LuminosaIndirizzo: Via Giudecca, 1 Telefono e Fax: Cell: 3334684139 E-Mail: laluminosa@tele2.it Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: Singola: 62,00/82,64 Servizi: OSPITALITA'
Ristorante Musem CenterIndirizzo: Via V. Veneto, 52 (vicino Museo Magna Gracia) Telefono e Fax: Tel:0965 890986 E-Mail: museumcenter@libero.it Prezzo: Prezzo medio 12,00 Servizi: OSPITALITA'
Chateau AffittacamereChateau LAffittacamere Chateau situato nel cuore pulsante di Reggio Calabria. Appena ristrutturato, apre le sue finestre sulla suggestiva Piazza Castello ed i suoi dintorni. A pochi passi dal Corso principale e dalChilometro pi bello dItalia, la Via Marina. E facilmente raggiungibile sia dalla stazione che dallaereoporto; per chi invece ama viaggiare in macchina, la piazza offre un ampio parcheggio. Inoltre la vicinanza al tribunale, al centro direzionale ed ai pi importanti uffici della citt lo rende ideale per soggiorni di lavoro.Le sue cinque camere, cuore raffinato di un elegante palazzotto depoca, sono arredate con gusto e particolari che le rendono uniche ed accoglienti. Ogni stanza dotata di bagno personale con doccia, climatizzazione e riscaldamenti, TV, cassaforte e asciugacapelli. Su di un delizioso giardinetto interno, affaccia una piccola sala di lettura e prima colazione, ideale per i vostri momenti di relax. Alti soffitti, ampie e luminose finestre, un arredamento sobrio ed elegante, espressione di ricercatezza, renderanno pi piacevole il vostro soggiorno. All'interno un'unica stanza con affaccio sul giardinetto, riservata a chi ama il silenzio e la massima tranquillit. Ogni stanza dispone di: bagno in camera con doccia climatizzazione e riscaldamento TV cassaforte asciugacapelli servizio di transfert a pagamento si accettano animali di piccola taglia Indirizzo: Via Possidonea, 75 Telefono e Fax: cell: 389/4815787 cell: 389/4839199 Sito Web: www.chateaurc.jimdo.com E-Mail: chateaurc@gmail.com Prezzo: Doppio uso singolo: da 40,00 a 60,00 Doppia: da 60,00 a 120,00 Tripla (camera doppia con aggiunta del terzo letto): da 80,00 a 140,00 Servizi: OSPITALITA'
Romeo B+BRomeo BB Indirizzo: Via Enotria,66 - Reggio Calabria Telefono e Fax: cell: 3384026586 Sito Web: http://www.romeobnb.com/ E-Mail: romeobnb@gmail.com Categoria / Stelle: II Categoria Prezzo: Servizi: OSPITALITA'
Bed e RelaxIndirizzo: Via dei Pini, 25 - Sala di Mosorrofa diReggio Calabria Telefono e Fax: cell: 328/9178063 Categoria / Stelle: 1a ctg. Prezzo: Min: 40,00 Max: 60,00 OSPITALITA'
Il Giardino di AusoniaIndirizzo: Via Lupardini, 90 Reggio Calabria Telefono e Fax: cell: 347/6105874 Sito Web: http://www.ilgiardinodiausonia.com/ E-Mail: ilgiardinodiausonia@libero.it Categoria / Stelle: 2 Categoria Prezzo: 25,00/45,00 OSPITALITA'
Lazzaro di Motta SIndirizzo: Rione Capo D'Armi Telefono e Fax: Tel: 0965 712212 Fax: 0965 629075 E-Mail: info@hotelristoranteparadiso.com Categoria / Stelle: 3*** Servizi: OSPITALITA'
Civico 46Indirizzo: Via Fiume, 46 Telefono e Fax: tel: 0965/1890797 cell: 340/3570480 Categoria / Stelle: 1a ctg. Prezzo: Min: 35,00 Max: 70,00 OSPITALITA'
I FrittuliPiatto a base di carne di frattaglie di maiale, che comprendono oltre la carne grassa di maiale, tagliata a pezzi grossi, anche varie parti dell'animale come le zampe, le ossa, gli orecchi, il muso, la coda, i rognoni e lo stomaco. Tali ingredienti vengono riuniti dentro un paiolo di rame (Caddara) e ricoperti da parti grasse del maiale. Il contenitore, posto leggermemte sollevato dal terreno, circondato da due cerchi di brace molto viva, alimentata costantemente e regolata in maniera tale da garantire una cottura lenta. Le parti, sono mescolate tramite un lungo e grande cucchiaio di legno che presenta, al centro della parte concava, un foro a forma di croce.L'unico ingrediente che viene aggiunto e in abbondanza il sale. Il tempo di cottura delle frttole di oltre sette ore. OSPITALITA'
LAttico AffittacamereNel cuore di Reggio Calabria in un palazzo d'epoca a due piani con ascensore, ubicato nel centro storico a soli cento metri dal lungomare. Attico terrazzato, 5 camere accoglienti e funzionali, ognuna dotata di bagno privato, climatizzatore, tv, frigo bar, accesso ad internet, veranda privata con vista sui tetti della citt e dello Stretto. Indirizzo: Via Demetri Tripepi, 149 89100 Reggio Calabria Telefono e Fax: Cell: 320 5643251 Sito Web: http://www.welcometorc.it/attico/ E-Mail: attico@welcometorc.it Servizi: OSPITALITA'
Cuscino e Cappuccino B+BIndirizzo: Via Maldariti, 18/A RC Telefono e Fax: tel. 0965/644478 - 329/3864438 Categoria / Stelle: I Cat. Prezzo: 35,00/60,00 OSPITALITA'


Gruppi


Temi

Nessun tema associato

Risorse e dati